16 Marzo 2019 / / Design

Come ogni anno l’ultimo venerdì prima dell’equinozio di primavera (nel 2019 il 15 marzo) è stata la Giornata Mondiale del Sonno.
Istituita a partire dal 2008 per farci riflettere sull’importanza di un buon sonno ristoratore è l’occasione per ricordarci quali sono le regole per dormire meglio.
Tra i fattori ambientali sicuramente la temperatura (tra i 18 ed i 22°C) e l’umidità sono quelli che maggiormente influiscono sulla qualità del sonno,  ma sono fondamentali anche l’ordine e la pulizia, nonché una piacevole disposizione dei mobili.
L’assenza di rumori e di luce sono invece  fattori la cui importanza varia da individuo ad individuo, e a seconda della fase del sonno in cui ci si trova.
Gli esperti sono concordi nell’affermare che gli apparecchi tecnologici (televisioni, computer e smartphone) non dovrebbero entrare in camera da letto, ma la domotica  può aiutarci a creare degli scenari di temperatura, luce, e suoni  per accompagnarci dolcemente verso il sonno e per assicurarci al mattino un risveglio ottimale.
Per quanto riguarda l’arredo, chi non ha mai sognato di dormire in un bel letto a baldacchino? A me piacciono quelli “minimal” che non appesantiscono visivamente l’ambiente e ben si adattano ad uno stile contemporaneo. E se voleste dare un tocco più personale, perché non osare un bel colore vivace?

Sweet sleep

As every year the last Friday before the spring equinox (in 2019 on March 15th) was World Sleep Day.
Established in 2008 to make us reflect on the importance of a good night’s sleep, it is an opportunity to remind ourselves of the rules for sleeping better.
Temperature (between 18 and 22°C) and humidity are  the environmental factors those most influence the quality of sleep, but order and cleanliness are also essential, as well as a pleasant arrangement of the furniture.
The absence of noise and light are factors whose importance varies from individual to individual, and according to the phase of sleep in which one finds oneself.
Experts agree that technological devices (televisions, computers and smartphones) should not enter the bedroom, but domotics can help us create scenarios of temperature,light, and sounds to gently accompany us to sleep and to ensure optimal morning awakening.
As for the furniture, who has never dreamed of sleeping in a beautiful four-poster bed? I like the minimal ones that do not weigh down the environment visually and are well suited to a contemporary style. And if you wanted to give a more personal touch, why not dare a nice bright color?

foto da Pinterest
16 Marzo 2019 / / Case e Interni

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese
L’interior design nordico è facilmente riconoscibile grazie alla sua semplice eleganza, legata alla forma e alla funzione. L’arredamento delle case costiere riflette tutto questo e riesce ad incorporare in modo naturale gli elementi del mare.

Una delle cose che ammiriamo veramente degli scandinavi e degli abitanti dei Paesi del Nord, è la loro capacità di portare la natura negli interni abitativi in modo semplice e senza eccessi. La casa danese da sogno, dell’interior stylist e graphic designer Pernille Grønkjær Taatø, è un bell’esempio di questo.

Situata in uno storico borgo sulla costa danese, la casa racchiude perfettamente la sottile sfumatura biancastra della sabbia e il sereno grigio-blu del mare del Nord.

Vivendo in una città di mare ci sentiamo così incredibilmente ispirati dalla casa danese! Ma anche se non vivi in riva al mare, ci sono così tante idee da copiare da questa splendida casa!

I colori principali in questa casa costiera sono il bianco, il colore sabbia del legno chiaro e un pallido grigio-azzurro. Questa palette contribuisce a creare un’atmosfera più rilassata in un ambiente contemporaneo.

Se vuoi copiare lo stile, sappi che la chiave per un arredamento come questo è la semplicità. Non aggiungere troppi mobili e complementi. Adotta un atteggiamento “minimalista” e sii molto selettivo su ciò che aggiungi al tuo arredamento.

Alcuni pezzi dei grandi designer danesi conferiscono classe ed eleganza senza tempo. Wegner è particolarmente noto per il suo stile pulito, che unisce comfort e design. La sua sedia Wishbone Chair (chiamata anche Y chair) si adatta ad ogni ambiente, anche se siamo vicini alla spiaggia.

In questi interni ci sono comunque alcune lampade di design italiano, che sono diventate ormai vere icone internazionali, come la Tolomeo di Artemide e Parentesi (1970, Achille Castiglioni, Pio Manzù) di Flos.

Quando ci si concentra su una combinazione di colori chiari e “sbiancati” , le texture diventano incredibilmente importanti. Come nel tavolo da pranzo, ricavato da un bellissimo pezzo di legno invecchiato, che con le sue fessure ricorda il legno “lavorato” dal mare.

Una casa dal sapore nordico-scandinavo fonde sempre il minimalismo con un sentimento di piacevole comfort, grazie all’importanza dei dettagli, che anche qui non mancano. Scoprili scorrendo le foto che seguono.

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Fonte e Fotografia: Pernille Grønkjær Taatø e Trine Bukh

Per altri spunti guarda qui, quali sono i punti salienti dello stile nordico-scandinavo, che rendono questa tendenza una delle preferite degli ultimi anni.

Anna e Marco – CASE E INTERNI