La lista di Natale, tra sapori odori e cose belle

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente

Mi piacciono le liste e quella di Natale è la mia preferita: un elenco di oggetti e idee che ispirino la mia quotidianità {a tratti faticosa}, rappresenta un bel risparmio di energie e una ricca fonte di stimoli. Ieri sera davanti al pc ho scritto la mia, di getto. Con un po’ di quelle cose che a Natale non possono mancare.

La lista mia lista di Natale

Che Natale sarebbe senza il forno acceso, dove spiare una torta che lievita o i biscotti che cuociono e sentire nell’aria il profumo della cannella? Più volte mia sorella e io ci siamo ripromesse di fare i vanille kipferl assieme, con i bambini. Spero che questo sia l’anno buono.

Regalare farine biologiche o di altre tipologie, teglie, libri di dolci natalizi, credo possa essere un’idea gradita in questo periodo.

torta di natale

Kaufann Mercantile

Un brindisi bollicinoso a Natale è un appuntamento immancabile. A me piace mangiare e bere bene, le feste sono il momento propizio per assaggiare il meglio con amici e famiglia.

lista di natale

Moet & Chandon Imperial

Natale senza torrone alle mandorle è un sacrilegio. Lo adoro: è un dolce tradizionale italiano delle feste, approfittiamone. Il mio preferito è lo Scaldaferro, un torronificio veneziano che ha un secolo di esperienza. Attenzione alle calorie.

nata

Torrone Scaldaferro

Lo ammetto, alla fine non li porto mai, ma qualcosina tra i capelli – almeno a Natale – mi piacerebbe. Adoro le mollette lunghe alle tempie e i cerchietti con i fiocchi. Uno sfizio!

Hair clips

Mi piace come li porta Marianne Theodorsen, fashion blogger che lavora come digital e marketing manager per il più grande retailer della moda norvegese. La trovo fantastica perché dimostra un’inusuale abilità di essere creativa attraverso vestiti e accessori. Ecco a Natale vorrei avere anch’io qualche clip tra i capelli.

Se ti manca, Natale è l’occasione perfetta per regalartelo o fartelo regalare. Artisan di KitcheAid è troppo bello e funziona che è una meraviglia. Il rosso, secondo me, rende appieno la forma iconica di questo robot da cucina che compie cent’anni.

natale in cucina

KitchenAid

Villeroy and Boch produce sempre cosucce graziose per le festività natalizie. Si possono fare bei regali o aggiornare il proprio parco-oggetti delle feste con prezzi abbordabili.

Finalmente ho la mia bella ghirlanda, di pino argentato vero. Apprezzo ciò che è autentico, sincero, che siano fiori, persone, case. E così di vero, a Natale, avrò anche l’abete: lo stesso dell’anno scorso, me lo aveva portato mio papà. L’ho annaffiato tutto l’anno. Un bellissimo ricordo di lui, che non c’é più.

Due anni fa per Natale avevo preso dei cuscini di lana su WestElm, che ora purtroppo non spedisce più in Europa causa burocrazia (accidenti!). Ho però trovato un’azienda italianissima, Fazzini, che ne ha prodotto uno che sembra un morbido biglietto d’auguri.

Per un Natale che si rispetti non possono mancare le candele, creano quell’atmosfera magica propria soltanto di questo periodo dell’anno.

Anni fa ho conosciuto le candele di Cire Trudon. Sono favolose, una vera chiccheria e una qualità che non avrei immaginato in un oggetto così semplice.

 

Un piatto da mettere al centro della tavola per decorarla a Natale non manca mai a casa mia. A volte lo lascio libero per mostrare il disegno di Babbo Natale, altre volte lo riempio di noci o altra frutta secca. Al momento ho un debole per i piatti di Ilaria.i che ho scoperto su Instagram. Ilaria.i collabora con differenti realtà manifatturiere italiane sperimentando un nuovo modo di concepire i prodotti per la casa. Il risultato è una collezione di oggetti dal gusto decorativo che combinano tecniche artigianali, disegni a mano libera, texture e suggestioni in modo da formare la trama di un racconto dall’aspetto decisamente contemporaneo.

Il nuovo bollitore Plissè ideato da Michele De Lucchi per Alessi è una chicca. Elegante come una gonna a pieghe ma ironico nel materiale. Mi piace. E fa tanto Natale per il colore {che al resto dell’anno dona un po’ di brio in casa}.

E come incarti il regalo? L’importante del pacchetto è che sia originale e personale per far sentire speciale il tuo regalo e chi lo riceve. Perché fatto con il cuore.

carta di natale

Stamperia Tassoti

Quando da piccola andavo a casa di mia zia c’era sempre un calendario dell’Avvento che segnava il tempo del Natale. Non ricordo se a casa mia ci fosse tutti gli anni, di sicuro crea suspance nei bambini. Che il countdown inizi!

Ho una piccola fissazione per queste meravigliose macchinette fotografiche. Non sono certa siano utili, per la dimensione della foto, però che bello tornare un po’ indietro… ai tempi della Polaroid. Mi verrebbe da regalarmene una per Natale.

Qualche anno fa una mia cara collega mi ha regalato un’originalissima boule dell’acqua calda in versione mini. Da mettere in borsetta. Me la regalò proprio a Natale, un pensiero fuori dal comune che una freddolosa come me ha gradito parecchio.

regalo di natale

Chinti & Parker

La mia lista finisce qui. Ora tocca a te: nuove idee sono benvenute, puoi scriverle nello spazio riservato ai commenti qui sotto.

The post La lista di Natale, tra sapori odori e cose belle appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su