18 Luglio 2018 / / Amerigo Milano

Google oggi celebra Gino Bartali

Il ciclista più famoso d’Italia e riconosciuto a livello mondiale viene ricordato come il “giusto tra le nazioni” a causa del motto che era diventato nel tempo la sua firma: “il bene si fa, ma non si dice”. 

Gino Bartali Google

Gino Bartali, l’eroe di tutti

Gino Bartali è indubbiamente uno dei più grandi ciclisti italiani. A soli 22 anni ha vinto il suo primo Giro d’Italia, a 24 ha vinto il primo Tour de France, ma la sua vera incredibile leggenda l’ha costruita di pari passo alla rivalità con Fausto Coppi, altra stella del ciclismo mondiale e italiano. Da ricordare la mitica vittoria al Tour del 1948. Nasceva 104 anni fa

gino bartali eroe

Bicicletta vintage da uomo, lo stile non cambia

Ad Amerigo Milano il mondo del ciclismo ci affascina da sempre. Gino Bartali, Fausto Coppi, il Giro d’Italia. Sono tutti elementi che hanno contribuito a costruire il dna delle bici che realizziamo. Per questo ci è sempre piaciuto pensare di disegnare e realizzare le nostre bici vintage da uomo come Leopoldo e Isidoro con lo scopo di raccontare nel design anche le epiche avventure dei protagonisti del ciclismo storico mondiale.

bici vintage amerigo milano

Gino Bartali, la storia di una leggenda

Bartali si ritira nel 1954 ma la sua storia è destinata a continuare e diventare leggenda. Muore il 5 maggio del 2000, nel 2006 l’allora Presidente della Repubblica Ciampi consegna a sua moglie la medaglia d’oro per il ruolo che Gino Bartali aveva avuto durante la Seconda guerra mondiale. Il ciclista, ha salvato la vita a decine di ebrei italiani, trasportando foto e documenti da una città all’altra, nascosti nei tubi della sua bicicletta. Nel 2013, è stato dichiarato “Giusto tra le Nazioni”, l’onorificenza conferita da Israele ai non ebrei che hanno salvato anche solo una vita durante il conflitto.

Gino Bartali taglia il traguardo

Bici retrò e moderne, quale scegliere?

La passione per la bicicletta e per lo stile vintage, ci ha consentito di realizzare alcuni prodotti davvero unici.

Isidoro, bici vintage da uomo

Le biciclette della collezione Amerigo Milano  sono ispirate dall’epoca d’oro del ciclismo italiano e hanno uno stile che richiama quei momenti di gloria.

bici retrò da uomo

Retrò, vintage, chiamatele come volete, per noi sono pezzi unici, artigianali, in grado di toccare in profondità l’anima di chi le porta. Ma un dettaglio è fondamentale, si tratta di biciclette in cui batte un cuore moderno, come nel caso di Isidoro o di VERDERAME di Amerigo Milano che all’occorrenza possono essere delle urban bike moderne, grazie alla pedalata assistitaalle app dedicate.

Insomma, ogni volta che ne usiamo una, sappiamo che stiamo pedalando su una bicicletta ricca di storia, tradizione, cultura e leggenda, proprio come quella di Gino Bartali

18 Luglio 2018 / / Interiors

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni

Ho visto il suo profilo su Instagram e mi sono subito innamorata dei suoi scatti: lei si chiama Caroline Andréoni, vive a Parigi ed è interior designer.

Nel suo profilo Caroline condivide le sue realizzazioni, che corrispondono ai miei gusti attuali in fatto d’arredo e decorazione d’interni. Mi piace l’uso disinvolto eppure ben studiato del colore, mai banale negli accostamenti e collocato proprio dove serve; mi piace il mix di materiali e di stili, sempre perfettamente dosato e armonico; mi conquista il mix di materiali e di stili, sempre perfettamente dosato e armonico, e la scelta di usare la carta da parati per sdrammatizzare uno spazio troppo austero o per creare un effetto scenografico in un angolo un po’ piatto.

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni GenZ yellow

Certo, le case d’epoca haussmaniane offrono ambienti ampi e già dotati di una forte personalità, ma Caroline ha trovato il giusto equilibrio tra la conservazione dell’anima originaria e l’introduzione dello stile contemporaneo. E’ il caso dell’appartamento Parigino che vi presento oggi.

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni zona living

Caroline ha conservato la tipica distribuzione “bourgeois” degli spazi, con l’infilata di stanze affacciate sul Boulevard illuminate da innumerevoli finestre. La zona living e la zona pranzo sono il cuore della casa, mentre la cucina e la piccola camera da letto occupano gli spazi alle due estremità opposte.

casa parigi firmata interior designer caroline andreonicucina
Il blu è il colore dominante: utilizzato in diverse gradazioni per i tessili e gli accessori nella zona living, è stato scelto come colore delle pareti sia in cucina che in camera da letto, in una raffinata gradazione tendente al grigio-verde.

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni cucina

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni camera da letto

Bellissimi i caminetti originali, conservati insieme alle specchiere dorate e perfettamente inseriti nel contesto vintage e contemporaneo. Si può dire che Caroline interpreta con gusto e passione la tendenza, molto attuale, dell’eclettismo nell’interior design.

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni camera da letto

casa parigi firmata interior designer caroline andreoni bagno

Credits: Caroline Andreoni


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER