19 Dicembre 2018 / / Design

READ IN ENGLISH

Se mi segui su Instagram o Facebook avrai già avuto modo di conoscere il nostro nuovo bagno con accessori neri!

Si tratta del bagno di servizio della nostra nuova casa, situato al piano di sopra e dotato anch’esso di un’ampia doccia (come il bagno padronale). Ho deciso di descrivere tutti gli accessori inseriti visto che sui social questo bagno ha riscosso interesse.

Premessa: all’inizio della ristrutturazione fu deciso di non effettuare interventi invasivi al piano di sopra. Abbiamo quindi deciso di mantenere le piastrelle esistenti del bagno, che sono comunque di Cedit ceramiche, un marchio di altissima qualità. E infatti queste piastrelle che risalgono agli anni ’80 si sono mantenute in perfette condizioni anche dopo 30 anni.

Abbiamo ovviamente provveduto a cambiare i sanitari e il box doccia, oltre a procedere con la scelta del nuovo mobile lavabo e degli altri accessori.

Perché gli accessori neri?

Questo piccolo bagno volevo acquistasse carattere.

Volevo quindi dargli un tocco elegante ma diverso dal solito. Un tocco deciso.

Il nero mi è sembrata la scelta giusta! ovviamente non perdendo di vista il budget. Non volevo spendere cifre folli.

Il lavabo e il mobile

Mi piace sperimentare, sia per le case dei clienti che per la mia casa.

Quindi per il mobile lavabo ho subito pensato alla serie Godmorgon di Ikea, che avremmo personalizzato come avremmo voluto. E così è stato!

Il mobile di Ikea infatti ha subito una doverosa trasformazione, grazie a:

  • pomelli di Zara Home, che hanno dei riflessi dorati e blu
  • lavabo di ceramica Azzurra della serie Elegance, color carbone opaco. In effetto il lavabo non è un vero e proprio “nero”
  • miscelatore della Paffoni della serie Birillo, con canna orientabile

La mensola e i restanti accessori neri

Avendo ormai definito che il nero doveva essere il filo conduttore, mi impegnai a cercare il resto!

Abbiamo quindi inserito:

  • il faretto Gim di Ideal Lux come luce per lo specchio
  • la mensola Sammanhang di Ikea, attesa per moltissimo tempo perché era sempre out of stock! l’ho voluta perché sapevo sarebbe stata perfetta sia come porta oggetti che come porta asciugamani
  • le bellissime lettere appendiabiti di Design Letters, acquistate su Welchomestore, mio partner!
  • il porta spazzolini e porta sapone di H&M home

Dalle foto non si vedono, ma anche il porta cartigienica, lo scopino e la mensola nella doccia sono nero opaco.

Ora, quando entro in questo bagno, mi sembra un bagno che ha “il suo perché“!!

L’articolo Il nostro bagno con accessori neri proviene da easyrelooking.

19 Dicembre 2018 / / Blog Arredamento

Perché scegliere il ferro battuto per l’arredamento domestico

Quando si parla di ferro battuto si fa riferimento ad una particolare tipologia di lavorazione del ferro, definita appunto con il termine di “battitura”. La battitura del ferro è un’operazione artigianale, generalmente realizzata da mastri ferrai, fabbri o aziende specializzate, che prevede la forgiatura a caldo del metallo e la sua percussione per mezzo di incudine e martello fino ad ottenere la forma desiderata.

Con il passare del tempo il ferro battuto è divenuto un elemento essenziale per l’arredamento in ambito domestico, arrivando a coprire un gran numero di elementi d’arredo, tra cui i lampadari e le lampade in ferro battuto. Ma per quale motivo preferire il ferro battuto a qualunque altro materiale presente sul mercato?

Il primo vantaggio del ferro battuto è senza dubbio la sua versatilità, vale a dire la sua capacità di adattarsi con estrema facilità a qualunque tipo di arredamento. Provate infatti a pensare ad un soggiorno in stile industriale o ad una cucina rustica o in stile shabby chic e noterete immediatamente come questo materiale si conformi alla perfezione all’ambiente circostante.

Un’altra caratteristica importante del ferro battuto è la sua facilità di manutenzione: pulire e mantenere bello nel tempo un complemento d’arredo in ferro battuto non richiede particolari prodotti per la pulizia oppure operazioni frequenti. Sarà infatti sufficiente utilizzare un panno da inumidire in acqua calda con l’aggiunta di un po’ di detersivo per i piatti o di comune sapone di Marsiglia; diverso invece è il caso in cui il metallo sia intaccato dalla ruggine, perché in questo caso si renderà necessario l’uso di pagliette in ferro o spazzole dotate di denti in ferro.

I numerosi modelli di lampade offerti da Arte & Stile

Arte & Stile dal 2006 opera sul territorio di Bologna e dintorni per offrirvi una vasta gamma di elementi d’arredo in ferro battuto realizzati con cura per i dettagli e amore per l’artigianalità.

All’interno del catalogo troverete diversi modelli di lampade e lampadari in ferro battuto per tutti i gusti e le esigenze. Ne sono un esempio le applique, disponibili sia in versione torcia che in versione foglia oro, caratterizzate da delicati dettagli dorati che conferiscono loro un aspetto elegante e sofisticato. Molto apprezzate sono anche le applique geometriche, che conferiscono all’ambiente uno stile più sobrio e lineare, come nel caso delle lampade della linea Alfoglia.

Un altro esempio di prodotto è dato dai lampadari delle collezioni Alambra, Albianca, Alpetra, Alurania o Lux, i quali si distinguono innanzitutto per l’applicazione a soffitto e in secondo luogo per i numerosi bracci che ricordano lo stile degli antichi candelabri.

Se amate uno stile d’arredo più moderno e contemporaneo la linea di lampade da terra Alrustico e Goccia saranno sicuramente in grado di conquistarvi grazie alle loro linee fluide e sinuose accompagnate da bulbi che ricordano elementi della natura come fiori e piante.
A coronare l’incontro tra lo stile rustico e le colorazioni vivaci sono invece le lampade della collezione Tiffany, che si distinguono per il cappello a campana e per la delicata decorazione in vetro che si rifà alla maestosità dei mosaici. Il fascino delle lampade della linea Tiffany non si rivolge unicamente a tavole e comodini, ma anche a voi che avete bisogno di una lampada da scrivania per dare carattere ad uno studio. Per un soggiorno unico nel suo genere infine, le lampade Tiffany in stile animale, come quelle a tartaruga, sono la scelta ideale.

19 Dicembre 2018 / / Architettura

Cominciamo l’anno parlando di uno degli argomenti che vi piacciono di più: come organizzare i piccoli spazi, per recuperare spazio per contenere.

……….

Ma buon anno, ma come state? Com’è cominciato questo 2018? Spero che almeno questi primi tre giorni dell’anno siano cominciati nel migliore dei modi. Per darmi il giusto inizio, ho pensato che prima di tutto bisogna far pulizia e organizzarsi al meglio. Una volta fatta chiarezza, si può cominciare a pensare ai buoni propositi.

Quindi questo mese parleremo di come organizzare casa, soprattutto se piccola. Come fare ordine e come pulire in modo eco. Ormai lo sapete: la casa è lo specchio di noi stessi. Se volete chiarezza in voi, cominciate dalla vostra casa.

Ed eccoci arrivati al primo argomento dell’anno: come recuperare quanto più spazio possibile quando ci troviamo di fronte a piccoli spazi? Ho provato a raccogliere qualche idea, spero vi possa tornare utile.

PICCOLI SPAZI CONSIGLIO #1: LE SCALE

Ok, magari questo consiglio non è utilizzabile da tutti, ma da molti si. Soprattutto chi ha le case piccole e alte e decide o ha deciso di realizzare un soppalco in casa. Di solito le scale in questi casi diventano un punto morto, nel senso che vengono usate proprio solo come scale. Invece bisognerebbe sfruttarle anche in altri modi: come armadi ad esempio. Attrezzatele con mensole e chiudetele con ante apribili. Recupererete un sacco di spazio utile. Se invece sono troppo piccole o ripide e non potete sfruttare il sotto scala, attrezzate le pareti perimetrali con mensole e quadri.

piccoli spazi

| Giacomo Ortenzi | Studio Ossigeno | Casa Vitelli |

piccoli spazi

| Interior studio: A Little Design | Photo Hey! Cheese |

piccoli spazi

| Jordan Parnass Digital Architecture | East Village Studios

piccoli spazi

| Madoka Aihara & Toshiyuki Yamazaki/YUUA Architects and Associates | Ph: SOBAJIMA, Toshihiro

PICCOLI SPAZI CONSIGLIO #2: LE NICCHIE

Le nicchie!! Loro sono davvero le migliori alleate dei piccoli spazi. Sono da utilizzare e sfruttare in ogni modo possibile, in qualsiasi stanza della casa voi le abbiate. Metteteci delle mensole e avete fatto. Schermatele con le tende se vi danno fastidio a vista. Vi aiuteranno a riporre tutti quegli oggetti grandi e piccoli che altrimenti starebbero sempre in giro per casa.

Potreste addirittura ricavarci un angolo lettura, attrezzando la nicchia con una seduta su misura.

piccoli spazi

| Avocado concept |

piccoli spazi

| Interior studio: A Little Design | Photo Hey! Cheese |

PICCOLI SPAZI CONSIGLIO #3: SFRUTTARE LE PARETI LUNGHE

Per quanto piccola possa essere la vostra casa, avrà sicuramente a disposizione una lunga parete. Ecco, se le avete dovete sfruttarle tutte, per tutta la lunghezza (e l’altezza se potete). Attrezzatele con librerie modulari da progettare in base al vostro spazio, con armadi che vi permettano di contenere il contenibile. Ci sono aziende che progettano addirittura spazi cucina integrati con spazi soggiorno, con moltissime possibilità compositive per tutte le esigenze.

piccoli spazi

| Interior studio: A Little Design | Photo Hey! Cheese |

piccoli spazi

| Madoka Aihara & Toshiyuki Yamazaki/YUUA Architects and Associates | Ph: SOBAJIMA, Toshihiro

PICCOLI SPAZI CONSIGLIO #4: MOBILI MULTIFUNZIONE

Ed eccolo l’ultimo consiglio, che è anche sicuramente il più importante: scegliete bene i mobili. In un piccolo spazio sono quanto mai importanti, perché dovranno essere della misura giusta per non rendere l’ambiente claustrofobico e farlo sembrare ancora più piccolo. Ma oltre a questo, è bene scegliere mobili che possano assolvere a più funzioni contemporaneamente. Ad esempio un letto matrimoniale contenitore, con la testata funzionale, a cui poter agganciare mensole al bisogno.

Librerie a giorno e free-standing che vi aiutino a dividere gli spazi in una casa piccola, che non vi permette di costruire pareti vere e proprio. Oppure creare una pedana (ovviamente contenitore) su cui creare la zona notte. Anche in questo case le pedane aiutano a dividere visivamente gli spazi piccoli.

 

piccoli spazi

| crem’8 | silvana citterio |

piccoli spazi

| Gosplan | Attic on an harbour |

piccoli spazi

| Int2architecture |

 

L’articolo Organizzare i piccoli spazi e moltiplicare i metri quadri sembra essere il primo su VHD.

19 Dicembre 2018 / / Charme and More

 Un Natale chic declinato nei toni del bianco e nelle sfumature del verde per creare in casa atmosfere suggestive e magiche, ispirate alla tradizione nordica.

 Addobbi sobri ed essenziali, creati con rami di pino, pigne e bacche o elementi green freschi.

Un’atmosfera intima, suggestiva  e cozy creata dalle candele bianche con la loro luce soffusa.

Delicato e chic lo stile nordico parla il linguaggio della semplicità e della natura; evoca paesaggi innevati e rende il Natale ancor più affascinante portando in casa un tocco magico in più.

Di seguito alcune un moodboard con alcune idee dallo stile essenziale e moderno a cui ispirarvi.

natale-verde-bianco-2

Ph via A touch of white and green 

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Natale chic nei toni del bianco e del verde. proviene da Charme and More.

19 Dicembre 2018 / / Case e Interni

regali-pacchetti-natale-rami (0)

Lo shopping natalizio è finalmente finito e hai comprato tutti i regali per i tuoi cari? Ma hai pensato a come fare i pacchetti dei tuoi regali di Natale? L’abito non fa il monaco, certo, ma una bella confezione è già un regalo!

Trova l’ispirazione intorno a te, per un tocco originale e fresco puoi provare a decorare i pacchetti regalo con semplici rami di siepi ed alberi sempreverdi.

Dal fioraio, ma anche nel parco vicino casa troverai tanti tipi di bellissimi rami, da usare per i tuoi packaging. Non hai bisogno di molto, un piccolo rametto di una siepe dà subito un bell’effetto! Ecco alcune idee.

wrap-christmas-presents

fonte burkatron.com

regali-pacchetti-natale-rami (1)

fonte vtwonen.nl

Christmas-wrapping-paper-printable-1

fonte HomeyOhMy.com c’è anche la carta con gli alberelli da stampare

regali-pacchetti-natale-rami (3)

fonte MonikaHibbs.com

regali-pacchetti-natale-rami (2)

fonte TodaysCreativeLife.com

regali-pacchetti-natale-rami (4)

fonte qui

19 Dicembre 2018 / / Design

Torna la serie Christmas Home Tour, dedicata alla visita di bellissime case addobbate per le feste.

Christmas Home Tour Di stelle e di candele

Se siete in cerca di ispirazione, vi invito a leggere i post del tour 2018, li trovate tutti sotto il tag Christmas Home Tour. Oggi vi porto in Svezia, a casa di Janniche Kristoffersen, blogger e grafica, meglio nota come bloggaibagis su instagram. Ecco le sue decorazioni natalizie: essenziali, rarefatte e in puro stile nordico, giocate su due elementi, le stelle di carta e le candele. Ma dimenticatevi gli interni dominati dal bianco e dal grigio: ormai anche gli scandinavi sono stati conquistati dal colore. Godetevi i toni naturali, dal terracotta al caramello, molto di tendenza anche nel 2019.

Christmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candele

Tutte le foto sono di Janniche Kristoffersen, tranne la n° 8, di David Jerner.

I prodotti nelle foto: Ivar di Ikea, stelle di carta e ghirlande luminose di Granit (vedi la mia bacheca Pinterest Brands), sedia a dondolo Eames RAR.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER