7 Marzo 2019 / / Blog

Buongiorno amici,

nei prossimi giorni sarò alle prese con un monolocale e sto cercando delle ispirazioni per trovare soluzioni salva spazio. Ho già progettato la distribuzione interna e alcune idee le ho in mente, ma curiosare su internet è una cosa che mi piace un sacco.

Quando si ha a che fare con uno spazio piccolo bisogna osservarlo non solo in pianta, ma anche in prospetto e verificare se si può sfruttare l’altezza del locale.

Se l’altezza lo consente, soppalcando una parte dell’area di interesse, possiamo realizzare ad esempio la zona notte, verificando prima le normative comunali.

Tempo fa avevo pubblicato questo appartamento di Parigi e continuo a pensare che è veramente delizioso.

Un’altra soluzione particolare è quella di creare, attraverso una pedana, un vano per nascondere ad esempio il letto. Mi è capitato di realizzarla per il progetto della cameretta di Federico, che avete visto qui.

E se vi ricordate anche questo piccolo appartamento aveva delle soluzioni davvero carine, soprattutto lo spazio al di sotto del letto per mettere dei contenitori.

Ne è un esempio il letto sopraelevato nella cameretta di Elly, che ho pubblicato su Casa Facile.

Ma non solo la zona notte può essere risolta con soluzioni semplici e low cost. E’ soprattutto il living quello che ha bisogno di più attenzione perché è qui che passiamo gran parte delle nostra giornata.

L’area della cucina, anche se piccola, deve essere funzionale, mentre il living deve poter ospitare non solo chi la abita, ma anche eventuali ospiti.

In cucina quindi prima di tutto ordine e organizzazione e visto che i piani d’appoggio possono scarseggiare mettere un piano ulteriore che funge anche da piccolo angolo colazione è sicuramente un ottima soluzione.

Nel living la posizione del tavolo è uno dei fulcri della progettazione. In un monolocale sono le consolle ad essere protagoniste perché occupano pochissimo spazio, si aprono all’occorrenza e sono in grado di ospitare diverse persone.

Questi tavoli salva spazio con sedie a scomparsa non solo per un monolocale, ma anche in una normale abitazione possono essere la soluzione ottimale da affiancare al normale tavolo pranzo.

La zona conversazione invece può essere composta da un semplice divano e qualche pouf o poltroncine che ingombrano meno.

La progettazione su misura è la soluzione più corretta per sfruttare ogni centimetro dello casa, ma anche in commercio possiamo trovare delle soluzioni che possono aiutarci.

Vi lascio con alcuni spunti e continuo la mia ricerca di idee originali. E voi cosa ne pensate? Le soluzioni salva spazio le trovate interessanti anche in una normale abitazione?

 

 

Ulteriori immagini tratte da Pinterest.

7 Marzo 2019 / / Dettagli Home Decor

Inaugurato l’altro ieri, mercoledì 5 marzo 2019, il primo PopUp Store di letti e accessori sostenibili made in Greece.

Allestito al sesto piano del department store, il pop up store ospita una ricca selezione dei best seller della collezione letto e casa di COCO-MAT.

Al centro dello spazio, il SISTEMA LETTO 4 layer, che combina quattro prodotti top, – sommier, materasso, sovramaterasso e topper per un sonno perfetto. I sistemi letto COCO-MAT contengono un’incredibile combinazione di materiali naturali che aiutano a mantenere un ambiente sano.

Ecco alcuni scatti del pop up store!

www.coco-mat.it

L’articolo COCO-MAT for RINASCENTE MILANO proviene da Dettagli Home Decor.

7 Marzo 2019 / / Colori

Come abbinare il living coral di Pantone eletto colore dell’anno 2019. Sei combinazioni vincenti per ogni stile e gusto, per accontentare tutti.


Lo si aspetta quasi come il Natale il momento in cui Pantone annuncerà quello che secondo loro sarà il colore che la farà da padrone nell’anno a venire. Anche se quasi sempre è si tratta di colori che alla maggior parte di noi non piacciono, vogliamo comunque sapere loro cosa ci diranno.

Ci prende quest’ansia da curiosità che poi (almeno per me) rimane sempre un po’ delusa. Non so mai esattamente cosa mi aspetto, ma sicuramente non i colori che decidono loro. Che poi sia chiaro, si tratta di decisioni prese sulla base di valutazioni scrupolose che tengono conto di più aspetti. Si va dalla moda, alla cucina, alla grafica. Quindi il lifestyle a 360°.

Il colore del 2019 è il Living Coral, un rosso schiarito con l’aggiunta di una punta di giallo che lo rende aranciato e vivace. Ma come declinarlo in casa e come usarlo in combinazione con altri colori?

Come abbinare il Living Coral: idee e combinazioni vincenti

 Dall'alto a sinistra: lampada in carta Wild Wood Paper Lampshade Pink Lemonade Ombre - Carta da Parati Wisteria Wallpaper Coral by Pearl Lowe - Poltrona e Pouf Audrey Coral - Stampa con cornice Pink Paradise - Cuscino tinta unita Spira Klotz - Cuscino fantasia Coral Varese - Cuscino fantasia Malini Aztec Diamond Fabric
| Dall’alto a sinistra: lampada in carta Wild Wood Paper Lampshade Pink Lemonade Ombre – Carta da Parati Wisteria Wallpaper Coral by Pearl Lowe – Poltrona e Pouf Audrey Coral – Stampa con cornice Pink Paradise – Cuscino tinta unita Spira Klotz – Cuscino fantasia Coral Varese – Cuscino fantasia Malini Aztec Diamond Fabric |

Ci sono tanti modi in cui poter portare in casa questo colore vivace e delicato, simbolo di ottimismo e positività. Ad esempio con dei cuscini in fantasia oppure con delle stampe. Ma anche delle splendide lampade in carta. Tutti dettagli che possono essere cambiati in base alla stagione e alle preferenze.

Ma quali sono i colori vincenti con cui abbinare questo colore? Vi propongo sei combinazioni adatte a tutti i gusti tra cui scegliere.

Abbinare il living coral: bianco, beige, grigio, azzurro, verde e oro

Immagini di soggiorni in cui viene abbinato il living coral ad altri colori come il bianco, il grigio, i beige, l'oro, il verde e l'azzurro
| Dall’alto a sinistra: Laskasas – Essential Home – Dekoria GmbH – DelightFULL – BrabbuDesign |

L’abbinamento sempre vincente è quello col bianco. Una combo leggera e luminosa, adatta alle zone giorno (dove la luce non è mai troppa) ma anche alla cucina o al bagno. Insieme al grigio l’eleganza è la parola chiave: il formalismo del grigio viene smorzato dal Living Coral che con la sua vivacità accende ogni ambiente.

Il beige e l’oro creano interni dal sapore un po’ retro, anni ’50. Linee geometriche e un tocco urban jungle per ambienti che possono anche essere in stile eclettico, se non sapete decidere verso quale stile virare.

Ed infine il verde smeraldo e l’azzurro: due colori che enfatizzano la natura calda e vivace di questo colore, essendo due perfetti colori freddi che fanno da contraltare in uno schema di colori complementari.

L’articolo Come abbinare il living coral: sei combinazioni vincenti sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

7 Marzo 2019 / / Paz Garden

Questa settimana sta volando via veloce e bella ricca di emozioni, devo ammetterlo.
Ritrovarmi ad ospitare una famiglia di ben 6 persone è stata una delle esperienze più belle che potesse capitarmi finora. L'allegria dei bimbi tutti insieme, ben 6 cuccioli con un'età compresa tra i 14 mesi e gli 11 anni, le risate, il disordine, l'allegria che ho visto nei nostri occhi e l'amore respirato nell'aria mi resterà dentro per tantissimo tempo ancora, ne sono certa.
Non ho deciso di fare altri figli ma ho compreso ancor meglio che dove c'è libertà, spazio per il gioco, la creatività e per poche regole chiare e precise, c'è anche spazio e tempo per una sana felicità fatta di sentimenti profondi (anche tra i più piccoli), serenità impagabile e rispetto, anche quando non si parla la stessa lingua.
E visto che vengo fuori da una settimana dove parecchio disordine è stato evitato grazie a piccoli accorgimenti organizzativi messi in atto già da tempo qui da noi... vi lascio curiosare tra le immagini stilose di un brand giapponese dall'estetica ovviamente iper minimal e dal design capace di trovare soluzioni molto intelligenti all'organizzazione di una casa.
Il brand in questione si chiama YAMAZAKI e mi chiedo come mai non avessi scritto un post a tema prima su di loro (visto che avevo già acquistato qualcosa!!!) ma comunque... ho riaggiornato la lista dei miei preferiti per la prossima fase di decluttering che mi attende e oggi la condivido con voi, che ne dite?  Per tutte le info circa la voglia di shopping vi consiglio di contattarli direttamente tramite il loro account instagram (lo trovate QUI) o curiosare anche da soli su Amazon.
E ora buona ispirazione a tema organizzazione casa!!!

7 Marzo 2019 / / Design

READ IN ENGLISH

La bella stagione è alle porte e viene naturale tornare a guardare il proprio giardino, terrazzo o balcone con occhi diversi.

Molto spesso pensiamo ai divanetti o tavoli da esterno, dimenticandoci di quanto l’illuminazione outdoor sia fondamentale. Infatti una corretta illuminazione permette di godersi al meglio gli aperitivi e le cene primaverili e estive.

Che sia luce diretta sul tavolo dove si mangia, o d’atmosfera per quando si conversa, l’illuminazione per me è fondamentale.

Considera inoltre che l’illuminazione esterna viene spesso utilizzata dal tramonto all’alba e ciò rappresenta un’eccellente opportunità per risparmiare energia con lampade e apparecchi a LED.

Lampade da terra

Le lampade da terra hanno sempre il loro fascino e sono ottime per i giardini o comunque in spazi esterni dove si possono collocare senza che siano di intralcio.

Un modello che mi ha colpito è la Aton di Unopiù, molto semplice e moderna, può essere collocata sia a terra che su un tavolino poiché disponibile in diverse altezze. O anche la lampada da terra Mizar, più romantica con il paralume.

Lampade a sospensione

Anche all’esterno si possono mettere lampade a sospensione!
La lampada Hamper di Unopiù è una delle mie preferite tra le proposte di questa azienda. Ha una struttura a gabbia metallica di forma trapezoidale ed è molto elegante soprattutto per i giardini estivi. È disponibile sia nei colori di bianco che bronzo e il cavo è rivestito interamente in tessuto color corda. Grazie al suo lungo cavo, la Hamper può cadere dal ramo di un albero o anche da un ombrellone.

Lanterne

La maggior parte delle lanterne ha uno stile leggermente vintage, poiché imitano l’aspetto delle lanterne tradizionali; tuttavia tra le proposte di Unopiù esistono lanterne dal design più moderno. Una scelta sempre piacevole per decorare e illuminare gli esterni.
Di solito, questi apparecchi sono realizzati in metallo e vetro e sono disponibili in una varietà di finiture, tra cui rame, ferro, bronzo e altre finiture dai toni argento, offrendo opzioni che possono adattarsi a quasi tutte le case.
Uno dei modelli che amo è il modello Oslo di Unopiù, una lanterna da terra a LED con l’aspetto innovativo grazie alla sua forma squadrata o a trapezio e alla cornice in metallo lucido.

Oslo – Unopiù

Lampade a parete

Chi vive in case indipendenti e non ha problemi di “facciate comuni” può scegliere anche delle lampade da parete particolari. Ritroviamo la lanterna Oslo proposta come applique, che con la sua forma lineare si può adattare ad ogni contesto.

Oslo – Unopiù

L’articolo Illuminare giardini e terrazzi proviene da easyrelooking.

7 Marzo 2019 / / Colori

Una casa d’epoca nel centro di Gothenburg è il perfetto esempio del minimalismo scandinavo.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Colori chiari, possibilmente neutri, tanto legno e pochi oggetti, meglio se di design. Queste semplici regole sono la base del minimalismo scandinavo, di cui la casa che vi presento oggi è l’esempio perfetto.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

La casa è stata ristrutturata da Alvhem, uno studio che unisce un’agenzia immobiliare e un negozio di interior design con sede a Gothenburg (o Goteborg).

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Generalmente non pubblico molte case svedesi, perché solitamente on line si trovano immobili ristrutturati dalle agenzie destinati alla vendita. Queste case hanno il difetto, se così si può sire, di essere omologate nello stile, così ho deciso di condividere solo quelle che hanno un tocco particolare.

La casa di oggi mi piace perché il minimalismo spinto, che può creare una sensazione di vuoto, è compensato dal calore intrinseco degli elementi strutturali, come il pavimento in legno, le porte antiche, i tubi degli impianti a vista.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Visita tutte le case pubblicate nell’House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: