16 Ottobre 2018 / / Design

Immaginate di mettere insieme un brand storico della moda italiana, Fendi (ed in particolare la Fondazione Alda Fendi Esperimenti), un’archistar, Jean Nouvel, ed un immobile storico, costituito da tre edifici, completamente da restaurare ma in un’area tra le più pregiate e delicate del centro storico di Roma, accanto all’arco di Giano a due passi dalla Bocca della Verità e dalla Chiesa di S. Giorgio al Velabro.
Cosa nasce dall’incontro  di questi tre elementi? Rhinoceros, insieme spazio espositivo, hotel e, sulla terrazza, da cui, inutile dirlo, si gode di una veduta eccezionale a 360°, un ristorante affidato ad famoso brand della ristorazione parigina.
Le suite visitabili sono caratterizzate da pareti delabré o murature a vista (anche riprodotte sulle ante degli armadi mediante l’utilizzo di carte da parati fotorealistiche) arredi minimali, pavimenti in resina, cucine in acciaio a scomparsa,  tinte sobrie per gli imbottiti. Ovviamente tutte panoramiche.
L’intento dichiarato di Nouvel è rendere riconoscibili, pur rinnovando, le stratificazioni del tempo che passa.
Esperimento riuscito? Giudicate voi.

A Rhinoceros in Rome

Imagine putting together a historical brand of Italian fashion, Fendi (and in particular the Alda Fendi Experiments Foundation), an archistar, Jean Nouvel, and a historic building, consisting of three buildings, completely to be restored but in an area between more precious and delicate of the historical center of Rome, next to the arch of Giano a few steps from the Bocca della Verità and the Church of S. Giorgio al Velabro.
What arises from the meeting of these three elements? Rhinoceros, exhibition space, hotel and, on the terrace, from which, needless to say, you can enjoy an exceptional 360° view, a restaurant entrusted to a famous Parisian restaurant brand.
The suites that can be visited are characterized by delabré walls or exposed walls (also reproduced on the wardrobe doors through the use of photorealistic wallpapers) minimal furnishings, resin floors, retractable steel kitchens, sober colors for the upholstered furniture. Obviously all panoramic.
The declared intent of Nouvel is to make recognizable, while renewing, the stratifications of passing time.

The experiment is a successful? Judge for yourself.

 

16 Ottobre 2018 / / Decor

L’autunno è alle porte e con lui i suoi meravigliosi doni. Come possiamo sfruttare quello che ci regala la natura? Con 5 esempi per decorare con le foglie.

……….

Una delle stagioni più belle dell’anno è alle porte, pronta a portarci il freddo si, ma anche tanti doni naturali. Pensate solo ai colori della natura in autunno, le pigne e le foglie. Tutti elementi che possiamo sfruttare a nostro vantaggio per decorare casa praticamente a zero euro.

Ci vuole un po’ di manualità è vero, ma neanche tanta. Ho trovato 5 carinissime idee per decorare con le foglie, volete vederle?

IDEE SEMPLICI E D’EFFETTO PER DECORARE CON LE FOGLIE

Vi avevo promesso idee semplici e così sarà. Cominciamo con le foglie verdi: avete qualche bella pianta tropicale in casa, di quelle con le foglie giganti e decorative? Raccoglietene una per tipo (o fatevele dare da un amico/a che le ha) e inseritele in cornici dal fondo trasparente. Usate cornici di formati diversi e disponetele sulla parete che preferite. Ci sarà un bellissimo effetto decorativo un po’ museo delle scienze naturali.

Oppure mettetele all’interno di vasi cilindrici di diversi formati: saranno perfetti come centro tavola.

decorare con le foglie

|Image credits: decoartinc|

decorare con le foglie

|Image credits: thecottagemarket.com|

Un’altra idea molto carina e semplice è quella di raccogliere piccoli frammenti di piante rampicanti (loro hanno usato l’eucalipto invece) e legarne un’estremità ad un filo. Questo filo verrà annodato ad bastoncino di legno che avrà una corda alle estremità. La corda vi permetterà di agganciare lo “scacciapensieri” naturale al muro. Perfetto se quelli in macramè non fanno per voi.

Volete una soluzione ancora più facile? Entry level proprio? Raccogliete alcuni rami di alberi con foglie dai colori rossastri, aceri ad esempio. Inseriti all’interno di un vaso alto saranno una decorazione assicurata.

decorare con le foglie

|Image credits: ideadesigncasa|

decorare con le foglie

|Image credits: ideadesigncasa|

NON SIETE FATTI PER IL FAI DA TE?

Non avete assolutamente voglia di passeggiare per i boschi alla ricerca di foglie e simili e men che meno di darvi al fai-da-te? Bé, siete fortunati perché le foglie sono ancora un trend. Vi basterà comprare qualche accessorio a tema per portare comunque le foglie a casa.

decorare con le foglie

|Image credits: Maisons du Monde|

L’articolo 4 idee (più una) per decorare con le foglie sembra essere il primo su VHD.

16 Ottobre 2018 / / Coffee Break

La conoscenza approfondita dei materiali non solo quelli da costruzione ma soprattutto tutti quei materiali che contribuiscono a dare personalità a un progetto è molto importante per un architetto, per noi di CAFElab è molto interessante studiare le possibilità e sperimentare gli utilizzi dei materiali, che siano gli ultimi ritrovati della tecnologia industriale come quelli più tradizionali.
Uno dei materiali da manifattura più diffusi al mondo è naturalmente, il legno,
su cui c’è una sapienza millenaria, fatta di esperienze e tecnicne di lavorazione tradizionali che rischiamo di perdere.
Questo è il primo di una serie di articoli con cui esploreremo le qualità delle essenze più comunemente utilizzate

100.000 alberi diversi

In tutto il mondo sono state identificate oltre 100.000 diverse specie di alberi; molte sono in pericolo, inaccessibili o non sono adatti per essere utilizzati come legname. In effetti, solo una piccolissima parte viene utilizzata come materiale da costruzione, una piccola porzione che però comprende oltre 500 specie

Per lo più tendiamo ad utilizzare essenze geograficamente vicine, la Quercia, il Castagno e varie conifere come il Pino, l’Abete e il Larice ma in tutto il mondo si trovano legni dalle qualità e dai colori più variegati

Misurare la durezza

Uno dei modi per classificare e quindi identificare il possibile utilizzo di un legno è la durezza: ci sono vari metodi empirici, in Europa si predilige il test di Brinell, che consiste nel misurare l’impronta lasciata da una sfera di ferro da 1 cm su cui si esercita una pressione calcolata in chili per centimetro quadrato.

Sulla base della durezza i legni si dividono in tenerissimi, teneri, mediocremente duri, molto duri, durissimi e ossei

Comprensibilmente più un legno è duro, più è difficile lavorarlo

il Ritiro

E’ un indicatore fondamentale: il legno asciugandosi si contrae, questo è spesso un buon indicatore di quanto il legno si deformerà in seguito ai cambiamenti ambientali, un effetto chiamato movimento stagionale.
Si dice spesso che il legno è vivo perchè, per esempio, assorbe l’umidità dell’aria contraendosi o espandendosi.
Un legno che si muove molto non è adatto per applicazioni in cui la deformazione non è accettabile.

Ci sono altri fattori che qualificano un legno come il peso, la stabilità e la presenza e la disposizione dei nodi che possono caratterizzare un legno in maniera distintiva, come per esempio il larice.
E infine il colore gioca probabilmente il ruolo più importante nella scelta dell’essenza anche se naturalmente un legno può essere trattato per assumere qualsiasi tipo di aspetto.

The beauty of materials: wood 1

The in-depth knowledge of both building materials and those that contribute to giving personality to a project is very important for an architect, for us at CAFElab it is very interesting to study the possibilities and experiment with the use of materials, both the latest findings of industrial technology as well as the more traditional ones.

One of the most widespread manufacturing materials in the world is, of course, wood, on which there is a millennial wisdom, made up of experiences and traditional manufacturing techniques that we risk losing.
This is the first of a series of articles with which we will explore the qualities of the most commonly used essences

100,000 different trees

More than 100,000 different tree species have been identified worldwide; many are in danger, inaccessible or are not suitable for use as lumber. In fact, only a very small part is used as a building material, a small portion that however includes over 500 species
Mostly we tend to use geographically close essences, the Oak, the Chestnut and various conifers such as Pine, Fir and Larch but all over the world we find woods with the most varied qualities and colors.

Measure hardness

One of the methods for classifying and therefore identifying the possible use of a wood is the hardness: there are various empirical methods, in Europe the Brinell test is preferred, which consists in measuring the impression left by a 1 cm iron sphere on which pressure is exerted
Based on the hardness of the wood are divided into very tender, tender, moderately hard, very hard and bony. Understandably, more wood is hard, the harder it is to work it

Shrinkage

It is a fundamental indicator: the drying wood contracts, this is often a good indicator of how the wood will deform as a result of environmental changes, an effect called seasonal movement. It is often said that wood is alive because, for example, it absorbs moisture from the air by contracting or expanding. A wood that moves a lot is not suitable for applications where the deformation is not acceptable.

There are other factors that qualify a wood such as weight, stability and the presence and arrangement of the knots that can characterize a wood in a distinctive way, such as larch.
And finally, color plays probably the most important role in the choice of the essence even if naturally a wood can be treated to take on any kind of appearance.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

16 Ottobre 2018 / / Idee

L’antibagno è il locale antistante al vano destinato a svolgere la funzione di servizio igienico, per molti è un perfetto sconosciuto, poiché non è un elemento tradizionale delle nostre abitazioni, ma oggi la sua presenza è obbligatoria sia nelle nuove costruzioni sia nelle ristrutturazioni quando la porta del bagno, in sua assenza, si apre direttamente su un locale della zona giorno.

E’ invece normalmente consentito prevedere un bagno, ad esempio in camera, senza dover per forza realizzare l’antibagno, solo se quello non è il bagno principale della casa e non da su una zona giorno.

Nonostante l’antibagno in fondo sia un locale abbastanza secondario della casa, è sorprendente la sua importanza e la sua funzionalità!

Può essere studiato per accogliere l’angolo lavanderia, arredato in stile per contenere cesti della biancheria, detersivi o essere utilizzato come scarpiera e ripostiglio.

Per chi invece vuole ovviare alla doppia porta ma rispettare in ogni caso la legge, può appellarsi a quelle pareti vetrate con apertura che separano ma non chiudono gli spazi in due ambienti.

Anche se la normativa vigente non indica le dimensioni precise, in molti regolamenti comunali è stabilito che tale locale debba misurare almeno 1 x 1,2 metri. Al suo interno vi si può collocare un mobile con lavabo, mentre i sanitari vanno opportunamente installati in uno spazio separato. Non è necessaria un apertura finestrata in entrambi i locali ma sarebbe meglio prevedere un punto di aereazione con un sistema di ventilazione forzata.

16 Ottobre 2018 / / Decor

Il Catalogo IKEA 2019 è ricco di novità, con soluzioni adeguate a ogni situazione

Il catalogo IKEA 2019 è ricco di novità, con soluzioni adeguate a ogni situazione. Naturalmente soluzioni ingegnose, di stile e accessibili, pensate per arredare ogni angolo della casa.

Ecco per voi 10 imperdibili complementi d’arredo per l’autunno scelti dal nuovo catalogo IKEA 2019!



zerbino MEJLS
Lo zerbino MEJLS, dal basso impatto ambientale, è perfetto per accogliere i tuoi ospiti. I nuovi zerbini, in poliestere ricavato da bottiglie di plastica riciclate, permettono di utilizzare risorse che altrimenti verrebbero sprecate. Questi zerbini sono riciclabili e realizzati con una tecnica di stampa digitale che permette di colorare il materiale in modo più sostenibile. Lo zerbino MEJLS ha anche il dorso antiscivolo.


serie IVAR Ikea

Pensi di non avere spazio a sufficienza? Ricrediti. Con gli elementi della serie IVAR puoi comporre una soluzione chiusa adatta a tenere in ordine i tuoi tesori preziosi, come gli album fotografici o l’occorrente per il tuo hobby preferito. Questa soluzione offre anche una comoda superficie su cui esporre i piccoli oggetti speciali che contribuiscono fortemente a personalizzare l’ambiente.

lampada SJÖPENNA con paralume in carta

L’atmosfera è importante. Quando scegliamo i mobili, spesso diamo priorità a colore e forma, ma, per creare una stanza in cui stare veramente bene, texture e qualità della luce sono altrettanto importanti. In questo ambiente l’obiettivo è la morbidezza, con soffici plaid, cuscini vaporosi e velate tende che filtrano i raggi del sole. E con la luce calda e diffusa di una lampada SJÖPENNA con paralume in carta.


set di tavolini GRANBODA

Il set di tavolini GRANBODA in tonalità tenui e sfumate è funzionale e ha un aspetto elegante. I tavolini sono sempre a portata di mano per lavorare, fare uno spuntino o giocare. Li puoi usare dove preferisci, e quando devi fare spazio basterà impilarli in un angolo e non ingombreranno la stanza.

pouf DIHULT Ikea

Quando in casa servono delle sedute extra, i pouf sono una valida soluzione. I pouf DIHULT sono morbidi e allegri elementi che puoi posizionare dove vuoi; e quando non servono, basterà appenderli alla parete per liberare la superficie a terra.


tappeto AVSIKTLIG a pelo corto

Per rendere più accogliente il soggiorno non può assolutamente mancare un tappeto. AVSIKTLIG è un tappeto a pelo corto durevole, resistente alle macchie e di facile manutenzione poiché è in fibre sintetiche. Il pelo spesso attutisce i suoni e offre una superficie morbida su cui camminare.


sedia trasparente TOBIAS

Per il tavolo da pranzo in cucina o nel soggiorno, la sedia trasparente TOBIAS ha un design elegante e misurato, che sta bene ovunque!


carrello BROR

Il carrello BROR ha un piano d’appoggio in legno che dona stile a questo sistema di scaffali molto resistente. Il suo design industriale, caratterizzato da linee semplici, si adatta a qualsiasi ambiente. Realizzato in acciaio galvanizzato con rivestimento a polvere nero.


tende oscuranti MAJGULL

Un sano riposo oggi significa una vita più sana e felice domani. Con le tende oscuranti MAJGULL, la camera da letto sarà un luogo più intimo e sereno in cui riposare.


attaccapanni KUBBIS Ikea

Se in camera quasi tutto è riposto dietro ad ante e frontali, puoi permetterti una soluzione a giorno come l’attaccapanni KUBBISsenza cedere a compromessi in termini di ordine. Rimarrà in vista solo il necessario per domani, e il tuo risveglio sarà più dolce e piacevole. 

16 Ottobre 2018 / / Design

Pittura su legno YiShu Wang

La pittura su legno di YiShu Wang si concentra su ritratti sognanti di bamboline manga circondate da simboli ed elementi della tradizione orientale

YiShu Wang è un’artista di origini cinesi che si muove nell’ambito del surrealismo pop e si è specializzata nella pittura su legno con colori acrilici. Le sue ragazzine, dipinte nello stile di un fumetto manga, hanno proporzioni anomale e teste enormi che creano un contrasto ambiguo con il realismo dei dettagli inducendo lo spettatore a chiedersi se rappresentino il sogno o la realtà.

L’artista è nata in Cina ma dai 7 ai 14 anni ha vissuto in Giappone con la sua famiglia. Dopo il diploma ha proseguito i suoi studi artistici negli Stati Uniti alla University of Massachusetts. Attualmente vive e lavora a Pechino dove continua a dipingere le sue ragazzine sognanti utilizzando come base dei pannelli di legno su cui prima disegna e poi dipinge i suoi soggetti.
Le sue opere sono popolate da elementi e simboli della tradizione orientale ma anche di una sua personale simbologia fatta di animaletti kawaii, come gattini o coniglietti, e sono sempre caratterizzate da una palette di colori pastello molto tenui, quasi sempre dal rosa all’azzurro.

Pittura su legno YiShu Wang

Come racconta lei stessa, per YiShu Wang l’arte rappresenta uno sfogo emotivo, un modo di trasmettere la gioia o la tristezza, di fondere il passato e il presente.

I miei lavori hanno una profonda connessione con la mia infanzia. Come figlia unica in famiglia, ho passato molto tempo a perdermi nel mondo dell’immaginazione insieme alle mie bambole e ai personaggi immaginari che popolano i libri Manga. Disegnare un mondo d’infanzia mi ricorda l’innocenza e la semplicità e mi fa sentire sollievo e conforto. Considero le mie opere come il mio privato rifugio emotivo, un luogo protetto che può allontanare il mio dolore; un posto tranquillo che mi ricorda la mia infanzia innocente e mi lascia vivere come vorrei.
Badappleartists.com

• LEGGI ANCHE: Pirografia, natura e art nouveau: il mix di Fay Helfer

Pittura su legno YiShu Wang - Nostalgia World

Pittura su legno YiShu Wang – Nostalgia World

Aninaletti kawaii e colori soffusi caratterizzano la pittura su legno di YiShu Wang

Animaletti kawaii e colori soffusi caratterizzano la pittura su legno di YiShu Wang

Pittura su legno YiShu Wang

Surrealismo pop di YiShu Wang

Pittura su legno YiShu Wang

Pittura su legno YiShu Wang

L’articolo La delicata pittura su legno di YiShu Wang, artista surrealista proviene da Things I Like Today.

16 Ottobre 2018 / / Design

Il letto trasformabile è una valida soluzione salva spazio, perfetta per arredare in modo funzionale i piccoli spazi.

Letto trasformabile quale scegliere letto contenitore

Se ci si trova a dover arredare una stanza di pochi metri quadrati, la soluzione migliore è quella di utilizzare oggetti multifunzionali, come i letti trasformabili.  Oggi esistono in commercio valide soluzioni che uniscono qualità e praticità, senza perdere di vista il lato estetico. Ecco 5 soluzioni estremamente funzionali che permettono di sfruttare pienamente lo spazio, adatte sia per camere da letto di dimensioni ridotte, sia per i monolocali:

Letti a ribalta

Se la metratura della stanza non permette di posizionare un letto nel modo giusto, si può scegliere il modello a ribalta, che si nasconde verticalmente in un armadio: in questo modo il letto scomparirà completamente alla vista. Per coricarsi la sera, sarà sufficiente abbassarlo fino a terra. Questa è una soluzione lineare e compatta, che permette di arredare al meglio anche i piccoli spazi, per crearne di nuovi destinati ad altre esigenze. Questi modelli si possono trovare con letti singoli o matrimoniali, e anche con letti sovrapposti o affiancati. Alcune soluzioni permettono di sfruttare lo spazio libero che viene a crearsi quando il letto è chiuso, per esempio con scrivanie o sedute integrate.

Letto trasformabile quale scegliere letto a ribalta
Letto contenitore

Molto pratico il letto-contenitore: lo spazio sottostante il materasso è sfruttato per riporre gli oggetti meno utilizzati, come le coperte o il cambio di stagione. Questi spazi sono molto capienti e sfruttano in modo intelligente un volume che corrisponde all’incirca a quello di un piccolo armadio, preservando inoltre questa zona dagli accumuli di polvere e donando un tocco di stile a tutta la camera.

Letti a castello multifunzione

Nel caso in cui si debba arredare una cameretta per bambini poco spaziosa, è possibile utilizzare i letti rialzati , che  permettono di concentrare diverse funzioni in uno spazio di pochi mq. Le combinazioni possibili sono molteplici: dai due letti sovrapposti ad un unico letto rialzato con la zona sottostante trasformata in armadio, zona studio o zona gioco. Per poter salire comodamente questi modelli sono dotati di scalette o di strutture a gradini composte da cassetti o scaffali di profondità diverse.

Letto trasformabile quale scegliere letti a castello

Con testiera contenitore

Chi ama leggere o utilizzare il tablet o il computer comodamente sdraiato, con questa soluzione può trovarsi perfettamente a suo agio: la testiera contenitore integrata ad alcuni modelli funge infatti allo stesso tempo da recipiente e da appoggio per la lampada da lettura, per i libri e per i dispositivi digitali. 

I letti mobili

I letti dotati di ruote  hanno il vantaggio di poter essere posizionati dove si vuole. Di notte può essere collocato davanti all’armadio, mentre durante il giorno si può facilmente spostare in un angolo e, con l’aiuto di grossi cuscini, si può trasformare in un divano. Naturalmente le ruote si possono bloccare con un semplice gesto, in modo tale da non correre il rischio di ritrovarsi in un’altra stanza mentre si dorme!

Letto trasformabile quale scegliere letto su ruote


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER