24 Settembre 2018 / / Design

arredobagno Materia 07 di Arbi

Texture materiche, essenziali ma profonde, permettono di enfatizzare le soluzioni d’arredo bagno e di design, facendo risaltare forme, colori ed essenze e conferendo a ogni ambiente un raffinato equilibrio, senza appesantirlo.

 

La collezione Materia di Arbi Arredobagno si compone di esclusivi mobili monoblocco, contraddistinti dall’innovativo gioco bicromatico delle finiture a contrasto, tra cornice e frontale. 


La peculiarità di questa collezione è l’attenzione al dettaglio che si manifesta nella particolare lavorazione a 45° che contribuisce a donare alle diverse soluzioni un’immagine sofisticata ed elegante.


arredobagno Materia07 di Arbi
Nella composizione Materia07 di Arbi Arredobagno (misura L 120,5 x P 50,5 cm) il tono scuro della struttura in laccato Grigio Bromo velvet è smorzato dal calore della vena del Rovere Antico Essenza che caratterizza il frontale. La base con cassettone e vano a giorno valorizza il profilo a 45° della struttura ed è impreziosita dal lavabo Kuki su piano in Fenix Grigio Bromo. La specchiera Bishop con profilo in Rovere Essenza riprende la finitura del cassettone e assicura una ulteriore funzionalità alla composizione, grazie al led perimetrale integrato.

L’impatto visivo è elevato, il mobile monoblocco Materiasembra fluttuare nell’aria, donando un effetto di assoluta leggerezza, unito a prestazioni elevate in termini di durata e qualità dei materiali.

arredobagno Materia08 di Arbi
arredobagno Materia08 di Arbi
Rigore e prospettive decise caratterizzano queste composizioni gemelle Materia08 di Arbi Arredobagno (misura L 60,5 x P 50,5 cm) con frontale in Noce Antico Scuro e cornice in laccato bianco velvet. Il lavabo Kuki integrato nel piano in Fenix Bianco Kos, con vasca da 50 cm, sfrutta in modo ottimale le dimensioni della base. La specchiera Light enfatizza le proporzioni e la verticalità dello spazio, accentuata dal faretto led Plano fissato sullo specchio.

I costanti investimenti in Ricerca e Sviluppo consentono ad Arbi Arredobagno di proporre modelli sempre più innovativi e rigorosamente made in Italy, che evidenziano l’estrema attenzione progettuale e la grande ricercatezza estetica, per soddisfare pienamente le richieste di una clientela esperta ed esigente.

arredobagno Matria06 di Arbi
arredobagno Materia06 di Arbi
Nella composizione Materia06 di Arbi Arredobagno (misura L 140,5 x P 50,5 cm) due materiali pregiati si incontrano: il Noce Antico Biondo del frontale – materico e disegnato – è abbinato armoniosamente alla cornice in laccato bianco velvet. Inoltre, il piano con lavabo Kuki in Fenix Bianco Kos – emblema del bianco puro – dà vita a una proposta discreta e raffinata. La specchiera Light di ø 100 cm con faretto On led completa l’ambiente, addolcendo le linee rigorose della base monoblocco.


Per maggiori informazioni www.arbiarredobagno.it

24 Settembre 2018 / / ChiccaCasa

Hai voglia di portare una ventata di freschezza in camera da letto?

A me succede ogni volta che cambia stagione!
Quando senti il bisogno di rinnovare qualcosa in casa, vuol dire che qualcosa sta cambiando anche nella tua vita (è un po’ come quando cambiamo taglio o colore di capelli, insomma). Quindi dobbiamo ascoltare il nostro istinto e spaziare con la fantasia.
Non è necessario stravolgere tutto e spendere migliaia di euro.

Cambiare look alla stanza da letto è davvero facile, se consideriamo che il suo punto focale è proprio il letto. 
Non è necessario modificare l’intero arredo dunque, basta sfruttare la versatilità del letto, che può assumere un diverso mood a seconda di come ci divertiamo a vestirlo.

Scegli un copriletto che rispecchi l’atmosfera che vuoi creare nel tuo “nuovo” nido.
Esotica e frizzante? Femminile e dal sapore retrò? O forse contemporanea con un tocco rigenerante di natural?

Parti dal copriletto per scegliere accessori e tessili che completeranno il restyling della tua stanza!
Con accessori diversi come una seduta, un tappeto, una lampada e qualche decorazione, quella non sembrerà più la tua stanza!

Ho selezionato tre copriletto totalmente diversi l’uno dall’altro per creare tre esercizi di stile da cui puoi prendere ispirazione per il restyling della tua stanza da letto.

Ready?

FANTASIA FIORI E MANDALA

Una fantasia colorata con fiori e mandala è il perfetto punto di partenza per sviluppare un mood in grado di apportare allegria e brio al tuo ambiente.


A tal proposito, cosa c’è di più azzeccato di un copripiumino Desigual Casa contraddistinto da colori accesi e motivi etnici?

Per creare uno stile hippie – bohemien servono accessori esotici!
Le sedute basse sono un must have se questo è lo stile che fa per te! Puoi inserire pouf e cuscini da terra e creare così il tuo angolo lettura/relax. Non dimenticare di aggiungere un tocco green con piante e accessori botanici come vasi sospesi e cactus di ceramica. Uno sgabello in legno grezzo, con la seduta impagliata (meglio se artigianale) può diventare un  originale comodino. Completa il mood vestendo le pareti: un wall hanging ed uno specchio a raggiera sono perfetti per questo look!



RASO RAMAGE

Raffinata e chic, una trapunta in raso con motivi ramage è uno dei must della tradizione italiana.
Se poi, lo sfondo è in una delicata nuance di rosa puoi approfittarne per creare un mood superfemminile in tutta la stanza.

Usa come temi guida il classico e la femminilità.
Costella la stanza con complementi in garbate sfumature di rosa come il malva, il blush ed il rosa desaturato.
Sì a motivi crochet (che ne pensi di un tappeto che ricordi un centrino della nonna?) ed a frange, entrambi assolutamente di tendenza nonostante siano figli di tecniche antiche.
Inserisci un mobile d’altri tempi: un comodino stile impero con il piano in marmo diventerà un elemento di spicco nella tua stanza, soprattutto se posto in contrasto con arredi minimal e contemporanei.
Prediligi superfici riflettenti imbrunite per completare il mood: uno specchio anticato, un dettaglio d’ottone, una lampada contornata in vetro fumè.

MODERN CHIC

Vuoi trasformare la tua stanza da letto in un rifugio accogliente in cui rigenerarti ed evadere dalla quotidianità?
Per creare la tua oasi urbana. opta per un trapunta moderna in tinte neutre, carica di ispirazioni natural.
Alterna toni urbani come i grigi ed il nero a tinte naturali come il beige e l’ecrù.
Fai lo stesso con i materiali e con le forme: mescola metallo e stutture geometriche con fibre naturali e profili morbidi.
Non possono mancare: una comoda poltrona e/o un pouf tricot sulla quale scorrere le pagine social o sfogliare una rivista, la mappa incorniciata della città del tuo cuore, delle piante (senza piante che oasi sarebbe?) ed un morbido tappeto con frange.

Trovi tante altre proposte per vestire il tuo letto sullo store online Di Stefano biancheria per la casa.

Qual’è il tuo stile preferito? 

Moodboard 1, Hippie Bohemien: 

Moodboard 2, Classic Feminine: 

Moodboard 3, Urban Oasi: 
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
23 Settembre 2018 / / Design

La cucina è il cuore della casa. E’ proprio in questo ambiente che si passa la gran parte del  tempo: mentre si cucina o si chiacchiera durante i pasti con la famiglia o quando si organizza un aperitivo o un caffè con gli amici. E’ il luogo considerato da sempre come punto di ritrovo familiare, per  incontri sociali, party e feste.

La cucina dice molto di noi, del nostro carattere e del nostro modo di vivere. Chi sta per arredare casa sa bene che è un elemento fondamentale da scegliere e che non è poi così facile prendere la decisione finale riguardante il suo acquisto.

Dopo aver prestato attenzione allo stile, ai colori e alla disposizione, ci si interroga su due temi oggi molto in voga: cucina ecologica o cucina economica? Meglio investire sulla prima dove il costo iniziale sarà sicuramente più elevato ma gli elettrodomestici saranno più rispettosi dell’ambiente e il loro consumo energetico più ridotto, con un risparmio a lungo termine o pensare alla seconda che si basa sulla scelta di elettrodomestici ad un prezzo più contenuto ma che non deve essere necessariamente sinonimo di bassa qualità?

Per trovare delle risposte significative a questa domanda si deve necessariamente analizzare il prezzo complessivo e il risparmio possibile per entrambe le soluzioni e dotate dei sei elettrodomestici essenziali: la cappa, il piano cottura, i forni, il frigorifero, la lavastoviglie e la lavatrice.

Per fare ciò è bene prendere in considerazione prodotti con la fascia di prezzo più bassa e quelli ad elevata alta efficienza energetica per ottenere una corretta comparazione.

Solitamente negli appartamenti in affitto, studenteschi o di coppie che vogliono iniziare una vita a due e le disponibilità economiche sono limitate, la scelta ricade su elettrodomestici di fascia bassa, economici e semplici, anche se a volte non molto ecologici. Seguendo una media dei costi di mercato, ecco alcuni prodotti che potrebbero soddisfare le caratteristiche minimali ad un prezzo oltremodo contenuto:

  • Faber Inca Smart C (Cappa da cucina, a partire da 45€*)
  • Hotpoint-Ariston H6TMH2AF (X) IT (Cucina con piano cottura, a partire da 347€*)
  • Hotpoint-Ariston FA2 530 H IX HA (Forno, a partire da 188€*)
  • Electrolux Rex RNN2800AOW (Frigorifero, a partire da 284€*)
  • Bosch SMV46KX01E (Lavastoviglie, a partire da 340€*)
  • Indesit IWUD 41051 C ECO EU (Lavatrice compatta, a partire da 242€*)

 

La spesa totale sarebbe pari a circa euro 1450 anche se il risparmio totale medio sui modelli economici nell’arco di un mese può arrivare sino a circa euro 460, tenendo sotto controllo l’andamento delle svariate “offerte” proposte.

Il lato positivo di una cucina economica è ovviamente il prezzo e potersi permettere sei grandi elettrodomestici ai costi sopracitati è un traguardo che le generazioni precedenti non si sarebbero mai potute permettere. E’ oltremodo vero che queste apparecchiature, appartenendo ad una fascia bassa, hanno solitamente vita più breve e alcune funzioni potrebbero non essere così durature nel tempo se molto sollecitate. Inoltre hanno dei consumi più elevati di quanto ci si potrebbe aspettare e il risparmio iniziale si vedrà leggermente diminuito quando arriverà il conto da pagare nella bolletta.

Per tutti coloro che danno priorità sia dispendio energetico che al rispetto dell’ambiente, la cucina ecologica è sicuramente il prodotto da scegliere. Comparare sei elettrodomestici secondo questo criterio  significa assumersi una spesa iniziale più alta, ma ridurre i costi per l’utilizzo della corrente elettrica e avere un impatto sull’ambiente più lieve. Le categorie di questi elettrodomestici sono fondamentalmente tre: A +, A ++ o A +++ in base alla disponibilità. Prendendo in considerazione una fascia medio-alta, come indicano gli esempi sotto elencati, si ottiene un costo medio di circa euro 4600.

  • AEG DBK7990HG (Cappa da cucina A++, a partire da 1620€*)
  • Gorenje K67CLB (Cucina con piano cottura A++, a partire da 560€*)
  • Franke CR 913 M WH DCT TFT (Forno A++, a partire da 817€*)
  • LG GBB548NSQFE (Frigorifero A+++, a partire da 733€*)
  • Bosch SMS68MI04E (Lavastoviglie A+++, a partire da 512€*)
  • LG F4J7TN1W (Lavatrice A+++, a partire da 374€*)

 

Questi elettrodomestici appartengono ai top di gamma e sono un riferimento in termini di una spesa energetica più leggera.  Dopo un investimento leggermente superiore rispetto al caso economico, il primo vantaggio che si noterà è che la bolletta dell’elettricità sarà più leggera. Questi apparecchi sono stti progettati per consumare il meno possibile e offrire prestazioni al di sopra delle aspettative oltre che ad essere più rispettosi dell’ambiente.

Anche in questo caso, un grande aiuto in termini di risparmio arriva dalla comparazione prezzi se si fanno gli acquisti nell’arco di un mese, arrivando a risparmiare anche euro 895.

Dopo questa breve ma significativa carrellata di dati, emerge il fatto che la cucina perfetta non esiste.

Moltissimi fattori influenzano la scelta dell’acquisto: limiti economici, stile e design, ideologie ecologiche e quant’altro. E’ ovvio che dare la priorità alle proprie esigenze e cercare di immaginare come gli elettrodomestici risulterebbero maggiormente ben disposti e accostati alle tendenza stilistica dell’ambiente è il primo passo da compiere.

E’ comunque importante, affidarsi a professionisti del settore che consigliano una comparazione completa delle soluzioni e che dovrebbe tener conto della durata degli elettrodomestici, dell’utilizzo continuo delle apparecchiature e della durevolezza nel tempo, optando quando è possibile, per tipologie ecologiche e ad alta efficienza energetica in modo da ridurre al minimo le emissioni e che, dati alla mano, risultano comunque il miglior investimento da effettuare dal momento che con il loro continuo utilizzo ci si ripagherebbe totalmente del costo iniziale (considerando la bolletta elettrica nei primi sei anni di vita degli elettrodomestici).