Dove cominciare per arredare casa: giorno #1

Dove cominciare per arredare casa? Una delle domande più richieste, per uno dei compiti più importanti. Semplifichiamo il processo passo dopo passo.


Quando si affronta il grande passo di andare a vivere da soli/ in coppia o si acquista la nuova casa l’emozione è alle stelle. Una casa intera tutta nostra, bianca come una tela e da riempire con arredi e complementi che abbiamo sempre sognato.

Quello che fino a ieri era una emozione pura ora pian piano si trasforma un po’ in ansia: da dove comincio per arredare casa? Cosa mi servirà? Quanto spenderò? Tutte domande legittime che però se poste tutte assieme hanno come risultato finale un gran mal di testa.

Innanzitutto non auto-acceleratevi: non c’è nessuno che vi aspetta al traguardo e non c’è una scadenza oltre la quale non potete più arredare casa. Cerchiamo di fare chiarezza ed analizzare passo dopo passo il processo che vi porterà a definire l’arredo e lo stile di casa vostra.

Dove cominciare per arredare casa: non abbiate fretta

Questa frase può sembrare fuori luogo ma è il principio base con cui far pace. Pensateci bene: una volta che avete gli elementi base per vivere, non c’è fretta di avere tutta la casa arredata al completo, giusto?

Prendervi il tempo di riflettere, valutare, guardare farà sedimentare meglio le vostre scelte che saranno dettate dalle reali necessità che incontrate man mano che vivete nella vostra nuova casa. Acquistare tutto molto prima crea il rischio di avere elementi che pensavate vi sarebbero serviti o che sarebbero stati bene nel complesso, e invece no.

Aiutatevi compilando una check-list degli arredi e complementi che vi serviranno

Mettere tutto nero su bianco vi aiuterà a catalizzare l’attenzione sugli oggetti ed arredi che realmente pensate vi serviranno. Analizzate stanza per stanza definendo le attività che andrete a svolgerci e fate un elenco di arredi ed oggetti che usate abitualmente per quei compiti. Partite dai grandi arredi e scendete nel dettaglio, senza dimenticare nulla.

Questo vi permetterà di definire il numero di oggetti che vi servono, vi darà un’idea di budget e vi permetterà di cominciare a definire le priorità.

Man mano che delineate le vostre abitudini ed esigenze potrete aggiornare l’elenco aggiungendo o togliendo elementi e spuntando quelli che comprate strada facendo.

banner blog per scaricare la checklist dove cominciare per arredare casa

Pinterest lo conoscete?

Se la risposta è no, vi consiglio di correre ai ripari: Pinterest è il miglior motore di ricerca quando si è in cerca di idee ed ispirazioni.

Grazie a Pinterest potrete trovare migliaia di immagini di case da salvare in bacheche virtuali. Il mio consiglio è di creare una bacheca per ogni stanza, così da salvare le idee con più facilità. Se non sapete da dove partire, date un occhio al mio profilo!

Ovviamente sono perfetti sia i cataloghi delle aziende di arredi che le riviste di settore: tenete da parte queste immagini per creare una tavola d’ispirazione sulla quale attaccare tutte le immagini che avete selezionato. In questo modo si comincerà a definire un gusto ed uno stile da perfezionare man mano.

La tavola d’ispirazione (anche detta moodboard) potete farla anche online, con il programma gratis online Canva. Vi basterà caricare le immagini scelte nel sito e comporle in griglie, scegliendo tra i tanti modelli disponibili. Una volta fatto, stampatelo per poterci annotare i vostri commenti e le vostre revisioni.

infografica dove cominciare per arredare casa processo in cinque passi

Dove cominciare per arredare casa: definire i colori da usare in casa

Se avete collezionato un bel gruppo di immagini di ispirazione potrete notare che ci sono dei colori che si ripetono. Questi con molta probabilità sono i colori che preferite e quindi potete cominciare a dividerli in grandi gruppi: i blu, i verdi, i grigi.. Fatto questo, potete selezionare 5 colori che andranno a formare il vostro schema colore da applicare in tutta casa.

Secondo me l’ideale è avere due colori saturi (carichi di colore), un pastello e due neutri. In questo modo avrete un buon mix di tonalità facilmente accoppiabili, che vi garantiranno un equilibrio cromatico.

Definire le priorità d’acquisto

A questo punto le idee dovrebbero cominciare a schiarirsi, ed è qui che arriva il bello. Avete stretto il campo intorno allo stile che volete dare a casa vostra, state definendo i colori che più preferite. Avete la vostra check-list di arredi e complementi da acquistare: ora dovete priorizzare gli acquisti.

Cosa vuol dire? Significa che dovete scegliere prima gli arredi senza i quali non potete vivere in casa: letto, divano, cucina. Questi sono anche gli elementi che vi prenderanno la parte più grande del budget, per cui prendetevi il tempo di selezionare i rivenditori di mobili che vi piacciono di più. Date un occhio ai loro siti e definite quelli che meritano una vostra visita in persona.

Girate, guardate, fotografate e prendete nota di dimensioni, colori, prezzi. Fate anche un secondo ed un terzo giro nei negozi, se serve. In questo modo le decisioni avranno il tempo di sedimentare e le decisioni saranno davvero semplici.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Dove cominciare per arredare casa: giorno #1 sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

Written by: