14 Settembre 2018 / / Filò

Oggi ho deciso di raccontarti come si è trasformata ‘la sua cameretta’ in questi sei anni.

Ovviamente lo stravolgimento più grande è stata la necessità di far posto al fratellino.
Anna e Giorgio  hanno cinque anni di differenza, quasi sei, esigenze molto diverse.
Ho deciso che lei avrebbe dovuto continuare ad avere una sua ‘privacy’ e soprattutto la sensazione di un piccolo rifugio tutto per sè.

Come sempre parto dai vincoli: spostare il grande armadio bianco era cosa impensabile, anche per me – nonostante ormai mi sia creata un ottimo curriculum da traslocatore: a casa mia e dai miei clienti non mi limito a progettare, passo spesso all’azione in prima persona! –
Oltre a questo c’era da considerare la vicinanza di finestra e portafinestra, certamente meravigliose vista la luce che riesce ad entrare in camera ma molto vincolanti in quanto mettono fuori gioco ben due pareti!

Ecco la situazione prima del cambiamento.

Come creare due ambienti diversi?

L’idea è arrivata grazie ad una necessità – succede sempre così, per questo consiglio di metterle bene a fuoco prima di procedere con radicali stravolgimenti – 
La cassettiera di Anna era inadeguata per l’arrivo del fratello.
Mi spiego.
La nostra casa è piuttosto piccola, il grande armadio bianco contiene al 90% biancheria per la casa , cappotti, scatole per il cambio stagione, lo spazio a loro dedicato è minimo = ho bisogno di una cassettiera più grande (va da se’ che un’altro armadio nella stessa camera non l’avrei mai messo).

A questo punto unisco due tasselli: la stessa esigenza l’abbiamo anche in camera nostra e così arriva la soluzione!

La nostra bella HEMNES  con 8 cassetti diventa la loro cassettiera (ho esattamente raddoppiato la capienza che avevo prima) mentre da noi, potendo sfruttare lo spazio libero in altezza, abbiamo inserito due MALM da sei cassetti ciascuno ( su INSTAGRAM puoi vedere come l’ho personalizzata!).

Ho posizionato la Hemnes in modo inusuale, ovvero non appoggiata al muro con il lato lungo ma sul lato corto; il mio falegname di fiducia ha realizzato un pannello con finte doghe per coprire la schiena della cassettiera (se ti piace l’idea puoi realizzarla da sola utilizzando delle perline ad incastro come QUESTE ) e così il letto di Anna si è trasformato in un divanetto. 
Le fa da comodino/libreria  un modulo cassettone STUVA, perfetto come contenitore giochi, accanto un contenitore DRONA verde pastello per tutto i suoi pupazzi. Tra le finestre invece ho lasciato la sua sedia a dondolo così come nella soluzione iniziale. A terra il grande tappeto in tinta neutra trasforma ogni centimetro di pavimento libero in area giochi .

La nuova cassettiera oltre ad essere perfetta per le nuove esigenze è riuscita a creare due zone ben distinte.

Sopra al lettino di Giorgio una mensola reggiquadro – QUESTA – raccoglie tutti gli albi illustrati che abbiamo iniziato a leggergli.

Il gioco è fatto? Che dici, ti sono stata utile?
Se hai ancora dei dubbi su come trasformare o rinnovare la sua camera SCRIVIMI!
‘La sua cameretta’ sarà in promozione fino a fine ottobre, QUI puoi leggere come funziona.

A presto,
Marianna

14 Settembre 2018 / / Interiors

Tre differenti e brillanti soluzioni per uno spazio davvero fondamentale all’interno di un luogo di lavoro: il punto accoglienza o reception.

 

Arcadia Ufficio del Gruppo Penta si differenzia in questo campo per l’eleganza,  qualità nei dettagli e flessibilità degli arredi che ben si integrano con le varie ambientazioni circostanti. Moduli versatili, pensati e realizzati per ogni necessità.

Brillanti soluzioni per uno spazio fondamentale in un luogo di lavoro: la reception!

Vediamo insieme nel dettagli.

KWS

La reception Wall System è realizzata grazie all’integrazione delle pareti KWS, le quali sfruttano la modularità e la versatilità della serie Wall System.
Versatile per la capacità di poter unire sia moduli in vetro laccato che moduli in melaminico, dando ampia spazio alla personalizzazione, da abbinarsi a tutte le serie di arredi per ufficio Arcadia.

Brillanti soluzioni per uno spazio fondamentale in un luogo di lavoro: la reception! COMPACT

La reception Compact è realizzata seguendo le basi della operative line Compact: efficienza, eleganza senza mai rinunciare all’eleganza e al design. Ovviamente tutte le soluzioni Compact possono essere integrate con le serie del sistema KWS, anche la Kristal e possono essere personalizzate nelle forme, nelle dimensioni e nei colori oltre che nelle finiture legno; da abbinarsi alle scrivanie e postazioni di lavoro delle serie Kinesis. Compact può essere realizzata con top-reception retro illuminati con luci a LED.Brillanti soluzioni per uno spazio fondamentale in un luogo di lavoro: la reception!FLEXI

La reception Flexi unisce l’eleganza, l’efficienza e il design delle pareti Flexi Open in una reception ad alta impatto visivo. La risposta funzionale alle esigenze di ottimizzazione degli spazi, anche grazie ai suoi pannelli curvi ed ergonomici. Flexi può ospitare all’interno del suo programma le varie soluzioni presenti nella serie Compact, ecco perchè è un sistema innovativo e flessibile.

Flexi unisce in sè vari materiali, quali il vetro cristallo per i piani reception, le workstation della serie Compact in melaminico e le gambe e i profili della struttura in alluminio. Versatilità e personalizzazione fanno di Flexi la risposta ad ogni esigenza.www.arcadiaufficio.it

14 Settembre 2018 / / Architettura

walk in

L’ambiente bagno rimane sempre uno di quelli che mi affascina maggiormente e ancor di più la doccia, che è ormai diventata un vero status symbol all’interno di questo spazio.

Tra i vari modelli in commercio quello che ultimamente mi interessa di più per la sua leggerezza, modernità ed eleganza, e che ho recentemente scelto anche per la realizzazione dei sei bagni di una guesthouse al centro di Roma, è il modello wolk in. Si tratta di una doccia dall’aspetto estremamente moderno,  costituita da una parete di vetro e l’assenza della porta al posto della quale troviamo un varco sempre aperto dal quale si entra e si esce.

Una soluzione a vista, dalle linee pulite, molto minimale, che permette di mettere in mostra una bella rubinetteria e un bel rivestimento delle pareti, non risultando assolutamente invasiva.

walk in

walk in

 

II modello walk in è dunque una rivisitazione moderna del classico box doccia che viene trasformato in uno spazio ampio e aperto delimitato da una sola lastra di vetro. L’accesso a questa doccia avviene in modo facile e immediato poiché essa non conosce apertura che sia a battente o scorrevole, come nei tradizionali box doccia, ma propone un varco sempre aperto per il passaggio.

Certo una delle domande che sorgono più spontanee è:”l’acqua non rischia di schizzare fuori e allagare il bagno? Chiaramente una doccia di questo genere necessita di essere studiata e progettata a modo sia per quanto riguarda il posizionamento del soffione che la dimensione del piatto doccia, che in questo caso sarà abbastanza grande e preferibilmente di dimensione rettangolare.

Si tratta senza dubbio di una scelta scenografica, elegante e di design per chi desidera una doccia e un ambiente bagno speciale; con un ampio piatto doccia, magari filopavimento in resina per un risultato davvero unico, potremo realizzare nella parte iniziale una sorta di ingresso alla doccia, dove potrebbe anche essere posizionato il gancio dell’accappatoio e nella parte più protetta il soffione con l’area lavaggio vera e propria.

walk in

walk in

Altri potrebbero domandarsi se fare la doccia in un modello walk in non faccia sentire freddo, è ovvio che lo spazio aperto genera una leggera entrata d’aria, ma ciò contribuirà semplicemente a rendere il soggiorno nella doccia più piacevole e meno “soffocante” come all’interno di una doccia chiusa, si eviteranno, inoltre, muffette e condense che possiamo ritrovare in altri modelli e ad ogni modo potremmo sempre ovviare a questa particolarità inserendo un altro elemento di design che adoro: il termoarredo.

Il modello walk in, oltre ad essere perfetto per gli amanti del design, è il più adatto anche per chi ha difficoltà motorie, poiché la possibilità di installazione filo pavimento e la mancanza di porte rende molto più agevole l’entrata e l’uscita.

walk in

Questi box doccia e molti altri modelli potete trovarli sul sito di KV Store, negozio online di arredo bagno grazie al quale avrete la possibilità di realizzare il bagno che avevate sempre desiderato a prezzi molto vantaggiosi.

Nello specifico il modello walk in proposto da KV store è molto semplice ma allo stesso tempo affascinate e di qualità; si presenta con un’unica parete di cristallo temperato trasparente, caratteristica essenziale e propria per questo tipo di doccia. La parete con spessore di 6 centimetri viene sorretta in due punti: un elegante braccio in acciaio inox che funge da ancoraggio alla parete per il vetro, e un profilo cromato attraverso il quale la parete vetrata viene fissata al muro laterale.

Se non conoscevate questo modello o lo avete sempre ritenuto proibitivo è arrivato il momento di ricredervi!

L’articolo Box doccia walk in il nuovo “mai più senza” dell’ambiente bagno proviene da Architettura e design a Roma.

13 Settembre 2018 / / Amerigo Milano

Slippers, la nuova tendenza per il gentiluomo

In Inghilterra, le slippers le conoscono da sempre. I veri gents infatti le indossano proprio come si indossa una smoking jacket o un papillon. Per chi non lo sapesse, le slippers sono una tipologia di calzatura dall’animo vintage, ma che nel corso degli ultimi anni è tornata fortemente di moda. Qualcuno le confonde con le più tipiche “friulane”, ma in realtà sono due mondi davvero diversi. A partire dalla tomaia per poi arrivare fino alla sagomatura che segue il piede.

Slippers eleganti, ma soprattutto di tendenza

Che tu sia a bordo di una Porsche 356 o di un motoscafo Riva, la slipper diventa l’oggetto comodo ed elegante, che ti permette di essere sempre preciso anche quando la situazione è poco formale. Per questo vengono definite calzature eleganti, anche se l’uomo ha riscoperto questo tipo di calzatura da poco tempo, la slipper da uomo è considerata un cult di altri tempi.

SCOPRI AMERIGO MILANO

STILE UNICO E INCONFONDIBILE

Insomma, se state cercando un elemento che vi renda inconfondibili, la slipper da uomo forse è proprio quello che state cercando. Nella nostra collezione abbiamo deciso di dare spazio alla creatività, rendendo tutte le nostre slippers da uomo, calzature uniche perché fortemente personalizzabili. Proprio con l’arrivo della stagione fredda, la versione di velluto potrebbe essere perfetta, per mantenere il confort e l’eleganza che solo un vero gentleman è in grado di raccontare, con i suoi gesti e movimenti.