13 Dicembre 2018 / / Case e Interni

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (1)

La sezione House & Home di Anthropologie si è fatta notare anche per le festività. Il catalogo riserva ispirazioni ed idee per un Natale più originale e glamour.

Per Natale tutti i grandi brand si sbizzarriscono con le decorazioni natalizie! Anthropologie, il concept store nato nel 1992 in Pennsylvania, negli ultimi tempi ha implementato i prodotti per la casa, diventando in poco tempo un must per appassionati di home decor. Purtroppo non esiste ancora un negozio in Italia, ma si può acquistare dallo shop online europeo.

Il marchio ha sempre avuto il suo stile molto personale nell’abbigliamento e anche per il settore casa non si smentisce: interni molto luminosi e colorati, stile ricercato, un po’ boho chic.

Ecco perché la loro più recente collezione per la stagione natalizia è così insolitamente meravigliosa e semplicemente magica. Lasciamoci ispirare!

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (2)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (3)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (4)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (5)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (7)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (8)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (9)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (10)

ispirazioni-natale-decorazioni-anthropologie-2018 (6)

Anna e Marco – CASE E INTERNI

13 Dicembre 2018 / / Decor

Quasi non mi sembra possibile, eppure mentre sono nel mentre di un nuovo re-styling qui nella Casetta, dove viviamo in affitto, mi succede che sono anche andata a rilevare le misure di quella che al 99% sta per diventare la “nostra” prima vera Casa.
Questa cosa ha dell’incredibile, ma si sa, le cose che mi succedono sono esattamente un po’ Paz proprio come la sottoscritta. Io ancora non ci credo ma sembra stia accadendo davvero. Festeggiate con me???
Lanciata subito la notizia bomba, quindi in attesa di vedermi qui sul Blog operativa insieme a voi per i nuovi progetti che già mi stanno riempiendo la testa, torniamo a noi e al progettino che mi ha tenuto impegnata lo scorso weekend.

Il grande di casa, che adesso ha già 5 anni, quindi diciamo che è uscito di prepotenza dalla fascia di età dei bimbi/bebè (come li chiama lui) condivide la stanza con la sorellina, per questo da sempre ho cercato di rendere la cameretta il più possibile ricca di sfumature, fantasia e creatività assolutamente alla portata delle loro esigenze e interessi (che sono tanti e diversissimi!!!).
Adesso che è diventato più grandicello, scopro con enorme felicità che è davvero un appassionato di viaggi come la sua mamma e ha voglia di creare un intero quaderno dei viaggi, dove scrivere tutti i paesi che vuole visitare. Per me triplo salto in aria per la gioia ovviamente. Come non assecondarlo immediatamente e mettere in programma i nuovi viaggi per il 2019?

La scelta è stata relativamente semplice, perchè qui da sempre siamo amanti dell’Olanda, quindi abbiamo deciso che torneremo per l’ennesima volta ad Amsterdam, città che però i bimbi non hanno mai visto e che sono sicurà li lascerà a bocca aperta!
Quale occasione migliore per personalizzare la parete dietro il lettino e cambiare qualche decorazione?
Grazie al Poster canvas creato sul sito di Grafomap, abbiamo non soltanto arredato quasi completamente la parete, ma aggiunto anche un tocco grafico e finalmente “da grande” alla sua cameretta, che adesso è decisamente più bella, che ne dite?
Inutile dirvi la felicità di Elia, nel poter ogni giorno studiare la sua Mappa fatta di canali, stradine e vicoli da esplorare la Primavera prossima, ma anche la nostra!!!
Finalmente anche qui a Casetta Paz, abbiamo una stampa che ci ricorda uno dei luoghi più importanti, speciali e ricchi di ricordi.
E soprattutto abbiamo trovato il modo migliore per unire 2 tra le nostre più grandi passioni, la Decorazione e i Viaggi con un gesto semplice e velocissimo!!!

Sulla pagina Grafomap Editor  potete curiosare quanto è semplice crearne uno tutto per voi, digitando semplicemente il nome di qualunque città del Mondo abbiate nel cuore.
Sono sicura che, se in futuro Elia avrà voglia di cambiare ancora la sua cameretta, sapremo sempre dove sistemare un Poster così bello.
Questa è stata la ragione principale per cui abbiamo scelto di personalizzare il Poster (stampato davvero con un altissima qualità ve lo garantisco) con uno stile di grafica contemporaneo e discreto, che sul sito trovate con il nome Minimal ;-)!!!
Io sono felicissima di aver potuto sperimentare un complemento di decorazione tanto bello nella nostra Casetta e vi aspetto, insieme a tutte le domande o i vostri feedback, sempre qui, magari nei commenti!
Lo sapete già vero, che mi piace sempre tantissimo chiacchierare con voi?!!
;-)))

All the photos are styled and shooted by me.

Post scritto in collaborazione con GRAFOMAP.

13 Dicembre 2018 / / Interiors

Le mansarde sono belle ma difficili da arredare, soprattutto se si ha poco budget. Noi siamo riusciti ad arredare la camera in mansarda a budget ridotto.


Come fare ad arredare una camera in mansarda senza andare in bancarotta? E’ davvero molto difficile trovare armadi alti abbastanza, da permettere di sfruttare appieno le diverse altezze di queste tipologie abitative. 

O sono troppo bassi o sono troppo alti e il risultato è un sacco di spazio sprecato. Anche il letto può diventare un tasto dolente: se i punti più bassi della mansarda sono troppo bassi, si rischia di sbattere la testa quando ci si alza. 

Nel progettare la nostra camera, abbiamo pensato a più soluzioni, tutte fai-da-te a basso costo, dato il budget davvero risicato. In totale abbiamo speso intorno ai €4oo. Volete vedere com’è venuta?

Arredare la camera in mansarda, spendendo poco

Vi dico la verità: quando abbiamo comprato casa, il pensiero di arredare QUELLA camera mi ha dato non poca ansia. Soffitto altissimo, tanto spazio potenziale per gli armadi.. ma pochissimo budget. Non vedevo come avremmo fatto, nel breve periodo. 

arredare la camera in mansarda
| Il progetto|

Poi si sa che la necessità aguzza l’ingegno.. e mi sono venute in mente un po’ di idee, non facilissime da realizzare, ma che ci avrebbero consentito di risparmiare. La prima su tutti: la struttura del letto fatta con i pallet. 

Avendo già il materasso, ci mancava solo quella. Per fortuna noi siamo riusciti a recuperare i pallet (quelli da 80 x 120 cm) gratuitamente, per cui non c’è stata spesa. Solo olio di gomito per scartavetrarli e dipingerli (noi abbiamo dato solo il fondo).

arredare la camera in mansarda
|Prima e Dopo|

I precedenti proprietari ci hanno lasciato dei cassettoni bassi, per cui anche questa voce di spesa è stata eliminata (anche perché i cassetti hanno costi piuttosto elevati). Ci rimaneva da pensare all’armadio. 

Abbiamo escluso gli armadi chiusi classici e abbiamo optato per un armadio aperto, stile cabina. I tubi appendiabiti li abbiamo comprati su Amazon, così come le staffe reggi mensole in vetro. Originariamente volevamo ricoprire la parete con l’OSB, ma poi abbiamo deciso di andare direttamente a parete. I tubi appendiabiti sono a 120 cm di distanza, ma potete fare anche di più per i vestiti lunghi. 

arredare la camera in mansarda
|Prima e Dopo|

Il tappeto è un regalo, anche se originariamente avevamo pensato di mettere il tappeto di stracci che sto realizzando. Ma penso che andrà in cameretta 😉 

Il resto è tutta questione di accessori e contenitori per tenere ordine nella cabina armadio ovviamente, ma anche nella camera in generale. Mi raccomando, quando li scegliete attenetevi allo schema colore originale, per avere coesione e armonia. 

L’articolo Arredare la camera in mansarda: prima e dopo sembra essere il primo su VHD.

13 Dicembre 2018 / / Architettura

I serramenti in PVC di nuova generazione coniugano l’efficienza con la qualità estetica e la sostenibilità.

Serramenti in PVC effetto legno

Fino a pochi anni fa, gli infissi in PVC erano meno apprezzati rispetto alle finestre in legno, forse per il loro aspetto un po’ “plasticoso”. In effetti, il materiale con cui sono realizzati è proprio un tipo di plastica: il Polivinile di Cloruro. Si tratta di un polimero termoplastico dalle molteplici proprietà: isolante, stabile, durevole, ignifugo, riciclabile e molto versatile.

Inoltre, grazie alle tecniche di produzione più avanzate, oggi la scelta è quasi illimitata nei colori, nelle forme e nelle textures. Le finiture a effetto legno, inoltre, sono sempre più simili all’originale. I serramenti in PVC oggi sono belli, ecologici, efficienti e con un buon rapporto qualità-prezzo.

I serramenti in PVC di CFG

La scelta delle finestre per la propria casa è una decisione che coinvolge diversi aspetti, da quello estetico a quello economico, senza trascurare il confort. Per questo è importante affidarsi a ditte specializzate che operano da tempo sul territorio, come per esempio la fabbrica di serramenti in PVC CFG, leader nella produzione di infissi in PVC di alta qualità.

Quello che ho apprezzato nella filosofia di CFG è l’attenzione alla sostenibilità. Il processo produttivo mira a recuperare gli scarti di lavorazione per avviarli al riciclo, mentre l’energia elettrica utilizzata è di provenienza certificata da fonti rinnovabili.

Tutti i serramenti in PVC prodotti sono caratterizzati da un’alta efficienza energetica: la Linea QuasiZeroTM rappresenta la massima evoluzione degli infissi in PVC ed è raccomandata per le case passive e per gli edifici a zero consumo. E poi c’è la linea Rigenera, realizzata con PVC riciclato.

Serramenti in PVC bianchi

I criteri per la scelta dei serramenti

Nella scelta dei serramenti entrano in gioco diversi criteri di valutazione:

  • Sicurezza. E’ buona norma accertarsi che i serramenti scelti siano dotati di dispositivi antiscasso e antieffrazione, soprattutto se installati ai piani bassi, sui terrazzi, sui tetti.
  • Isolamento termico. A questo proposito va controllata l’etichetta energetica del serramento, nella quale sono contenute tutte le informazioni sul suo livello di efficienza.
  • Isolamento acustico. In un serramento l’isolamento acustico è garantito dalla qualità del telaio, dalle guarnizioni della battuta, dalla sigillatura tra vetri e telaio e dalla qualità della posa.
  • Tenuta agli agenti atmosferici. Idem come sopra.
  • Posa. Se il fissaggio del controtelaio al muro non è fatta a regola d’arte,  anche un serramento performante non garantirebbe l’isolamento termico, acustico e la resistenza agli agenti atmosferici. A questo proposito, CFG Serramenti è specializzata nella posa dei serramenti in PVC, anche senza opere murarie.
  • Estetica: infine, ma non meno importante, i serramenti devono soddisfare i nostri gusti e adattarsi allo stile dell’ambiente.

Le agevolazioni fiscali nel 2019

Una buona notizia e una meno buona sul fronte delle agevolazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione. La notizia buona è l’annuncio della proroga delle agevolazioni per tre anni, dunque i bonus e le detrazioni rimarranno in vigore fino al 31/12/2021. Tuttavia, la detrazione fiscale scenderà dall’attuale 50% al 36% a partire dal 1° gennaio 2019, mentre il limite di spesa detraibile passa da 96.000 euro a 48.000 euro.

Sul fronte degli interventi di riqualificazione energetica, restano in vigore le detrazioni del 65% e del 50%, almeno fino alla fine di quest’anno, ma ancora non si conoscono le nuove aliquote. Per saperne di più, consultate la pagina delle agevolazioni dell’Agenzia delle Entrate.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

13 Dicembre 2018 / / Colori

Story 294180125

Correggere le misure di una stanza con i colori è possibile. Il colore crea i volumi e corregge le superfici, bisogna pertanto tenerne conto quando si vogliono risolvere problemi di misura. Saperlo utilizzare nella maniera più appropriata permette di evitare di intervenire con dispendiosi lavori in muratura ottenendo un risultato di pari valore.

Alcuni particolari effetti cromatici aiutano a correggere le misure di una stanza ed evitare i lavori di ristrutturazione. L’utilizzo di espedienti tonali può infatti nascondere e attenuare difetti anche clamorosi (pareti irregolari, soffitti troppo alti o troppo bassi, locali stretti e angusti) o al contrario valorizzare dei particolari costruttivi ( porte, finestre, stipiti), esaltare superfici limitate, dilatandone visivamente gli spazi.

correggere le misure

Soffitto basso

E’ possibile dare un’impressione di altezza con pareti senza zoccoli e senza cornici, in alternativa, dipingendo dello stesso colore delle pareti; l’ uniformità dell’intera parete servirà a dare visivamente l’impressione di una stanza più alta. Possiamo creare lo stesso effetto con le righe verticali e il pavimento e il soffitto dal colore chiaro.

correggere le misure

Soffitto alto

possiamo correggere le misure in caso dell’altezza del soffitto se sulla parte alta della parete viene dipinta un’imposta della stessa tinta scura di quella del soffitto(circa 20 cm). Ad esempio un blu scuro un verde scuro oppure il marrone e mai il nero! Il pavimento di colore scuro se siete in fase di ristrutturazione, altrimenti, potete rimediare con un grande tappeto sempre di colore scuro. Non utilizzate le tende e carta da parati con le righe verticali.

correggere le misure

Una stanza troppo piccola

Ci sono dei trucchi semplici da applicare in una piccola stanza e farlo sembrare più grande. Come ad esempio il pavimento di un’unica superficie grande di colore chiaro e evitare di mettere troppi tappeti che rischiano di frazionare la superficie. Le pareti devono essere chiare e di tinta unita e senza le tappezzerie con grandi fantasie che rimpiccioliscono la superficie; per le porte si deve fare lo stesso per non farle risaltare e quindi frazionare la superficie. Uno specchio collocato nel punto giusto accresce il volume della stanza per via di riflessione e dà più luminosità all’ambiente.

correggere le misure

Una stanza lunga e stretta

bisognerebbe giocare su due superfici, la superficie che desiderate di mettere in secondo piano deve essere dipinta di una tonalità fredda e molto chiara e potete anche coprire un’intera parete con specchi, i colori che potrebbero andare bene possono essere un verde acqua, celeste o bianco. Invece per la superficie che desiderate avvicinare potete usare colori caldi e scuri come un blu scuro, verde scuro marrone o arancio. così come per le stanze piccole, un valido trucco per allargare la stanza consiste nell’utilizzo di grandi specchi ben posizionati.

correggere le misure

In conclusione con una semplice passata di vernice è possibile cambiare lo stile della stanza e correggere le misure. Tuttavia, esistono diverse tecniche che ti permettono di creare effetti particolari e personalizzati. Ad esempio: lo stucco veneziano, la venatura e la spugnatura. Ogni tecnica ha un costo di imbiancatura ed è molto importante affidarsi ad un imbianchino esperto per un lavoro coretto e veloce.

correggere le misure

Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche scriverti al blog per non perderti i miei post.

 

 

L’articolo Come correggere le misure di una stanza con i colori proviene da Design ur life blog.

12 Dicembre 2018 / / Voglia Casa

Come avevo già sottolineato in occasioni precedenti, quando ci trova in un ambiente nuovo, azienda, ufficio pubblico, albergo, b&b, ufficio, il luogo che per antonomasia accoglie e che offre tutte le informazioni utili per farci sentire preparati e a nostro agio è sicuramente la reception.

Esistono molteplici soluzioni d’arredo per quanto concerne il bancone che è il fulcro di questa postazione di lavoro. Lineari, curvi ed ergonomici, angolari, in legno, con parti trasparenti, colorate…insomma davvero un’infinità di scelte che possono caratterizzare questo elemento.

Le migliori aziende del settore propongono tipologie differenti e di design che possono essere accessoriate e personalizzate per ogni progetto ed esigenza.

Ciascuna ha caratteri propri ma che ben si possono modulare e adattare all’occorrenza, con sistemi integrati.

Alcuni modelli hanno l’opportunità di essere retro illuminati tramite luci a LED;

altri possono combinare materiali eterogenei nei pannelli della struttura;

altri possono essere completati da serie di arredamento versatili che ben completano la riuscita di un progetto efficiente, elegante e dinamico come quello della postazione di più d’impatto di ogni realtà lavorativa.

Esiste anche la possibilità di comporre postazioni singole, doppie, triple o multiple, sfruttando in maniera razionale ed efficiente lo spazio che si ha a disposizione, con lo scopo di progettare secondo una forte personalità, moderna, libera e razionale, luoghi che ospitano persone per molto tempo durante l’arco di una giornata e che devono ottenere la massima sensazione di comfort e praticità per svolgere il propio lavoro.