6 Novembre 2018 / / Design

Bianca o colorata, con il piano in mineralmarmo o in laminato, con maniglia o con anta a gola, con il frigorifero free standing o a incasso, in linea o ad angolo? Quando bisogna scegliere la cucina, le domande che ci si trova ad affrontare sembrano essere infinite. In più, ben prima di arrivare a queste domande, la questione più importante è decidere che stile vogliamo dare a quello che sarà l’ambiente più vissuto della nostra casa.

Classica o moderna? Fino a non molto tempo fa questa decisione sembrava essere salomonica: o tradizionale o minimalista e, inevitabilmente, una volta deciso da che parte stare, la cucina sarebbe stata o come quella della bisnonna, oppure accogliente come un  laboratorio di microbiologia. Ho visto davvero scegliere cucine rustiche, in pieno stile casa nella prateria, con la motivazione che “deve dare il senso di famiglia”oppure con la scusa che è più semplice da gestire, perché una cucina moderna ha bisogno di essere mantenuta sempre in un ordine monacale, non si può lasciare nulla in giro, nemmeno un barattolo di zucchero o un cucchiaio di legno a vista.

Riflettendo su questa spinosa questione ho iniziato a cercare immagini che mettessero d’accordo le due fazioni . Quindi ecco a voi delle cucine minimal con un leggero tocco classico. Essenziali, raffinate, nei colori più di tendenza e con attualissimi dettagli decor ma con piccoli e sofisticati richiami al passato: l’anta specchiata, il piano in marmo, il legno scuro, i pomoli o le maniglie in ottone . Cucine in cui sentire tutto il calore di casa senza per forza riprodurre lo stile di una fattoria del Minnesota.

 

 

 
Questi sono gli esempi di cucine che proporrei a chi mi chiedesse di progettare una cucina classica, che sa di famiglia: lineari, di un caldo e raffinato minimal, con piccoli dettagli che richiamano la tradizione. 
Enjoy Your Home!
Credits

1.  2.  3.  4.  5.  6.  7.  8.  9. 10.  11.  12. 
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

6 Novembre 2018 / / +deco

Il ristorante Giapponese Ryù a Westmount (Canada), progettato da Ménard Dworkind,è un ottimo esempio di naturale eleganza.

L’interno ruota attorno al concetto di linea e di cerchio, al legno e al cemento. I rivestimenti sono a liste ma sono curvi , le sedie del bar sono squadrate ma poi hanno a decorazione un buco tondo sulla base, i pendenti neri sono aste con lampadine tonde, le sedute delle panche che circondano i tavoli rotondi sono sinuose, ma la panellatura dietro è a liste, come le sedie tondeggianti su gambe a stecche; il bar è sovrastato da un gioco di liste di legno che creano una curva ad angolo a contrasto con le squadrate luci sopra il bancone e via dicendo.

Due materiali, il cemento ed il legno, dominano lo spazio e uniscono le geometrie. E’ tutto grigio e di un mieloso giallo legno dentro Ryù, a parte alcuni accenti verdi (le piante) o azzurro smeraldo (le tappezzerie) o neri (i faretti, i condotti, l’uniforme dello staff etc).

La lavorazione dell’intonaco sui muri suggerisce, almeno a me,  il profilo di una foresta astratta.

Per altre idee, dai un’occhiata all’originalissimo Caso Do Coto Hotel a Porto o all’ appartamento di Olimpia e Edoardo a Roma; oppure guarda come usare i mattoni in cemento

a casa tua.

Photos by David Dworkind.

The post Legno e cemento per il ristorante Ryù appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

6 Novembre 2018 / / Colori

Siamo a Novembre e uno dei periodi più belli dell’anno si avvicina: Natale. Vediamo come usare il rosso per arredare, il colore del periodo.

……….

È decisamente il colore del periodo, l’unico che vi viene in mente ora che il conto alla rovescia per Natale è partito: il rosso. Tonalità forte e decisa, fa venire in mente mille emozioni differenti.

Pensate allo stesso tempo al pericolo e all’amore. Questo perché tutti i colori hanno molteplici significati, anche contrastanti. Il rosso aumenta i battiti cardiaci, l’aggressività e le energie. È il colore del sangue che scorre nel corpo, che entra ed esce dal cuore e per questo è correlato all’amore e alla passione. Ma anche al sangue che esce dalle ferite: pericolo e dolore.

Nei secoli passati il rosso era il colore delle divise dei militari, così come era il colore scelto dagli operai dell’ottocento, nelle lotte contro il capitalismo. Ma esistono mille varianti e sfumature di questo colore: dal rosso, al bordeaux, passando per il borgogna.

Se siete dei fan di questa tonalità continuate a leggere.

POLIEDRICO ED ECCENTRICO: COME USARE IL ROSSO PER ARREDARE

Il primo utilizzo che viene in mente è sicuramente alle pareti. Una parete accento in rosso attira di sicuro l’attenzione e la distoglie da ciò che non vi piace. Una parete sola, soprattutto in stanze non molto grandi è più che sufficiente.

Se però siete amanti degli effetti scenici, provate a dipingere le pareti di una stanza molto piccola, tenendo il resto dei mobili ed accessori in toni chiari. Effetto wow garantito.  Oppure con una carta da parati a fondo rosso, con dei motivi decorativi in primo piano. Perfetto per un ingresso o un soggiorno importante.

Con le pareti rosse è importante progettare bene l’illuminazione artificiale. Il rosso assorbe la luce e la restituisce con un grande riflesso rosso. Scegliete lampadine led o con luce bianca quanto più possibile: avrete la giusta illuminazione senza grandi riflessi rossi.

usare il rosso per arredare

|Image credits: Maisons du Monde|

usare il rosso per arredare

|Image credits: Ikea|

Passiamo alle idee più soft ma comunque di tendenza. Un bel divano rosso, magari in velluto, a centro stanza darà subito un effetto decor che rimanda allo stile moderno. Ma anche una cucina metà rossa e metà bianca può essere un buon compromesso se volete usare questo colore in casa, ma non alle pareti.

Un tappeto rosso è utilissimo se volete coprire un pavimento che non vi piace molto, perché diventa subito il protagonista della stanza. Non volete usare il rosso tinta unita? Usate stoffe e tessuti con stampe e decori in rosso: il colore sarà comunque visibile ma non in grande quantità.

usare il rosso per arredare

|Image credits: Maisons du Monde|

usare il rosso per arredare

Con quali colori abbinare il rosso? Con i grigi assolutamente, sono il contraltare migliore. Ma anche con l’oro, il blu e il verde.

L’articolo Guida colore: usare il rosso per arredare casa sembra essere il primo su VHD.

6 Novembre 2018 / / Decor

Ogni collezione del brand Telki Milano è un immaginario viaggio per l’Italia, sulle tracce di tradizioni preziose. Ispirata alla raffinata decorazione in cotto dell’Abbazia di Valserena, monastero cistercense in stile gotico lombardo noto come “la Certosa di Parma” del romanzo di Stendhal, la serie di tappeti, tovagliette, sottopentola e sottobicchieri della collezione Parma è ideale per raffinate atmosfere invernali, e originale idea regalo.  


tappeto Parma
tappeto Parma

I tappeti sono disponibili nelle seguenti misure: 60×80 cm, 60×120 cm, 60×160 cm, 60×198 cm, 60×240 cm,120×298 cm. (Prezzo da 57,00 €)

Tutti i modelli, ideati dalla designer Patrizia Trupiano, sono adatti ad un utilizzo indoor e outdoor

tovagliette americane Parma
tovagliette americane Parma
tovagliette americane Parma
Sottobicchieri: 10x10cm (7,00 €); sottopentola:20×20 cm (10,00 €); tovagliette: 45×34 cm (12,00 €).
. 
Telki Milano è in vendita nei due negozi e sull’e-shop Moroni Gomma