4 Ottobre 2018 / / Colori

Alla fine di questo mese il blog acquisterà una nuova veste, con un’estetica che mi rappresenta di più.
Ma ci saranno anche delle altre novità, oltre alla nuova impaginazione.
Non le voglio rivelare subito altrimenti rischio di mandare all’aria l’effetto sorpresa, però do una piccola anticipazione.
Ci sarà una pagina dedicata alle mie progettazioni e proprio con questo post voglio introdurla.
Sai che mi piacciono le case con personalità, quelle in cui si respira l’animo di chi le abita, perché sono un’estensione di loro stessi, del loro modo di vedere e vivere la vita.
Non è importante che l’arredo sia di alta fattura e design, ma è importante il cuore che ci metti, l’emozione che trasmette, che sia funzionale alle tue esigenze.
E bastano piccoli ingredienti e suggerimenti per realizzare tanto con poco.
E il primo progetto che voglio presentare è proprio quello della nostra casa, da quale partire altrimenti?

La mia famiglia. Una mia illustrazione

Oggi non ti parlerò di planimetrie e arredi, ma ti parlerò di cosa mi piace circondarmi, di quale deve essere il filo conduttore per ogni scelta. Del primo passo che considero in una progettazione.

Può sembrare una scelta semplice, ma non lo è così tanto.
Per riuscire ad individuare il mio vero stile, e non semplicemente quello che mi piace molto, ho osservato con attenzione tutto quello che mi faceva “innamorare”, nel senso che mi creava delle emozioni (interni, stili di vita, abbigliamento), fino ad individuare uno stile base, che è quello di casa accogliente, calda, avvolgente.
Quelle case dove si coltivano le proprie passioni e si costruisce un proprio mondo fatto di profumi, famiglia e di verde.
Spazi dedicati al relax e allo studio, con linee pulite e ariose.
Fonte: 1 2 3

Fonte: 1 2 3

Fonte, in senso orario: 1 2 3 4 5 6
Poi ho individuato i dettagli, in modo sempre più minuzioso.
Ed emerge sempre che mi piace la campagna. E mi piace farla entrare in casa con piante e fiori.
Una passione per i tessuti naturali e floreali, lo stile inglese fatto di tartan e mobili laccati (opachi, ovviamente!). Ma alleggerito dalle ariose tende in lino intagliato, dalle tonalità pastello sui muri e negli accessori. E dalla sensazione di pulizia e minimalismo caldo, quello tipico delle case nordiche.
Fonte: 1 2 3
Fonte: 1 2 3
Ho combinato tutti questi ingredienti tra di loro per creare uno stile molto personalizzato, che ho riassunto in una moodboard finale. 
Fonte:
tessuti 1 ; carta da parati: 2 ; tavolo antico: 3 ; Libreria: 4
La nostra casa è ancora incompleta, aggiungeremo gli arredi che mancano poco alla volta, ma quello individuato è lo stile che seguiremo in qualunque scelta che faremo. Sarà la nostra linea guida.
Nel prossimo post ti farò vedere la seconda fase della progettazione, quella in cui emozioni e desideri prendono forma.
A giovedì prossimo!

4 Ottobre 2018 / / Idee

Se sei alla ricerca di mobili per corridoio vuol dire che:

  1. stai per acquistare una casa nuova e cerchi idee per arredare il tuo nuovo corridoio;
  2. stai per ristrutturare la tua attuale casa e vuoi acquistare l’arredamento giusto per il tuo corridoio;
  3. hai un corridoio vuoto, poco organizzato o che non sfrutti a pieno e vuoi renderlo super funzionale ed accogliente.

Se rientri in una di queste categorie di persone continua a leggere per scoprire come arredare un corridoio moderno con i mobili Maconi, quali sono gli arredi indispensabili che ci vogliono assolutamente, quelli utili che non trovano spazio nelle altre stanze e di quali puoi invece fare a meno. Troverai idee per l’arredamento del corridoio di casa, consigli di stile, esempi compositivi, foto ispirazione.

Ricordati che non esistono mobili da corridoio giusti, esistono piuttosto quelli che vanno bene per te e la tua casa, quelli che si adattano alle dimensione dell’ambiente, quelli che potrebbero servirti e quelli che sai già che non ti serviranno. Esistono tuttavia dei mobili per corridoio che sono dei must have super gettonati, stiamo parlando di: scarpiera da corridoio, specchio da corridoio, appendiabiti da corridoio.

Scarpiera da corridoio

Come arredare un corridoio stretto?

Il modello che fa per te è sottile e salvapazio, una scapiera slim poco profonda e quindi poco ingombrante, come la scarpiera Roll.
17 cm di profondità, capienza massima 22 paia di scarpe (il numero può variare a seconda della taglia e del modello di calzatura), apertura a serrandina con tendina ad avvolgimento automatico. Una soluzione dalla grande funzionalità che permette di risparmiare spazio prezioso in un corridoio piccolo, stretto e di larghezza ridotta. Immagina di dover aprire l’anta di un mobiletto o l’antina della scarpiera ma di avere i centimetri contati e di non avere lo spazio per muoverti… molto scomodo vero?!

Devi arredare un corridoio largo e spazioso?

Se non hai problemi di spazio ma puoi godere di un corridoio arioso e spazioso può scegliere una scarpiere larga, profonda e alta senza dover fare i conti con il centimetro. Se il tuo corridoio è grande puoi scegliere, a seconda dei tuoi gusti, scarpiere con ante scorrevoli, battenti o a ribalta, senza preoccuparti di dover lasciare spazio utile per il passaggio e per l’apertura delle ante.

Hai tante paia di scarpe?

Tenerle in ordine è più facile di quanto pensi. Valuta le misure della scarpiera tenendo conto di quelle del corridoio e dello spazio da destinare al passaggio, scegli scarpiere organizzate internamente con ripiani e ordina tutte le tue scarpe. Se sono davvero tante organizzale per stagione: quando fa bel tempo tieni a portata di mano sandali, mocassini, ballerine, sabot, espadrillas, infradito, sneakers in tela; quando si avvicina la stagione più fredda tira fuori stivali, tronchetti, anfibi, scarponcini, scarpe con pelliccia. Riponi tutte le altre scarpe in scatole che tirerai fuori per fare il cambio di stagione.

Scarpiera capiente per tante paia di scarpe, con un'anta scorrevoleScarpiera a serrandina con tendina ad avvolgimento automatico

Specchio corridoio

Come arredare un corridoio piccolo e buio?

Aggiungi uno specchio! L’utilizzo più intuitivo dello specchio è quello di specchiarsi ma è risaputo che una superficie riflettente fa sembrare l’ambiente più grande e luminoso. Se il tuo corridoio non ha finestre, è poco illuminato, è piccolo e buio cerca un escamotage per renderlo più accogliente e funzionale. Puoi appendere uno specchio da parete piccolo o di grandi dimensioni, valuta lo spazio a tua disposizione e i tuoi gusti.

Specchio + appendiabiti = specchiera appendiabiti

Due (tre) in uno. Davanti specchio, dietro appendiabiti (e mensola).
Se il corridoio è vicino all’ingresso quello che fa per te è un pannello specchiera appendiabiti utile per riporre giacche e cappotti, per appoggiare la borsa, per darsi un’ultima occhiata prima di uscire di casa. Puoi scegliere tra un pannello completamente fissato alla parete arricchito sul frontale da uno specchio verticale a tutta altezza e da ganci appendiabiti oppure un pannello fissato alla parete solo in alcuni punti che presenta sul davanti una specchiera e sul retro un tubo per grucce portabito. Entrambi questi modelli di specchiere appendiabiti vanno fissati alla parete: scegliete attentamente la posizione migliore in corridoio, la meno ingombrante e la più funzionale.

Vuoi uno specchio decorativo?

Funzionalità e comodità prima di tutto ma anche l’occhio vuole la sua parte. Se il tuo corridoio è abbastanza grande e puoi permetterti di inserire anche arredi decorativi potresti puntare su una specchiera moderna e originale, magari dalla forma particolare.

Specchiera appendiabiti con specchio, ganci a pressione, tubo porta grucce

Appendiabiti da corridoio

Un posto per tutto. Ogni cosa al suo posto.

Ganci e pomelli appendiabiti sono il modo più semplice e veloce per appendere giacche e vestiti e tenere in ordine piccoli oggetti come borsette e mazzi di chiavi. Si sa, non c’è niente di più fastidioso del non trovare le chiavi di casa e della macchina quando si sta uscendo. E allora perché non appenderle sempre nello stesso punto, certi di sapere dove trovarle quando si cercano? Per il tuo corridoio scegli dei piccoli pomelli da parete colorati con gancio inferiore. Puoi acquistare la quantità che desideri, scegliere il colore che preferisci e posizionarli dove vuoi sulla parete del tuo corridoio.

Nel tuo corridoio c’è un angolo vuoto inutilizzato?

Sfruttalo con un appendiabiti a piantana. Basamento a terra, lungo stelo che si sviluppa in verticale, ganci nella parte in alto. Il nostro appendiabiti Smile è perfetto per essere posizionato in un angolo del corridoio. Puoi anche sollevarlo e spostarlo tutte le volte che vuoi, per cambiargli posto o per pulire il pavimento.

Il tuo corridoio è piccolo e stretto?

Niente paura! Le soluzioni arredative Maconi non si fanno spaventare dagli spazi angusti e dalle dimensioni ridotte. Il segreto in questo caso è quello di sfruttare la parete in altezza con un appendiabiti stretto e poco profondo. Liolà e Matità fanno al caso tuo: il primo serio ed elegante, il secondo iconico, ironico e originale, che strappa un sorriso ad adulti e bambini. Il primo profondo solo 2,5 cm, il secondo 5 cm. Entrambi sono dotati di ganci a pressione per appendere borse leggere, giacche e sciarpe.

Pomelli portabito con gancio portachiavi

Mobili corridoio stretto

Come arredare un corridoio stretto: idee d’arredo e consigli da seguire.

  • Attenzione alla profondità dei mobili. Scegli mobili poco profondi e dal minimo ingombro che agevolano il passaggio anche in ambienti ristretti.
  • Sfrutta le pareti e lascia libero il pavimento. Mensole slim, ripiani, ganci appendiabiti, specchi, quadri, cornici di foto arredano il corridoio senza occupare centimetri preziosi. Se vuoi inserire un pannello, un armadietto o una scarpiera scegli modelli sospesi, alleggerisci gli ingombri.
  • Rendi l’ambiente visivamente più grande. Uno specchio o una specchiera fanno al caso tuo. Ricordati che lo specchio trasparente dona più luce all’ambiente rispetto ad uno specchio fumè o bronzato.
  • Pittura le pareti di bianco. Potrebbe sembrare scontato ma nuance chiare e pastello fanno sembrare l’ambiente più grande e luminoso. Se poi scegli mobili tono su tono il piacevole effetto potrebbe aumentare.
  • Gioca con i punti luce. Puoi inserire dei faretti nel soffitto, profili led attorno ai mobili, lampade applique da parete.

Arredare corridoio lungo e largo

Come arredare un corridoio lungo: idee d’arredo e consigli da seguire.

  • Puoi sbizzarrirti con mobili e accessori. Non devi rinunciare a nulla, puoi anche aggiungere una panchetta, un baule o una cassettiera da sfruttare sia come contenitori per riporre piccoli oggetti sia per sederti ad allacciarti le scarpe.
  • Presta attenzione ai dettagli. Se ti piacciono i tappeti puoi stendere a terra una passatoia. Rende il corridoio più accogliente, donandogli un tocco personale e colorato.
  • Corridoio di servizio. Se il corridoio è abbastanza largo puoi appoggiare qui la tua consolle allungabile e spostarla in soggiorno solo quando ne hai il bisogno. Nel frattempo puoi usarla come mobiletto per appoggiare fiori, fotografie, il telefono fisso di casa,

Mensole e specchiera con ganci a pressione ideale per un corridoio stretto.Idee per arredare un corridoio: mobiletto contenitore, specchiera rotonda, appendiabiti a parete stretto e sottileIdee per arredare un corridoio: contenitore a terra, specchio rettangolare, appendiabiti a parete a forma di matita

Riflessione: il corridoio nelle case moderne che fine ha fatto?

Le case di vecchia costruzione sono caratterizzate da un corridoio lungo e largo che parte dall’ingresso e collega tutte le stanze. Diversamente, nelle case di recente costruzione in genere non c’è un vero e proprio corridoio, esiste piuttosto un disimpegno all’ingresso o tra la zona giorno e quella notte. Il corridoio è ormai un ricordo lontano delle case delle nonne, ma questo è un bene o un male?
L’eliminazione del corridoio potrebbe essere una valida idea da tenere in considerazione durante la ristrutturazione: togliere il corridoio significa ottenere locali più ampi, più luminosi, più facili da organizzare. Senza corridoio però potrebbe non esserci più un ambiente di passaggio abbastanza spazioso multiuso da attrezzare con un armadio capiente in cui stipare qualsiasi cosa, dalla scatola delle medicine all’aspirapolvere e straccio del pavimento, dalle scatole di alimentari di scorta alle scarpe e ciabatte. L’armadio del corridoio è tradizionalmente l’armadio di Mary Poppins: a seconda dell’anta che apri vieni proiettato in un mondo diverso.
Per te il corridoio è uno spazio vitale, un’area di servizio indispensabile oppure uno spazio morto, inutile, da eliminare?

Rivenditori Italia Maconi

4 Ottobre 2018 / / Architettura

Scopri tutte le novità della casa del futuro

Scopri tutte le novità della casa del futuro, un’abitazione moderna e smart in grado di garantire sicurezza e comfort. 

Una casa intelligente e anche molto funzionale. Pensate alla praticità di entrare in casa senza le chiavi, di chiudere le tapparelle con un pulsante o ancora azionare l’aria condizionata, e spegnere la luce attraverso un’app direttamente dall’ufficio. La tecnologia domotica presenta diversi vantaggi tra cui il risparmio energetico, e il tempo. Infatti, per installare impianti domotici non servono grandi opere murarie ma è sufficiente una connessione internet Wifi.
All’inizio, la domotica si conosceva soprattutto per i sistemi legati alla sicurezza, per esempio sensori di movimento o di luce, i cosiddetti occhi della casa perché permettono ai proprietari di accorgersi, attraverso delle telecamere a remoto, di eventuali intrusi. Nel tempo poi questi apparecchi sono diventati sempre più precisi ed affidabili.

My Home Up di Bticino, per esempio, permette di gestire il funzionamento di diversi oggetti solo attraverso una connessione internet. Da remoto, in totale comodità è possibile gestire il videocitofono, la tv, le luci…


My Home Up di BTicono

Questo settore è in continua crescita e per il futuro, gli stessi colossi di internet, prevedono di lanciare in commercio delle app davvero rivoluzionare. La casa del futuro protagonista dei film di fantascienza di trent’anni fa non è poi così lontana dal diventare realtà.

Se avete dei figli adolescenti la domotica può esservi di gran aiuto. Per esempio è  possibile spegnere il televisore della loro cameretta o lo stereo, attraverso un’app e senza muovervi dal divano.


Domotica anche in cucina. E dopo il forno smart che si accende a distanza dallo smartphone, il prossimo passo sarà quello della app che ti permette di risparmiare sul cibo. Basta fotografare gli avanzi in frigorifero e il cervellone ti suggerisce possibili ricette che ti permettano di utilizzare quegli ingredienti così da evitare gli sprechi. Insomma, dalla lavastoviglie super compatta, in formato mini, proposta da una nota azienda americana, ai robot parlanti. Il futuro della domotica sembra davvero trovare un senso, e piano piano ( si spera) diventerà accessibile a tutti.


cucina domotica

Per il momento tutti possono con poco installare un sistema di videosorveglianza via app, come il famosissimo Alfred, che funziona anche da baby monitor.

Per chi invece desidera coltivare in casa un piccolo orto, in commercio esistono sistemi che permettono di crearlo e che ti informano a distanza dello stato della tua produzione.

Non dimentichiamo che una casa cibernetica è una casa in cui si riducono in modo notevole e visibile i costi a fine mese. Le luci si spengono sempre quando non c’è nessuno che le sta usando, e lo stesso vale per tutti i dispositivi elettronici. Non dimentichiamo che la possibilità di azionare la lavatrice oppure il riscaldamento a distanza, permette di sfruttare al massimo le fasce orarie più convenienti. 
Altro fattore importantissimo: la domotica, oltre a rappresentare un vantaggio economico, ha anche un effetto positivo sull’ambiente.

4 Ottobre 2018 / / Idee

La camera da letto è sicuramente la zona più intima e personale della propria abitazione. E’ il luogo dove ciascuno di noi conserva le cose più preziose e soprattutto dove riposiamo lasciandoci alle spalle un’altra giornata faticosa e frenetica.

Solitamente quando acquistiamo il letto, lo desideriamo comodo, con testiera, a volte pediera, con o senza contenitore.

Ma se possediamo già una struttura e vogliamo personalizzarla e renderla davvero unica, perchè non trovare soluzioni alternative?

https://www.facebook.com/vogliacasa/

Esistono infiniti modi per realizzare questa operazione e il metodo più innovativo è quello di creare una testiera su misura e per le nostre esigenze.

Testiera personalizzata

In tessuto, imbottite, in legno, disegnate, con sticker, effetto lavagna, con libri, vecchie persiane….ce ne sono davvero per tutti i gusti!!!

Per realizzazioni scrivete a vogliacasa.it@gmail.com

4 Ottobre 2018 / / Case e Interni

Soggiorno combinazione di stili

Il mondo sarebbe piuttosto noioso, se tutti avessimo lo stesso gusto nell’arredare. A noi di Case e Interni piace poter stimolare la creatività guardando anche case che si allontanano dai percorsi consueti. Questo appartamento in Andalusia (forse un render ben riuscito) in un complesso di nuova costruzione, è stato arredato con un approccio eclettico, utilizzando un mix intrigante di colori trame e fantasie per dare forma a una casa non banale.

Lo stile eclettico nell’arredamento è una combinazione di stili e periodi diversi ed offre la possibilità di mettere in mostra la propria personalità.

Certo, non è uno stile per tutti: c’è una linea sottile tra un soggiorno splendidamente eclettico e una stanza che è semplicemente caotica e kitsch. Arredare stanze in stile eclettico non significa rifiutare ogni regola. Gli spazi eclettici più riusciti riescono a mettere insieme forme, trame e colori apparentemente disparati, utilizzando alcuni trucchi per mantenere tutto in armonia.

Lo stile eclettico qui è fresco, contemporaneo ed esotico. I materiali naturali e le differenti texture aiutano a creare uno sfondo che accoglie accenti di colore e collezioni di oggetti disparati, tutti in perfetto equilibrio.

Le pareti dell’ingresso sono in verde bosco. Una parete di quel colore prosegue anche nel soggiorno, aggiungendo un tocco di fascino vintage anche grazie alle sedie spaiate e ai mobili in midollino, mentre un sottile accenno di stile industriale, viene introdotto dalle lampade. Cesti ed altri oggetti etnici trovano posto qua e là. L’angolo relax è delicatamente boho chic, accogliente e riposante.

L’appartamento richiama anche un’estetica scandinava, con il suo pavimento in legno, le pareti bianche accanto a tessuti morbidi dai disegni geometrici. Mentre l’elemento eccentrico, che in un arredamento eclettico non può mancare per attirare l’attenzione, sono la serie di fenicotteri e aironi nell’ingresso che prendono spunto dal quadro dai colori oro e malva. Grazie anche allo specchio, l’insieme crea una scenografia interessante.

Qui la creazione di una combinazione di colori comune contribuisce a creare coesione, nel gioco di legni, metalli e tessuti differenti.

Lo stile eclettico è noto anche per l’utilizzo di decorazioni uniche: collezioni di ceramiche, lampade e specchi insieme a pezzi più grandi come tappeti, quadri, sculture.

In uno stile dove ci sono molti stimoli visivi è importante anche avere spazi meno “carichi” per bilanciare. La piccola cucina, tutta bianca e dal design lineare, qui svolge questo scopo, pur mantenendo alcuni accenti di colore.

Anche la camera da letto, ha un design pulito, interrotto solo dalla testata tradizionale spagnola, che è stata dipinta di malva come il muro di sfondo, creando un piacevole chiaro-scuro. Mentre come accento troviamo i due comodini e il cuscino di un vibrante blu elettrico.

Copia lo stile, anche solo per dare un nuovo look al soggiorno

– Mescola stili, texture e fantasie tenendo un filo conduttore nella palette di colori

– Utilizza alcuni contrasti di colore inattesi

– Dai importanza ai tessuti e non dimenticare i tappeti

– Abbellisci le pareti con collezioni di specchi, quadri o altri oggetti

– Aggiungi il tuo tocco personale con alcune decorazioni insolite

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

casa-stile-eclettico-arredamento (6)

casa-stile-eclettico-arredamento (7)

casa-stile-eclettico-arredamento (8)

Fonte: myramardos.com

Anna e Marco – CASE E INTERNI

4 Ottobre 2018 / / Architettura

Il Cersaie 2018 si è appena concluso: focus sulle novità nei settori della ceramica e dell’arredobagno

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno Vogue

Grande successo anche quest’anno per il Cersaie, giunto alla 35° edizione: più di 100.000 visitatori con un incremento del 4% rispetto allo scorso anno, con una crescita significativa dei visitatori internazionali. La kermesse bolognese si conferma quindi come la vetrina più importante a livello mondiale, palcoscenico ideale per presentare le novità da parte delle aziende. Vediamo le novità più significative, quelle che probabilmente detteranno le tendenze nei prossimi mesi.

Rivestimenti

Sulla cresta dell’onda da parecchi anni, il grès porcellanato è ormai sempre più lanciato grazie ai grandi formati e ai rivestimenti adatti per tutte le superfici, anche in outdoor. Quest’anno è la versione effetto legno a presentarsi in grande spolvero, offrendo nuove superfici sempre più simili ai tradizionali parquet: listoni posati a correre, a spina di pesce, a mosaico, per rivestimenti a pavimento ma anche a parete e per tutti gli ambienti, perfino in esterno. Una scelta obbligata per chi ama il calore e l’eleganza del legno.

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno gres porcellanato effetto legno

Poi ci sono le piastrelle che strizzano l’occhio al mondo fashion, e allora ecco un tripudio di effetti metallici, cromie cangianti ed un’esplosione di colori, come nella collezione Eclettica, presentata da Marazzi: sul grande formato (40×120) si alternano le otto tinte prescelte (Rose, Purple, Taupe, Cream, White, Anthracite, Sage, Blue) animate da effetti 3D o impresse in decori stampati in digitale. Una collezione molto versatile che può dare vita ad abbinamenti originali e molto eleganti, combinando tra loro le diverse varianti.

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno collezione Eclettica Marazzi

Grande successo anche per le carte da parati in stampa digitale per ambienti umidi: non è una novità ma volevo segnalare Woven Vinyl di Skinwall Dream Wallpaper, azienda italianissima, nonostante il nome. Questo materiale innovativo, già presentato l’anno scorso, oltre ad essere idroreppellente, lavabile, igienico, ignifugo e resistente,  si arricchisce di altre qualità: maggiori performance dal lato tecnologico e una scelta di 43 nuove grafiche della collezione Palingenesi dedicata alla natura e la Suite Collection con 10 carte da parati firmate dai designer Fabio Iemmi, Michelangelo Bonfiglioli e Gloria Zanotti. 

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno carte da parati

Pink Arizona, Collezione Paligenesi by Skinwall Dream Wallpaper

Un cenno alle raffinate collezioni in grès smaltato presentate dai tre brand del gruppo ALTAECO: Ceramica Bardelli prosegue la collaborazione con Studiopepe con la collezione di piastrelle Pittorica per interni, dalle semplici geometrie declinate in 14 colori opachi e disponibile nei formati 25×25, 6×25 e l’insolita mattonella a triangolo 25x25x25, che consente di comporre motivi a piacere.

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno studiopepe

Collezione Pittorica by Studiopepe per Ceramica Bardelli

Marcante Testa reinterpreta invece Confetti per Ceramica Vogue, la collezione presentata al Cersaie 2017 aggiungendo tridimensionalità ai segni grafici dal sapore retrò, nella nuova collezione Dekorami. Appiani invece si presenta con il nuovo mosaico Denim, per interni ed esterni. (foto di copertina)

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno

Novità assoluta, le piastrelle rotonde Circle Wall di De Castelli permettono di realizzare un sistema di rivestimento innovativo che consiste nel sovrapporre i vari pezzi creando un effetto 3D. Anche il materiale che le compone è insolito: si tratta di ottone, lavorato in modi differenti per ottenere finiture e cromie che vanno dal dorato caldo al dorato freddo, da bronzo fino al bruciato e al testa di moro. Molto interessante.

Ceramiche, rubinetterie  e sanitari

Nel campo dei sanitari, continua la tendenza che vede il benessere e il lusso al primo posto, mentre dal lato stilistico non si registrano grandi novità, visto che continua la convivenza di estetiche diverse. Lavabi con pagliuzze d’oro, soffioni doccia multisensoriali, cabine doccia super accessoriate e vasche free standing, come da copione.

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno

Cersaie 2018 novita rivestimenti e bagno wc in solid surface

Il vaso in Solid Surface con l’interno in ceramica: collezione Revolution by Esedra

Parliamo invece di Esedra®, brand di SDR Ceramiche, e della collezione Revolution®, presentata come novità assoluta nel settore della ceramica sanitaria. Realizzati in Livin-Stone® (solid surface), i bidet e vasi Revolution® sono nati con l’intento di rivoluzionare tutto il comparto, proponendo un materiale fino ad ora riservato a lavabi, piatti doccia, vasche e piani integrati ai mobili. In effetti, l’utilizzo dei Solid Surface ha permesso virtuosismi estetici e innovazioni tecnologiche mai viste prima, dunque vedremo se la proposta di Esedra avrà un seguito rilevante.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER