11 Febbraio 2019 / / Design Ur Life

Arredare con un determinato stile, vuol dire dare un carattere e la personalità che possa rendere piacevole la permanenza negli spazi. Arredare in stile industriale è un modo tutto nuovo di concepire il come arredare una casa.

Lo stile industriale nasce negli anni cinquanta a New York con il riuso degli spazi dismessi e i vecchi fabbricati abbandonati, rivendicando la bellezza di quello che fino ad allora era considerato grigio. Arredare in stile industriale pian piano si è affermato nelle grandi metropoli fino ad arrivare alle piccole realtà locali.

Le caratteristiche dello stile industriale

I loft e gli open space sono più adatti ma una casa in stile industriale non è necessariamente parte di una vecchia fabbrica. Lo stile industriale non nasconde ma mostra le travi, i tubi, i mattoni a vista. Arredare in stile industriale vuol dire il riciclo ed il recupero di vecchi arredi e oggetti. Come ad esempio utilizzare le vecchie tubature per i supporti delle mensole e i tavoli. I mobili con le saldature e le imperfezioni della verniciatura. Un tavolo in legno da falegname  recuperato, una grande libreria in metallo e le pareti in ferro e vetro per la separazione degli ambienti. Le lampade industriali in metallo e i cavi elettrici in cotone a vista.

Arredare in stile industriale

La palette di colori dello stile industriale

I colori tenui, duri e capaci di virare verso le sfumature calde. Dal grigio protagonista indiscusso, alle sue molteplici gradazioni per la scelta delle finiture. Poi ci sono le gradazioni di marrone tendenti al rosso per la scelta dei complementi. L’effetto cemento e il ruggine sono molto apprezzati per creare la sensazione di vissuto e le vecchie fabbriche in disuso.

Arredare in stile industriale

La luce

La luce naturale è molto importante in questo stile di arredamento per alleggerire l’atmosfera. Toni scuri e arredi dal carattere duro vanno bilanciati tramite la presenza di grandi vetrate e finestre con degli infissi semplice dal punto di vista estetico. Se non avete la possibilità di dare una luce giusta a grandi ambienti, è necessario fare un progetto illuminotecnico. Lampade da terra e i fari alternando a quelle a sospensione con i cavi visibili per richiamare alla perfezione la conformazione di una fabbrica.

arredare in stile industriale

Casa e il lavoro spesso coesistono in questi spazi donando all’ambiente un aspetto in continua evoluzione. La cucina ad isola diventa protagonista del living e il soppalco sfrutta le grandi altezze e diventa il luogo più intimi della casa.

Lo-stile-industriale_cos’è-e-le-sue-caratteristiche_4

Scrivetemi nei commenti se arredare in stile industriale fa al caso vostro? Se questa breve guida dello stile industriale ti è stato utile condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Leggi anche Arredare in stile nordico scandinavo e Arredare in stile contemporaneo

Credits: Pinterest

L’articolo Arredare in stile industriale, come riconoscerlo proviene da Design ur life blog.

11 Febbraio 2019 / / Colori

Il colore blu indica calma e sicurezza ed è da sempre il colore preferito da tutti. Forse perché ci ricorda il cielo, il mare dolcemente ondulato, le vacanze e la quiete dei dei  fiumi e dei laghi  più belli del mondo.

Chi predilige questo colore è una persona pacata con  sentimenti profondi e con una forte capacità di trovare il proprio equilibrio interiore. Il blu è anche associato alla sfera della comunicazione e dell’ascolto del proprio intuito.

L’accostamento di colori quando è fatto in maniera studiata crea una situazione di benessere e secondo i seguaci della cromoterapia è perfino in grado di alleviare i sintomi di alcuni disagi interiori  e di alcune malattie.

Usato all’interno delle camere da letto il colore blu crea spazi che infondono tranquillità e calma conciliando il sonno.

Il blu è un colore primario, questo significa che non lo si può ottenere con la mescolanza di altri colori. Il suo complementare, il colore che  meglio si abbina al blu, è l’arancione, tuttavia il blu in tutte le sue varianti cromatiche è un colore estremamente facile da abbinare.

Pensiamo al blu e al giallo limone, oppure al blu accostato al verde mela oppure al color mattone fino ad osare accostamenti più difficili e arditi.

Fu lo scienziato Michele Eugene Chevreul (1786-1889) a studiare l’influenza reciproca dei colori e a classificarli, dando vita alle moderne teorie della storia dell’arte, applicate da molti pittori anche oggi.
Chevreul intuì che due colori accostati tra di loro tendevano a tingersi l’un l’altro del corrispettivo colore complementare. Ad esempio, il giallo tendeva a colorare di un blu violaceo i colori vicini, il rosso di un verde tendente all’azzurro, il blu di un giallo aranciato.
Dall’osservazione e dallo studio di questi fenomeni Chevreul formulò la legge dei contrasti simultanei: l’occhio percepisce due colori adiacenti in modo diverso da come sono realmente.

Eccovi allora alcuni esempi di camere da letto dove il colore blu viene dosato ed accostato agli altri colori creando ambientazioni suggestive.blu1blu2blu3blu4blu5blu6blu7blu8blu9blu10blu11blu12blu13blu14

 

11 Febbraio 2019 / / Coffee Break

Chi ha realizzato un intervento di ristrutturazione a partire dal 1° gennaio 2018 può detrarre al 50% le spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomentici
Anche in questo caso la detrazione va suddivisa in 10 quote annuali di pari importo con un limite massimo di 10.000 euro.

Per fruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

Cosa è detraibile?

1. La spesa sostenuta fino al 31 dicembre 2019 per l’acquisto di mobili nuovi:
letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e quegli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo

2. L’acquisto dei grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per il forno) frigorifero, congelatore, lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

3. Le spese di trasporto e di montaggio.

Va compilata la scheda per l’Enea e la lista è tassativa:

  • forni;
  • frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavatrici;
  • lavasciuga;
  • asciugatrici.

E’ anche agevolabile l’acquisto di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica ma solo se per quella tipologia non é ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica.

Cosa non è detraibile?

Il bonus mobili non spetta invece per gli acquisti di porte, pavimenti, tende e tendaggi a meno che le tende non sia provviste di schermature solari che le fanno ricadere nel bonus tende al 50% e altri complementi di arredo.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

11 Febbraio 2019 / / Architettura

Un resort invernale composto da case in legno, grandi superfici vetrate e ampi spazi interni concepito per far sì che l’esperienza dell’ospite sia ricca di comfort e stupore.

È il progetto di VOID Architecture a Rovaniemi, Finlandia. Il team di progettisti si sono ispirati all’idea di re-interpretare la tipica casa vacanze lappone. Punto di partenza: concepire gli appartamenti in cui il comfort, la generosità dello spazio e le viste panoramiche verso la foresta e il cielo circostanti sarebbero stati i temi centrali del design.

Il resort è composto da 24 unità abitative su due livelli il cui design, per mezzo delle ampie vetrate, sottolinea l’importanza della connessione con il paesaggio circostante e, in modo sorprendente, dà l’opportunità di scorgere cieli stellati e luci del nord da un ambiente caldo e confortevole.


Il resort rappresenta un’evoluzione dell’igloo, la tipologia tradizionale locale di alloggio per le vacanze invernali. Gli appartamenti hanno un sviluppo verticale, ben visibile in facciata, completamente vetrata, e sul tetto, realizzato interamente in vetro. L’effetto crea un’atmosfera completamente immersiva, che estende lo spazio interno a doppia altezza verso il paesaggio e verso il cielo.

Ogni “igloo” contiene due unità abitative di 40 mq. I servizi includono una zona soggiorno a doppia altezza, un balcone con tetto in vetro, cucina, sauna privata e terrazza con vasca idromassaggio all’aperto. Le superfici vetrate vengono riscaldate per consentire la visione all’esterno anche in presenza di neve. Le finiture in legno contribuiscono a creare uno spazio piacevolmente accogliente.

L’edificio principale del resort sviluppa ulteriormente il tema formale, con la combinazione di due semplici volumi interconnessi che si trovano l’uno sull’altro. Il blocco principale ospita una sala ristorante a tutta altezza con facciata completamente vetrata e balcone panoramico. Il secondo blocco, caratterizzato da un prospetto anteriore lungo e inclinato, ospita reception, uffici e locali tecnici di servizio.

 

L’articolo Glass Resort, vacanze di lusso tra i boschi innevati della Lapponia proviene da Dettagli Home Decor.

11 Febbraio 2019 / / Design

Quanto tempo passiamo seduti in
ufficio o a casa e la nostra postura non è così corretta e ci lamentiamo di
malesseri generati da questa impropria posizione?

La salute in generale risente di tutto ciò e mantenere un portamento eretto per almeno 10/15 minuti ogni ora è un gesto che migliora la circolazione, favorendo una sana forma fisica e mentale.

Una scrivania con regolazione per ottenere un tavolo dinamico che permetta in modo rapido un’ampia escursione del piano di lavoro, è la soluzione ideale proposta da Arcadia.

Il modello innovativo Panta Rhei Elevabile utilizza una tecnologia elettromeccanica costituita da un pannello di comando che attiva un motore lineare e permette il sollevamento del piano fino a 1283 mm.

L’Elevabile Elettrico è composto da una colonna di sollevamento in acciaio con azionamento a motore. Il profilo interno, intermedio ed esterno può essere plastificato o cromato. La colonna guida presenta un elegante aspetto quadrato, adattandosi facilmente a qualsiasi tipo di design dell’ambiente in cui è inserito permettendo di soddisfare tutte le esigenze.

Ergonomia, flessibilità e versatilità sono le caratteristiche fondamentali di postazioni di lavoro che si adattano alle esigenze dell’utente favorendo l’attività fisica.

11 Febbraio 2019 / / Charme and More

Un lunedì ricco di emozioni positive che ci danno la giusta carica per affrontare con grinta ed energia la nuova settimana.

Non rimandare mai, non rinviare mai a domani un piacere possibile qui e ora, non abbandonare mai la preda per l’ombra. Vivere, vivere e ancora vivere.
~ Michel Onfray, L’arte di gioire, 1991
lunedi-vivere
La gioia di vivere e di amare.
Amare se stessi, amare gli altri, farsi amare.
Amare la vita e le opportunità che ci dà senza lasciarsele sfuggire.
Vivere intensamente e non sprecare tempo che è limitato.

 

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
Un mazzo di fiori mette sempre positività, un piccolo piacere che ci possiamo regalare al lunedì per illuminare la giornata.
lunedi-le-piccole-cose
DiaryOfLove Printable Art

 

 

La bellezza e la felicità delle piccole cose.

 

 

Le cose più nobili e belle della vita non sono fatte per essere raccontate, lette o viste, sono fatte per essere vissute.

~ Søren Kierkegaard

 

Felice settimana a tutti.

 

FirmaFellinSMALL

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Motivazione del lunedì; emozioni positive. proviene da Charme and More.