7 Settembre 2018 / / Coffee Break

Questo stiloso appartamento realizzato interamente nei toni del bianco puro e del nero, si trova a Breslavia, in Polonia. I colori e i decori che lo contraddistinguono e caratterizzano gli conferiscono un’aria moderna, minimale e forse anche un pò mascolina. E’ possibile affittarlo per visitare la città QUI!

A black and white apartment in Wroclaw

This stylish apartment made entirely in shades of pure white and black, is located in Wroclaw, Poland. The colors and decorations that distinguish it and characterize it give it a modern, minimal and perhaps even a little masculine air. It is possible to rent it to visit the city HERE!

Vuoi prenotare su Booking e risparmiare 15€? Clicca QUI! 
Do you want to book on Booking and save € 15? Click here!

_________________________
CAFElab | studio di architettura

7 Settembre 2018 / / Design

La continua evoluzione del comparto cucine, in fatto di arredamenti moderni, ha qualcosa di inarrestabile e non sempre ciò è dovuto all’estro creativo dei designer che collaborano con i marchi più prestigiosi. Una spinta notevole proviene infatti dalle stesse mutevoli esigenze della clientela, sia per gli aspetti estetici che per quelli strettamente connessi alle funzionalità ed allo spazio disponibile.

Di fronte al progetto del quale parliamo oggi, però, anche noi abbiamo sgranato gli occhi per l’interpretazione inedita e rivoluzionaria, ricchissima di giochi di luce, che Rastelli ha svelato con la cucina Beluga.
Il forte impatto estetico di questa cucina moderna non va in nessun modo a discapito della funzionalità, anzi. Il suo ideatore, Ferruccio Laviani, è un designer di fama internazionale e che ha già collaborato con alcune delle aziende più innovative in fatto di arredamenti moderni quali Kartell o Foscarini: in Beluga è riuscito a fondere concetti e materiali tra loro anche molto distanti, certo non inconciliabili ma che comunque di rado si vedono in una cucina tutti insieme.

I parametri di una cucina moderna

Molti sono ad esempio i tubolari metallici, ben combinati con ante in rovere e con lamiere. L’aspetto complessivo della cucina Beluga è molto sofisticato e parla un linguaggio di design pienamente moderno, con rimandi tra forme e materia e una continua alternanza tra pieni e vuoti, luci ed ombre, tutti mixati in un perfetto equilibrio che per di più non è esclusivamente estetico.

Questa cucina non è infatti un mero esercizio di stile: anche se fa tesoro di un concetto molto caro al design moderno come lo sfruttamento della luce come quarta dimensione che si inserisce negli spazi valorizzandoli, allo stesso tempo fa suo il concetto di planarità. Le ante sono infatti progettate tutte per essere scorrevoli e non occupare quindi ulteriore spazio alla loro apertura.

Viene quindi di conseguenza comprendere come i moduli della cucina Beluga posseggano estremo dinamismo e capacità evolutive, ed in che maniera nella sua composizione convivano nella massima armonia ritmi ben scanditi e materiali solidi che la trasformano in una vera esperienza di design tutta da vivere!

 

ShareThis

7 Settembre 2018 / / Clever

Arredare una cameretta piccola può essere una sfida, che sia per uno o per due bambini.

Progettare una stanzetta di piccole dimensioni mette a dura prova qualsiasi genitore. Tu vuoi dare il meglio ai tuoi figli: vuoi creare un ambiente personalizzato in cui possano giocare, studiare, invitare gli amici.

In questa guida vi diamo alcune idee su cosa fare se la cameretta è mini ma tu sei determinato a creare uno spazio super attrezzato, bello e capiente.

Partiamo dalla più piccola, passando ad una standard di 9 mq in su, con soluzioni destinate ad un bambino o bambina, ad un ragazzo o ragazza, a due fratelli o sorelle.

7 / 8 metri quadri: arredare una cameretta molto piccola

Per il momento non avete intenzione di cambiare casa e pensate di convertire lo studio, l’home theatre o la grande cabina armadio in stanzetta. Per loro, questo ed altro!

Per ottimizzare al massimo lo spazio a disposizione un’ottima idea è optare per una cameretta con letti estraibili.

Piantina cameretta 390 cm

Idea cameretta piccola due letti

Oppure puntare su una soluzione stretta e lunga che si sviluppa su un’unica parete.

Pianta cameretta larghezza 440 cm

Mobili cameretta piccola su unica parete

 

Idee per arredare una cameretta di 9 mq

Anche se la superficie a disposizione è limitata ricordate sempre che i bambini hanno bisogno di uno spazio centrale libero per giocare e che l’ideale è riuscire sempre ad organizzare una cameretta con angolo studio.

Piantina cameretta singola 375 x 209 cm

Esempio di cameretta con armadio a ponte e scrivania

Se il primo mantra degli ambienti piccoli è sfruttarli in altezza, il secondo è non dimenticare di usare gli angoli. In questo caso sono state fatte entrambe le cose, con una cameretta a ponte con letti contenitore: due must salvaspazio in un’unica composizione.

Pianta cameretta 420 x 209 cm

Cameretta angolare con due letti e armadio a ponte

 

Suggerimenti per l’arredamento di una cameretta piccola per una ragazza

La camera di una ragazza deve avere tanto spazio contenitivo per vestiti, scarpe e borse. Se lo spazio è piccolo allora meglio preferire una soluzione con grande armadio a ponte ed un letto contenitore o con cassetti.

Piantina cameretta 420 x 225 cm

Soluzione per cameretta piccola per una ragazza

Inoltre la perfetta combinazione per le ragazze è quella di una zona studio-relax per accogliere le amiche, chiacchierare e organizzare pigiama party. Un arredamento cameretta con letto a scomparsa o divano letto possono essere la soluzione ideale per tutte queste esigenze.

Pianta cameretta 437 x 229 cm

Idea per arredo cameretta con divano letto e letto a scomparsa

 

Che mobili scegliere per la piccola cameretta di due bambini

Se la stanzetta è molto ridotta potete pensare ad una composizione con letto a castello a scomparsa.

Piantina cameretta 448 x 180 cm

Cameretta piccolissima con letto a castello a scomparsa

Se invece lo spazio ve lo consente, un arredo cameretta con letto a soppalco e armadio è fantastico per permettere ad ognuno di avere un vero e proprio spazio personale, su due livelli.

Piantina cameretta larghezza 380 cm

Mobili cameretta con letto a soppalco e cabina armadio

 

Se la cameretta piccola è per due ragazzi

I ragazzi passano molto tempo fuori casa e quando sono in cameretta è per studiare o invitare gli amici per giocare alla Play o al pc. Una camera da ragazzi con due letti a scomparsa unisce spazio riposo, studio, relax in pochi – e compatti – metri quadrati.

Pianta cameretta 312 x 319 cm

Cameretta compatta con due letti a scomparsa integrati con armadio

 

Le misure standard delle camerette in Italia

Nel 1975 un Decreto del Ministero della Sanità ha fissato alcune importantissimi regole per la costruzione delle abitazioni private per cui la superficie minima di una cameretta (intesa come stanza singola) deve essere di 9 mq. Inoltre la lunghezza e la larghezza dell’ambiente devono permettere l’inserimento di:

  • un letto singolo (ingombro minimo cm 80 x 190 in su)
  • un armadio (profondità minima 60 cm, larghezza e altezza variabili)
  • un comodino (dimensioni variabili)
  • una scrivania (dimensioni variabili)

I fatidici 9 metri quadrati sono quelli più diffusi negli appartamenti di recente o nuova costruzione. Ma abbiamo visto che con i mobili giusti si possono arredare camerette minuscole perfettamente attrezzate.

Ecco secondo noi i 3 mobili indispensabili per organizzare camerette piccole e piccolissime:

  • letto salvaspazio multifunzionale: a soppalco, a castello, estraibile o a scomparsa. Tutti arredi salvaspazio di varie tipologie che, se progettati intelligentemente, possono avere la scrivania o l’armadio integrato
  • armadio a ponte: una delle indiscusse leggi per ottimizzare gli spazi piccoli è quella di sfruttarli in verticale, usate i muri in altezza il più possibile (= più spazio calpestabile)
  • mobili trasformabili: letti a scomparsa con scrittoi integrati, armadi con scrivanie a ribalta o libreria incorporati, mobili-letto con divanetti o pouf e molte altre soluzioni aiutano a creare un ambiente da utilizzare giorno e notte al pieno delle sue possibilità

 

Clicca qui per richiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

7 Settembre 2018 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Colori autunnali e suggestioni green per un’abitazione situata in uno dei quartieri più antichi di Goteborg.

E’ del 1886 l’edificio che ospita questo appartamento di 78 mq, nel quartiere di Haga, circondato da tanto verde. Elemento, questo, che entra anche all’interno dell’abitazione e diventa quasi il filo conduttore del progetto di restyling realizzato per la sua vendita.

Lo spazio è stato ben progettato e la scelta di optare per una palette cromatica autunnale, la presenza di materiali naturali e di tante piante, regalano agli interni un’atmosfera familiare calda e accogliente.

Dall’ingresso, attrezzato con una grande armadio, si accede all’ampio soggiorno, caratterizzato da pareti di colore verde pallidoe due grandi finestre che si affacciano sul cortile. Accanto al soggiorno si trova la camera da letto più grande, attualmente utilizzata come camera per i bambini e dotata di un balcone alla francese rivolto a sud verso il cortile esterno. 

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

La cucina si apre verso la zona pranzo dove due grandi e alte finestre offrono una vista verso il cortile. Accanto alla cucina si trova la camera da letto matrimoniale caratterizzata da pareti color tortora in netto contrasto con il bianco del soffitto e delle modanature.

Total white, invece, l’ampio bagno con vasca.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli homme decor
dettagli home decor
dettagli home decor

Appartammento è attualmente in vendita su Entrance Makleri 


7 Settembre 2018 / / Design

superheroes art nouveau personaggi marvel

I supereroi della Marvel si rifanno il look e si mettono in posa in eleganti illustrazioni ispirate all’art nouveau

L’art nouveau è uno dei movimenti artistici che più di altri ispira designer, illustratori e digital artist. Uno stile che si ispira all’estetica classica e al gusto giapponese mescolando elaborate decorazioni floreali e geometriche e che divenne molto popolare in Europa alla fine del XIX secolo. Fu Alphonse Mucha a rivoluzionare il mondo della grafica con la sua eleganza, diventando uno degli illustratori più noti e apprezzati dell’epoca.

Ancora oggi sono tanti quelli che cercano di imitare l’incomparabile grazia di quelle immagini e in rete si trovano moltissimi esempi di fan art in stile art nouveau dedicati a saghe e serie letterarie o cinematografiche: Star Wars, Game of Thrones, le Principesse Disney, i personaggi Marvel e gli X-Men. La cosa divertente di queste immagini è proprio il contrasto fra la forza e la potenza dei supereroi della Marvel e la grazia delicata dello stile grafico. Ecco a voi una piccola galleria di superheroes art nouveau!

• LEGGI ANCHE: Si scrive Art Nouveau, si legge Alphonse Mucha

Superheroes art nouveau solo al femminile

I personaggi femminili della Marvel illustrati da HanieMohd: Scarlet Witch, Ms.Marvel e Tempesta in versione Estate e Autunno (un tributo alle Quattro Stagioni di Mucha)

Marvel Superheroes art nouveau

Marvel Superheroes art nouveau

Marvel Superheroes art nouveau

Marvel Superheroes art nouveau

Le eroine Marvel come le Quattro Stagioni di Mucha

Superheroes art nouveau di My Beautiful Monsters

X MEN - Eroine Marvel Art Nouveau di My Beautiful Monsters

Iron Man degli Avengers

Iron Man visto da John Tyler Christopher

Superheroes art nouveau by John Tyler Christopher

Amazing Spiderman

Joe Quinones ci propone una versione Art Nouveau di Amazing Spiderman

Joe Quinones Amazing Spiderman - Eroi Marvel in versione Art Nouveau

L’articolo Superheroes art nouveau: i personaggi Marvel nello stile di Alphonse Mucha proviene da Things I Like Today.

7 Settembre 2018 / / Idee

Il trasloco è considerato uno degli eventi più stressanti che possono investire la vita delle persone.

Trasloco senza stress in 3 mosse

Proprio per questo motivo è necessario organizzarsi con largo anticipo senza lasciare nulla al caso, così da ridurre il più possibile l’ansia che può derivarne.

Nel mio piccolo, ormai non mi ricordo più di quante volte ho affrontato un trasloco: la prima volta mi sono spostata di 500 metri, la seconda di due chilometri; solo alla terza volta ho cambiato città, e infine mi sono trasferita all’estero. Si può dire che ho accumulato una certa esperienza, dunque vorrei condividere con voi alcuni consigli utili per affrontare il trasloco con spirito positivo.

1. Trasloco fai da te o con una ditta specializzata?

E’ la prima decisione da prendere quando si deve traslocare. Soprattutto se scegliete di affidarvi ad una ditta, non commettete l’errore di cercarla all’ultimo momento, perché rischiate di incappare nel primo arrivato, e le conseguenze possono essere disastrose: anche qui parlo per esperienza, purtroppo.

Il fai da te funziona solo a condizione di avere pochi pacchi da trasportare e qualche piccolo mobile, e anche tanti amici  dotati di auto o furgone e pronti a dare una mano, altrimenti lo stress e il mal di schiena sono garantiti.

La soluzione B, ovvero affidarsi ad una ditta di traslochi, risolve alcuni problemi non di poco conto: non dovete noleggiare un furgone, né spostare montagne di scatoloni, e farete tutto in una volta sola, senza eternizzare una situazione che non ha nulla di piacevole. Ora, la scelta della ditta giusta è fondamentale: fatevi fare almeno tre preventivi da altrettante ditte specializzate in traslochi.

Ecco cosa dovete sapere prima di chiedere i preventivi:

Le informazioni che dovrete dare alla ditta

  • Data del trasloco
  • Indirizzo destinazione, distanza
  • Informazioni sull’accesso di entrambe le abitazioni: il tipo di strada (ZTL, a scorrimento o altro), quanti piani, presenza di balconi o finestre etc.
  • Una stima del volume degli oggetti da trasportare (quanti cartoni, quanti mobili e lo spazio occupato in mq)
  • Quali servizi desiderate: fornitura degli imballaggi, imballaggio di effetti personali e mobili, smontaggio e assemblaggio mobili

Cosa devi controllare

  • Verifica che la ditta sia regolarmente registrata alla Camera di Commercio e iscritta all’albo degli Autotrasportatori
  • Che abbia i permessi per operare sul territorio nazionale (o internazionale se traslocate all’estero)
  • Tipo di copertura assicurativa fornita

Ecco un vademecum che vi spiega come scegliere una ditta affidabile passo passo.

2. La preparazione: il decluttering

Cominciate già alcuni mesi prima a fare l’operazione forse più delicata: il decluttering, ovvero l’eliminazione di tutti gli oggetti che non vi servono veramente. Questo faciliterà le operazioni di imballaggio e vi permetterà di risparmiare sui costi del trasloco. Prendetela in questo modo: finalmente avete l’occasione di sbarazzarvi di mobili, oggetti, indumenti di cui vi siete stancati o che non vi sono più di alcuna utilità. A questo proposito vorrei suggerirvi la lettura di un libro che mi ha aiutata moltissimo: Marie Kondo, Il magico potere del riordino (Vallardi Editore), nel quale l’autrice spiega il metodo giapponese da lei perfezionato per riorganizzare gli spazi in casa e gettare il superfluo senza tentennamenti.

Trasloco senza stress in 3 mosse

3. Imballaggio

Siamo arrivati all’ultimo passo, il più faticoso. Procuratevi il necessario (o fatevelo consegnare dalla ditta di traslochi): scatoloni, carta, plastica a bolle, scotch da imballaggio, pennarelli a punta grossa, un block notes.

Imballate gli oggetti stanza per stanza, riponendo prima quelli che non usate quotidianamente, così da non stravolgere troppo le vostre abitudini.

Preferite tanti cartoni piccoli di peso inferiore ai 20 kg, piuttosto che grossi scatoloni che pesano come incudini e che rischierebbero di rompersi. Mettete gli oggetti pesanti sul fondo, e imballate quelli fragili uno a uno prima nella carta, avendo cura di riempire le cavità, poi nel pluriball, con il quale avrete rivestito anche i bordi dello scatolone.

Scatoloni speciali

Se riuscite a trovare gli scatoloni con gli alveolari per i bicchieri, vi risparmierete un lavoro noioso. Lo stesso vale per i vestiti: fatevi consegnare dalla ditta un numero sufficiente di scatoloni appendiabiti. Imballate documenti, quadri e oggetti lunghi e sottili in scatole telescopiche, ovvero adattabili in larghezza o in altezza. Utilizzate le comode scatole archivio con manici e coperchio per raccogliere tutti i piccoli oggetti che non hanno una collocazione precisa (credetemi, sono molto più numerosi di quello che pensate).

Trasloco senza stress in 3 mosse scatole telescopiche

I cassetti

Se i cassetti non contengono oggetti pesanti o fragili, potete evitare di svuotarli: avvolgeteli in due o tre giri di pluriball e sigillateli con lo scotch.

La marcatura delle scatole

Man mano che procedete, marcate con il pennarello ogni scatolone con un numero e con il nome della stanza di destinazione nella nuova casa (potete utilizzare una lettera): in fase di scarico, fate in modo che i traslocatori scarichino mobili e cartoni nelle stanze corrispondenti. Questo è molto importante, perché vi eviterà molti disagi quando dovrete disfare i cartoni: immaginate una montagna di scatoloni ammucchiati alla rinfusa in un’unica stanza, che dovrete spostare voi stessi.

Annotate nel block notes la numerazione delle scatole, con accanto il contenuto: prevedete di trasportare voi stessi gli oggetti che vi serviranno nell’immediato, i cambi e l’occorrente per l’igiene personale, gli oggetti di valore e gli effetti personali più importanti.

Trasloco organizzarlo senza stress in 3 mosse

Seguendo questi consigli, riuscirete ad organizzare il trasloco in modo ottimale, riducendo lo stress e facilitando la fase di svuotamento dei cartoni nella nuova casa.

 

Crediti foto copertina: Erda Estremera


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

7 Settembre 2018 / / Filò

Qui fervono i preparativi per la scuola. Mercoledì Anna inizierà la prima elementare e l’emozione è tanta!

Zaino, astuccio, etichette ovunque: ma era così anche quando andavamo a scuola noi?!?
Mi parlano di un sacco di libri già in prima elementare, pomeriggi interi da dedicare ai compiti e tanta pazienza per riuscire a supportarli in questa nuova avventura!

Avvolta in questo clima prescolastico mi sono onestamente chiesta: dove metteremo i libri? 
E lei, dove starà meglio per studiare in tranquillità senza subire i pianti del fratellino?

Presa da una piccola rivoluzione casalinga ho ripensato a quanto ti avevo chiesto tempo fa:
troveresti utile una consulenza per la sua cameretta? 

BENE, CREDO CHE QUESTO POSSA ESSERE PROPRIO IL MOMENTO GIUSTO PER PROPORTELA!

L’ho chiamata ‘LA SUA CAMERETTA’ perchè è importante che sia pensata per le loro esigenze!

Ma l’ho chiamata così anche in riferimento al post che anni fa avevo scritto mossa dall’incredibile gioia d’essere finalmente riuscita a concludere la ‘sua’ di cameretta, quella di Anna – qui lo puoi rileggere – Mi ero concessa del tempo anche per dipingere le pareti e non solo per progettare e arredare! Che soddisfazione!

‘LA SUA CAMERETTA’ sarà in promozione fino a fine ottobre al costo di 200 € 
così avrai tutto il tempo per riflettere sulle nuove esigenze di tuo figlio!

Attenta però! Non l’ho pensata solo per camerette di bimbi in età scolare! 

FA A L CASO TUO SE:

  • non sai più come risolvere il caos che regna sovrano nella sua stanza;
  • il tuo piccolo/a sta diventando grande e non sai come inserire una piccola zona studio magari completa di libreria;
  • tuo figlio non sopporta più ninnoli e pupazzi di quando aveva due anni e vorrebbe lo spazio idoneo per uno stereo o comunque un ambiente che meglio rispecchi la sua personalità;
o ancora…
  • aspetti un secondo bimbo ma la seconda cameretta la dovrai aspettare ancora per anni, nel frattempo? Come gestire due bimbi di età diverse nella stessa stanza?
  • desideri semplicemente dare una nuova immagine alla sua camera perchè al momento non ha una vera identità.

RICEVERAI:
  • ‘progetto planimetrico’, ovvero il disegno del nuovo posizionamento degli arredi;
  • ‘tavole emozionali’ con immagini esplicative e descrizioni delle soluzioni proposte;
  • ‘lista della spesa’, suggerimenti con immagini e costi dei mobili da acquistare per completare l’ambiente (in questo rispetto la mia politica: economico e facilmente personalizzabile!) 
  • oppure ‘proposte di recupero mobili esistenti’, ovvero come rinnovare, adattare o integrare personalizzando arredi che già hai e magari tieni altrove inutilizzati.
infine, solo per te e solo fino a fine ottobre, compreso nel prezzo anche la guida su come procedere per non perdere tempo e riuscire a realizzare senza intoppi la sua nuova cameretta!
Se sei interessata scrivimi a ilmiofilo@gmail.com anche solo per semplici domande!
Io intanto mi rimbocco le maniche e inizio a trovare nuove soluzioni!
A presto,
Marianna

6 Settembre 2018 / / Design

Aragon House è un prestigioso moderno fino mercato Business Centre di quattordici piani sviluppato nel cuore di St. Julian’s specificatamente per le esigenze di una clientela di alto livello. Il palazzo è una struttura d’acciaio, racchiuso da una parete vetrata intesa al miglior sfruttamento possibile dell’efficienza energetica.

Arcadia ha progettato per loro delle pareti divisorie eleganti e di design senza venir meno alla funzionalità, sono state realizzate pareti Wall System e Rolling Wall.

Per l’Aragon House sono stati realizzati anche i Bagni in HPL.
Le nostre pareti per bagni sono realizzate in laminato stratificato con spessore 14 mm, rifinite con bordi smussati ed angoli arrotondati. I pannelli sono montati su profili in alluminio anodizzato, sui quali sono collocate le battute per le porte.

Al loro interno trovano alloggio sia le guarnizioni antiurto che le cerniere. Quest’ultime sono realizzate in alluminio anodizzato con sistema di accostamento automatico, regolabili in due direzioni, corredate di boccole anti-sfregamento plastiche e di ammortizzatori di battuta. A terra dispongono di un piedino regolabile in altezza coperto da cover plastica conica removibile. Esso blocca i moduli al pavimento, sospendendoli per un’altezza di 20 cm. Lungo il profilo superiore viene utilizzato il profilo in alluminio, che fissato ai montanti, provvede al collegamento della struttura orizzontale. Le porte sono auto-chiudenti e hanno la serratura in acciaio inox fornita di dispositivo libero/occupato e di apertura di emergenza.

www.arcadiaufficio.it