21 Luglio 2018 / / Non Solo Arredo

Originalità e forte personalità sono le caratteristiche distintive della composizione living che esaminiamo oggi, interamente creata e realizzata in Italia da Bonaldo seguendo i valori perfetti che questa azienda interpreta.
Ciascuna idea che diventa poi progetto per essere infine concretizzata in un oggetto d’arredo destinato all’utilizzatore finale è essa stessa interpretazione delle esigenze contemporanee dell’abitare e tappa di un percorso emozionante, durante il quale si sperimentano nuovi materiali e nuove forme che restano bene impresse nella memoria.

Tavolo Big Table di Bonaldo

Il tavolo Big Table sintetizza in modo sbalorditivo queste attitudini, sia nella versione fissa che nella sua variante allungabile. La base rappresenta un incessante gioco di equilibri che si richiamano tra loro, e comunica dinamismo con l’intreccio saldo delle sue linee oblique.
Va fuori dal comune anche per il processo produttivo, che prevede il taglio al laser dell’acciaio e poi la sua finitura in una esaltante combinazione di diversi colori, da quelli più sobri ed eleganti fino ad abbinamenti audaci che sapranno esaltare l’unicità del vostro arredo.

arredamenti Bonaldo
Nessuna delle gambe o supporti ha forma identica ad un’altra, ed è questo incrocio eterogeneo a rendere Big Table così accattivante, per la dirompente rottura degli schemi che offre!
Per il piano, una linea decisa che spezza l’equilibrio con la sua netta linearità al fine di inserire nel progetto complessivo anche rassicuranti caratteristiche di stabilità, è possibile scegliere il laccato, l’impiallacciato, il legno massello o il cristallo, anche in questi casi con una palette molto ampia di personalizzazioni.

Sedia Ketch di Bonaldo

sedia Ketch by Bonaldo

Accanto alle decise geometrie di Big Table mettiamo senza indugio il design sofisticato ma senza fronzoli della sedia Ketch, un oggetto di arredo che sa offrire un appeal unico e convincente nella plasticità delle sue forme.
Eliminato tutto il superfluo, la sedia Ketch appare come un volume unico e continuo sinuosamente modellato da una mano esperta, e che riesce a comunicare solidità con forme curve e tese come quelle di una vela gonfiata dal vento.
La sua robusta struttura metallica è protetta da una comoda e morbida imbottitura rivestita in tessuto, pelle o ecopelle, ed in tutti i casi sfoderabile.

Ketch Bonaldo

La cura per l’eccellenza, negli arredi Bonaldo, va di pari passo con la creatività, perché l’azienda si affida a designer affermati che sanno raccontare l’identità aziendale tramite immagini, progetti e movimenti delle forme nel più puro dinamismo.

Il concept distintivo e moderno degli arredi Bonaldo

ShareThis

21 Luglio 2018 / / Idee

arredamento ufficio

arredamento ufficio

arredamento ufficio
consolle allungabile

arredamento ufficioarredamento ufficio

Durante la pausa estiva potremmo cominciare a pensare all’arredamento del nostro ufficio e a come renderlo accogliente, per non patire troppo il rintro e i mesi invernali.

Se pensiamo che l’ufficio possa essere trascurato in fatto di arredamento ci sbagliamo di grosso. Perché? Beh, arredare il proprio spazio professionale in cui solitamente è importante che le idee nascano in libertà sprigionate anche dall’atmosfera complice, è un dettaglio indispensabile.

Il primo passo per rendere accogliente il proprio ufficio è quello di scegliere la realtà migliore dove acquistare gli accessori, realtà che dovrà essere affidabile e seria oltre che proporre arredamenti di tendenza e di qualità.

Lo shopping online da tempo ormai è diventato la soluzione preferita da molti perché sicuramente comoda e conveniente e vi permetterà di fare i vostri acquisti comodamente dal luogo di vacanza, cosichè potrete trovare i vostri acquisti pronti all’uso al rientro.

In rete è possibile trovare realtà affidabili e interessanti come quella di italiaarredi che offre complementi di arredo per un ufficio perfetto. Dalle sedie, alle scrivanie, dalle cassettiere alle librerie. Tutto ciò che è necessario per uno spazio personalizzato e unico, esattamente come se fossimo in una delle stanze della nostra casa perché è un po’ questo che rappresenta l’ufficio in cui trascorriamo molte ore durante il giorno. Non da meno il dettaglio che vede l’ufficio come il biglietto da visita per il nostro lavoro.

Consigli per arredare l’ufficio

Il primo consiglio è sicuramente quello relativo allo stile. La scelta di ogni arredo deve essere coerente con la nostra personalità e soprattutto con l’immagine del nostro brand.

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio

Comodità. Mai scegliere un accessorio soltanto perché è esteticamente bello. Con le numerose possibilità sul mercato oggi è possibile unire i due criteri acquistando un accessorio che sia bello ma anche comodo, perché non si deve mai dimenticare che in ufficio trascorriamo molto tempo per questo la schiena deve avere tutti i comfort possibili. Le sedie in questo caso devono essere comode e rispondere alle esigenze del nostro corpo.

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio  arredamento ufficio

Anche l’illuminazione non deve passare in secondo piano in ufficio come in casa perché da questa dipendono l’atmosfera e l’accoglienza. Luci a risparmio energetico ma calde saranno perfette per il nostro spazio. Più ce ne sono, meglio è.

Indipendentemente da ciò che decidiamo di acquistare è necessario ricordare che un ufficio deve essere sì uno spazio funzionale e accogliente, ma anche comodo e confortevole per chi ci lavoro ogni giorno.

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio

Colore

Doniamo carattere e personalità al nostro spazio con una nota di colore, anche per gli amanti del black & white una poltroncina, un vaso, una lampada colorati, rimaranno sicuramente impressi in modo positivo nella mente di chi viene a visitarci nel nostro ufficio e doneranno a noi un pò di allegria.

arredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficioarredamento ufficio

arredamento ufficio

arredamento ufficioarredamento ufficio

Acquistare in negozio Vs acquistare online

Fino a qualche tempo fa parlare dello shopping online significa soltanto pensare ad accessori che non richiedevano una personalizzazione come libri, scarpe, oggettistica varia, non certo per abbigliamento e, ancor meno, per l’arredamento. Eppure oggi qualcosa è cambiato portando non solo a un’inversione di rotta, ma anche a una vera e propria preferenza dei consumatori per la soluzione in rete.

Acquistare online anche gli arredi per il nostro ufficio è un’idea possibile e soprattutto interessante, considerato che sono moltissimi i consumatori che scelgono di farlo.

Le motivazioni sono principalmente due: la comodità di vedersi recapitare i prodotti direttamente a casa e il risparmio che in rete è sempre maggiore rispetto al costo a cui possiamo trovare la merce in un tradizionale negozio della nostra città.

Ecco perché ormai l’e-shopping è la soluzione preferita sia per l’arredamento che per ogni altro settore.

L’articolo Arredamento ufficio: come renderlo accogliente proviene da Architettura e design a Roma.

21 Luglio 2018 / / Dettagli Home Decor

scegliere e acquistare il condizionatore
Vi siete convinti all’ultimo di voler installare un climatizzatore per il troppo caldo? Prima di procedere all’acquisto occorre valutare quale soluzione utilizzare per il raffrescamento della propria casa, fondamentale per sé e per l’ambiente.

La scelta però non è banale, perché bisogna capire quale sistema è il più efficiente e il più adatto all’abitazione, all’ambiente di riferimento e alle necessità di utilizzo, senza dimenticare il complesso mondo delle normative e delle incentivazioni fiscali. Con l’avvertenza che la fretta e la mancanza di informazioni sono spesso cattive consigliere.

Per considerare tutte le opzioni e fare la scelta giusta per preparare la casa al caldo, ci vorrebbe un aiuto semplice, immediato, professionale e affidabile.

Da oggi con il nuovo Wizard Desivero (www.desivero.com/configura-il-tuo-impianto) tutto questo è possibile. La prima piattaforma digitale di servizi per il consumatore nell’ambito della termo-idraulica e dell’arredo bagno, ha infatti sviluppato un innovativo tool digitale che vuole essere un consulente virtuale, professionale e affidabile e che guida l’utente passo dopo passo nella scelta della migliore soluzione impiantistica di raffrescamento e di riscaldamento, quest’ultimo disponibile da settembre.

Il tool è costituito da un motore di calcolo che recepisce tutte le informazioni di profilazione dell’utente attraverso semplici quesititi sulla tipologia di abitazione, l’esposizione, il numero delle stanze, l’altezza dei soffitti e altre informazioni utili a individuare la soluzione più adatta in termini di comfort ambientale, tenendo conto delle esigenze di climatizzazione e dei consumi.


Dunque, cosa aspetti a preparare la casa a caldo?

21 Luglio 2018 / / Interiors

Wiel Arets Architects - Jellyfish House - Wiel Arets Architects

Cinque spettacolari case con piscina in cui l’acqua non è solo relax e divertimento ma diventa elemento d’arredo e attrazione visiva

Case con piscina così se ne vedono poche… forse solo in qualche film di 007!
Avere una casa con piscina infatti è un sogno per molti ma non per tutti, in particolare se guardiamo queste magnifiche ville, in cui la piscina è l’elemento caratterizzante, quel qualcosa in più che rende queste case uniche e inconfondibili. Una piscina è una piccola oasi di relax e refrigerio e, anche se lo spazio è poco, gli architetti, riescono sempre a inventare soluzioni geniali e d’effetto per realizzare uno specchio d’acqua domestico.
Che ne pensate di queste?

Jellyfish House – Marbella, Spagna

case con piscina jellyfish house

Jellyfish House – Wiel Arets Architects

La Jellyfish House sorge in Spagna, lungo la costa di Marbella, ma le costruzioni vicine ne impedivano la vista del mare. Lo studio Wiel Arets Architects incaricato del progetto, ha deciso quindi di realizzare la piscina su tetto, in modo che il panorama della costa fosse visibile almeno da lassù.
La piscina di Jellyfish House ha un aggetto verso l’esterno di ben 9 metri e il suo bordo a sfioro fa si che visivamente la superficie dell’acqua si fonda con il mare in lontananza. Ma la cosa più eccitante è che la piscina ha un fondo trasparente che sovrasta il patio, oltre a una finestra panoramica che si affaccia all’interno della casa per “spiare” i bagnanti. Questa sistemazione consente ai raggi del sole di attraversare l’acqua della piscina e, filtrando all’interno degli ambienti, di diffondersi in vibranti giochi di luce sui pavimenti e sulle pareti.

Duplex a San Paolo in Brasile

case con piscina

Case con piscina… anzi, con acquario gigante!

Una sorta di gigantesco acquario si apre lungo tutta la parete della zona living in questo stupendo appartamento su due piani progettato dall’architetto brasiliano Fernanda Marques. La piscina è incastrata nel cortile esterno che costeggia la casa e si estende per 10 metri di lunghezza e 2,5 di larghezza con una struttura in vetro di ben 8 cm di spessore. Incorniciata dalla vegetazione lussureggiante del giardino, la piscina è senza ombra di dubbio il focus del soggiorno ed è stata progettata non solo come elemento di svago e piacere per il refrigerio degli abitanti, ma anche come una presenza poetica all’interno della casa.

Casa Xolotl – Merida, Messico

Case con piscina Xólotl - Merida, Messico

Casa con piscina a Merida, Messico

Casa Xólotl – Merida, Messico

A Merida, capolugo dello Yukatan, in una zona tranquilla del centro storico, sorge Casa Xólotl. La ristrutturazione di questo piccolo edificio abbandonato ha dato modo di creare un piccolo gioiello di architettura, in cui interno ed esterno si fondono grazie alla presenza dell’acqua. Lo studio Punto Arquitectónico ha deciso di “allagare” parzialmente il cortile di Casa Xólotl, ha riutilizzato le pareti divisorie originarie come quinta scenografica e la vecchia cisterna dell’acqua per trasformarla in una Jacuzzi. Le stanze allagate, con l’acqua che scorre fra i diversi piccoli ambienti, fanno perdere la percezione del confine interno/esterno, che si fondono in uno spazio fluido e la presenza di una piccola cascata sulla piscina rende ancora più poetica questa realizzazione.

Tan’s Garden Villa a Singapore

Nel caso di case con piscina urbane è molto frequente realizzare la piscina sul tetto, sia per mancanza oggettiva di spazio, sia per sfruttare l’altezza e ottenere una vista panoramica sulla città. Lo studio Aamer Architects ha realizzato questa abitazione per una famiglia di quattro persone ricavando la piscina sulla terrazza sul tetto come prolungamento della zona living. Anche in questo caso è stato inserito un oblò quadrato sul fondo della piscina che si affaccia sull’atrio della casa. La villa a due piani in Merryn Road 40A è stata costruita rispettando lo stile e i materiali del luogo, legno e pietra. La semplicità della struttura rende ancora più rilassante e piacevole un tuffo in questa piccola piscina.

Shaw House – Vancouver

case con piscina - shaw house vancouver

Case con Piscina – Shaw House Vancouver

A Vancouver, lo studio Patkau Architects ha realizzato la Shaw House, una villa con piscina riscaldata di 21 mq sul tetto della casa. A causa dello stretto spazio a disposizione, l’unico posto dove la piscina poteva collocarsi era al secondo piano, in aggetto sul fianco della villa. Anche in questo caso la posizione sopraelevata della piscina è stata sfruttata per creare il wow effect, attraverso il fondo di vetro trasparente che fa da pensilina all’atrio esaltando la qualità della luce.

“Il cliente apprezza davvero la qualità della luce e gli effetti piscina – la luce del sole che filtra attraverso l’acqua e il fondo della piscina di vetro nel piano principale così come la luce riflessa dalla superficie della piscina al piano superiore. La luce cambia con l’ora del giorno, la copertura nuvolosa e le condizioni del vento.”

• LEGGI ANCHE: Villa Amanzi, un paradiso tropicale a picco sul mare

case con piscina - villa amanzi

L’articolo Case con piscina mozzafiato per un tuffo nell’estate! proviene da Things I Like Today.

21 Luglio 2018 / / Case e Interni

idee per arredare con i pallet

Riutilizzare i pallet di legno, i comuni bancali, per realizzare pezzi di interior design è una delle attività fai da te più amate sul web e non solo. Riservati per molto tempo all’arredamento di giardini e terrazze, oggi diventano una presenza in tutti gli ambienti interni, dal soggiorno, alla camera da letto.

Originariamente destinati al trasporto delle merci, i pallet in legno, non smettono mai di ispirare gli amanti del DIY (fai-da-te). Su Pinterest, ci sono innumerevoli tutorial per creare vari tipi di mobili. Ormai, anche nelle catene di bricolage si trovano brochure ed istruzioni per realizzare arredi in pallet (noi abbiamo preso un volantino, proprio ieri). La tendenza è tale che è possibile persino trovare facilmente cuscini appositamente creati per completare il telaio di un divano realizzato con i bancali.

Del resto, siamo in un periodo in cui non si smette mai di offrire una seconda vita glamour (o shabby) ai materiali e agli oggetti più comuni. Se questi elementi di legno seducono così tanto, è perché oltre ad essere “green” e versatili (perchè modulari), portano facilmente una nota in stile “vissuto” boho chic e industriale nell’arredamento della propria casa.

Tutto questo a patto di poterli trovare facilmente. Spesso, infatti, i pallet (quelli più robusti) vengono presi in affitto, quindi le aziende devono restituirli o comunque hanno un costo elevato, per cui magazzini e stabilimenti industriali se ne liberano solo se sono davvero in cattive condizioni. Non è sempre facile mettere le mani su questi fantastici elementi grezzi, ma con un occhio attento e curioso, può capitare di trovarne qualcuno abbandonato oppure si può provare a chiedere a qualche negozio della grande distribuzione o in qualche cantiere.

Fai attenzione! Se desideri realizzare mobili con i pallet, è assolutamente necessario assicurarsi che quelli che hai trovato non siano tossici. La maggior parte dei pallet (soprattutto quelli usati dai supermercati) infatti, viene trattata per essere protetta da funghi e insetti. Se si legge il timbro apposto sul pallet, si possono avere informazioni sul tipo di trattamento ricevuto (basta fare una ricerca sul web riguardo la sigla) e di conseguenza regolarsi su come agire. In assenza di timbri, si tratta di un pallet sicuramente non trattato, usato localmente, come i pallet che si trovano di fronte ai negozi di bricolage.

Riciclo creativo

Una volta che hai recuperato uno o più pallet, non rimane che trovare l’ispirazione giusta per dare loro una seconda vita!
Che tu voglia creare una base di un letto o una poltrona, il principio è sempre lo stesso. Bisogna levigare bene il legno per evitare antipatiche schegge. Il pezzo può essere tagliato o addirittura smontato a seconda del nostro progetto. Possiamo poi avvitare diversi pallet insieme oppure aggiungere ruote prima di verniciarli o trattarli con impregnante. Ci vuole un po’ di tempo, spazio e attrezzatura, ma il risultato è sempre interessante e riempie di orgoglio.
Cosa possiamo fare con i pallet di legno? Per ispirarti, abbiamo individuato 8 progetti freschi e originali di mobili realizzati con i pallet. C’è chi è riuscito persino a regalare alle strutture in pallet un’immagine decisamente glamour, come la scrivania qui in alto. [fonte immagine qui , Photo: Hans Mossel]  

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

   

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

idee per arredare con i pallet
[fonte qui]

Anna e Marco CASE E INTERNI