17 Novembre 2018 / / +deco

Ciao miei amati lettori, come va?

Io sto bene, ho passato il pomeriggio a casa perchè Giulio aveva una brutta tosse e nessuna delle mie risorse di babysitteraggio era disponibile.

E’ stato, a dire il vero, rilassante; sono riuscita a fare tutta una serie di piccole cose che generalmente faccio con tempistiche ninja (e probabilmente malino).

La cosa meravigliosa è che tanto non riesco mai a fare tutto, ci sono sempre cose da fare eppure, se la situazione è più o meno sotto controllo, non mi stresso.

E’ parte della mia personalità spendermi. Essere attiva rende la mia vita più bella.

Per esempio, apparecchio sempre la tavola bene, anche se siamo solo io e Giulio: tovagliolo, forchetta, coltello, piatto fondo e piatto piano rappresentano un piccolo lusso quotidiano che richiede solo qualche minuto di più.

La vita è troppo corta per non spendersi.

Ovviamente questo non significa che non mi piacerebbe passare una o due settimane in uno degli hotel o resort sugli alberi che potete vedere qui sotto (e son sicura che troverei il modo di tenermi occupata).

Qual’è la vostra preferita?

Sono tutte da sogno, quella che preferisco però è la Kingston Treehouse in Sud Africa, anche se rimango con il dubbio che in un hotel così di notte, ti ritrovi con una scimmia nel letto….(e non sto parlando di Alex :).

Ka Bru Forest Villa, Itacarè, Bahia.

Treehotel, Harads, Sweden.

Kingston Treehouse, Lion Sands Game Reserve, South Africa.

Sanctuary Baines, Botswana.

Nay Palad Bird Nest, Segera Resort, Kenya.

The post Alberghi sugli alberi appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

17 Novembre 2018 / / Architettura

open space suddiviso con pareti curve in cartongesso
Il cartongesso è un materiale leggero ed estremamente versatile, che può essere facilmente adattato a qualsiasi ambiente e in qualunque forma. Grazie al montaggio di pannelli su un telaio di legno o metallico, possiamo rimodellare uno spazio in base alle nostre necessità.

Nel campo dell’edilizia, il cartongesso è indubbiamente uno dei materiali più utilizzati, scelto per realizzare interi appartamenti, grazie alla semplicità di posa e alle sue doti impermeabili e isolanti, tanto termiche quanto acusticheIl cartongesso può essere impiegato anche per dare vita a insolite pareti curve, una soluzione perfetta per chi desidera suddividere gli ambienti in modo diverso e originale.

Un ottimo esempio è il progetto realizzato dallo studio Graux& Baeyens Architects, che ha scelto delle fantastiche pareti curve in cartongesso per suddividere un ampio loft open space, situato all’interno di un’ex fabbrica. 
Lo spazio è diviso attraverso due strutture curve incastrate l’una sull’altra. La luce naturale filtra attraverso quattro finestre verticali posizionate nell’angolo della stanza. Durante il giorno, le superfici curvecatturano la luce permettendole di spostarsi gradualmente nelle zone d’ombra, come se fosse un gioco di luce. Il design unico di questo loft può essere attribuito alla sua complessa geometria, alle variazioni di linee concave e convesse, ai soffitti a doppia altezza.
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso

Trattandosi di un edificio industriale convertito in abitazioni, nel corso della ristrutturazione sono state mantenute alcune caratteristiche originali, come il soffitto a volta in mattoni, le splendide travi e colonne in acciaio. Le pareti curve in cartongesso sono state finite con una “calce tecnica” fatta su misura e trattata con diversi pigmenti. Per i pavimenti è stata scelta una resina bianca liscia, che contribuisce a riflettere la luce.
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso
open space suddiviso con pareti curve in cartongesso

17 Novembre 2018 / / Case e Interni

Natale Etnico Chic e Minimal

Si avvicina dicembre e con lui la voglia di entrare nella giusta atmosfera natalizia. Lasciamo da parte per una volta lo stile tradizionale e maximalista e facciamoci ispirare invece dall’ Etnico Chic e Minimal! Scoprirai che c’è una freschezza nella semplicità ed essenzialità delle decorazioni di cui non sapevi nulla. Vediamo dunque come coniugare motivi etnici e design minimal nordico.

E’ quello che ha scelto di fare Shelley Street, nella sua casa così lontana dalle latitudini scandinave. Del resto si dice che gli opposti si attraggono! E così che incontriamo un Natale etnochic e minimal.

Siamo in Sud Africa e qui troviamo una tavolozza di colori nordica per il Natale: bianco e nero e qualche accenno di blu scuro e legno. Per un Natale minimalista il black and white è super trendy! Grazie a queste nuance si sono potuti unire elementi di origini molto diverse. Le decorazioni natalizie, infatti, sono un mix di artigianato locale africano, elementi tradizionali e ispirazioni “Scandi” che fanno della semplicità delle forme, sobrietà, minimalismo le note da cui attingere.

Del resto la proprietaria ha scelto il bianco come protagonista di tutti gli interni della sua abitazione: lo troviamo sia nei pavimenti in resina, sia nelle pareti, sia negli infissi, che nei soffitti. Ma come spesso avviene nello stile scandinavo, alcuni accenti di nero negli arredi e complementi, creano un contrasto interessante e danno profondità. Le decorazioni natalizie non si discostano da questa palette e stile.

Un Natale etnochic e minimal può essere il tipo di stile di festività semplice che stai cercando. Se vuoi copiare lo stile, per prima cosa, opta per un albero semplice fatto di rami dipinti di bianco, ad esempio. Addobba il tuo albero con decorazioni in legno etniche (come i deliziosi uccellini intagliati artigianalmente) e palline optical. Minimal è la parola d’ordine: poche cose ma sapientemente accostate tra loro.

Per la tavola delle Feste cerca runner e portatovaglioli dal sapore etnico e sobrio, piatti dai disegni grafici e bicchieri che sono un mix di tradizione e design.

Le ghirlande non devono essere per forza grandi ed appariscenti. Nelle case del nord Europa nessuna ghirlanda è considerata troppo piccola. è sempre una risorsa per l’home decor natalizio e invernale. Raggruppane diverse su una mensola, appendine una sulla maniglia della finestra o di un armadio.

Anche la carta per avvolgere i regali potrai sceglierla in bianco e nero o disegni geometrici.

Ecco le altre immagini da cui trarre ispirazione per un Natale eclettico etnochic e minimal.

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (3)

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (9)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (10)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (11)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (12)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (13)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (14)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (15)

Fonte: www.homestolove.com.au

Ti può interessare anche:

Natale in Stile Nordico in bianco-nero e legno

Anna e Marco – CASE E INTERNI