[Piccoli spazi] Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera

Per chi non è convinto degli open space, ma desidera comunque non sacrificare la visione ampia degli spazi e la luminosità anche in un piccolo appartamento, la soluzione migliore è quella di realizzare pareti vetrate con porte, per dividere gli ambienti. Come in questo spazio di soli 40 mq.

In questo mini appartamento svedese c’è tutto, ma in forma più piccola. C’è un soggiorno, un angolo cottura, un bagno e una camera da letto. E’ proprio quest’ultima che è stata chiusa da una parete vetrata. Il vantaggio di questa scelta è di evitare soprattutto il rumore e garantire la tranquillità, quando diversi membri della famiglia utilizzano entrambi gli spazi.

Gli ambienti visivamente rimangono uniti e grazie alla trasparenza, la luce si diffonde in tutti gli angoli della casa. Essendo una camera da letto, una tenda, che scorre lungo la partizione vetrata, riesce a garantire un minimo di privacy.

Non è una soluzione economica, sia ben chiaro, ma è sicuramente di grande effetto ed adatta ad appartamenti piccoli e poco luminosi.

La scelta non poteva essere più attuale: sia nei paesi nordici, come nel nostro, la divisione con pareti vetrate è uno dei trend più amati, grazie allo stile loft-industriale, sempre molto popolare.

E tu, sceglieresti delle pareti di vetro per separare la tua camera?

Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera
Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera

Una parete vetrata per separare la camera

Fonte: blumenthalhoffman.se

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Written by: