Maggiore sicurezza in casa con i nuovi sistemi di allarme

Purtroppo i furti in appartamento sono ancora una realtà molto diffusa. Soprattutto chi vive in alcuni quartieri di città e paesi teme di lasciare la casa vuota per le vacanze estive, o anche che gli intrusi penetrino quando la famiglia è impegnata tra scuola e lavoro. Fortunatamente oggi rendere più sicura la casa è un gioco da ragazzi, grazie ai prodotti di nuova generazione. Basti pensare agli allarmi Iren Casa Sicura, sistemi modulari wireless, da installare senza l’aiuto di un tecnico.

Di cosa si compone un sistema d’allarme moderno

Un sistema d’allarme è costituito da un’unità centrale, da posizionare in casa in un luogo poco visibile, che contiene un cicalino, oppure una SIM card impostata per contattare alcuni numeri di telefono nel caso in cui in casa ci siano degli intrusi. Il proprietario può gestire la SIM come vuole, quindi può inviare messaggi a se stesso, a parenti e amici, o anche direttamente un’allerta alle forze dell’ordine. L’unità centrale può essere cablata alla rete elettrica di casa, ma per evitare spiacevoli inconvenienti di solito è munita di una batteria che ne consente il funzionamento per lunghi periodi di tempo. A questa unità sono connessi, in modalità wireless, quindi senza cavi, sensori di vario genere, che aiutano a monitorare gli accessi alla casa e
le presenze lungo i confini.

Quali sensori

Esistono in commercio diverse tipologie di sensori; i più classici sono i sensori che si posizionano sugli accessi alla casa, porte e finestre, che si attivano ogni volta che avviene un’apertura degli stessi. Sono di dimensioni contenute e facili da posizionare dove si crede. Oltre a questi sono molto facili da trovare anche i sensori di movimento, che controllano la presenza di persone lungo il perimetro esterno della casa. Il posizionamento di questi sensori dipende dalla conformazione della casa, ma è possibile utilizzarli in modo che tutti gli accessi e tutte le pareti esterne della casa siano costantemente monitorati. Volendo si possono installare anche sulla porta di ingresso o sul cancello, sempre che non si trovi ad eccessiva distanza dall’unità centrale.

Le telecamere

Visto che ormai la tecnologia moderna consente di produrre anche fotocamere e telecamere di piccole dimensioni a costi decisamente affrontabili, oggi molti sistemi di allarme possiedono questo tipo di accessori. La fotocamera si attiva al passaggio di qualcuno, ma volendo la si può anche comandare da App, dallo smartphone o dal computer. Questo permette di visualizzare le zone inquadrate dalla fotocamera in ogni momento, e anche mentre si è lontani, ad esempio in ufficio o in vacanza.

Senza cavi

L’importante innovazione degli ultimi anni sta nel fatto che tutte queste apparecchiature oggi sono disponibili anche senza cavi; funzionano grazie alla presenza di batterie, da controllare periodicamente, e si connettono alla rete internet di casa e in modalità senza cavi all’unità centrale. Questo permette un’installazione molto semplice, effettuabile in pratica da chiunque. Non serve infatti modificare l’impianto elettrico o cablare alcuna componente dell’impianto. Questo consente anche di aumentare il numero dei sensori ogni volta che lo si ritiene opportuno.

Written by: