25 Agosto 2018 / / Home Lacò

Se siete alle prese con la scelta dei tessuti per arredamento e dovete rivestire  divani, cuscini e poltrone, vi sarete sicuramente posti molte domande, cotone o velluto, broccato di seta o pelle,  lavorazione capitonnè ? Cosa significano questi termini?

Vi propongo allora una mini guida fra alcuni dei termini dei tessuti per arredamento e che anche solo per curiosità, vi farà sentire un pò come veri arredatori, aiutandovi fra tendenze, texture e tessuti.

In questi anni i tessuti per arredamento hanno detto addio al monotematico tono grigio, dando la possibilità a chi ama il colore di giocare ed esprimersi con tonalità decisamente più vivaci.

tessuti per arredamento mini guida dei terminiInoltre, se è vero che i tessuti per arredamento si ispirano alla moda è sempre vero anche il contrartio e cioè termini come tweed, piedipull, chanel possono essere abbinati ad un divano  come ad un vestito.

Fra le principali tendenze dei tessuti per arredamento, assistiamo al ritorno dei tessuti pregiati in chiave pop e coloratissima, broccato, damascato e lampasso, in velluto o in seta; Proviamo a conoscere quindi alcuni dei termini più usati nell’ambito dell’arredamento.

broccato tessuti preziosi arredamentotessuti per arredamento

tessuti per arredamento capitonnè1 2

QUALCHE CONSIGLIO

tessuti per arredamento - mini guida de simone

design LIVIO DE SIMONE

Le tendenze degli ultimi anni stanno riproponendo finalmente tessuti per arredamento con più colore.  Questo permette di caratterizzare e personalizzare gli ambienti, giocando fra tapezzeria, pareti mixando fra texture e fantasie.

Nell’immagine sovrastante, al divano in cotone grigio è stato abbinato uno sfondo con disegni geometrici definiti e in grande scala. Il consiglio è di non farsi spaventare dai colori perchè anche solo abbinando cuscini e tende si possono ottenere dei risultati non convenzionali che vi permetteranno di rendere più dinamico l’ambiente senza dover aggiungere molto altro. Fatevi consigliare da un bravo tapezziere!

Nota: molte delle immagini prese e delle informazioni sono state raccolte presso il negozio “la gatta in fiore” di Catania che ringrazio per la pazienza dedicatami e per avermi permesso di conoscere meglio le qualità  dei tessuti che trattano.

L’immagine di copertina è il dettaglio di un pouf realizzato da Blanco tapezzerie di Modica, è stata scattata presso il salone di Toni Pellegrino a Catania, hairstylist attento alla cura di ogni dettaglio e alla scelta degli oggetti di arredo proposti nei suoi saloni.

 

L’articolo Mini guida dei tessuti per arredamento. Rivestire divani e cuscini come un vero arredatore. proviene da .

25 Agosto 2018 / / Case e Interni

Arredamento con pezzi vintage

All’inizio era l’età della pietra, come ci hanno insegnato i Flintstones, ma oggi dovremmo chiamarla l’Età del Riuso! L’arte del recupero è una delle tendenze più cool. Ed è proprio in questo contesto che si inserisce Mercatopoli, l’innovazione del mercatino dell’usato.

Tempo fa recuperare, riusare e riciclare era un’attività di pochi, ma oggigiorno nessuno può negare la necessità di prendere parte alla buona pratica di dare una seconda vita agli oggetti. Tra coloro che seguono la nuova moda della filosofia minimalista (che prevede di lasciarsi alle spalle gli oggetti che non si usano più), tra chi è appassionato di recupero fai da te (come lo Shabby chic insegna), fino a chi ama circondarsi di alcuni arredi od elementi vintage per dare carattere alla propria casa, siamo in molti a pensare che gli oggetti abbiano una seconda possibilità.

Quando decidi di fare spazio in casa, non è detto che i pezzi che pensi di eliminare siano per forza inutilizzabili. Semplicemente, il più delle volte, non rispondono più alle tue esigenze attuali, ma è probabile che quegli stessi oggetti possano far felice qualcun altro!

E’ questo il pensiero alla base di Mercatopoli, un network incentrato su uno stile innovativo per l’Italia, moderno e organizzato, che ha come scopo quello di evitare lo spreco e di seguire la filosofia del riuso.

Mercatopoli ti permette di vendere in completa trasparenza gli oggetti che non ti servono più, ma allo stesso tempo ti offre anche la possibilità di acquistare tantissimi prodotti interessanti a prezzi molto competitivi rispetto al nuovo. Qui risparmio e qualità vanno sempre in coppia, perché lo staff svolge un’accurata selezione sulla merce presa in carico, permettendoci di trovare prodotti di livello a basso costo.

Recupero di un vecchio mobile con la vernice
Aggiungere elementi vintage a qualsiasi ambiente è sempre una buona idea, come ripetiamo spesso in questo blog, in cui proponiamo il più delle volte, case con mix di stili, che sono sempre le più interessanti. Anche restaurare o dare un nuovo look ad un pezzo, che ha ancora da dire qualcosa, è una pratica che sempre più persone amano fare e condividere sui social. I mobili in legno sono perfetti per chiunque voglia cimentarsi con vernici e fai-da-te. Specchi, armadi, cassettoni, credenze permettono ogni tipo di re-looking, cambiamento di colore, finitura e tecnica. Una volta terminato si ha la soddisfazione di aver recuperato e creato qualcosa di unico con le proprie mani.

Mercatopoli: il mondo della seconda vita degli oggetti

Quindi se sei alle prese con pulizia e riordino e scopri un sacco di oggetti che tenevi nascosti da anni, sappi che quelle cose possono diventare utili per qualcun altro, che magari ha anche le mani d’oro e la passione fai da te per trasformarli in fantastici pezzi unici, incredibilmente belli ed utili. Mercatopoli è la soluzione perfetta per il tuo usato!

Come funziona Mercatopoli

    • Ciò che vuoi vendere deve essere pulito, funzionante e in buono stato, quindi fai un’attenta selezione. Le categorie sono tantissime: abbigliamento, accessori, arredamento, complementi ma anche oggettistica, bigiotteria, quadri, CD e DVD, libri, articoli sportivi, strumenti musicali, giochi ed elettrodomestici.

    • Ci sono tantissimi punti vendita Mercatopoli in tutta la penisola, qui la lista completa. Ogni negozio ha le sue modalità di ritiro degli articoli, per cui verifica sul sito specifico le informazioni necessarie. Se l’oggetto è ingombrante, puoi contattare il negozio per un sopralluogo e una valutazione gratuita.

    • Recati quindi al negozio Mercatopoli più vicino con gli oggetti da vendere. Lo staff valuterà ogni pezzo, per capire prima di tutto se è “vendibile”, poi se è in buone condizioni, quindi in che reparto e a quale prezzo venderlo.

    • Ti consegneranno la card Mercatopoli, con la quale potrai registrarti nell’area riservata My Mercatopoli e verificare in tempo reale la situazione dei tuoi articoli.

    • Gli oggetti rimarranno nel reparto per un minimo di 60 giorni, dove i possibili acquirenti potranno portarseli a casa risparmiando. Se uno degli articoli che hai lasciato in negozio verrà venduto, potrai avere il 50% della vendita dopo 15 giorni. In alcuni casi, gli articoli possono avere un periodo più lungo: tutte le specifiche saranno comunque comunicate dall’addetto al momento della presa in carico.

    • Se cambi idea, puoi ritirare l’articolo prima che sia stato venduto, entro il termine di scadenza indicato sul mandato di vendita.

    • Se alla scadenza l’articolo non è stato venduto e tu non lo hai ritirato, viene ceduto ad associazioni di beneficenza.

      Non rimane che mettersi a fare un bel decluttering in casa, per essere poi pronti per Mercatopoli! Ti faremo sapere come è andata, qui e su instagram!

      Puoi seguire Mercatopoli su Facebook e Instagram con l’hashtag #iovendoconmercatopoliperché

      A presto!

      Anna e Marco CASE E INTERNI