3 Ottobre 2018 / / Blogger Ospiti

Solitamente quando si vuole riorganizzare casa o comprare qualche mobilio nuovo si pensa subito a modernizzare cucina e bagno, in quanto stanze prioritarie e di uso principale. Molti si dimenticano che è invece il salotto una delle sale principali che dovrebbe essere arredate in modo intrigante ed accattivante.
Il salotto è il biglietto da visita di ogni famiglia. La prima stanza che gli ospiti che accogliamo vedranno. Ed è proprio a seconda di com’è organizzato il salotto che gli ospiti si faranno un’idea sullo stile di vita e sul gusto della famiglia. Se rimarranno impressionati, si chiederanno in che modo siete stati in grado di creare un ambiente così confortevole ma allo stesso tempo energetico!
Prendete spunto da queste 10 idee e riorganizzate il vostro salotto nel modo in cui più vi piace, ma che soprattutto rispecchi il vostro gusto!

1. Colori tenui per accompagnare l’umore

Essendo il salotto la prima sala in cui gli ospiti vengono accolti, è bene ricordare che i colori che vedranno saranno anche quelli che influenzeranno il loro umore. Tutti noi vogliamo far sentire rilassati e a loro agio gli ospiti, giusto? Scegliete perciò qualche colore chiaro, tenue e non troppo forte. Magari una sfumatura di blu e celeste per rendere l’ambiente tranquillo e pacifico, o sfumature che vanno dal crema al grigio chiaro fino a raggiungere il bianco per dare l’impressione di trovarsi in un luogo più lussuoso.

2. Evita le tende

Per rendere il salotto un luogo più tranquillo e confortevole è bene cercare di evitare le tende, in modo che la luce naturale del sole illumini e riscaldi l’ambiente. Se pensate che invece le tende siano un must del vostro arredamento, cercate perlomeno di utilizzarne poche dai colori chiari o trasparenti e soprattutto di tenerle aperte.

3. Personalizza la tua libreria

Se siete muniti di una o più librerie, o anche solo se utilizzate mensole su cui riponete i vostri libri, cercate di toglierne uno o due e di mettere al loro posto qualche statuetta, qualche altro piccolo pezzo d’arte o anche solo qualche piantina carina, così da rendere originale il vostro mobilio e dare uno stacco tra un libro e l’altro.

4. Appendi qualche specchio e massimizza lo spazio

Questo trucco non è utile solo se avete un salotto di dimensioni ridotte e piccolino, ma è un’ottima idea per qualsiasi tipo di ambiente! Appendere qualche specchio qui e lì darà l’illusione che il vostro salotto sia effettivamente più grande di quello che in realtà è, oltre a dare un tocco di eleganza e di classe alla vostra sala.

5. Disponi i tuoi mobili e facilita la comunicazione

Il salotto, oltre che il luogo in cui si accolgono gli ospiti, è anche la sala in cui si trascorre la maggior parte del tempo. É perciò particolarmente indicato fare in modo di organizzare lo spazio a disposizione così da permettere agli ospiti di poter parlare e chiacchierare in completa tranquillità. Aggiungete perciò qualche sedia o poltrona elegante che non stoni con il resto dei mobili.

6. Nascondi la televisione

Se il vostro salotto è munito di televisione è bene non lasciare che questa domini sull’ambiente con il suo colore scuro, ed è perciò consigliato di inglobarla all’interno dell’ambiente e minimizzarne la presenza.

7. Mostra piante fresche

Comprate qualche piantina o qualche fiore carino, così da aggiungere vita (letteralmente) e colore al vostro salotto.

8. Quadri grandi per salotti eccentrici

Aggiungete un quadro, comprato o fatto da voi, di grandi dimensioni ed appendetelo sopra il vostro divano. Noterete subito come la sua presenza donerà un’atmosfera più elegante e ricercata.

9. Tappezzeria

Generalmente il salotto riceve trattamenti più elaborati o formali proprio perché è la sala principale e quella in cui vengono accolti gli ospiti. É per questo che, se è di vostro gusto, potete scegliere una carta da parati che rappresenti il vostro stile e renda l’ambiente più vivace ed energetico, o addirittura antiquato ed elegante. I vostri ospiti apprezzeranno sicuramente la scelta di una carta da parati originale.

10. Una pavimentazione elegante e confortevole

Come già abbiamo ripetuto più volte, essendo il salotto l’ambiente principale in cui vengono accolti gli ospiti, sarebbe bene caratterizzarne il pavimento in modo da renderlo confortevole e morbido per i piedi. E perché no, coprirlo in modo da renderlo elegante e coordinato con il resto del vostro salotto! Se non volete sbilanciarvi troppo con i colori potete sceglierne uno neutro, così che tutta l’attenzione ricada sul resto dell’arredamento o sui vostri pezzi d’arte.

3 Ottobre 2018 / / Stili

La stagione invernale è alle porte e con lui i nuovi trend d’arredamento per affrontare il freddo al meglio. Vediamo quali sono i trend d’arredamento autunno / inverno 2018.

……….

L’autunno è arrivato e con lui i primi freddi e i colori splendidi che questa stagione ci regala. La natura va in letargo e in realtà anche noi vorremmo seguirla, ma si sa, è solo un sogno.

Come risvegliare i sensi un po’ intorpiditi dal cambio stagione allora? Di solito il modo migliore è lo shopping ed in particolare, quello per la casa. Si sa che i mobili non si possono cambiare ogni sei mesi, per ovvi motivi economici e pratici. Quindi come fare per dare un nuovo sprint al nostro nido senza andare in banca rotta?

Cambiando i complementi d’arredo: cuscini, tappeti, lenzuola, tovaglie e tende. Potete fare il cambio complementi così come si fa il cambio dell’armadio. Vedrete che ventata di novità!

Tra i trend d’arredamento autunno/inverno 2018 ci sono l’animalier e il velluto. Quale scegliete?

TREND D’ARREDAMENTO AUTUNNO / INVERNO: ANIMALIER

Prima di tutto: cosa vuol dire animalier? Vuol dire stampe che riproducono il manto degli animali della savana (o quanto meno, di animali esotici). Quindi via libera a maculato, panterato, zebrato, pitonato, effetto pelle di giraffa. Un po’ cougar diciamo.

Sicuramente molto audace e sensuale, chi sceglie per questo trend non ha paura di osare. Il rischio di creare ambienti sovraccarichi e un po’ ridicoli, però, è dietro l’angolo. Quindi non è che tutto deve essere in animalier. Se scegliete un tappeto in questo stile, state attenti ad abbinare piccoli accessori con stampe simili. Non fate tende, tappeti e cuscini così: l’insieme diventerebbe davvero too much e poco elegante.

Abbinate le stampe animalier con complementi in tinta unita per riequilibrare e dare omogeneità.

trend d'arredamento autunno / inverno

|Image credits: H&M Home – Maisons du Monde – Zara Home|

TREND D’ARREDAMENTO AUTUNNO / INVERNO: VELLUTO

Per chi vorrebbe osare, ma non esagerare, il velluto è la scelta migliore. Elegante e sofisticato, darà un’aura molto speciale ai vostri ambienti. Li farà sembrare usciti dai saloni delle feste di altri tempi, conferendo anche un po’ di mistero all’insieme.

Si tratta di un trend già visto al Salone del Mobile, declinato davvero in mille modi diversi. Tende, completi letto, cuscini. Chi più ne ha ne metta. Anche i colori: potete scegliere i toni pastello o il più coraggioso blu ottanio. Potete anche mischiare le diverse tonalità per evitare l’effetto teatro. Ad esempio, una bella ottomana in blu ottanio con cuscini rosa pastello. Un insieme mascolino ma anche romantico. Un perfetto mix.

trend d'arredamento autunno / inverno

|Image credits: H&M Home – Maisons du Monde|

 

 

L’articolo Trend d’arredamento autunno / inverno: animalier o velluto? sembra essere il primo su VHD.

3 Ottobre 2018 / / Architettura

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva, attraverso un uso minimale di linee e colori con la volontà di enfatizzare i materiali presenti ed utilizzati: la pietra, il legno, l’acciaio.


Un nido abbarbicato alla roccia più alta del paese di Pennapiedimonte, Chieti – Abruzzo, questo è “il Balzolo”, il cui progetto è stato curato da MATERIAprima Studio di Architettura.

La roccia è stata in parte lavorata e scavata per creare il piano di fondazione dell’edificio. Quasi tutta la muratura è costituita dalla roccia della montagna e solo parte del primo livello è costruita in blocchi squadrati della stessa pietra.
L’edificio è composto da due corpi di fabbrica affiancati, uno coperto da un tetto a falda unica e l’altro coperto da un solaio piano, sfruttato per ricavarne un terrazzo panoramico.

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva

La nuova distribuzione degli spazi nasce dalla volontà di utilizzare come accesso principale l’ingresso dal belvedere del Balzolo. Da questo, infatti, si accede ad una zona di ingresso, su soppalco, dalla quale si può uscire al terrazzo oppure, tramite una scala leggera in ferro e legno, scendere alla sala comune adibita alle colazioni. Da questa stanza si accede ad un corridoio che fiancheggia la scala di collegamento con il piano terra, sempre in ferro e legno e alla prima delle stanze da letto con bagno i cui spazi sono pensati per rispondere alle necessità di persone con limitate abilità. Al piano inferiore si scende ad un’altra sala comune con camino sulla quale affacciano le altre due stanze. Una, più piccola, con bagno nella roccia e l’altra, ricavata nell’antica stalla, un ambiente con volte e con una scaletta scavata nella roccia che portava al fienile superiore, oggi parte del grande bagno.

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva


Da queste stanze al piano terra si accede al giardino, primo livello di un terrazzamento un tempo utilizzato come orto, sul quale affaccia il vero fronte dell’edificio rivolto a valle. Su questo fronte si è giocato con l’asimmetria delle cornici delle finestre, utili a coprire architravi e spallette in cemento esistenti, dando movimento alla facciata ed evidenziando la cromia della pietra in rapporto al bianco calce.


Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
foto di Sergio Camplone


Tutto è pensato per valorizzare l’essere “litico” di questa struttura. Pavimenti e scale in rovere, rivestimenti in grigio chiaro e cornici bianco calce sono elementi neutri come pure gli arredi, negli stessi toni, sono elementi che non sovrastano la bellezza  naturale della “nuda pietra”.