6 Dicembre 2018 / / Architettura

serramenti bergamoserramenti bergamoserramenti bergamoserramenti bergamoScegliere i giusti serramenti per la propria abitazione è una questione delicata che deve saper coniugare stile e praticità.

Da un lato l’occhio vuole la sua parte, d’altra parte i serramenti devono rispondere a esigenze di sicurezza e confort ambientale.

Ma innanzitutto un chiarimento necessario: cosa si intende effettivamente per serramenti?

Cosa sono i serramenti e differenze

Se non siete esperti operatori del settore, probabilmente utilizzata le parole serramenti, infissi e finestre in modo interscambiabile. La verità è che però ci sono delle differenze tra queste parole.

Gli infissi propriamente detti sono quell’elemento rigido saldato all’edificio. Sugli infissi ci sono normalmente le ante, fissate al muro tramite cerniere, oppure elementi fissi non apribili, come vetrate o pannelli. Il telaio di un infisso può essere realizzato in diversi materiali: alluminio, pvc o legno, ed essere montato tramite tasselli e viti oppure ancorato al muro con un controtelaio.

Con la parola serramenti si intende l’elemento architettonico vero e proprio, che indicano tutti i varchi nella muratura di un edificio, comprendenti finestre, porte, vetrate, ecc. ecc. È nel telaio che vengono montati i serramenti, rendendoli sicuri e affidabili.

serramenti bergamoserramenti bergamoserramenti bergamo

serramenti bergamo

A cosa servono i serramenti

I serramenti all’interno di una casa hanno moltissime importanti funzioni – sapevatelo!

Innanzitutto, i serramenti regolano il passaggio di luce naturale in casa. Ciò significa che tanto più sono grandi e ariosi, tanta più luminosità a costo zero ne ricaveremo. Sono quindi un fattore importante da valutare in termini di risparmio energetico. Se vogliamo pensare di avere una “casa intelligente” dobbiamo tenere in considerazione anche questo importante elemento.

Altra importante funzione dei serramenti è garantire l’isolamento termoacustico dell’abitazione, garantendo sia che non si crei condensa all’interno della casa sia che all’interno sia preservata una certa quiete e distanza dai rumori e dal fastidioso inquinamento acustico esterno.

Infine: i serramenti proteggono a livello di privacy e sicurezza chi è in casa. Ecco perché devono essere sicuri, stabili e solidi.

serramenti bergamoserramenti bergamo

serramenti bergamo

Scegliere i giusti serramenti

Su un tema così specifico ci sarebbe da dire davvero tantissimo. Sottovalutare dei dettagli comporta degli errori non catastrofici, ma che sicuramente pesano moltissimo sull’economia e benessere del vivere la propria casa.
Per questo motivo le aziende produttrici di serramenti si sono molto evolute nella ricerca di materiali e soluzioni sempre più belle ed intelligenti.

L’azienda di serramenti Bergamo CFG ha ideato una linea di serramenti che presenta delle caratteristiche davvero innovative.
Infatti, quest’azienda ha creato una linea di serramenti in PVC realizzati con pvc rigenerato, con lo scopo di offrire un prodotto competitivo sul mercato ma anche rispettoso dell’ambiente e studiati per chi tiene particolarmente al recupero energetico dell’edificio. Questi serramenti sono robusti, funzionali, e razionali, sia a livello di risparmio che di rispetto ambientale, diventando una vera e propria barriera termica ed acustica tra interno ed esterno dell’abitazione.

In generale i serramenti in PVC non hanno bisogno di particolare manutenzione o assistenza, e si puliscono rapidamente con il semplice passaggio di una spugna.

serramenti bergamoserramenti bergamo

I serramenti costituiscono una parte importante del design di un edificio, di cui è meglio non sottostimare il ruolo onde trovarsi poi in situazioni spiacevoli – troppi rumori, o troppi spifferi – poco dopo averli montati.

Con il pretesto del Natale, pensate anche alla vostra casa e regalatele i giusti serramenti!

L’articolo serramenti Bergamo CFG serramenti innovativi, informazioni e differenze in materia! proviene da Architettura e design a Roma.

6 Dicembre 2018 / / Idee

Una sfida che ho lanciato verso me stessa. Vedere se fossi stata capace di realizzare uno sgabello in pelo fai-da-te. Il tutorial passo per passo.

……….

Ricordo ancora quando l’ho visto e di solito non amo gli oggetti “pelosi”. Eppure quella volta quel piccolo sgabello mi è piaciuto davvero un sacco, forse perché aveva quel tocco chic e sofisticato che non guastava. O forse perché lo vedevo perfetto per la nuova casa, nel mio angolo make-up.

Ero incinta di Seba, stavamo facendo un giro per negozi di modernariato a Milano e l’ho visto. Solo che il prezzo non era dalla mia parte.. In quel periodo non avrei potuto spendere una cifra del genere per un piccolo sgabello. E allora mi son detta: ma perché non lo faccio io? 

Forse galvanizzata anche dai video tutorial di YouTube, ho deciso di lanciarmi nell’impresa. Diciamo che la parte più difficile è stato reperire il materiale di base per costruirlo, lo sgabello. Perché l’assemblaggio in sé non è stato difficile.

Vediamo passo passo come ho fatto.

COME REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE: LA MIA AVVENTURA

Vi faccio vedere subito la foto dell’originale. Carino eh? Non troppo alto, perfetto anche come comodino assolutamente trendy in camera. Di fianco quello che ho realizzato io. Lo uso come comodino e per appoggiare tutto quello che mi serve di notte, oppure per sedermi quando mi trucco.

È più alto dell’originale, ma perché io ho usato i porta carta igienica, per risparmiare sul budget. Altrimenti potete usare le gambe a forcina, come quelle che vedete qui su Amazon. Dovrete poi usare della vernice spray per farle diventare color oro (proprio come abbiamo fatto noi).

L’originale

La mia versione

Non male eh? Ma vediamo cosa serve. Innanzitutto quattro gambe a forcina oppure quattro aste porta carta igienica. Attenzione: in questo caso, più sono robuste e meglio è. Se sono molto sottili e pieghevoli sarà difficile sedercisi sopra, perché lo sgabello tenderà a sbilanciarsi. Potreste usarlo come comodino. Per le quattro aste io ho speso in totale €8.

Poi per fare la seduta vera e propria, io ho trovato questa scatola robusta in legno, di circa 40 cm di larghezza, per 30 di profondità e 20 cm di altezza. Ed è costata circa €10. Sia le aste che la scatola le ho trovate nei negozi “tutto a mille”, per intenderci, quelli in cui si trova di tutto: dai calzini allo scotch.

Passiamo poi all’imbottitura della seduta: gommapiuma, la stessa che si usa per i cuscini copri sedia. Ha un costo irrisorio, pochi euro per 3/4 cuscini in gomma. Io ho usato proprio quelli dei cuscini copri sedia, però potete usare anche i pezzi di gomma interi. Attenzione allo spessore: la gommapiuma che ho usato io era spessa 3 cm. Più è alto lo spessore e più è comoda la sedia.

Per finire il tappeto in pelo da incollare sopra, con la colla a caldo. Io ho ordinato questa da Amazon, due tappeti.

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

Il materiale occorrente

SGABELLO FAI-DA-TE: IL PROCEDIMENTO

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

La prima fase

La prima operazione che abbiamo fatto è stata quella di verniciare in color oro le aste. Le abbiamo disposte su un cavalletto all’aperto, di modo da disperdere i vapori della vernice spray. Mi raccomando, usate la mascherina. Abbiamo dato un paio di mani e in un paio d’ore tutto era asciutto.

Dalla scatola in legno ho dovuto svitare le cerniere e il blocco della serratura, di modo da non avere spessore sotto la gommapiuma. Dopodiché, ho sagomato la gommapiuma seguendo la forma della scatola e l’ho ritagliata.

Prima di incollare la gommapiuma alla scatola, ho sigillato il coperchio della scatola alla scatola, per renderla più stabile.

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

 

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

Ed infine l‘assemblaggio: con l’ausilio della colla a caldo ho incollato la gomma sullo sgabello e poi ho assicurato le aste alla scatola. Ho lasciato asciugare bene e sono passata al taglio del tappeto a misura, per incollarlo sulla gommapiuma.

In tutto ci sono volute 3/4 ore, per un costo totale di circa €30, cioè praticamente un terzo dell’originale. Se decidete di usare le gambe a forcina, il costo sale a €50, che è comunque meno della metà.

L’articolo Realizzare uno sgabello in pelo fai-da-te col tutorial step by step sembra essere il primo su VHD.

6 Dicembre 2018 / / Design

L’impiego di materiali naturali come il legno ed il sughero per il rivestimento degli interni di un’abitazione è un’ottima scelta. Non solo perché si tratta di materiali eco sostenibili, bensì anche per il fatto che tali prodotti sono altamente performanti a livello di isolamento termico ed acustico, senza contare che esteticamente rendono ogni casa calda ed accogliente.

Se anche voi avete deciso di trasformare gli interni del vostro immobile effettuando una ristrutturazione che preveda l’inserimento di complementi d’arredo o finiture in legno e sughero, ecco qui di seguito qualche idea per ispirarvi!

Sughero

Top ed accessori per la cucina

A volte per modificare l’aspetto di una stanza è sufficiente cambiare pochi elementi, come ad esempio gli accessori, le decorazioni ed i rivestimenti dei mobili. Per la cucina che spesso (soprattutto per quello che concerne i modelli più contemporanei) risulta fredda ed asettica, è possibile sostituire il vecchio top per installarne uno in legno o in sughero ed inserire sedute ed oggetti coordinati, realizzati con lo stesso materiale. Con questa piccola modifica l’atmosfera della stanza cambierà radicalmente.

Sughero

Sughero

Decorazioni per interni

Inserendo all’interno della vostra casa dei mobili, dei ripiani o delle piccole decorazioni in legno o sughero, gli spazi risulteranno più accoglienti. É importante, però, fare attenzione alla lavorazione dei materiali ed anche alle finiture. È consigliabile, ad esempio, optare per il sughero compattato, un materiale molto resistente e duraturo nel tempo e per il legno non trattato, il cui aspetto molto naturale lo rende unico.

Sughero

Pareti di sughero

Il sughero è un materiale molto apprezzato per via delle sue proprietà fonoassorbenti e termoisolanti. Proprio per questo motivo, potrebbe essere utilizzato per il rivestimento interno delle pareti. In modo da insonorizzarle e proteggerle anche dagli sbalzi repentini di temperatura. Questa scelta è molto vantaggiosa anche a livello estetico e funzionale, in quanto è possibile non ricoprire le pareti in sughero ed utilizzarle anche come decorazione a vista.

Sughero

Working area

L’impiego del legno per la decorazione degli interni di un immobile è un’ottima soluzione. Soprattutto se desiderate rendere il vostro studio una stanza ordinata ed accogliente, all’interno della quale è possibile lavorare in comodità e rilassandosi. La tendenza di oggi è quella di acquistare pochi complementi d’arredo, tutti rigorosamente in legno naturale (come ad esempio la scrivania, la seduta e la libreria) e decorare il tutto con accessori fabbricati in sughero (come i portapenne e le bacheche).

Sughero

Lampade

Se il design vi appassiona, sarete felici di sapere che oggi, la maggior parte dei nuovi prodotti realizzati da aziende ed Interior designer sono fabbricati utilizzando materiali organici e naturali. Poiché, oltre che all’estetica entrano in gioco fattori molto importanti, come ad esempio, l’ecosostenibilità. Per questo è importante scegliere prodotti in legno o sughero anche per quanto riguarda l’illuminazione.

Sughero

Complementi d’arredo

I complementi d’arredo realizzati in sughero compattato e legno grezzo sono perfetti per ogni tipologia di abitazione. Sia che essa sia arredata in stile classico, sia in stile Contemporaneo. Inoltre, questi materiali possono essere inseriti all’interno di ogni stanza: in cucina, in camera da letto e perfino in bagno! Oggi, in moltissimi scelgono soluzioni naturali anche per la zona bagno e optano per tipologie di legno resistenti all’acqua ed idrorepellenti, come ad esempio il Teak.

Sughero

Guest post by habitissimo
Crediti: Pinterest

 

L’articolo Sughero e legno per una casa accogliente proviene da Design ur life blog.