31 Agosto 2018 / / Idee

Le occasioni per fare un regalo non mancano mai ma quali sono i giusti regali per un amante dell’arte? Ecco alcune idee creative originali e… bizzarre!

Ogni volta che ci troviamo a dover fare un regalo a qualcuno andiamo nel panico perchè in fondo ormai abbiamo tutto e ogni cosa è superflua. E’ davvero difficile riuscire a trovare idee regalo originali e nuove ma quando conosciamo bene una persona, i suoi gusti e le sue passioni è tutto più facile. Se si tratta di regali per un amante dell’arte abbiamo molte frecce al nostro arco! Si perchè l’arte ispira non solo gli appassionati del bello e gli animi sensibili ma anche i brand della moda e l’industria dell’entertainment. Perciò ecco 9 idee regalo creative pensate apposta per gli appassionati d’arte.

Racconti d’autore ispirati ai quadri di Edward Hopper

Regali per un amante dell'arte - Libro Ombre sui quadri di Edward Hopper

Cominciamo con un classico: un bel libro. Ci sarebbe solo l’imbarazzo della scelta ma qui vogliamo essere originali quindi niente monografie sui grandi artisti o saggi di critici più o meno autorevoli. Per volare con la fantasia e immergerci all’interno dei quadri di Edward Hopper possiamo optare per Ombre ,  un’originale raccolta di racconti brevi, scritti dai migliori autori contemporanei e ispirati ciascuno a un diverso dipinto del grande pittore statunitense. Storie di fantasia che in realtà non hanno nessun legame reale con l’immagine di partenza ma che ci fanno percepire questi quadri in una luce nuova e una profondità diversa.
Prezzo: 16 euro

Il DVD di Loving Vincent

Regali per un amante dell'arte - Loving Vincent

Loving Vincent il film su Van Gogh interamente dipinto a mano

Dai libri ai DVD il passo è breve! Un DVD è sempre un’idea vincente e c’è solo l’imbarazzo della scelta perchè sono tantissimi i film ispirati al mondo dell’arte e ai grandi artisti, da Caravggio a Michelangelo a Piacasso…
Loving Vincent però è un film unico nel suo genere perchè, in omaggio all’artista olandese, è stato interamente dipinto a mano con lo stile di Van Gogh, fotogramma dopo fotogramma. Un film che per questo motivo ha vinto moltissimi premi, ed è stato candidato all’Oscar e al Golden Globe come miglior film di animazione. Per chi se lo fosse perso al cinema il film in DVD sarà sicuramente un regalo molto apprezzato.
Prezzo: 10 euro

Arte da indossare #1: Calze

Per gli amanti dell’arte più modaioli ed eccentrici, sono perfette queste calze da uomo in cotone con i disegni di 8 fra i capolavori più famosi della storia dell’arte. Ci sono tutti: la Gioconda, L’Urlo di Munch, i Putti di Raffaello, la Notte Stellata di Van Gogh, la Venere di Botticelli, la Grande Onda di Hokusai,  il Ritratto di George Washington e la Statua della Libertà. Un’idea originale perchè è dai dettagli che si rivela la personalità di ciascuno di noi!
Prezzo: 19 euro

Calze con quadri famosi, regali per amanti dell'arte

Calze d’Arte, un dettaglio di stile per raccontare qualcosa di se

Arte da indossare #2: Scarpe

sneakers VANS ispirate ai dipinti di van goh

Dopo le calze, non possono mancare le scarpe! Anche qui ritroviamo Van Gogh che è uno degli artisti più inflazionati quando si tratta di creare prodotti commerciali o gadget a tema artistico. Le sneakers VANS realizzate in collaborazione con il Van Gogh Museum di Amsterdam, riprendono il tema dei famosi Girasoli e di altri celebri quadri, in un’edizione limitata di scarpe, t-shirt e accessori coloratissima e solare.
Prezzo: 80 euro

Van Gogh la fa da padrone anche in viaggio!

Regali per un amante dell'arte - valigie samsonite van gogh

Come già detto Vincent Van Gogh è uno degli artisti più amati dalle aziende di ogni settore. Le sue opere infatti – soprattutto quelle ispirate alla natura – col loro stile colorato e post impressionista, sono perfette per adattarsi a qualsiasi tipo di prodotto. In questo caso parliamo di valigie, trolley e borse da viaggio della Samsonite, che sempre in collaborazione col Van Gogh Museum, ha creato una capsule collection ispirata al celebre dipinto Almond Blossom (Ramo di mandorlo fiorito). Un inno alla libertà… di viaggiare!
Prezzo: da 59 a 445 euro

Idee per la casa: parure o copripiumino?

Regali per un amante dell'arte

Parure letto o copripiumino con stampe d’autore: originali regali per un amante dell’arte!

Spostandoci nel campo dei regali per la casa, questa è un’idea per i più pigri, per tutti coloro che amano passare il tempo a letto… avvolgendosi nell’arte. La collezione Tele d’Autore di Manifatture Cotoniere 1946 propone biancheria per la casa con i tessuti stampati con le riproduzioni digitali di quadri famosi, come Il Bacio di Klimt, una delle sue opere universalmente più amata. Ma, non temete, c’è anche la Notte Stellata di Van Gogh (si, ancora lui!). Rimane solo da scegliere: meglio la parure letto o il copripiumino?
Prezzo: 88 euro

Complementi d’arredo… surrealisti!

Regali per un amante dell'arte - L'orologio "molle" di Dalì

L’orologio “molle” di Salvador Dalì, un regalo originale per chi ama l’arte!

Il bizzarro orologio Melting Clock è il regalo ideale per gli amanti dell’arte surrealista.
Un orologio da tavolo perfettamente funzionante, ispirato al celebre quadro di Salvador Dalì La persistenza della Memoria – noto anche come Gli orologi molli – un’ opera del 1931, conservata al Museum of Modern Art di New York. Questo orologio sembra sciogliersi lentamente e sul punto di cadere. Sembra sfidare le leggi della fisica eppure è perfettamente stabile e bilanciato per rimanere ben saldo su una mensola o su un tavolo. E’ certamente un regalo particolare ed eccentrico che lascerà a bocca aperta chiunque lo veda.
Prezzo: 13 euro

Idee per un giorno di pioggia

Regali per un amante dell'arte - ombrello Mondrian

Fra i regali per un amante dell’arte c’è un ombrello di Mondrian!

I superstiziosi sanno che gli ombrelli non si dovrebbero regalare ma per questi possiamo fare un’eccezione!
Per risollevare l’umore sotto il grigio delle nuvole non c’è niente di meglio di un ombrello da passeggio con stampa artistica. Qui la scelta non manca, con ombrelli dedicati ai più grandi artisti della storia dell’arte, da Monet a Mondrian all’onnipresente Van Gogh.
Prezzo: 50 euro

Per andare sul sicuro…

Regali per un amante dell'arte - Scatole di colori professionali

Scatole di colori professionali da regalare agli amanti dell’arte

Non tutti amano i regali troppo eccentrici e c’è chi preferisce andare sul sicuro. In questo caso il regalo giusto da fare a un amante dell’arte è una bella scatola di pastelli. I colori non bastano mai a chi ama disegnare e dipingere e poi è possibile scegliere fra tante marche più o meno professionali e più o meno costose. I nomi più conosciuti  sono Faber-Castell, Caran D’Ache e Prismacolor ma in questo caso la scelta proprio non manca. E state pur certi che il vostro regalo sarà super apprezzato!
Prezzo: circa da 100 a 160 euro

• LEGGI ANCHE: 11 regali per un designer: come far felice un creativo!

L’articolo 9 regali per un amante dell’arte: ecco i più creativi e originali proviene da Things I Like Today.

31 Agosto 2018 / / La Gatta Sul Tetto

La ricetta del vero pesto alla genovese al mortaio

Buondì cari amici. Cosa ne dite di concludere la settimana con una ricetta?

E’ da tanto tempo che non ne pubblico, ma ieri ho ricevuto in regalo un bel mazzo di basilico e mi è venuta una gran voglia di pesto genovese.

La ricetta del pesto genovese è nota un po’ tutti, ma dite la verità: quanti di voi conoscono la giusta sequenza dell’aggiunta degli ingredienti, e quanti di voi usano il mortaio al posto del frullatore elettrico? Credetemi, questi particolari fanno la differenza tra un pesto dal sapore intenso, dalla consistenza cremosa e dal colore verde brillante, e un pesto liquido e dal colore non ben definito.

La ricetta che vi propongo oggi è sicuramente quella originale, visto che ho assistito ad una dimostrazione proprio in una serra a Prà, dove si coltiva il famoso basilico, come vi ho raccontato in questo post su Genova.

Ingredienti (che devono essere tassativamente 7)

  1. 50 gr di basilico freschissimo (se genovese DOP e appena colto è ancora meglio)
  2. mezzo bicchiere d’olio extravergine d’oliva (anche qui, prodotto sulla Riviera Ligure se possibile)
  3. 2 spicchi di aglio fresco e dolce (la ricetta ufficiale parla di aglio di Vessalico)
  4. 45 gr di Parmigiano Reggiano o Grana Padano stagionati
  5. 20 grammi di Pecorino Sardo
  6. 10 gr di sale marino grosso
  7. 30 gr di pinoli (cercate quelli di buona qualità bio, in quanto contengono poca resina)

Procedimento

Per preparare il pesto al mortaio occorre, appunto, il mortaio, quello bello pesante in marmo di Carrara con i 4 manici (o “uege” orecchie), munito di pestello di legno. Occorrono inoltre un po’ di pazienza e di olio di gomito, anche se sembra più faticoso di quanto lo sia in realtà: il segreto sta tutto nel modo in cui si usa il pestello. Non bisogna pestare con forza bensì ruotare il pestello con delicatezza lungo le pareti del mortaio in senso orario, mentre con l’altra mano si ruota il mortaio nel senso inverso, aiutandosi con le orecchie.

Cominciate con lo scegliere le foglioline di basilico più belle e integre, lavatele delicatamente (io le metto in un colino e le innaffio con le mani) e mettetele ad asciugare su un canovaccio pulito.

E ora via a “pestare”. Il segreto che mi ha insegnato il proprietario delle serre, è quello di pestare prima e separatamente dagli altri ingredienti l’aglio e i pinoli.  Metto quindi metà del sale nel mortaio e pesto l’aglio, cui ho tolto l’anima per renderlo più digeribile, poi aggiungo i pinoli. Dopo aver ridotto in crema aglio e pinoli, metteteli da parte.

la vera ricetta del pesto genovese aglio pinoli

Passiamo alle foglioline di basilico: ponete il restante sale sul fondo del mortaio e aggiungete poche foglie per volta. Via di rotazione di gomiti e di polsi: le foglioline devono sfilacciarsi, non essere tranciate con malagrazia, altrimenti si anneriscono. Il sale grosso sul fondo ci aiuta in questa operazione e facilita la fuoriuscita del prezioso e profumato olio conservato nelle nervature delle foglie.

la vera ricetta del pesto genovese mortaio basilico

Ora che avrete ottenuto una bella crema verde, aggiungete, nell’ordine: la cremina d’aglio e pinoli, i formaggi grattugiati e, solo alla fine l’olio a filo, sempre continuando a ruotare il pestello.

la vera ricetta del pesto genovese ingredienti

Il pesto genovese è pronto. L’operazione non dura più di una mezz’ora, e più è rapida, meglio è, così il basilico non si ossida. Consumatelo subito, per condire, a scelta, troffie, troffiette, testaieu (testaroli), mandilli de saea (lasagnette), trenette, e accompagnate il piatto con un bel bicchiere di Pigato fresco. Buon appetito!

la vera ricetta del pesto genovese

Se invece veniste colti da una voglia impellente di assaggiare un buon pesto e non avete a portata di mano il basilico fresco e neppure il mortaio, potete ricorrere ad un nuovo strumento di ricerca on line: si chiama Sluurpy e vi può aiutare a trovare il ristorante giusto nella vostra zona. Potere lanciare la ricerca anche per specialità: scorrete verso il fondo nella sezione link utili. Vi verranno mostrati tutti i locali della zona che hanno aderito al progetto, e sono già circa 200.000. Per ogni ristorante è possibile consultare il menù completo con i prezzi, le recensioni Tripadvisor e prenotare direttamente (clic sulla i blu in fondo a destra). Inoltre, per i ristoranti sono divisi anche per categoria (etnico, gelateria, vegan…) e per ogni città c’è la classifica dei migliori 10.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

31 Agosto 2018 / / Dettagli Home Decor

laundrybag blu reisenthel

Estetica e funzionalità: le idee “vincenti” per gli accessori bagno di reisenthel. Il design è il comune denominatore dell’elegante ed essenziale #urban laundry tokyo, e di laundrybag dal mood plissé, vincitore di numerosi premi tra cui il German Design Award 2018! 

Il mantra è mantenere tutto in ordine con stile! Gli accessori reisenthel laundry sono molto più che cesti per la biancheria. La loro forma minimalista e l’elegante scelta dei colori fanno dei laundry basket accessori molto amati per il bagno e per la casa, che si sposano con ogni stile e spazio disponibile. Un compagno fedele anche in fatto di qualità: materiali robusti e impermeabili e una lavorazione di pregio garantiscono una lunga durata. Inoltre, i portabiancheria di reisenthel mantengono la loro pratica robustezza anche dopo un utilizzo intenso.


laundrybag reisenthel red
Prestigiosi awards del design per laundrybagche con il suo mood plissettato e la varietà cromatica, soddisfa anche i più esigenti. Il giallo acceso o il rosso caldo sono i must-have di stagione tra i cesti per la biancheria. Coloro che desiderano nuances più discrete, possono scegliere tra i classici colori nero o due tonalità di grigio. 

Il manico, in contrappunto cromatico, crea un effetto ottico e consente anche di chiudere o trasportare in modo pratico la borsa per la biancheria. E le dimensioni sono a misura di ambiente mono e plurifamiliari. 

Dimensioni: 

(M) 39 x 49 x 19 cm

(L) 45 x 65 x 24 cm  


Urban laundry tokyo black and white di reisenthel

Il cesto per la biancheria #urban laundry tokyo è dedicato agli amanti del design e del mood urbano, e coniuga essenzialità formale, stile ed esigenze di praticità. Lo spazioso organizer dal look da borsa convince per la sua elevata robustezza. Grazie al suo tessuto impermeabile a più strati, il materiale risulta particolarmente robusto e resistente agli strappi. Ed è inoltre riciclabile. Dimensioni: 55 x 68 x 23 cm 

looplaundrybag black di reisenthel
            
Bagno sempre in ordine grazie a looplaundryUn organizer originale, che contiene la biancheria senza dare nell’occhio e che può essere trasportato comodamente grazie ai manici rotondi in alluminio. La stabilità è garantita dalle pareti imbottite. L’elegante design color sabbia, nero, moka e grigio lo rende integrabile in qualsiasi stile di bagno, mimetizzandosi in modo armonico con l’ambiente. 
Dimensione: 60 x 72 x 40 cm

laundrybasket grey di reisenthel


Ottima dimensione: non c’è da meravigliarsi che il laundrybasket color sabbia, moka, nero o grigio sia tra i cesti per la biancheria preferiti in assoluto. La biancheria è custodita in ben 70 l di volume e fa capolino solo poco prima di finire in lavatrice. Nel frattempo il rivestimento in rete Socken & Co. scompare con discrezione: basta tirare con il cordino e bye bye biancheria sporca! Il telaio in alluminio e la base rinforzata garantiscono la stabilità del cesto, mentre i due manici consentono di spostarlo con facilità. 
Dimensioni: 40 x 60 x 40 cm  

Per maggiori informazioni www.reisenthel.com

30 Agosto 2018 / / Interiors

villa con vista mare in Bretagna

Continua la serie Summer House. Sono contenta che la casetta dei pescatori di Cap Ferret vi sia piaciuta: anch’io me ne sono innamorata. La casa che vi presento oggi non è così pittoresca, tutt’altro.

Si tratta di una bella villa bretone, dallo stile classico e piena di charme, soprattutto per via della vista sull’Oceano.

Eleganza contemporanea per l’arredo che si accorda perfettamente con l’architettura e con gli elementi originali, volutamente lasciati intatti: dagli stucchi alle balaustre, dagli infissi al bellissimo parquet che richiama il colore della sabbia della spiaggia sottostante. Nella parete cui si appoggia la cucina, è stata aperta una grande finestra, che incornicia i maestosi pini marittimi che cingono la villa.

villa con vista mare in Bretagna salone

Qualche tocco di nero nei bagni e in cucina dona un tocco di modernità, riecheggiato dalle opere d’arte di artisti contemporanei: dipinti di Cathy Doutreligne, sculture di Pauline Ohrel, litografie di Henri Rivière, fotografie di Jérôme Tisné e Hervy Vaillant. 

villa con vista mare in Bretagna bow window

La semplicità quasi spartana si accorda con il buon gusto: mobili dalle forme e dai colori sobri, qualche pezzo d’antiquariato dialoga con mobili di design,  pochi oggetti scelti con cura. il comfort sta tutto nelle sedute collocate nei punti strategici per godere della magnifica vista: soffici divani e poltrone occupano il bow window, mentre sedie e lettini popolano le terrazze e il giardino, invitando alla contemplazione. In questa villa così chic ed elegante, il vero protagonista è il paesaggio.

villa con vista mare in Bretagna terrazza

villa con vista mare in Bretagna terrazza

villa con vista mare in Bretagna sala da pranzo

villa con vista mare in Bretagna bow window

Gli unici e appena accennati tocchi in stile coastal si trovano nelle camere: pareti in doghe di legno posate in orizzontale e dipinte di bianco per la camera matrimoniale, zoccolo dipinto in blue marine per la cameretta dei ragazzi, ricavata nel sottotetto e dominata dalla bellissima carpenteria originale.

villa con vista mare in Bretagna camera da letto

villa con vista mare in Bretagna camera da letto

villa con vista mare in Bretagna lettini giardino

Credits:  Côté Maison//Jérôme Tisné e Christophe Dugled


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

29 Agosto 2018 / / Design

paper art laser cut by eric standley

Opere di paper art laser di straordinaria complessità e bellezza ispirate all’architettura del XII secolo ma realizzate con le più moderne tecnologie

Le opere dell’artista statunitense Eric Standley rappresentano l’eccellenza nel campo della paper art laser cut! Si compongono di fogli di carta sovrapposti, traforati al laser secondo elaborati disegni, che assemblati tutti insieme creano un opera d’arte stratificata, sfaccettata e riccamente colorata.

Eric Standley (1968) è professore d’arte alla Virginia Tech. Ha esposto in oltre novanta musei e gallerie e le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in tutto il mondo.
Affascinato dalle incredibili imprese costruttive realizzate nel passato in nome della fede, l’artista ha iniziato a creare le sue opere ispirandosi ai virtuosismi spericolati dell’architettura gotica o alle geometrie sfolgoranti dell’architettura islamica, cercando di riprodurne gli elaborati motivi ornamentali. Il risultato sono meravigliose sculture di carta che imitano l’architettura.

paper art laser eric standley

Il mio lavoro si ispira alla geometria degli ornamenti nell’architettura gotica e islamica nel tentativo di catturare l’infinito. Mi interessa una migrazione concettuale dalla permanenza e compattezza della pietra alla fragilità e familiarità della carta. Quando viaggio o visito gallerie e musei, sono attratto da artefatti e strutture costruite con riverenza e ossessione; esempi lampanti di quando la fede estendeva le capacità umane a livelli straordinari. Mi ritrovo a cercare le prove di imprese impossibili superate.

Questi delicatissimi artworks misurano in media 50×50 cm ma larghezza e altezza sono irrilevanti rispetto alla dimensione principale che è la profondità. E’ la profondità infatti –  le decine e decine di livelli di carta ritagliata e sovrapposti – che crea questo effetto così ricco e ipnotico. Un vero e proprio pozzo senza fondo in cui guadare e riguardare senza stancarsi mai e scoprire ogni volta qualcosa di nuovo e diverso, quasi a voler catturare l’infinito.

Paper art laser cut: un’idea nata grazie ai cereali Cheerios… scopri come nel  video!

Tecnologia al servizio della creatività

Questi intricatissimi capolavori di paper art laser cut, non sarebbero possibili senza l’aiuto della tecnologia. Eric Standley utilizza una fresa laser a controllo numerico (Computer Numerical Control – CNC Laser Cutter) per tagliare con precisione chirurgica ogni singolo foglio di carta in base a un disegno predefinito. Ma la tecnologia è solo un supporto alla creatività.
L’artista infatti parte sempre da schizzi a mano libera che poi riporta in vettoriale al computer. Crea ogni sua composizione immaginandola nello spazio, un livello dopo l’altro, e progettando l’opera nel suo sviluppo tridimensionale. Ciascun pezzo è un esercizio di pianificazione, attenzione maniacale al dettaglio e pazienza certosina, e la sua lavorazione può durare fino a diversi mesi.

Grazie alla loro tridimensionalità, le sculture di carta di Eric Standley risultano così elaborate e dettagliate che devono essere osservate da diversi punti di vista per poter essere apprezzate completamente. Intanto se ne avete voglia potete ammirarle tutte sul suo sito web.

• LEGGI ANCHE: Crystal Wagner, sculture di carta organiche che simulano la natura

paper art laser eric standley

Incredibili composizioni di paper art laser cut ispirate all’architettura gotica

paper art laser eric standley

paper art laser eric standley

Paper art laser di Eric Standley ispirata all’architettura islamica

paper art laser eric standley

Eric Standley paper art laser cut

paper art laser eric standley

L’articolo Eric Standley, paper art laser cut per catturare l’infinito proviene da Things I Like Today.

29 Agosto 2018 / / Idee

Arredare la zona living con mobili coordinati

Vi ricordate com’era l’arredamento delle nostre case fino agli anni ’90, in particolare della zona living?

La caratteristica predominante era senz’altro la presenza dei mobili coordinati, ovvero arredi diversi con le stesse linee e con gli stessi materiali.

Librerie, tavoli e tavolini, consolle, credenze e sedie venivano spesso acquistati in blocco, dopo una visita allo show room. Questa consuetudine è poi caduta in disuso, a favore di una maggior flessibilità, in seguito all’affermarsi di stili diversi contemporaneamente: oggi, infatti, non c’è uno stile prevalente, tra revival del passato, eclettismo  e minimalismo contemporaneo. Proprio quest’ultimo stile ha riportato in auge il gusto per i mobili coordinati, ideale per chi predilige ambienti sobri, eleganti e funzionali.

Arredare la zona living con mobili coordinati

A prima vista questa tipologia di arredo può sembrare un po’ fredda e poco personale; in realtà, essa dona un aspetto armonioso e ordinato all’ambiente, che può essere reso accogliente e originale grazie a pochi accorgimenti. Per movimentare lo spazio, infatti, si può giocare con gli accostamenti cromatici, con i materiali e i complementi: pareti con colori diversi, imbottiti di design, tappeti e stampe; infine, inserire oggetti significativi come ricordi di viaggio, una piccola collezione, delle piante da appartamento.

I coordinati di Mobili Fiver

Per chi desidera rinnovare il proprio living con mobili coordinati, si raccomanda di scegliere prodotti che siano di qualità e che abbiano linee pulite e volumi semplici. Per esempio la collezione Evolution di Mobili Fiver potrebbe essere un buon punto di partenza. Tra i punti di forza di questa collezione c’è sicuramente la sua versatilità, visto che i suoi elementi possono arredare stanze diverse: l’elegante consolle può essere collocata in ingresso, in salotto o in camera da letto, con o senza lo specchio coordinato; le mensole, disponibili in diverse misure, possono servire per attrezzare le pareti; i tavolini bassi, proposti in 4 modelli diversi, forniscono comodi piani di appoggio accanto o di fronte a divani e poltrone.

Funzionalità e design

In un living contemporaneo che si rispetti non deve mancare la postazione per la televisione, croce e delizia per gli architetti, alle prese con gli inestetici e immancabili grovigli di cavi: la consolle porta TV, dalla solida struttura a ponte alleggerita da un ripiano in vetro, è dotata di un comodo foro passacavi che risolve ogni problema, ed è ideale anche per alloggiare tutti i dispositivi tecnologici con una stazione di ricarica. Massima funzionalità anche per il tavolo da pranzo, come il tavolo allungabile Iacopo: perfettamente coordinabile alla collezione sia per le forme squadrate che per i materiali, Iacopo è un mobile trasformabile salva spazio, ideale per spazi ridotti, che consente di creare una zona pranzo nel living.

I materiali

Per quanto riguarda i materiali, le strutture sono tutte in nobilitato, disponibili in una gamma di finiture davvero ampia e capace di soddisfare tutti i gusti. Partiamo dal bianco e dal nero, che si possono scegliere nelle finiture frassino o laccato lucido. Poi ci sono i legni, dal classicissimo Noce Canaletto e i bellissimi Rovere Moro e Rovere Brown per chi ama i toni scuri, ai più contemporanei legni chiari come l’olmo e il Rovere Crema, fino ai rustici Quercia e Rovere Rustico. Particolarmente interessante la finitura cemento, decisamente di tendenza:

Arredare la zona living con mobili coordinati finitura cemento

Qualità e Made in Italy garantiti

Mobili Fiver è un’azienda giovane e dinamica, nata nel 2012 come e-commerce con l’intento di proporre arredi e complementi dal design contemporaneo, in linea con le tendenze più attuali. La mission dell’azienda è semplice: fornire articoli di qualità 100% made in Italy a prezzi di fabbrica. Per questo i prodotti sono progettati e realizzati direttamente dall’azienda in Italia con materiali italiani, e commercializzati esclusivamente on line, così da evitare i costi aggiuntivi dei passaggi intermedi.

L’azienda gestisce anche la consegna e segue i suoi clienti anche nella fase di post vendita: gli imballi sono realizzati appositamente per evitare eventuali danni durante il trasporto, le consegne vengono effettuate entro le 24/48 ore in tutta Italia e il programma di reso entro 14 giorni completa un servizio a tutto tondo.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

28 Agosto 2018 / / Decor

nuova collezione IKEA

È finalmente arrivato il momento di mettere in mostrale passioni. Può sembrare superfluo dirlo, persino ovvio, ma molti di noi vorrebbero avere meno oggetti. Anche quando gli oggetti in questione hanno un valore affettivo, vorremmo comunque liberare spazio su mensole e ripiani.


E se il nuovo trend non fosse eliminare il superfluo, ma collezionare senza sensi di colpa? C’è sempre un motivo per conservare e mettere in mostra gli oggetti a cui tieni di più. Spesso collezioniamo oggetti perché ci rende felici, perché una collezione è un angolo di pace in un mondo frenetico. O forse perché, in questo modo, creiamo un legame tra presente e passato.

La collezione SAMMANHANG di IKEA non giudica la tua passione per il collezionismo e non ruba la scena alla tua collezione, ma ti aiuta a valorizzare al meglio i tuoi ricordi più preziosi.

SAMMANHANG include elementi chiusi e a giorno, pensati per organizzare ed esporre i tuoi oggetti da collezione. Dalla più piccola delle scatole al più grande dei mobili, l’intera collezione è stata creata in collaborazione con sette designer. Realizzata in tanti materiali diversi, SAMMANHANG mostra un lato inedito dell’assortimento IKEA.


set due contenitori con coperchio IKEA
espositori per piccoli oggetti IKEA
teca con coperchio IKEA
nuova collezione IKEA
espositori IKEA
elementi contenitivi IKEA
complementi d'arredo IKEA
scatole IKEA
mensola IKEA
Che tipo di collezionista sei? Indipendentemente dalla nostra personalità e dallo stile della nostra casa, in ognuno di noi si nasconde un collezionista.

27 Agosto 2018 / / Blogger Ospiti

Purtroppo i furti in appartamento sono ancora una realtà molto diffusa. Soprattutto chi vive in alcuni quartieri di città e paesi teme di lasciare la casa vuota per le vacanze estive, o anche che gli intrusi penetrino quando la famiglia è impegnata tra scuola e lavoro. Fortunatamente oggi rendere più sicura la casa è un gioco da ragazzi, grazie ai prodotti di nuova generazione. Basti pensare agli allarmi Iren Casa Sicura, sistemi modulari wireless, da installare senza l’aiuto di un tecnico.

Di cosa si compone un sistema d’allarme moderno

Un sistema d’allarme è costituito da un’unità centrale, da posizionare in casa in un luogo poco visibile, che contiene un cicalino, oppure una SIM card impostata per contattare alcuni numeri di telefono nel caso in cui in casa ci siano degli intrusi. Il proprietario può gestire la SIM come vuole, quindi può inviare messaggi a se stesso, a parenti e amici, o anche direttamente un’allerta alle forze dell’ordine. L’unità centrale può essere cablata alla rete elettrica di casa, ma per evitare spiacevoli inconvenienti di solito è munita di una batteria che ne consente il funzionamento per lunghi periodi di tempo. A questa unità sono connessi, in modalità wireless, quindi senza cavi, sensori di vario genere, che aiutano a monitorare gli accessi alla casa e
le presenze lungo i confini.

Quali sensori

Esistono in commercio diverse tipologie di sensori; i più classici sono i sensori che si posizionano sugli accessi alla casa, porte e finestre, che si attivano ogni volta che avviene un’apertura degli stessi. Sono di dimensioni contenute e facili da posizionare dove si crede. Oltre a questi sono molto facili da trovare anche i sensori di movimento, che controllano la presenza di persone lungo il perimetro esterno della casa. Il posizionamento di questi sensori dipende dalla conformazione della casa, ma è possibile utilizzarli in modo che tutti gli accessi e tutte le pareti esterne della casa siano costantemente monitorati. Volendo si possono installare anche sulla porta di ingresso o sul cancello, sempre che non si trovi ad eccessiva distanza dall’unità centrale.

Le telecamere

Visto che ormai la tecnologia moderna consente di produrre anche fotocamere e telecamere di piccole dimensioni a costi decisamente affrontabili, oggi molti sistemi di allarme possiedono questo tipo di accessori. La fotocamera si attiva al passaggio di qualcuno, ma volendo la si può anche comandare da App, dallo smartphone o dal computer. Questo permette di visualizzare le zone inquadrate dalla fotocamera in ogni momento, e anche mentre si è lontani, ad esempio in ufficio o in vacanza.

Senza cavi

L’importante innovazione degli ultimi anni sta nel fatto che tutte queste apparecchiature oggi sono disponibili anche senza cavi; funzionano grazie alla presenza di batterie, da controllare periodicamente, e si connettono alla rete internet di casa e in modalità senza cavi all’unità centrale. Questo permette un’installazione molto semplice, effettuabile in pratica da chiunque. Non serve infatti modificare l’impianto elettrico o cablare alcuna componente dell’impianto. Questo consente anche di aumentare il numero dei sensori ogni volta che lo si ritiene opportuno.

27 Agosto 2018 / / Interiors

casetta di pescatori sull Atlantico giardino

La summer house che vi propongo oggi è davvero deliziosa: si trova a Cap Ferret, celebre località e stazione balneare situata sulla punta della penisola che separa l’Oceano Atlantico dal Bassin d’Arcachon, nel sud ovest della Francia.

Un tempo era una casetta di pescatori (o di allevatori di ostriche), costruita  secondo la consuetudine locale: la struttura è costituita da un telaio in legno ricavato dai pini marittimi, molto abbondanti in questa zona; tetti a spiovente retti da massicce capriate ricoperti con tegole, e pareti tutte in legno, dipinte con colori brillanti.

I nuovi proprietari, Candice e Fabrice  hanno deciso di lasciare intatto l’esterno della casa: una mano di pittura bianca e un bel rosso acceso per sottolineare gli elementi decorativi, i serramenti, le balaustre.

In giardino è stato creato un salotto esterno con pavimento in teak sul quale poggiano comodi divani, costruiti da Fabrice con assi di recupero, e le bellissime poltrone di AA Butterfly color granata. Non manca una cucina esterna, sempre costruita da Fabrice, equipaggiata con due piastre, una per la carne e una per il pesce, e una friggitrice integrata: perfetto per preparare deliziose cenette e grigliate con gli amici.

casetta di pescatori sull Atlanticocucina esterna

All’interno, invece, tutto è stato rivoluzionato per rendere l’abitazione più pratica per ospitare una famiglia con tre figli. La cucina di Ikea, tutta bianca e ben attrezzata, è stata collocata nella veranda, per sfruttare al meglio la luce brillante del sud e per servire comodamente i pasti sia all’interno che all’esterno.

casetta di pescatori sull Atlantico cucina

Dalla cucina si passa al living, giocato sui toni del blu marine e del grigio; l’ispirazione scandinava e vintage si fa strada nel mobilio e nei complementi in legno chiaro, molti dei quali acquistati al famoso mercato dell’usato di Saint-Ouen a Parigi, come il tavolo, le sedie, gli sgabelli e la collezione di specchi anni ’50.

casetta di pescatori sull Atlantico soggiornocasetta di pescatori sull Atlantico living

Ecco la camera padronale e la cameretta per i tre ragazzi, ricavata nel mezzanino affacciato sul soggiorno, al quale si accede con una ariosa scala in legno. Bellissima la carpenteria di queste capriate originali, tutte dipinte in bianco.

casetta di pescatori sull Atlantico camere

Ed ecco il patio, rigorosamente bianco e rosso, come tutte le parti esterne della casa, ombreggiato da una pianta di vite e sul quale si affacciano le stanze per gli ospiti che Candice e Fabrice hanno hanno ricavato dalla vecchia rimessa. In tutte le camere, dalle pareti immacolate, è la biancheria a dare brillanti tocchi di colore, dal senape all’arancione, da blu al rosso.

casetta di pescatori sull Atlantico patio

casetta di pescatori sull Atlantico patio

 

casetta di pescatori sull Atlantico rimessa camera da lettocasetta di pescatori sull Atlantico camera da letto

Una casetta per le vacanze ariosa, allegra e colorata in una delle località marine più belle della Francia.

Credits  Côté Maison//Henri del Olmo

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

27 Agosto 2018 / / Design

Mantra street art farfalle sui muri

Mantra è uno street artist francese che gira il mondo decorando i muri delle città con enormi e coloratissime farfalle fotorealistiche

Youri Cansell aka Mantra è un pittore autodidatta e uno street artist con un grande amore per la natura e un sogno fin da bambino, quello di diventare un naturalista.

“Da bambino ho avuto la fortuna di passare moltissimo tempo nel giardino della mia famiglia. Ero sensibile a tutti i piccoli esseri viventi che trovavo lì come uccelli, insetti e ragni ma le farfalle nutrivano la mia curiosità e hanno formato i sogni della mia infanzia.”

Già da piccolo collezionava teche per insetti, per osservarli, studiarli e disegnarli. Le stesse teche che ora dipinge in scala gigante sui muri dei palazzi e che, riprodotte all’infinito come un mantra, sono diventate il suo marchio di fabbrica. Ha iniziato a dedicarsi alla street art fin dal 2008, disegnando sui muri ragni, uccelli, rettili e insetti vari anche se ora la sua passione riguarda quasi esclusivamente le farfalle…

• LEGGI ANCHE: Patrick Commecy, trompe l’oeil urbani che vivacizzano la città

Mantra street artist - Murales illusioni 3D

Mantra street artist – Murales illusioni 3D

Street Art fotorealistica

Grazie alla sua grande conoscenza degli insetti, i suoi trompe l’oeil fotorealistici sono estremamente dettagliati e creano delle singolari illusioni ottiche tridimensionali, anche per l’accuratezza con cui sono riprodotte la cornice e le ombre. Le sue bellissime farfalle sembrano sul punto di uscire dalla teca e volare via!
Mantra cura ogni dettaglio dei suoi murales per dare un’anima unica alle pareti, con il desiderio di creare una nuova realtà nel luogo in cui interviene. Dipinge a mano libera con pennelli e bombolette spray, senza usare un proiettore o una griglia, dimostrando una passione e una motivazione unica. Finora Mantra ha disegnato sui muri di Spagna, Austria, Francia e Bogotà ma i suoi murales si possono ammirare tutti sul suo profilo Instagram.

Trompe l'oeil con le farfalle giganti di Mantra street artist

Trompe l’oeil con le farfalle giganti di Mantra street artist

Mantra street artist murales illusioni 3D

Mantra street artist murales illusioni 3D trompe l'oeil

Ph.©RRoedman

Mantra street artist trompe l'oeil con farfalle giganti

L’articolo Mantra, lo street artist che dipinge sui muri farfalle extralarge proviene da Things I Like Today.