Una villa sulle colline di Creta

Sulla costa meridionale di Creta, nei pressi della località balneare di Agia Galini, lo studio di architettura greco decaARCHITECTURE ha trasformato il progetto per una residenza moderna in un’opportunità di conservazione e recupero del territorio.

Denominata Ring House per la sua forma arrotondata, la casa, circondata da viste magnifiche del mar Egeo è stata disegnata per seguire la topografia esistente e apparire come un’estensione della collina stessa

Il sito era stato sfregiato da uno sviluppo infrastrutturale insensibile all’ambiente ma ora ha recuperato la sua morfologia originale ed è stato ripiantato con flora autoctona, il materiale di scavo estratto è stato utilizzato per recuperare la morfologia originale della collina.

Per mantenere un microclima fresco anche nelle calde estati greche, gli architetti hanno aggiunto diverse aree ombreggiate protette e un giardino interno piantumato con alberi di agrumi e piante commestibili.

“La casa è uno sforzo di conservazione del paesaggio” spiegano gli architetti ” è stata condotta un’indagine approfondita sulla flora autoctona al fine di comprendere i biotopi predominanti, prima della costruzione, in primavera, sono stati raccolti i semi che coltivati in serra sono stati poi seminati sulle tracce della vecchia strada eliminata”

Travi in cemento seguono la topografia esistente della collina e incorniciano il giardino interno

A villa on the hills of Crete

On the southern coast of Crete, near the seaside resort of Agia Galini, the Greek architecture firm decaARCHITECTURE transformed the project for a modern residence into an opportunity for conservation and recovery of the territory.

Called the Ring House due to its rounded shape, the house surrounded by magnificent views of the Aegean was designed to follow the existing topography and appear as an extension of the hill itself

The site had been scarred by an infrastructure development insensitive to the environment but has now recovered its original morphology and was replanted with native flora, the extracted excavation material was used to recover the original morphology of the hill.

To create a cool microclimate, in the hot Greek summers, the architects built part of the structure into the earth and added several shaded shaded areas, and an interior garden planted with a variety of citrus trees and edible plants.

“The house is an effort to conserve the landscape”, the architects explain, “Furthermore, a thorough investigation was conducted on the native flora in order to understand the predominant biotopes, during the spring, before the construction, the seeds collected and cultivated in greenhouses were then sown on the scars of the road for the regeneration of the flora “

Concrete beams follow the existing topography of the hill and frame the inner garden

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Written by: