30 Maggio 2019 / / Architettura

Segui i migliori consigli per ristrutturare casa senza sbagliare, affidandoti ai giusti professionisti del settore.


Quando decidi di ristrutturare casa, sei in cerca di tutti i consigli utili per non sbagliare e ottenere il risultato desiderato senza andare incontro ad alcun problema. Si sa infatti che si tratta di lavori che richiedono un grande impegno sia dal punto di vista economico che del tempo, non è un compito semplice e per questo è bene sapere come muoversi per non sbagliare. Vediamo quali sono i consigli utili per cercare di ottenere quel che si desidera senza errori e problemi, grazie ai suggerimenti di ristrutturare-casa.org

Ristrutturare casa per realizzare un soggiorno in stile moderno con camino e soffitto finestrato
Photo by Outsite Co on Unsplash

Ristrutturare casa: scegliere un progettista

Il primo consiglio che diamo in caso tu voglia ristrutturare la tua casa è quello di affidarsi ad un progettista, che sia un geometra, un architetto o un ingegnere, fondamentale perché ogni opera necessita di un progetto che sia firmato da un tecnico che sia iscritto all’Ordine o al Collegio Professionale. Nella prima fase il progettista fa degli schizzi per testare la fattibilità degli interventi proposti e poi, per sviluppare il vero e proprio progetto, sono necessari i rilievi architettonici e fotografici.

Durante la progettazione viene definita la planimetria e il professionista inizia quindi a disegnare il definitivo con il padrone di casa. L’obiettivo chiaramente è realizzare un’opera che possa integrare le esigenze e i gusti del committente coi vincoli imposti dalla struttura e dagli impianti della stessa. Dopo aver elaborato la base del progetto e il sovrapposto, il progettista può stilare il computo metrico, ovvero l’elenco di tutti i lavori da eseguire per ristrutturare la casa. In seguito serve quindi cercare la migliore impresa che possa svolgere i lavori, richiedendo prezzi e preventivi, in modo da decidere a chi affidare la ristrutturazione della propria casa. Una volta che il progetto è pronto e sono state individuate le figure necessarie ai lavori, allora il progettista completa moduli e documenti utili per presentare la pratica in Comune.

Il progetto di ristrutturazione casa è un documento molto importante, per differenti motivi. Prima di tutto impedisce un aumento dei costi in corso d’opera. Oltretutto può valere come garanzia, nel caso in cui si voglia ristrutturare nuovamente lo stesso immobile in un momento futuro. Il progetto infatti consente di capire e conoscere tutti gli interventi fatti in precedenza. È anche un ottimo strumento di tutela per il committente, c’è in gioco un tecnico terzo rispetto all’impresa che può fare gli interessi dei clienti, equilibrando il rapporto tra l’interesse dell’impresa e quello del committente.

In alcuni casi in realtà il progetto di ristrutturazione casa è obbligatorio, quando gli interventi richiedono documenti quali la SCIA, la CILA o il Permesso di Costruire. Questo accade quando si va a modificare la planimetria e a variare la struttura, i muri, la volumetria o gli impianti.

L’architetto è il miglior professionista a cui rivolgersi per ristrutturare casa, è quella figura professionale infatti che riesce a immaginare gli spazi ancora prima che gli stessi esistano, vede tutto in chiave pratica, pensando anche alla tecnologia e agli arredi. L’architetto può aiutare anche perché è sempre aggiornato sui migliori materiali, mobili, sanitari e tutto ciò che le aziende offrono. È in grado ovviamente di tenere sempre presente gli aspetti strutturali e di trasformare l’immobile del cliente come lo desidera.

Ristrutturare casa per ottenere una cucina con penisola in marmo e basi e pensili in laccato bianco, in stile rustico
Photo by Rustic Vegan on Unsplash

Ristrutturare casa: scegliere i materiali

Un altro fattore fondamentale per ristrutturare casa senza sbagliare è scegliere i giusti materiali. Spesso si ha paura di dover spendere molti soldi per un risultato ottimale, quando invece si può risparmiare senza rinunciare alla qualità. Ci sono mode e tendenza anche nell’edilizia e nella scelta dei materiali, ad esempio in questi anni abbiamo visto un ritorno al gusto retro e all’utilizzo di elementi antichi in chiave moderna. Sul mercato poi ci sono i vari evergreen che non passano mai di moda, oltre ai materiali innovativi. Quando si decide di ristrutturare casa la scelta migliore sembra essere sempre quella di usare le soluzioni di tendenza, per rinnovare l’immobile e svecchiarlo con materiali nuovi, rendendo l’ambiente moderno. Non sempre è così, basta farsi consigliare dai professionisti del settore.

Ristrutturare casa: i consigli per risparmiare

Se hai deciso di ristrutturare la tua casa, saprai benissimo che i lavori da fare sono impegnativi, di qualsiasi entità essi siano, sia in termini di denaro che di tempo, impegno e fatica. Per questo è fondamentale affidarsi ad un serio professionista del settore. Cerca le migliori aziende, le più qualificate della tua zona in ambito di ristrutturazione di immobili, a cui far fare un sopralluogo e con cui valutare le soluzioni più adatte alle tue esigenze. Se vuoi risparmiare inoltre non pensare di dover per forza rinunciare alla qualità per ottenere i risultati desiderati, prenditi del tempo, valuta architetto o professionista a cui affidare la realizzazione del progetto e i preventivi delle aziende per scegliere quella che si avvicina di più al tuo budget e alle tue esigenze, in modo che il lavoro finito sia esattamente quello che ti aspettavi, senza dover per forza spendere più di quel che puoi permetterti.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Ristrutturare casa: consigli per non sbagliare sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

30 Maggio 2019 / / Charme and More

Durante l’estate il portico, la veranda, il giardino o anche il balcone possono essere trasformati in salottini dove rilassarsi all’ombra o dove trascorrere piacevoli serate sotto le stelle da soli o in compagnia.

Gli spazi esterni alla casa, per coloro che hanno la fortuna di poterne disporre, se arredati con gusto, con mobili e accessori che uniscono la bellezza alla funzionalità possono essere trasformati in  vere e proprie stanze all’aperto da sfruttare in svariate occasioni.

 Ecco una gallery fotografica dalla quale trarre spunto con idee e ispirazioni per rendere l’outdoor rilassante e comodo.

estate-sotto-il-portico-2

Portico con arredi in vimini dalle sfumature calde e naturali e pavimento in pietra in perfetta armonia con la natura circostante.

esatte-sotto-il-portico-3

Una rigogliosa e lussureggiante zona di verde, un angolo di puro relax con zone d’ombra e piante rampicanti.

Una tavola rotonda per momenti conviviali con gli amici durante le sere d’estate o per gustarsi in tutta tranquillità una fresco cocktail leggendo un libro.

Un progetto di Auquer Prats Arquitectes.

estate-sotto-il-portico-4

Un tripudio di colori e di soffici cuscini dove trascorrere momenti di relax all’ombra della bouganville stesi su una comoda “dormeuse” in ferro battuto dal gusto bohèmien.

estate-sotto-il-portico-5

Una comoda area salotto sotto il portico.  Un divano in legno con morbidi cuscini,  un tavolino con le ruote, sedie a sdraio e lanterne per illuminare le serate.

estate-sotto-il-portico-6

Per gli amanti del mare e dell’ atmosfera marinara ecco un portico  in stile coastal, nei toni del bianco e dell’azzurro diviso in zona pranzo e salotto.

Ph via 

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

 

L’articolo Estate sotto il portico; idee d’arredamento. proviene da Charme and More.

30 Maggio 2019 / / Architettura

Questa casa, affascinante commistione tra vecchio e nuovo, si trova a Maiorca, nel cuore di Sóller. Costruita nel 1896, misura 510 metri quadri ed è stata recentemente restaurata con finiture moderne e dotazioni tecnologiche all’avanguardia; ideale per chi apprezza il comfort ed il lusso e cerca un’intima connessione con l’ambiente che lo circonda.

An ancient house restored in Mallorca

This house, a fascinating mix of old and new, is located in Mallorca, in the heart of Sóller. Built in 1896, it measures 510 square meters and has been recently restored with modern finishes and cutting-edge technological equipment; ideal for those who appreciate comfort and luxury and look for an intimate connection with the surrounding environment.

 

  

_________________________
CAFElab | studio di architettura

30 Maggio 2019 / / Architettura

Situata a Highett, un sobborgo di Melbourne, questa estensione contemporanea rende omaggio al design moderno di metà del secolo e allo stesso tempo amplia gli spazi abitabili collegandoli al giardino.

Progettata dallo studio di architettura Megowan , gli elementi che caratterizzano Plated House sono indubbiamente la forma del tetto e il rivestimento in legno di cipresso carbonizzato del nuovo volume.

Prima dei lavori di ristrutturazione i pavimenti erano irregolari, l’intonaco si stava sgretolando, il retro della casa stava cadendo a pezzi  e la disposizione degli ambienti pessima con poca o nessuna connessione con il grande giardino sul retro“, affermano i progettisti.

Per portare più luce naturale all’interno dell’abitazione, lo studio ha installato sulla copertura della nuova struttura sei lucernari. Al centro, il tetto forma una depressione che segna l’ingresso alla casa. Il rivestimento in legno di cipresso carbonizzato mimetizza la struttura nell’ambiente, creando al tempo stesso un netto contrasto con l’interno bianco e luminoso. Anche la cuccia del cane ha subito il medesimo trattamento.

Internamente sono stati aggiunti due nuovi bagni, inoltre, sono state spostate alcune pareti interne per ricavare una camera padronale  e due camere da letto.

Pieno di luce naturale, l’interno appare arioso e luminoso. Gli spazi abitativi presentano pareti bianche, pavimenti in legno o piastrelle e mobili dal design contemporaneo. La cucina è l’ambiente della casa che collega l’interno con l’esterno dove i clienti hanno accesso a una spaziosa terrazza attrezzata con tavolo e sedie, al riparo dal sole grazie alla presenza di alberi secolari.

Fotografie © Tom Blachford

L’articolo Un ampliamento moderno per collegare la casa con il giardino proviene da Dettagli Home Decor.

30 Maggio 2019 / / Architettura

READ IN ENGLISH

Questo progetto è stato intitolato Oxygen House ed è stata realizzata dallo studio di Susanna Cots , a Barcellona.

Perché Oxygen House? perché è una casa completamente immersa nella natura, in un bosco per la precisione.

Le ampie vetrate, senza tende, rendono possibile contemplare la natura anche stando in casa.

L’idea di fondo della struttura interna

La struttura interna è composta da cubi di vetro, che consentono una visione totale degli ambienti posti al di fuori dell’abitazione.

La sensazione è quella di essere immersi nello spazio esterno, pur trovandosi in realtà all’interno. I moduli cubici sono collegati tra di loro da un corridoio, anch’esso di vetro. Sembra quasi di formare un tutt’uno con gli esterni e, quindi, con l’armonia della natura, di cui la casa vuole seguire il ritmo lento, continuo e calmo.

La scelta dei colori

I colori scelti per gli interni sono chiari, con predilezione per le travi del soffitto pitturate di bianco: questo aggiunge luminosità agli ambienti, che già sono luminosi in quanto la maggior parte delle pareti sono costituite dai lati del cubo di vetro trasparente che ne definisce la struttura.

Il legno chiaro è utilizzato per i pavimenti e per rivestire alcune delle zone delle pareti divisorie, questo dona una continuità con i toni chiari del soffitto e degli arredi, in cui predomina il beige e che sono in stile industriale con rifiniture di metallo scuro.

Le altezze importanti conferiscono a tutti gli ambienti un respiro ampio, spazi estesi ma allo stesso tempo definiti in modo delicato dai toni chiari.
Gli interni prendono ispirazione da una tavolozza cromatica che prende in prestito i colori dalla terra e dalla natura.

La divisione degli ambienti

La cucina è delimitata da linee rette, che conferiscono a questo ambiente centrale della house un certo movimento ed ordine allo stesso tempo, e che garantisce struttura, ma tuttavia non divisione.

La zona living è collegata alla cucina con una parete in vetro dai bordi di metallo scuro, che conferisce ai due ambienti sia privacy che connessione, a seconda delle necessità.

Tutti gli ambienti comunicano con l’esterno, anche in presenza di pareti piene, e non di vetro, con finestre grandi e con infissi in metallo scuro tipico dello stile industriale, che richiamano i particolari degli arredi.

La camera da letto ha una prospettiva frontale con l’ambiente esterno; il letto si trova di fronte allo spazio esterno; gli arredi hanno linee pulite ed essenziali, in cui prevalgono i toni del bianco e del legno chiaro.

Per la cabina armadio è stata fatta una precisa scelta architettonica, in quanto questa è posta all’esterno della zona letto, contigua alla camera, in modo da definire con discrezione e praticità l’area in cui sono riposti gli abiti, e, quindi, il giorno, il vissuto, per lasciare ampio spazio all’area del riposo.

In questo ambiente sono posti in ordine armonico il letto, una consolle con specchio dalle linee essenziali e, vicino al limite con la struttura di vetro, un tavolino con sedie per avere la possibilità di contemplare lo spazio esterno e sentirsi in armonia con la natura e con se stessi. Stare di fronte alla zona esterna con la piscina ed il prato curato dona un senso di purezza e calma interiore.

Il rituale del bagno

Il bagno presenta linee essenziali ed avvolgenti allo stesso tempo; il lavabo a doppia vasca in marmo, da parete a parete, comunica con l’esterno attraverso una grande finestra, che si trova di fronte, da cui si vedono gli uliveti che si trovano in questa area esterna alla casa.


Lo spazio del bagno è diviso in modo armonico tra l’area più vicina all’ingresso, con lavabo e vasca libera, con le sue linee geometriche fluide e definite, e la zona wc, separata dalla ampia doccia da una parete di vetro con bordature di metallo scuro.

L’articolo Oxygen House in Spagna: vetro e natura proviene da easyrelooking.