11 Dicembre 2018 / / Creative & Ordinette

In questo periodo dell’anno siamo tutti alla ricerca frenetica del regalo perfetto. E nessuno o almeno pochi, pensano a pezzi di design, ad accessori per interni che se scelti, con cura e gusto, possono essere i regali perfetti per i vostri amici appassionati di buon design, ma perfetti anche per farvi un meritato regalo a fine anno. Personalmente, preferisco di gran lunga un bell’oggetto di design ad un pigiama colorato o ad una collana qualsiasi. Conoscete tutti il mio amore per gli interni francesi dove pezzi di design vivono simbioticamente e in una perfetta fusione con il design tradizionale e in appartamenti di taglio classico. E quale migliore fonte di ispirazione di Sediarreda, un vero e proprio polo di attrazione, fisico e virtuale, dove si può trovare di tutto, dal comodino di Kartell, alla lampada  a sospensione di Gervasoni, disegnata da Paola Navone, alla lampada a sospensione di Normann Copenhagen. Sediarreda è una fonte inesauribile di design bello e soprattutto di qualità italiana. Scorrendo le pagine del sito, mi sono ritrovata a sognare su molti pezzi che potrei aggiungere al mio soggiorno o a belli accessori/accessibili (scusate il gioco di parole) a tutte le tasche. Pensateci bene quest’anno. Immaginate un bell’interno tradizionale dove quei pochi pezzi dal sapore contemporaneo aggiungono il giusto tocco di colore che eleva in termini di gusto l’intero ambiente. Un bel pezzo di design è il regalo di cui nessuno potrà mai disfarsene facilmente. Lasciatevi ispirare e divertitevi!
In this time of the year,  we are all in a rush for the perfect gift. No one ever thinks of design pieces but in my view, a mindfully choosen design piece would be just perfect for your design addicted friends and parents and for yourself as well. I love furniture pieces as gifts and I would rather and by far appreciate a beautiful object for my appartment that a necklace or just a colorful pajama. You know my love for French interiors where contemporary pieces live in a perfect fusion and symbiotic life with classic design and vintage furniture. Here is a wonderful and uber rich source of inspiration where you buy and get delivered whatever piece of furniture you have in mind. It’s name is Sediarreda which means Furnishing Chairs. Through the years Sediarreda has become an immense pole of attraction on the web for people who love good Italian design and super quality. On the website of Sediarreda I just found myself drooling over every single piece. You can find everything, from Kartell modular nightstands, to wonderfully designed pendant lamps that would add style and make a statement in every interior. My favorite ones are Cupole and Brass pendant lamp, designed by Gio Romano Colonna and the well-known architect Paola Navone. Just think of a classical interior, a beautiful interior where touches of contemporary furniture add elegance and that touch of color that you need to upgrade your living or bedroom. Have fun and choose the right pieces and above all make the gift no one is ever going to get rid of!

11 Dicembre 2018 / / Idee

Babbo Natale arrivava a mezzanotte e lo aspettavamo con così tanto entusiasmo che ricordo ancora la gioia di quei momenti.
Sentivamo i suoi passi mentre ci nascondevamo nella stanza affianco e gli lasciavamo una tazza di latte caldo per riscaldarsi e ogni volta non ne lasciava un goccio;
doveva essere proprio affamato!
L’entusiasmo del Natale mi è rimasto anche da grande nonostante le corse dell’ultimo minuto per comprare i regali. Ogni anno mi riprometto di fare gli acquisti in anticipo ma anche questa volta non ne ho ancora fatto uno.
Così ho pensato che potesse essere utile una lista di regali da fare ai bambini da acquistare direttamente online, senza l’impegno di cercare parcheggio e correre freneticamente da un negozio all’altro.
I primi della lista sono i meravigliosi animali della collezione Maileg, in puro cotone e con abiti cuciti a mano. Sono creazioni dell’artista e designer danese Dorthe Mailil, che ha realizzato dei pupazzi dal pulito stile nordico con quel tocco in più che la scuola d’arte francese le ha trasmesso.
Se vai sul sito conoscerai la loro grande famiglia composta da conigli, topolini e tanti altri animali vestiti con deliziosi abiti.
Le micine sono delle sorelle francesi, le mie preferite, che indossano gonne floreali e maglioncini in lana d’angola. Ma ho un debole anche per i topolini, che dormono dentro le scatole dei fiammiferi, e per i grandi conigli dalle lunghe orecchie.
La Maileg è una collezione che di volta in volta puoi arricchire con nuovi amici e accessoriare con i tanti abitini e mobili per la casa, studiati nel dettaglio e dal sapore retrò.
Li trovi anche su Instagram e seguirli ti fa entrare nel loro magico e dolce mondo.

Ho poi pensato ad una lista regali che comprendesse elementi di arredo per la cameretta ma che al tempo stesso fossero la base per creare dei divertenti giochi creativi e per dare un’anima a tutto quello che circonda i bambini, come la lampada Joseph, un simpatico coniglio bianco che sta seduto sul comodino o su una sedia.
Un’altra idea regalo sono le tende per creare al loro interno dei piccoli mondi dove giocare alle bambole, riposare e leggere. Il letto capanna Charlotte è per vere principesse e le bimbe più romantiche non possono non innamorarsene, oppure la tenda in stile indiano, adatta anche ai maschietti perché non esiste solo in rosa ma anche in tanti altri colori.
Dentro la tenda o in un altro angolo della camera trova posto un tappeto tondo fatto a mano in materiali riciclabili, che ricorda la forma di un centrino, oppure un tappeto a forma di giraffa, in lana di pecora sempre realizzato a mano.
E infine, lo sgabello di Bamby, in quercia e castagno e il dondolo a forma di pecora in pino e lana, che non considero solo giochi ma dei veri e propri elementi di arredo che il bambino terrà sempre con sé, non solo come ricordo d’infanzia ma perché splendidi elementi di design.
Le ultime due idee regalo sono delle chiccherie, ma non potevo non includerle perché me ne sono innamorata.

Infine, per i più piccini la culla in foglie di palma intrecciata e la palestrina in legno che può essere ulteriormente accessoriata con delle decorazioni in lana di alpaca e col materassino.
E il passo successivo alla culla e alla ginnastica sarà andare sulle due ruote!
E a noi piace farlo in stile retro’!
Ed ecco allora la macchinina cavalcabile, il triciclo rosso con il contenitore da trasporto e la bicicletta con il cestino in vimini.
Ora non c’è che l’imbarazzo della scelta!

11 Dicembre 2018 / / Idee

Qualche mese fa cercavo in rete dei consigli per realizzare un tappeto da me, ma ne ho trovati pochi. Ecco qui il mio tutorial per un tappeto fai-da-te.

Quando è stato ufficiale che saremmo diventati i padroni della nostra casetta dei sogni (leggi poveri, in quanto padroni solo del mutuo), ho cominciato a progettare. 

Disegni, schizzi, foto ispirazionali. Ma soprattutto idee a bassissimo budget per arredare e decorare casa. 

Tra i tanti tutorial che ci sono in giro, ce ne sono davvero pochissimi per creare un tappeto (e sono tutti in inglese). Ne ho trovato uno molto carino, perché facile da realizzare e che vi permette (volendo) di utilizzare vecchie t-shirt fuori uso.

Il tutorial per un tappeto fai-da-te, fatto di “stracci”.

Un tutorial per un tappeto fai-da-te: tutti i passaggi

Ma com’è sto benedetto tappetto di stracci? In realtà l’effetto finale è molto carino, perché la stoffa viene ridotta a piccole strisce da 2 cm di larghezza per 10/15 cm di lunghezza. Queste strisce vengono inserite negli spazi dei tappeti antiscivolo. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ma cominciamo dall’inizio. Cosa serve per realizzare un tappeto del genere? 

Serve un tappeto antiscivolo, della dimensione di cui volete realizzare il tappeto. Io avevo bisogno di un tappeto da 3 mt per 2mt, che nei negozi non ho trovato. Per cui l’ho ordinato tramite Amazon. Serve poi della stoffa, possibilmente di cotone. Non sceglietela troppo fine, altrimenti le strisce usciranno dal supporto, ma neanche troppo spessa; altrimenti sarà davvero difficile inserirla nei piccolo quadretti dell’antiscivolo. Sono ideali le vecchie t-shirt, per cui se ne avete un po’ non buttatele, ma ri-utilizzatele a questo scopo.

Io ho comprato della stoffa, perché avevo bisogno di colori particolari. Per realizzare un tappeto delle dimensioni di cui sopra, abbiamo avuto bisogno di 15mt di stoffa avorio e 15 mt di stoffa verde oliva. 

tutoriali per un tappeto fai-da-te

A questo punto si può cominciare. Innanzitutto segnate dei piccoli tratti a distanza di 2 cm l’uno dall’altra sulla stoffa. Questi saranno i segni che dovrete seguire per tagliare la stoffa a strisce. Vi consiglio di piegare la stoffa finché non diventi un lungo pezzo largo dieci cm. In questo modo sarò più facile segnare i vari punti e poi tagliare. 

Una volta che avrete le vostre lunghe strisce, dovrete ridurle in pezzi più piccoli, lunghi 10 cm. Aiutateli con un righello e se la stoffa non è scivolosa, potete ripiegare le strisce su loro stesse e tagliarle in una volta sola. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ora potete mettervi all’opera: prendete l’antiscivolo e con l’aiuto di una pinzetta inserite le strisce tra un quadrotto e l’altro. La striscia dovrà essere a metà tra un quadrotto e l’altro. Come vi dicevo, non è difficile, ma richiede qualche ora. 

Per cui armatevi delle vostre serie televisive preferite e via coi lavori!

L’articolo Un tutorial per un tappeto fai-da-te facile ed economico sembra essere il primo su VHD.

11 Dicembre 2018 / / Architettura

In questo articolo troverete alcune indicazioni e consigli su come illuminare scale e corridoi. Una delle difficoltà maggiori, quando si ristruttura e si arreda la casa, è proprio quello di illuminare nel giusto modo gli ambienti, le zone di passaggio sono quelle che creano più dubbi per la forma stretta e allungata e per la scarsa presenza di finestre e quindi di illuminazione naturale. Si tratta di zone molto importanti della casa in cui non ci si passa del tempo ma sono fondamentali, poiché sono il collegamento funzionale tra le varie aree dell’abitazione. Per questa ragione l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale.

Quindi per chi si sta scegliendo le illuminazioni per la propria casa, qua troverete qualche piccola indicazione che potrà essere utile nella scelta delle giuste lampade per illuminare le scale e i corridoi della casa. Trattandosi di zone di passaggio, è fondamentale che ci sia una corretta visibilità, l’illuminazione adeguata ci fasentire sicuri, soprattutto la notte, quando le luci della casa sono spente. Le luci della scalae dei corridoi, se ben studiate, aiutano a creare la giusta atmosfera ed arricchiscono l’ambiente.

Il primo punto, fondamentale, è la scelta dei punti luce,con accensione automatica, per il momento di percorrenza sia della scala che del corridoio.

Per un corretto equilibrio tra luce ed ombra si consiglia di evitare luci puntiformi ma di prediligere lampade che proiettano raggi di luce diffusi, in modo da evitare le ombre dirette sui gradini che potrebbero risultare pericolose per chi percorre la scala. Stesso discorso si può riproporre per i corridoi, una luce diffusa illumina in modo adeguato, senza creare linee nette tra luce ed ombra, che andrebbero a influire sull’aspetto estetico del corridoio.

A che altezza vanno predisposte? Naturalmente dipende dal tipo di illuminazione scelta.

Se si tratta di applique, strip led, faretti a incasso o luci segna-passo l’altezza varia in modo importante.

Io naturalmente ho le mie tipologie preferite, amo le illuminazioni che creano atmosfera, per questo vi consiglio le strisce Led ed i faretti Led, ma vediamo di seguito quali tipologie possiamo trovare in commercio.

I faretti led segna-passo sono tra le più indicate per quanto riguarda la resa estetica, sono luci che creano atmosfera ed esaltano le linee architettoniche ma dal punto di vista dell’illuminazione non sono sufficienti per dare visibilità adeguata nelle ore notturne a una scala o un corridoio. Si tratta infatti di illuminazioni estetiche che creano atmosfere suggestive ed esaltano lelinee della costruzione.

Una delle soluzioni più recenti e più utilizzate dagliarchitetti sono le strisce led incassate nelle intercapedini ai lati del corridoio o della scala, in linea con il battiscopa, oppure nel bordo del gradino. Creano effetti luminosi molto interessanti, mettendo in risalto la finitura del pavimento e delle pareti.

La scelta dell’illuminazione più corretta cambia anche in base alla forma del corridoio o della scala. Se si tratta di ambienti di passaggio lunghi e stretti consiglio di utilizzare i faretti led a incasso, magari con un sensore di movimento. I faretti led, posti in linea o in diagonale, illuminando dall’alto, rendono più nitide le pareti. Le disposizioni dei faretti led a soffitto possono cambiare, in linea centrale, sui lati, seguendo una linea sinuosa, oppure in diagonale. Il progettista è libero di esprimere la sua fantasia e creatività in base al tipo di effetto che vuol creare.

Un’altra soluzione molto interessante è quella di illuminare le scale e corridoi con faretti led a parete. Creano un fascio luminoso sulle pareti, determinando un gioco di luce e d’ombra molto affascinante. Si tratta di una visione più moderna dei classici applique a parete, molto utilizzati in passato per illuminare scale e corridoi.

Spero che questo articolo vi sia stato di aiuto nella scelta dell’illuminazione per la scala e il corridoio della vostra casa, voi quale illuminazioni preferite?

Immagini:

https://mesretail.com/

11 Dicembre 2018 / / Idee

Ciao a tutti ed eccomi finalmente nel mio sottomarino…ma bando alle ciance, sono qui perchè il 13 dicembre è Santa Lucia e in Svezia si festeggia tantissimo…poteva un’amante del design e dell’architettura del nord Europa non parlare di questa festività? In più, solo per il 13 Dicembre, c’è uno sconto per voi sul sito norddesign.it!!! alla fine dell’articolo vi sgancio il codice 🙂
Cosa succede durante questa festa? Oltre alla festa religiosa, si accendono candele in tutte le case, posizionandole vicino alle finestre e si mangia un dolce tipico il Lussebullar o Lussekatter
La storia di questi dolci è molto simpatica: Il diavolo sotto le sembianze di gatto picchiava i bambini “cattivi” mentre a quelli “buoni” Gesù, sotto forma di bambino, donava dolci, quindi i dolci sono colorati di giallo con lo zafferano per tenere lontano il diavolo… (morale della favola: “possiamo fare i cattivi l’importante è tenere lontano il diavolo “😂😂). Perchè si associano a Lucia? Forse per un errore di traduzione della parola “Lusse” che in realtà non viene da Lucia ma da Lucifero,”katter” invece sono i gatti…infatti sembrano gli occhi di un gatto…con un po’ di fantasia… 
E visto che non ho fotografie della preparazione, ma anche se le avessi questo non è un blog di cucina, ho fatto una serie di disegnini…
Spero sia tutto chiaro…ma tanto lo so che poi la ricetta l’andate a vedere su qualche altro blog…e fate bene! 😄
Anche io ho iniziato la giornata con una bella dose di Lussebullar.
Ecco finalmente il codice sconto per poter acquistare al – 25% SU NORDDESIGN: LUCIA25. Buona giornata e come da vecchie abitudini vi lascio con un po’ di musica! Questo è un gruppo che conosco da poco, che come dice la mia amica è un mix di punk-surf-kraut-rock e lo volevo inserire sull’home tour pubblicato su norddesign qualche tempo fa ma non l’ho potuto fare e allora eccolo qui…(avverto con l’articolo non c’entra nulla 😁) – La Femme- La Femme


11 Dicembre 2018 / / Architettura

fabbrica di serramenti in PVC ecologici

Nei nostri progetti di ristrutturazione uno degli interventi più richiesti dai nostri clienti è la sostituzione delle finestre.
La sostituzione degli infissi è anche una delle voci più costose in una ristrutturazione, fortunatamente ci vengono in aiuto gli infissi realizzati in PVC; un tempo considerati una scelta di ripiego, oggi, con il miglioramento delle tecnologia di produzione, gli infissi in PVC sono  tecnicamente equivalenti a quelli in legno e a un costo decisamente inferiore.

Il PVC, è un polimero del cloruro di polivinile, una delle materie plastiche più usate al mondo per la sua grande versatilità di utilizzo,  purtroppo è anche un materiale che se disperso in natura è inquinante, per questo crediamo che sia importante supportare le inizitive di una fabbrica di serramenti in PVC come CFG Serramenti di Bergamo che ha una linea di infissi realizzata con PVC riciclato: scarti di produzione, vecchi serramenti, manufatti in pvc a fine ciclo vita vengono trattati, fusi e utilizzati nel processo di creazione di nuovi profili che mantengono le stesse caratteristiche tecniche in un infisso realizzato con materiale “vergine” ma con grande risparmio per l’ambiente, un serramento “riciclato” costituisce un contributo attivo per la conservazione delle risorse delle terra e la salvaguardia dell’ambiente.

Il PVC, è un materiale dai molteplici utilizzi; può essere sia rigido che flessibile;  è  leggero, ha una  bassissima conducibilità termica, è stabile, idrorepellente, resistente all’abrasione, all’usura e all’invecchiamento, agli agenti chimici e all’attacco di funghi e batteri.

Queste caratteristiche lo rendono un materiale ideale per la realizzazione di infissi leggeri, resistenti agli agenti atmosferici e che non richiedono particolari cure o prodotti specifici per la manutenzione e la pulizia.

Gli infissi moderni garantiscono un migliore isolamento sia termico che acustico, riscaldare e rinfrescare la propria casa è meno dispendioso e gli ambienti sono più tranquilli e silenziosi.
Inoltre la ferramenta moderna ci permette di proporre infissi con aperture multiple, o con funzionalità molto interessanti come la microventilazione, che a volte è indispensabile per mantenere la giusta percentuale di umidità nell’aria.

PVC windows and respect for the environment

In our renovation projects one of the most requested interventions is the replacement of windows;

The replacement of the fixtures is also one of the most expensive items in a renovation, fortunately we are helped by the fixtures made of PVC; once considered a makeshift choice, today, with the improvement of production technology, the PVC window frames are technically equivalent to those in wood and at a decidedly lower cost.

PVC, is a polymer of polyvinyl chloride, one of the most widely used plastic materials in the world for its great versatility of use, unfortunately it is also a material that if dispersed in nature is polluting, for this reason we believe it is important to support a PVC window factory such as CFG Serramenti of Bergamo which has a line of frames made from recycled PVC: production waste, old doors and windows, manufactured in PVC at the end of the life cycle are treated, melted and used in the process of creating new profiles that maintain the same technical characteristics in a frame made with “virgin” material but with great savings for the environment, a “recycled” window is an active contribution for the conservation of land resources and the protection of the environment.

PVC is a material with multiple uses; it can be both rigid and flexible; It is light, has a very low thermal conductivity, is stable, water-repellent, resistant to abrasion, wear and aging, to chemical agents and to the attack of fungi and bacteria.

These characteristics make it an ideal material for making light fixtures, resistant to atmospheric agents and that do not require special care or specific products for maintenance and cleaning.

The modern fixtures provide better thermal and acoustic insulation, heating and cooling your home is less expensive and the rooms are quieter and quieter.
In addition, the modern hardware allows us to offer windows with multiple openings, or with very interesting features such as microventilation, which is sometimes essential to maintain the right percentage of moisture in the air.

* post sponsorizzato *
_________________________
CAFElab | studio di architettura

11 Dicembre 2018 / / Blog Arredamento

Cosa c’è di più bello della luce naturale che entra da una finestra per riscaldare e illuminare una stanza?

La finestra, inclusi infissi e serramenti, sono dati talmente per scontati nell’idea che abbiamo di casa che spesso non ci si ferma a riflettere sul lavoro e sulle caratteristiche che questi elementi contengono.

Una finestra ha lo scopo di illuminare, ma non solo. Attraverso le finestre si permette il ricambio di aria e la fuoriuscita degli odori; una finestra permette di guardare il panorama circostante, allungando la vista e permettendo al cervello di ossigenare, specie se ci si trova in un ufficio. Una finestra dà anche la possibilità di isolarsi e proteggersi dal rumore eccessivo, o di non lasciare che i rumori interni disturbino chi si trova fuori o nelle vicinanze.

Last but not least, una finestra isola dalla temperatura esterna, che sia troppo fredda o troppo calda, permettendo che in casa ci sia sempre il clima ideale.

Tantissime funzioni che esplicitano molto bene perché è importante scegliere con cura tutti gli aspetti di questo elemento.

Serramenti in PVC, i più diffusi

Con serramenti si intende proprio lo scheletro nel quale l’infisso o finestra viene inserito. Il PVC è il materiale largamente più diffuso per i serramenti, ed esistono moltissimi produttori di serramenti in PVC, che si sono specializzati per rendere al meglio tutte le funzionalità dell’oggetto.

IL PVC o cloruro di polivinile, è un materiale quasi completamente naturale: è composto al 57% di sale.
Proprio per questo motivo il PVC è un materiale ecosostenibile e i produttori di serramenti in PVC sono tendenzialmente portati ad un maggior rispetto verso l’ambiente e le tematiche ecologiche.

I produttori di serramenti in PVC hanno un occhio di riguardo per il basso impatto su ambiente e la tecnologia intelligente, che riesce a contenere costi e rischi per il pianeta. Per arrivare a questo risultato è necessario affidarsi a dei veri esperti del settore, magari con anni di esperienza nel mercato e che sappiano coniugare scelte estetiche a scelte efficienti.

Come scegliere tra i produttori serramenti in PVC

Se avete bisogno di scegliere dei nuovi serramenti in PVC ma non sapete da che parte iniziare? Ecco una lista di accorgimenti da prendere per fare la scelta giusta.

  • SOSTENIBILITÀ
    è importante che il produttore di serramenti che state valutando oltre a dichiarare di essere ecosostenibile, mostri anche in che modo è sensibile verso l’ambiente. Magari utilizza materiali a basso impatto ambientale, come il PVC rigenerato, oppure devolva parte dei propri introiti a favore di attività volte alla conservazione delle risorse e della salvaguardia della natura, o magari impieghi durante le fasi di lavorazione energia da fonti rinnovabili.
  • QUALITÀ
    mai dimenticare che i serramenti sono un varco nel muro. Tra le caratteristiche principali che devono avere per essere di qualità è la resistenza e solidità, per far sì che quel varco sia completamente sicuro e valido.
  • INNOVAZIONE
    Dalla pianificazione al trasporto e posa dei serramenti in PVC, l’intero ciclo produttivo può esser reso più smart grazie all’utilizzo di impianti automatizzati di ultima generazione.
  • RAPIDITÀ
    la presenza di operatori altamente specializzati, di parti del lavoro automatizzate e di grande esperienza sul campo, snelliscono le operazioni, rendendole agili sia nel caso di interventi in ambito domestico che nell’edilizia pubblica e industriale. Il risparmio di tempo significa anche risparmio di costi e svantaggi per il cliente finale.
  • STILE ED ESTETICA
    i gusti sono gusti, non ci piove, ma scegliere serramenti di design, con la giunzione dei profili ad angolo perfettamente allineato e rifinitura liscia e senza sbavature, è una priorità per chiunque selezioni dei serramenti belli ed efficienti. Il PVC è un materiale resistente, versatile ed affidabile, che risponde sia alle esigenze estetiche che a quelle tecniche. Giostrando tra le varie caratteristiche del materiale e valutando tra le specifiche dei produttori di serramenti PVC, possono essere sormontati gli ostacoli difficili e soddisfatte le richieste più particolari.
11 Dicembre 2018 / / Design

Unopiù celebra il quarantesimo anno di attività con un catalogo nel quale sono raccolte le icone del design che ne hanno fatto la storia.

icone del design di Unopiu amaca amanda

Coniugare l’arredo per esterni al design di alto livello è l’obiettivo ambizioso che Unopiù persegue con successo da molti anni. Grazie alla collaborazione con designer e studi d’architettura prestigiosi, il brand italiano può vantare nel suo catalogo diversi pezzi nell’olimpo delle icone del design.

Fatti per durare nel tempo

L’idea vincente che ha portato Unopiù a diventare leader in Europa per l’arredo outdoor, è stata quella di creare una gamma completa di prodotti che fossero la continuazione degli interni, curati con la stessa attenzione per la qualità, per il dettaglio e per il design. Tuttavia, nel mondo in continua evoluzione non basta avere un’idea vincente, o restare semplicemente al passo con i tempi: il successo di Unopiù deriva anche dalla continua ricerca nel campo tecnologico, per offrire prodotti sempre più resistenti alle intemperie e all’usura, e alla collaborazione con i designer, per anticipare le tendenze e creare prodotti dallo stile inconfondibile, fatti per durare nel tempo.

I prodotti iconici

Nei suoi quarant’anni di attività, Unopiù ha saputo coinvolgere designer di fama internazionale come Meneghello & Paolelli, Ferruccio Laviani, Marco Acerbis, Paola Navone, Matteo Thun, Andreucci & Hoisl, portando l’arredo da esterni, considerato la cenerentola del settore, ai livelli più alti. Una scelta lungimirante che ha permesso all’azienda di vantare diversi prodotti tra le icone del design più apprezzate nel mondo. Per festeggiare il quarantennale dalla nascita, Unopiù ha presentato Amanda Thirty, edizione speciale della famosa amaca Amanda, scelta dal regista Sorrentino per arredare la famosa terrazza con vista sul Colosseo nel film “La grande bellezza”. Bellissima ed incredibilmente in anticipo sulle tendenze la collezione di sedute Les Arcs, progettata da Marco Paolelli e Sandro Meneghello e finalista al German Design Award nel 2014.

icone del design di Unopiu divano Les Arcs

La coppia di designer ha bissato il successo con un altro prodotto, vincitore del premio ADI “Eccellenze del design” nel 2017, Tweed, una collezione di sedute in cui materiali dalle caratteristiche opposte come il teak e l’acciaio inox dialogano in un intreccio dal design sorprendente. E poi c’è il sistema modulare Treble, candidato agli Edida 2016, e la lampada Aton di Marco Acerbis del 2013, anch’essi caratterizzati da un design innovativo, in anticipo sulle tendenze odierne. Per finire, un altro prodotto rivoluzionario è la pergola Shibuya, la prima al mondo montata su ruote.

Le novità 2018

Il catalogo Unopiù 2018 propone arredi sempre più versatili, adatti sia per l’esterno che per l’interno. Va in questo senso la riedizione dell’iconica poltroncina Ginger, disponibile anche nella versione in pelle.

icone del design di Unopiu sedia Ginger

Tra le altre novità 2018, il salotto Hugo disegnato da Jamie Durie, le lampade Ocean firmate da Alessandro Andreucci e Christian Hoisl e il tavolo Dekton dello Studio Adolini.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

11 Dicembre 2018 / / Architettura

Per chi ha una piscina in giardino non può che cercare di arredarlo nel migliore modo per poter sfruttare al meglio gli spazi.

Lo spazio preferito dove passare del tempo quando arrivano i giorni più caldi dell’anno è il giardino, specialmente, se abbiamo una piscina, sia di costruzione che di cemento, fibra oppure fuori terra, come le piscine Gre della struttura metallica. A prescindere dal tipo della piscina che si abbia in casa, questo spazio è sempre un luogo d’incontro, di svago per la famiglia ed amici.

piscina

Se si vuole arredare il giardino per convertirlo nel centro principale della casa durante l’estate, vi lasciamo alcune idee.

Riempire il giardino di piante ed alberi in modo da dargli vita e colore. Si Possono scegliere le piante di stagione oppure gli alberi perenni, così facendo saranno presenti tutto l’anno tipo l’ulivo, le palme o il cipresso. Se si amano le piante aromatiche, possiamo proporne alcune, come il rosmarino o la lavanda. Oltre ad stare molto bene nel giardino, ci sarà un odore molto piacevole di campo senza uscire di casa. In questo modo possiamo godere di un paesaggio spettacolare tutto l’anno, possiamo anche utilizzare lo spazio per riunioni in famiglia in tutti i periodi dell’anno, sia d’estate che d’inverno. Immagina le decorazioni natalizie nel giardino! Aggiungi alcuni luci a LED colorate su un cipresso, un pino, delle palline brillanti e fai un albero di Natale nel tuo giardino.

piscina

Creare diversi ambienti 

Certo, nel caso ci si proponga di fare diversi spazi o aree delimitate la piscina è l’elemento principale del giardino, dunque bisogna dedicarli il suo spazio. In primo luogo, bisogna vedere se la piscina è fuori terra o è messa sopra il terreno. Le piscine Gre sono rimovibili e si possono scegliere tra le due opzioni. Se si vuole mettere la piscina fuori terra, una buona opzione sarebbe una piscina di legno. Indipendentemente da come sia la piscina, si può optare nel mettere il pavimento di legno intorno per camminare scalzi senza problemi, con pavimenti in pietra o piastrelle. Un’altra proposta potrebbe essere un sentiero fatto con pietre lisce dove si possono aggiungere piccole illuminazioni a LED ai bordi per continuare a godere delle notti più calde e di un buon tuffo. Riguardo a questo bisognerebbe collocare delle luci intorno alla piscina.

piscina

Zona pranzo

Un´altra area interessante sarebbe uno spazio pronto in caso si abbia voglia di mangiare o fare uno spuntino nel giardino. In questo caso, l’ideale sarebbe creare uno spazio con tavoli e sedie o sgabelli alti da fare in modo che gli invitati possano sedersi mentre si pranza. Il pavimento può essere in legno o piastrelle, un posto pratico da pulire dopo il pranzo. E se vogliamo metterci all’ombra, è consigliabile ricorrere a una protezione da sole fatta con piante rampicanti, seguendo l’equilibrio del resto della decorazione.

piscina

Area bimbi

Se lo spazio rimanente nel giardino ci consente, si può fare un´area per i più piccoli fatto da un lettino elasticizzato, uno scivolo, un dondolo o un´area fatta di sabbia per intrattenersi giocando. Nel caso i bambini fossero più grandi può essere una buona opzione, un cestino da bascket, un tavolo da ping pong o una porta da calciatore. In questa zona, il pavimento è meglio che non sia fatto di terra, consigliato in cemento o prato, così, sarà più facile correre e muoversi. L’ importante è che si divertano tanto!

piscinapiscina

Dopo questi suggerimenti speriamo che il risultato finale somigli a quello di una copertina. Bisognerebbe curare tutte le zone progettate e fare manutenzione alla piscina in modo da essere sempre pronta per l’uso. Dedicare un po’ di tempo ogni giorno al giardino e infine si potrebbe trascorrere tanti bei momenti insieme alla famiglia.

Guest post by piscinefuori-terra.com

Crediti: Pinterest

L’articolo Come arredare un giardino con la piscina proviene da Design ur life blog.

10 Dicembre 2018 / / Design

Il 28 novembre a Milano, la città del design, lo showroom di BRERA PROPS ha preso vita con le lampade di design di Brokis. L’importante marchio di illuminazione della Repubblica Ceca Brokis rappresenta la sintesi del design raffinato, dell’alta qualità e dell’eccezionale abilità dei maestri della lavorazione  del vetro soffiato della Boemia.

Lampada

Le collezioni originali di lampade del marchio Brokis sono progettate da famosi designer della Repubblica Ceca e internazionali. Lo showroom BRERA PROPS ha offerto a Brokis uno spazio di ispirazione destinato non solo ai clienti di aziende italiane ma anche ai clienti di tutto il mondo.

Brokis ha presentato la sua ultima collezione – JACK-O’LANTERN – disegnata dall’art director Lucie Koldova. Proprio queste lampade, in combinazione con altre, sottolineano l’effetto risultante dell’intera installazione delle lampade. L’installazione comprendeva anche Puro, Sparkle, Big One, Balloons, Macaron e molto altro.

Lampade

ABOUT BROKIS
Le note collezioni di lampade del marchio, ideate sia da designer locali che non, hanno ottenuto riconoscimenti internazionali e ricevuto numerosi premi in prestigiose competizioni di design in tutto il mondo. L’azienda unisce il vetro soffiato lavorato a mano con altri materiali raffinati, come il legno e il metallo pressato manualmente, in audaci composizioni luminose che aprono i confini del design contemporaneo. Il portfolio di Brokis comprende apparecchi di illuminazione funzionali e moderni, oggetti decorativi e soluzioni di illuminazione uniche per architetti e  interior designer. Con le proprie strutture produttive ad alta capacità, radicate in oltre duecento anni di storia, Brokis è in grado di sperimentare e sviluppare materiali, tecniche e tecnologie innovative oltre a offrire soluzioni di illuminazione personalizzate.

Lampade