11 Luglio 2018 / / Design tra le Righe

SCANDOLA MOBILIè da sempre una realtà attenta alle materie prime e alla loro lavorazione per garantire un prodotto di alta qualità, curato nel design e naturale al 100% nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo.

Fedele alla propria filosofia che vede al centro la valorizzazione del territorio e delle persone, l’azienda utilizza vernici a base d’acqua, totalmente atossiche e certificate per i giocattoli dei bambini e per le emissioni in spazi interni.

Ogni singolo prodotto di SCANDOLA MOBILI è pensato tenendo conto non solo dell’aspetto estetico ma soprattutto dell’impatto ambientale derivato dalla sua realizzazione. A partire dalla materia prima utilizzata, il legno di abete che proviene da coltivazioni controllate e i cui scarti vengono poi riciclati per il riscaldamento dello stabilimento.

Recentemente SCANDOLA MOBILI ha adottato nella sua linea produttiva le nuove vernici “Bio-innovative” di ICA, partner che sviluppa la ricerca di prodotti sicuri, resistenti e completamente ecologici.
Queste vernici sono realizzate con materiali rinnovabili derivanti da innovativi processi di raffinazione di sostanze vegetali di “scarto”, prive di emissioni nocive per un prodotto sempre più naturale ed ecocompatibile.

La collaborazione tra SCANDOLA MOBILI e ICA è un continuo stimolo a cercare soluzioni a zero impatto ambientale caratterizzate da un grande appeal estetico.

11 Luglio 2018 / / Decor

Da un po’ di tempo ero alla ricerca di una lampada da utilizzare durante i nostri viaggi in camper. Volevo qualcosa che facesse un po’ di atmosfera all’esterno, sotto il tendalino, dove siamo soliti cenare durante le nostre vacanze itineranti. L’idea era quella del filo di lampadine, dal gusto un po’ nordico, quel tipo di illuminazione pinterizzata e instagrammata a più non posso dall’inizio della stagione estiva. 
Insomma, con tutte le limitazioni del caso che mi impone il camper (o i cuscini decorativi o l’abbigliamento minimo indispensabile), l’atmosfera che mi sarebbe piaciuto ricreare in vacanza è questa:

Ed è proprio per cercare quei fili di lampadine che ho fatto una fuga lampo all’Ikea (25 minuti cronometrati dall’ingresso alle casse). Poi è capitato il prevedibile…che è quella cosa che capita sempre quando vai all’Ikea: non compri quello che pensavi ti servisse, ma tutt’altro.
Infatti, arrivata al reparto Outdoor la mia attenzione si è spostata dai fili di lampadine a un oggettino  che mi ha catturato tanto da farmi rischiare di non vincere il record per minor tempo di sosta all’ikea.  Se mi seguite su Instagram sapete già qual è questo oggetto perchè ve l’ho anticipato nelle Stories… eccolo: 
Ovviamente ho preso la scatola per leggere tutte le caratteristiche e, oltre la forma simpatica che a me ricorda tanto le vecchie lanterne a gas, sono state proprio quelle a convincermi a lasciar perdere il filo di lampadine (per adesso….;-) ) per prendere lei.
Solvinden è una lampada ad energia solare. Ha al suo interno una batteria che dura due anni e poi può essere sostituita (eh…già…dettaglio importante). E’ sufficiente esporla al sole per 9 ore (se il cielo è coperto invece, per fare il pieno di energia ne servono 12) per avere poi 12 ore di illuminazione calda e soft per la vostra terrazza, il vostro giardino o…il vostro camper.
Non serve batteria, non servono prese, tutto semplicissimo. 
In più, oltre  a poter essere poggiata sul tavolo, proprio come una lanterna, ha la possibilità di girare di 360gradi e poter essere trasportata o appesa, legandola o facendo passare un filo attraverso il supporto.
Tutto questo e il costo superdemocratico di 14.99€ mi hanno lasciato con l’unico dubbio se sceglierla gialla o grigia…dubbio durato pochissimo perchè, nonostante io abbia tutta la casa grigia, il giallo è uno dei miei colori preferiti e, per l’estate, l’atmosfera all’aria aperta, il tavolo da pranzo del camper è sicuramente il colore perfetto. 

Dopo averla usata per qualche giorno mi ritengo molto soddisfatta per l’acquisto: ha una luce calda e soft, crea la giusta atmosfera la sera e ha una autonomia veramente sorprendente.
Ci tengo a precisare che questo post non è in alcun modo sponsorizzato (che vuol dire che purtroppo nessuno mi ha pagato per scriverlo 🙂 ), è solo quello che avete letto: il racconto di un acquisto fatto per un’esigenza reale e testato sotto il sole cocente e sotto il tendalino del mio camper per ben quattro giorni di fila. 
Se volete esplorare il mondo delle luci decorative da esterno Ikea, potete seguire QUESTO LINK  .
Enjoy Your Home!
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

11 Luglio 2018 / / Interiors

Casa sull'albero Atelier Lavit Origin

Per tornare bambini o per un contatto più vero con la natura, le case sull’albero hanno sempre esercitato un grande fascino grazie al loro immaginario incantato. Eccone alcune davvero speciali!

Le case sull’albero non sono quasi mai davvero delle case. Vengono realizzate per gli scopi più vari dei quali l’abitare è l’ultimo della lista. Nella maggior parte dei casi sono camere d’albergo speciali per viaggiatori in cerca d’avventura o di un contatto più vero con la natura. Ma ci sono anche case sull’albero nate per scopi pubblicitari, per comunicare con gli alieni, adibite a ristoranti o a gallerie d’arte. Grazie al loro fascino sono sempre più quelle progettate da architetti e designer per assicurare stile e comfort anche in cima a un albero.
Ecco quindi una galleria delle case sull’albero più belle in giro per il mondo.

Sette case sull’albero per il Tree Hotel – Svezia

Case sull'albero - Mirrorcube treehotel

Mirrorcube

Il Tree Hotel, situato in una foresta di pini nel nord della Svezia non è un hotel come gli altri. Le sue camere sono sette case sull’albero una diversa dall’altra sia al’esterno che all’interno.  Commissionate ad altrettanti studi di architettura svedesi, si distinguono ognuna per una caratteristica particolare. The Bird’s Nest è coperta di rami come un nido di uccelli mentre UFO sembra una navicella spaziale degli anni ’50 nascosta fra i boschi. Ma se cercate un posto per nascondervi dal mondo, l’enigmatico Mirrorcube, progettato da Tham & Videgård è quello che fa per voi. Interamente ricoperto di specchi si mimetizza nella foresta riflettendola su tutti i lati, fino a scomparire alla vista.
La struttura è un semplice cubo di 4 metri di lato formato da un telaio che si avvolge al tronco dell’albero. Alla casa sull’albero si accede attraverso un ponte lungo 12 metri che conduce alla camera. L’interno è realizzato in compensato di betulla con sei finestre offrono una splendida vista panoramica, un letto matrimoniale, servizi igienici, soggiorno e una terrazza panoramica.

 

Human Nest, dormire in un nido per un’esperienza estrema – California

Case sull'albero - Human Nest - Treebones Resort, California

Human Nest – Treebones Resort, California

Al Treebones Resort sulla costa di Big Sur in California è possibile dormire in un vero e proprio nido! Questo rifugio sembra uscito da una favola gotica ma nonostante il fascino che può suscitare alla vista, “Human Nest” è letteralmente un “nido” e come tale riserva un’esperienza a contatto con la natura piuttosto estrema! L’interno è molto stretto: circa 1 metro e mezzo sia in larghezza sia in altezza con un semplice materasso futon per riposare e dormire. A parte questo, il nido è completamente aperto e non c’è nulla che protegga dal vento o dalla pioggia. Siete pronti per affrontare tutto questo?

Lo spazio è ricavato dalla sapiente disposizione di bastoncini piegati che creano la forma del nido grazie a una tecnica sviluppata dall’artista del legno Jason Fann che ha fatto della sua passione una professione e ora è il costruttore di nidi più ricercato della California. Eccolo all’opera in questo video.

 

Il massimo del comfort sospesi fra i rami – Francia

Per chi invece non vuole rinunciare al lusso nemmeno fra gli alberi, meglio fare un salto in Francia! Costruita nel parco di un resort di lusso, Origin Tree House è una fantastica casa sull’albero anch’essa ispirata all’idea del nido.
La richiesta del cliente era di avere un rifugio sospeso con tutti i comfort di un hotel a 5 stelle e lo studio di architettura parigino Atelier Lavit ha creato un gioiellino di design i cui 23 mq di superficie si sviluppano attorno al tronco di una quercia secolare. Vi si accede arrampicandosi su un albero vicino e percorrendo una passerella sospesa lunga 30 metri per vivere un’esperienza di relax a totale contatto con la natura. All’interno lo stile è minimalista ed essenziale, con pannellature di legno naturale ed ampie finestre che si affacciano sul bosco sia nel soggiorno sia nella stanza da letto.

Origin - Casa sull'albero di Atelier Lavit

Origin – Casa sull’albero di Atelier Lavit

 

Free Spirit Spheres per farsi cullare dal vento – Canada

Free Spirit Spheres, case sull'albero in Canada

Free Spirit Spheres, case sull’albero in Canada

Situate nel cuore della foresta sulla Vancouver Island, in Canada, le tre Free Spirit Spheres sono nate come luogo dove meditare e riconnettersi con la natura, cercando di ridurre al minimo l’impatto ambientale. Eve, Eryn e Melody sono tre case sull’albero a forma di sfera sospese grazie a cavi e reti fissate ai tronchi vicini. Sono realizzate in stile nautico con rivestimenti in legno e finiture in ottone e il richiamo alle imbarcazioni è d’obbligo perchè queste sfere ondeggiano al vento, proprio come una barca sulle onde, cullando gli ospiti per un totale relax a contatto con la natura. Con un diametro di 3,20 metri, sono abbastanza spaziose per offrire tutti i comfort: riscaldamento, angolo cottura, cablaggio e connessione wireless. Cos’altro desiderare?

 

Yellow Treehouse il ristorante fra gli alberi – Nuova Zelanda

Case sull'albero - Yellow Treehouse il ristorante sospeso

Yellow Treehouse il ristorante sospeso

Il Redwoods Treehouse Restaurant, meglio conosciuto come Yellow Treehouse, in quanto originariamente commissionato per una campagna pubblicitaria delle Pagine Gialle. La sua forma organica e affusolata è ispirata alle crisalidi e alle conchiglie marine ma di notte risplende come una lanterna fra le foglie del gigantesco albero su cui è costruito e sembra avvolgerlo morbidamente. Al “bozzolo”  si accede attraverso una passerella in legno lunga 60 metri che sale fra gli alberi fino al ristorante. Completamente in legno, è stato progettato dallo studio di architettura Pacific Environments Architects e successivamente adibito a ristorante sull’albero. Attualmente può essere affittato per eventi o cerimonie private e ospitare dai 30 ai 50 invitati. Difficile trovare una location più suggestiva!

 

Imitare la natura per non rinunciare al lusso – Sudafrica

Casa sull'albero moderna a Cape Town

Casa sull’albero moderna a Cape Town

La tenuta della famiglia Paarman a Costantia, Cape Town gode di una vista spettacolare sulla valle e le montagne circostanti. Oltre alla villa padronale, nel parco sorgono una serie di altri edifici, sparsi fra boschi e giardini. L’ultimo nato è un rifugio nascosto in un’area boscosa realizzato dallo studio Malan Vorster Architecture Interior Design con l’obiettivo di realizzare una casa sull’albero perfettamente integrata nel paesaggio. Sebbene sia chiamata Tree House, più che una vera casa sull’albero è una sua interpretazione contemporanea che si fonde con la verticalità del bosco. L’edificio sembra galleggiare nell’aria ed è composto da quattro cilindri di legno e vetro, sollevati dal terreno grazie a colonne che fungono da palafitte e che rappresentano i tronchi. Il legno domina ovunque e all’interno si ha la sensazione di trovarsi fra i rami di un albero… ma circondati dal lusso più estremo! Per sottolineare l’aspetto fluttuante, l’accesso avviene attraverso una rampa di legno e acciaio e le camere sono disposte verticalmente, una per piano: soggiorno, cucina, camera da letto e una terrazza che si affaccia sul giardino sottostante con 4 piccoli specchi d’acqua quadrati, progettato dalla Garden Designer Mary Maurel.

case sull'albero moderne - Cape Town Malan Vorster

 

IK LAB, la galleria d’arte Guggenheim sospesa fra gli alberi – Messico

Ik Lab la nuova galleria d'arte firmata Guggenheim nel cuore dello Yukatan

IK LAB la galleria d’arte di Santiago Rumney Guggenheim nel cuore dello Yukatan

L’ultima galleria d’arte nata in casa Guggenheim è una casa sull’albero! IK LAB ha inaugurato da pochi mesi ed è una struttura sospesa su palafitte a 4 metri d’altezza nel cuore della giungla di Tulum nel lussuoso eco resort Azulik. Questo spazio espositivo sui generis è nato da un’idea di Eduardo Neira, architetto e proprietario del resort, e di Santiago Rumney Guggenheim, pronipote di Peggy e direttore artistico del progetto. Una “semplice” capanna di legno e cemento dalle forme fluide e organiche con passerelle sopraelevate, pavimenti ondulati in cemento e legno, oblò che si affacciano nella giungla e una copertura di rami intrecciati.

E la tua preferita qual è? Ce n’è una che ti piacerebbe visitare?
Lasciami un commento e dì la tua!

L’articolo Le case sull’albero più belle e spettacolari del mondo proviene da Things I Like Today.

11 Luglio 2018 / / Interiors

Effetto industriale dal fascino innovativo o sapore decadente con tracce della tradizione?

E’ consuetudine trovare oggi in molte abitazioni, pareti o porzioni di queste in mattoni. Talvolta progettati dal nuovo o riportati alla luce sotto strati di intonaco, diventano elemento decorativo o di vero e proprio arredo nelle camere in cui vengono impiegati.

MATTONI A VISTA: FASCINO INNOVATIVO O SAPORE TRADIZIONALE?In base allo stile architettonico della casa, agli accessori utilizzati e al modo di disporli, riescono ad influenzare lo stile che vogliamo far riemergere nelle varie stanze.

MATTONI A VISTA: FASCINO INNOVATIVO O SAPORE TRADIZIONALE?Mattoni ben puliti, geometricamente allineati e studiati pendono verso un industrial style. Viceversa, porzioni appena pulite, che sconfinano in parti di murature intonacate, riescono a rendere bene l’idea di qualcosa di “antico”, un tempo in auge e di cui si vogliono ancora delineare le tracce con quel sapore vintage che piace sempre.

MATTONI A VISTA: FASCINO INNOVATIVO O SAPORE TRADIZIONALE?MATTONI A VISTA: FASCINO INNOVATIVO O SAPORE TRADIZIONALE?Altri articoli con la stessa tematica…

DETTAGLI RUSTICI IN MATTONI

ARCHI E MATTONI A VISTA

CASA:PARTICOLARI IN MATTONI NATURALI

 


SOS nuovo appartamento da arredare:

Devo arredare il mio appartamento con zona giorno open space (cucina a vista, zona pranzo, zona relax), disimpegno di servizio (qui vorrei ricavare un comodo angolo lavanderia), camera matrimoniale, bagno con finestra e vasca, ampia veranda con affaccio sul giardino. Mi potete aiutare?

Progetto appartamento completo

Il committente

Cristiano, un ragazzo milanese al passo con i tempi e attento ai dettagli, impreparato sul mondo dell’arredamento e del design ma aperto ai mille vantaggi dell’online e soprattutto della progettazione online. Per arredare il suo nuovo appartamento Cristiano ha chiesto l’aiuto di Elisa Monico, ingegnere e interior designer, fondatrice e titolare dello studio di progettazione EasyRelooking, attiva in tutto il nord Italia, per lo più nell’hinterland milanese.

L’appartamento

Siamo a Milano,  zona Parco Vittoria, in un moderno complesso residenziale di recente costruzione, al piano terra.
L’appartamento è costituito da un ampio open space con cucina a vista, soggiorno / salotto, disimpegno, bagno e camera matrimoniale. Tutti gli ambienti sono provvisti di finestra con affaccio sul giardino di proprietà. La zona giorno è dotata di porta finestra attraverso la quale accedere ad una veranda e al giardino privato.

Gli arredi già presenti

L’appartamento è già provvisto di alcuni elementi: pavimento parquet in legno posato in tutta la casa, ad eccezione del bagno; bagno con rivestimento con piastrelle grandi grigi su pavimento e pareti, fughe piastrelle bianche, soffitto bianco; cucina lineare con pensili bianchi, basi e colonna frigorifero grigio scuro, top bianco; pavimento veranda rivestito con lunghi listelloni di legno marroncino.

Le richieste del committente

Progetto d’interni completo per l’arredamento di casa e veranda, i mobili da inserire e la loro disposizione, i colori degli arredi e delle pareti.
Cristiano ha chiesto ad Elisa di avere un occhio di riguardo per i colori: pochi e non accesi, meglio concentrarsi sul grigio, neutro, elegante e facile da abbinare ad una tonalità calda.

Il progetto di Easy Relooking

Il mood è presto definito: mobili grigi con tocchi di colore caldi e neutri sparsi qua e là, arredamento moderno e funzionale, pochi mobili ma studiati per il massimo ingombro e la miglior resa estetica. Piantina progetto realizzata da Easy Relooking

In questo articolo ci concentriamo sui mobili della zona giorno, in particolare sulle scelte cromatiche e sulla tinta d’accento. In un secondo articolo parleremo della zona notte e di come EasyRelooking è riuscita a progettare armadiature su misura e a ricavare numerosi spazi contenitore per il guardaroba e la zona lavanderia.

 

Torniamo al progetto. Quali sono le controindicazione di un ambiente tutto grigio? L’appartamento potrebbe risultare anonimo e poco accogliente, l’arredamento minimal e poco ricercato.
Per scongiurare questi effetti e per soddisfare le richieste del cliente, Elisa ha pensato di scegliere mobili e complementi grigi e di scaldare l’ambiente con pareti color ruggine. Carattere e personalità assicurati.

Il colore ruggine

Il color ruggine è una calda sfumatura tendente all’arancio, un mix di arancione, rosso e marrone che assomiglia al metalo ossidato – arrugginito – per dirla con lo stesso nome.
Tanto in voga sulle passerelle di moda autunnali, è una tinta ultimamente sempre più apprezzata anche nel mondo dell’interior design. È un colore profondo e intenso ma non troppo, una tinta che dona una nota vivace senza risultare troppo accesa, è versatile, è sempre attuale, è un colore sofisticato e amato da giovani e adulti.
Un arancione così speciale è destinato ad essere il protagonista dell’ambiente, per questo attenzione a non farsi prendere troppo la mano: il color ruggine sulle pareti dev’essere ben dosato, proprio come nel progetto di EasyRelooking. Una sola parete è stata interamente tinteggiata di color ruggine, altre due sono state decorate parzialmente, le pareti più ampie sono state dipinte di grigio chiaro.

Arredare la zona relax: divano con penisola, parete attrezzata porta tv, contenitori sospesi

La sfida arredativa non coinvolgeva solo la scelta dei colori (compito brillantemente portato a termine da EasyRelooking!) ma riguardava anche la scelta e la disposizioni degli arredi. Per il living EasyRelooking ha scelto:

  • divano con penisola in tessuto grigio chiaro, con piedini alti sottili in metallo rivestiti con una patina che imita il colore arancio-marrone del ferro ossidato, in perfetto abbinamento con la vicina parete effetto ruggine.
  • cuscini decorativi per divano quadrati in fiocco di poliestere. Due morbidi cuscinetti 55×55 cm in tessuto grigio in tinta con il rivestimento del divano, altri due 40×40 cm in tessuto rosso/arancione che riprendere il color ruggine, trait-d’union di tutto l’appartamento.
  • tavolino da salotto lato o fronte divano, piano rotondo, tutto in laccato opaco grigio seta.
  • mensola in legno grezzo dritta con bordi irregolari che esaltano la naturalità del materiale. Questa mensola prevede un sistema di fissaggio a scomparsa in modo da non intaccare la bellezza della parete e lasciare visibile solamente il piano d’appoggio.
  • contenitori sospesi a parete: una mensola cubo in laccato opaco grigio seta e un pensile a ribalta in laccato opaco piombo grigio scuro con sistema d’apertura push-pull.
  • parete attrezzata lunga più di 4 metri con spazio per tv sospesa. Questo mobile soggiorno è composto da basi a terra con apertura a ribalta push-pull, pannello a muro per il fissaggio del televisore e da una composizione di pensili battenti e a ribalta interrotti da due vani a giorno. C’è spazio per appendere, riporre, nascondere e anche per lasciare in bella vista. Il lungo top è pensato per appoggiare decoder, casse audio e console di gioco mentre i cestoni offrono lo spazio necessario per fogli, documenti e piccoli oggetti che si vogliono avere a portata di mano in soggiorno. Nei pensili chiusi si può riporre il servizio di piatti o di bicchieri mentre i vani aperti sono perfetti per piccoli vasetti e soprammobili.

Render realizzato da EasyRelooking: living, zona relaxDettaglio divano con tavolino e tappeto. Sulla sinistra si intravedono mensola e contenitori da parete

Arredamento per la zona pranzo: tavolo rettangolare e sedie design

Quando cucina e sala sono nella stessa stanza sorge spesso il dilemma di come separare i due locali. Non c’è pensiero più sbagliato, soprattutto se i metri quadri a disposizione e la distribuzione degli spazi non permettono una netta divisione degli ambienti. In questi casi le parole d’ordine sono continuità e armonia di stile e di colori. E poi, diciamocelo, la cucina separata dal living ha i suoi innumerevoli e indiscutibili vantaggi, ma solo con una cucina a vista puoi restare in compagnia mentre cucini e puoi decidere di sdraiarti sul divano con un occhio puntato sulla pentola sui fornelli. Se sei una persona smart, poco formale, ti piace vivere la casa e avere spesso ospiti non farti venire inutili dubbi: cucina e salotto open space sono fatti per te. Soprattutto se è lo spazio è progettato come quello di questo progetto…

Il parquet in legno posato in tutta la casa (sì hai letto bene, alcuni modelli di parquet vanno bene anche in cucina!) crea un magnifico filo conduttore tra gli ambienti. Questo dettaglio di stile, unito al colore grigio chiaro delle pareti e al bianco del soffitto creano un tutt’uno elegante e moderno. Il vero tocco di classe è però dato dalla parete color ruggine che EasyRelooking ha pensato bene di replicare anche nella zona cucina.

Al centro di questo spazio un tavolo rettangolare con gambe in legno noce canaletto e piano in vetro satinato nero, circondato da sedie di design tutte in legno rovere tinta tabacco.

Render realizzato da EasyRelooking: living, zona pranzoCucina con mobili in legno chiaro e scuro. Tavolo con sedie. Parete decorata: metà color ruggine e metà grigia

Arredare la veranda: divano e tavolino in rattan da esterni

Per l’arredamento della veranda sono stati scelti un divano ad angolo componibile in rattan e tessuto, un tavolino in coordinato con piano in vetro e due lampade di design in alluminio verniciato bianco con paralume che crea particolari giochi di luci ed ombre.
Pochi arredi ma quanto basta per rendere l’ambiente accogliente. Una veranda in cui rifugiarsi per un pasto veloce all’aria aperta, un aperitivo in compagnia, per leggere un buon libro, ascoltare della musica, rilassarsi o semplicemente per schiacciare un pisolino. Per celare lo spazio da occhi indiscreti e creare un ambiente ancor più intimo e raccolto si possono fissare ai lati dei pannelli in canne di bambù.

Dettaglio di stile: i listelloni di legno posati nella veranda richiamano vagamente il colore brunito delle pareti ruggine in casa.

Il consiglio dell’arredatore: per arredare gli spazi esterni scegli materiali e rivestimenti idrorepellenti, resistenti al calore, ai raggi UV, all’umidità, agli sbalzi termici e agli agenti atmosferici. Prediligi materiali resistenti fatti apposta per l’outdoor, come il rattan. Pulisci regolarmente tutte le superifici per mantenere intatta la loro bellezza e copri i mobili quando non li utilizzi. Per le sedute predigili rivestimenti sfoderabili che puoi lavare spesso e rimuovere quando non le utilizzi per molto tempo.

Veranda con divanetto da esterni, tavolino e lampade

Il risultato finale: le foto dell’open space color grigio e ruggine

Il risultato finale si discosta per un unico dettaglio dalle scelte fatte da EasyRelooking in fase di progettazione: il colore della parete attrezzata del soggiorno e del pensile sospeso. Nelle moodboard di progetto è stato inserito un mobile soggiorno grigio chiaro, alla fine si è optato per un grigio più scuro.

 

Parete attrezzata con porta tv sulla sinistra. Divano con penisola, tavolino e contenitori a parete sulla destra.Dettaglio della parete attrezzata in grigio scuro con cassettoni, pensili contenitore e pannello porta tvDettaglio di una parete decorata color grigio ed effetto ruggine. Contenitori sospesi a parete.Fotografia scattata dalla cucina: tavolo e sedie in primo piano, zona relax sullo sfondo

Perchè Cristiano ha chiesto un progetto d’arredo completo a EasyRelooking?

Perché EasyRelooking offre una consulenza d’interni completa e su misura. Il suo progetto è personalizzato, realizzato sulla base di gusti, esigenze e budget dei clienti e tiene conto dell’ambiente, dello studio dei colori e di tutti i mobili e complementi che si vogliono inserire. Elisa fornisce elaborati dettagliati del progetto con disegni tecnici, viste 2D e 3D, oltre a moodboard e render fotorealistici che aiutano ad immaginare il risultato finale.

Perché EasyRelooking è tra i più richiesti e apprezzati studi di progettazione di Milano e provincia, vincitore per tre anni di fila (2016, 2017 e 2018) del premio Best Of Houzz nella categoria Soddisfazione Clienti.

Perché chi arreda casa con EasyRelooking può godere di uno sconto sull’acquisto dei mobili su www.arredaclick.com e può avvalersi della consulenza di un’arredatrice professionista nelle fasi pre e post acquisto di tutti i mobili.

Perché grazie alla partnership tra EasyRelooking e ArredaClick si risparmia tempo e denaro. “Tempo” perché è l’interior designer a curare tutto il progetto, a studiare le migliori soluzioni arredative, a ricercare mobili e complementi e soprattutto ad interfacciarsi con noi di ArredaClick per la configurazione degli arredi. “Denaro” perchè si può godere di uno sconto sull’acquisto di tutti i mobili su www.arredaclick.com, sconto aggiuntivo che si andrà a sommare a quelli sempre attivi sul portale.

 

Se questo progetto ti ha incuriosito, se desideri maggiori informazioni sulla partnership o se vuoi chiedere anche tu l’assistenza di Elisa per la progettazione della tua casa clicca qui sotto.

 

Sei un Professionista e come Elisa vuoi attivare la partnership con ArredaClick? Contattaci subito e chiedi maggiori informazioni sul Programma di Affiliazione.

11 Luglio 2018 / / Coffee Break

Questo appartamento dai colori tenui si trova a Mosca ed è stato recentemente ristrutturato per un cliente che, dopo aver vissuto per molti anni a Copenaghen, ha deciso di dare una decisa impronta in stile nordico alla sua nuova abitazione; infatti colori pastello e legno chiaro caratterizzano questi ambienti dal sapore minimale.

A small apartment in pastel colors in Moscow

This apartment, decorated with soft colors, is located in Moscow and was recently renovated for a client who, after living for many years in Copenhagen, decided to give a strong Nordic style to his new home; in fact pastel colors and light wood characterize these environments with a minimal flavor.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

11 Luglio 2018 / / Amerigo Milano

Matrimonio in spiaggia è sinonimo di originalità e colore. Il tema marino si addice davvero moltissimo alla location, che solitamente è in riva al mare contornata da fiori e dalla musica delle onde che si infrangono sul bagnasciuga. Il matrimonio al mare è un fenomeno che sta prendendo sempre più piede anche in Italia e le nozze in riva al mare stanno diventando sempre più gettonate anche tra le celebs che scelgono mete come la Liguria, la Toscana o la Puglia per coronare il loro momento perfetto.

E allora, scopriamo insieme quali sono i tre consigli per un outfit da matrimonio in spiaggia davvero unico!

1 Uomo, i migliori abiti da cerimonia per godersi un matrimonio in spiaggia

Semplice, basta un vestito elegante dai toni morbidi come il beige o le nuanceei color panna per assicurarsi un ottimo risultato. Il tema marino si presta per accogliere gli invitati in un luogo molto informale e l’uomo può decidere di essere un vero gentleman anche con pochi accorgimenti.

outfit uomo matrimonio spiaggia

2 Scarpe comode per la sposa e le damigelle

La location marina permette anche alla sposa di uscire leggermente dall’ordinario, optando per un paio di scarpe comode e adatte al contesto marittimo. Che siano in velluto, tessuto, pizzo o raso poco importa, basta che siano eleganti e confortevoli allo stesso tempo. E se amate i colori pastello, perché non optare per delle tonalità come l’azzurro, il turchese, il rosa o le tonalità di blu, che richiamano proprio le profondità marine?

mules da spiaggia

3 Colori, colori, colori!

Che siate spose o damigelle, non abbiate paura di giocare con i colori. Il matrimonio al mare è la soluzione ideale per chi ama le tonalità morbide e i color pastello, come la lavanda, il glicine e così via. Nella scelta del vestito e anche delle scarpe potete divertirvi a scegliere la scala di tonalità che preferite. Oppure se volete staccare completamente, perché non optare per un vestito dalla colorazione delicata e delle slip-on, scarpe basse o ballerine più colorate? Tanto poi, si sa che si finisce a piedi nudi 🙂

outfit donna matrimonio spiaggia

11 Luglio 2018 / / Idee

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo

Scegliere il tavolo giusto per la sala da pranzo è un’operazione cruciale per la riuscita dell’arredo della stanza.

Come orientarsi tra tavoli moderni o in stile, dalle forme e dai materiali diversi, nelle versioni fissa o allungabile, soprattutto quando lo spazio è limitato? Ecco qualche consiglio:

Il senso di appartenenza alla propria casa lo decide il tavolo

Il tavolo è il simbolo della convivialità in casa, è il polo attrattivo di tutta la famiglia e catalizza da sempre, qualsiasi sia lo stile d’arredamento di appartenenza, tutte le attenzioni su di sé.
Scegliere un tavolo per arredare la sala da pranzo non è sempre facile, soprattutto se non si possiedono spazi molto ampi. Per questo la soluzione più indicata in molti casi, soprattutto per le giovani coppie, è il cosiddetto tavolo allungabile.
Avere ospiti a pranzo all’improvviso, saper di poter elargire inviti ad amici e parenti per cenare in compagnia, è un aspetto non indifferente nel momento in cui ci si orienta all’acquisto di un tavolo, che il più delle volte può anche trasformarsi in una scrivania per lavorare da casa, o per far svolgere i compiti scolastici ai vostri figli, o addirittura può diventare la base per le vostre imprese culinarie. Non esistono case senza tavoli e soprattutto una volta che se ne possiede uno, si sente quasi sempre la necessità di possederne immediatamente uno più grande, da qui l’invenzione dei tavoli allungabili.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile

Oltre alla sua funzione il tavolo è anche la massima espressione di gusto e stile d’arredamento, poiché rappresenta il centro focale di tutte le attività e rappresenta al massimo grado la vostra espressione di senso estetico. Accingersi quindi alla scelta di un modello specifico, significa decidere tra diversi materiali, quali il vetro, il cristallo, il legno, il metallo ma anche scegliere tra modelli di tavoli antichi, classici o moderni.
Il tavolo lascia piena libertà creativa ed espressiva. Pertanto desidero concentrarmi su una categoria particolare: i tavoli allungabili, di cui vi mostrerò caratteristiche e vantaggi oltre a proporvi un interessante consiglio d’acquisto.

Tra stile, design e funzionalità: i tavoli allungabili di tendenza

I tavoli allungabili sfruttano geometrie e forme rettangolari e circolari, proponendo varianti richiudibili e permettendo così di aggirare il problema dello spazio, con forme compatte e poco ingombranti. Visitando lo shop online di ABITARE arreda ho potuto verificare l’ampia quantità di tavoli allungabili proposti e ammirarne il pregio, la possibilità di personalizzazione e i brand migliori presenti sul mercato.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile antico
Sfogliando il catalogo online potrete accorgervi di come un tavolo allungabile in legno ad esempio si inserisce perfettamente in uno stile d’arredo classico, un tavolo allungabile in vetro invece ha la capacità di allargare visivamente lo spazio e viene di solito abbinato a finiture che vanno dal metallo, al marmo, al legno, all’ottone. Potrete poi farvi ammaliare dalla miriade di proposte di arredamento esistenti per dare colore, vita e luce al tavolo della vostra sala da pranzo o della cucina e allo stesso tempo comprendere il senso estetico dei tavoli allungabili moderni o contemporanei, poggianti su strutture create con materiali innovativi, dall’acciaio a materiali plastici dalle alte prestazioni, poliedrici e versatili per tante occasioni d’uso.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile vetro
Dopotutto, quando si tratta di scegliere l’arredamento per ambienti piccoli trovare modelli salvaspazio senza rinunciare allo stile e al design è una cosa non da poco. Il tavolo di per sé è un complemento d’arredo che non solo stimola l’interazione e favorisce la convivialità all’interno di uno spazio, ma è determinante nella resa finale di un progetto di interior design e di arredamento di una casa. Un tavolo allungabile rappresenta un vero e proprio passepartout e consente anche con ingombri minimi di accogliere i propri ospiti in assoluta serenità.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

11 Luglio 2018 / / Design tra le Righe

Afa, caldo e difficoltà a dormire: l’estate a volte porta con sé inconvenienti più o meno grandi, che possono avere conseguenze importanti su un corretto riposo e un sonno sereno.

Se in primavera siamo soliti mettere da parte il piumino e dormire soltanto con il lenzuolo, alla ricerca di un po’ di fresco, Cinelli Piume e Piumini ha 4 motivi per scegliere il giusto interno piumino anche in estate, per sfatare l’idea che la piuma sia solamente fonte di calore.

Il trucco sta nello scegliere il giusto interno in piumino per la stagione, controllando il gradiente termico: ad ogni stagione, il suo piumino! Non solo, conoscere al meglio le speciali proprietà della piuma e i motivi per cui è preziosa anche in estate può aiutare a comprendere i vantaggi che derivano da una scelta ponderata e consapevole, che premia le materie prime e le lavorazioni di qualità garantite da Cinelli Piume e Piumini.

MOTIVO N.1: LA PIUMA REGOLA LA TEMPERATURA CORPOREA
Durante l’estate gli sbalzi termici sono frequenti: tra giornate calde e serate a volte fresche, non è facile scegliere con quali prodotti riposare. La piuma ha la capacità di regolare la temperatura corporea, mantenendola più stabile e garantendo una corretta traspirazione.

MOTIVO N.2: LA PIUMA CONTROLLA L’UMIDITÀ
Oltre a mantenere la temperatura corporea, la piuma è anche in grado di controllare l’umidità e mantenerla sotto controllo durante tutta la notte. Dimenticate le spiacevoli sensazioni che vi assalgono quando il caldo si fa esagerato: grazie alla piuma, l’umidità viene assorbita e poi rilasciata molto gradualmente, per una sensazione di freschezza che dura tutta la notte.

MOTIVO N.3: LA PIUMA È AMICA DI CHI SOFFRE DI ALLERGIE
Estate non significa solo mare, sole e relax: per chi soffre di allergie può essere un periodo stressante e pieno di difficoltà. Tutti i prodotti Cinelli Piume e Piumini hanno la certificazione Nomite, garanzia di qualità per i consumatori allergici alle polveri domestiche: la fitta trama dei tessuti utilizzati e il rigoroso trattamento di lavaggio e sterilizzazione a cui è sottoposta la piuma rendono i prodotti Cinelli Piume e Piumini sanificati e nemici degli acari.

MOTIVO N.4: LA PIUMA CREA UN MICROCLIMA FAVOREVOLE AL SONNO
La piuma ha una spiccata capacità isolante, che permette agli interni in piumino di Cinelli Piume e Piumini di creare un microclima fresco, che permetta di riposare al meglio nonostante il caldo all’esterno.

Insomma, i motivi per scegliere un prodotto in piuma in estate sono tanti e validi: un interno in piumino firmato Cinelli Piume e Piumini riserva sorprese anche nelle stagioni più inaspettate!