24 Giugno 2019 / / Architettura

Nel nord dell’isola da Ibiza un ex laboratorio e magazzino è stato ripensato in chiave contemporanea per diventare una casa vacanze da sogno: Campo Loft. Un progetto curato da Ibiza Interiors e The Nieuw.

La struttura dell’edificio è stata conservata per mantenere vivo il carattere che contraddistingue lo stile architettonico di Ibiza. I materiali scelti sono semplici e locali come il cemento che riveste i pavimenti, il gesso dei muri in pietra e fango, le travi in legno dei soffitti.  L’unico materiale nuovo aggiunto alla casa è l’acciaio, utilizzato per i telai delle finestre, le porte e la cucina.

L’edificio, rimasto inutilizzato per diversi anni, era in pessime condizioni. Per trasformarlo in questa moderna abitazione, gli architetti hanno dovuto aggiungere gli impianti elettrici, l’impianto idrico e la fognatura. L’acqua proviene da un pozzo privato mentre i pannelli solari permettono di avere acqua calda, riscaldamento a pavimento ed elettricità. La casa è quindi completamente autosufficiente.

Campo Loft è caratterizzata da un grande spazio aperto sul lato sud dell’edificio, con vista su tutta la valle, collegato alla zona giorno principale. Le due camere da letto sono state collocate agli angoli del lato nord dell’edificio, per mantenerle sempre fresche. Il bagno, con una moderna vasca da bagno freestanding di colore nero, è scandito da un bellissimo pavimento in cotto con posa a spina di pesce, un’interpretazione moderna del pavimento tradizionale.

Il loft è stato pensato per offrire uno spazio confortevole e moderno. Il risultato è una fantastica casa vacanze naturale e contemporanea in cui il contrasto gioca un ruolo importante; vecchio e nuovo, elegante e rustico, chiaro e scuro, ruvido e morbido.

Grazie a un’incredibile vista, una piattaforma sul tetto per fare yoga, i molti alberi da frutta e un orto, Campo Loft è veramente un angolo di paradiso. Un luogo unico per rilassarsi e trascorrere le vacanze, progettato da e per gli amanti del design.

www.ibizainteriors.com

L’articolo Da laboratorio a loft proviene da Dettagli Home Decor.

24 Giugno 2019 / / Architettura

Da lampade inserite nelle plafoniere degli uffici e dei
centri commerciali, le strisce a LED
sono arrivate ormai anche nelle abitazioni. Si tratta di accessori per l’illuminazione
molto versatili e di facile utilizzo, perché creano una luce che si può variare
a piacere, perché sono disponibili in diverse misure e dimensioni, perché sono
facilissime da installare ovunque. L’importante è sfruttare le strisce led
in modo corretto e installarle in maniera adeguata.

strisce a LED

Come si installano le
strisce a LED

Le strip Led sono disponibili in
lunghi rotoli, di dimensioni variabili. Per utilizzarle non è necessario installare
l’intera lunghezza della striscia, sarà invece sufficiente tagliarla della
lunghezza desiderata. Sul retro della striscia, di ognuna di esse, sono
presenti delle indicazioni, con un chiaro e preciso segno in cui è possibile
tagliare con una forbice. A questo punto è possibile applicare la striscia ovunque
lo si desideri, anche ad esempio all’interno di un pensile o dietro una
controsoffittatura. La parte finale riguarda l’alimentazione delle strip LED,
che si realizza con un semplice trasformatore, spesso disponibile in strisce a
LED vendute in kit di montaggio. Il trasformatore dovrà poi essere collegato ad
una presa di corrente, per questo motivo è importante posizionare la striscia
in modo da poter effettuare con semplicità tale collegamento, come se si
trattasse di una lampada da tavolo o da terra, ad esempio.

strisce a LED

Scegliere la strip
Led

Come dicevamo, in commercio sono disponibili diverse tipologie di strisce a LED.
Ciò che le differenzia le une dalle altre sono varie caratteristiche: la
lunghezza, la possibilità di installarle anche all’esterno o solo all’interno
della casa, la luminosità prodotta, la possibilità di variare il colore della
luce emessa dai LED. Tutte queste qualità rendono più utile un certo tipo di
striscia rispetto ad un altro. In commercio si trovano poi strisce a LED più o
meno sottili, alcune lunghe fino a 5 metri, altre molto più lunghe. La scelta
del rotolo di strip perfetto dipende quindi anche dalle dimensioni della stanza
da illuminare. Si deve comunque sempre considerare che non è consigliabile
installare un’unica striscia lunga più di 5 m, con un singolo trasformatore e
alimentatore, cosa che potrebbe produrre una luce più fioca rispetto a quella
prevista, o potrebbe dare una certa instabilità alla striscia stessa.

Dove acquistare le
strisce a LED

Oggi il posto migliore in cui acquistare le strisce a LED è presso i negozi
online specializzati in questo tipo di prodotto. Quelli più forniti offrono
diverse marche di strisce, come ad esempio le strip Led GEA.

strisce a LED

La scelta ovviamente dipende dalle necessità del singolo, da considerare che le caratteristiche base di tutti i prodotti sono abbastanza simili tra loro; ciò che varia è la luce prodotta da ogni singola striscia disponibile in negozio. Il bello delle strip LED è quello di poterle installare ovunque lo si desideri, anche in luoghi in cui un’applique o una lampada tradizionali non potrebbero essere posizionate. Allo stesso tempo le soluzioni ottenibili con le strisce a LED non sono solo molto pratiche, ma anche originali. Consentono infatti di illuminare in modo corretto anche piccoli ambienti in cui era previsto un singolo punto luce, senza creare un’illuminazione eccessivamente vivace. La luce del LED è sempre molto gradevole e si adatta ad essere utilizzata in qualsiasi ambiente della casa, dalla cucina fino al soggiorno, dallo sgabuzzino alla camera da letto. Per acquistare le strip LED giuste è importante considerare le dimensioni di un ambiente. Per una stanza di circa 50 metri quadrati, quindi un ampio soggiorno o una cucina e living a pianta aperta, saranno necessari circa 15.000 lumen di luminosità.

strisce a LED

L’articolo Illuminare gli ambienti con le strisce a LED proviene da Architettura e design a Roma.

24 Giugno 2019 / / Architettura

Anzi i siti web, sono infatti due separati:

Ecobonus: per l’invio delle dichiarazioni per gli interventi di riqualificazione energetica

Bonus Casa: per i lavori che comportano le riduzione dei consumi energetici ma che ricadono delle detrazioni agevolabili al 50%

Collegandosi a detrazionifiscali.enea.it si può accedere ad entrambi i siti web, consultare le guide informative e accedere anche allo sportello informativo a disposizione dell’utente

https://detrazionifiscali.enea.it/

Per inviare le dichiarazioni ci si dovrà registrare, identificandosi come Beneficiario, cioè, l’utente finale che ha pagato l’intervento e beneficia della detrazione o come Intermediario, il tecnico, l’amministratore del condominio o della società ecc.

La registrazione è alla “vecchia maniera”, con l’invio di una email di conferma e il successivo inserimento di una quantità di dati, l’Enea purtroppo non ha ancora implementato l’accesso con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, con cui si dovrebbe poter accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione
La registrazione vale comunque per entrambi i portali Enea

Una volta ottenuto l’accesso al portale si potranno inserire le dichiarazioni, seguendo una procedura prestabilita con una serie di passaggi semplici e chiari

_________________________
CAFElab | studio di architettura
24 Giugno 2019 / / Decor

Volete decorare le pareti di casa in modo originale ma non sapete da dove cominciare? Oggi vi propongo 4 modi fuori dagli schemi adatti ad ogni stanza e per tutti gli stili di arredo.

4 modi originali per decorare le pareti di casa

Decorare le pareti di casa può sembrare un compito facile, ma sicuramente molti di voi avranno provato un blocco creativo di fronte ad una parete spoglia.

Spesso semplicemente mancano le idee, oppure siamo assaliti da mille dubbi su quali oggetti appendere, quanti e in quale ordine. In questo articolo trovate un utile tutorial su come appendere i quadri alle pareti senza ridurre il muro a un groviera, ma nel post di oggi vi propongo 4 idee creative che non riguardano solo i quadri.

Vi ho incuriositi? Vediamo le proposte una per una.

Quadri sì, ma fino a terra

Ci sono molti modi di appendere i quadri, ma in genere ci si limita a piccole porzioni di parete, con il risultato che la decorazione appare un po’ scontata. Per uscire dal coro, bisogna osare con qualcosa di diverso. Perché non provare a riempire di quadri e stampe una parete intera, arrivando fino al pavimento? Se avete paura di sovraccaricare la parete, ispiratevi alle immagini che ho selezionato: guardate come l’ambiente acquista un aspetto gradevole e originale.

  • 4 modi originali per decorare le pareti di casa
  • 4 modi originali per decorare le pareti di casa
  • 4 modi originali per decorare le pareti di casa
  • 4 modi originali per decorare le pareti di casa

Se volete un aiuto in più per decorare le pareti di casa, vi consiglio una piattaforma interattiva dedicata all’interior design dove potete trovare, oltre a migliaia di prodotti consigliati, un forum per gli utenti nel quale chiedere l’aiuto di un esperto per qualsiasi dubbio. Date un’occhiata alla sezione sulle decorazioni da parete, e se trovate ciò che fa al caso vostro, salvate le idee nel vostro account e prendete ispirazione dai progetti condivisi dai professionisti, prima di prendere una decisione. 

I piatti come non li avete mai visti

Ricordate le pareti con i piatti appesi nelle case delle vostre nonne? Tranquilli, non vi sto proponendo una decorazione datata e poco adatta all’arredo delle vostre case, ma delle soluzioni che si discostano un po’ dalla norma. 

Guardate che impatto la decorazione di questa cucina, realizzata con i piatti che i proprietari hanno collezionato nel tempo. Nulla a che vedere con la casa della nonna, siete d’accordo? 

4 modi originali per decorare le pareti di casa
Photo – Anette O’Brien. Production – Lucy Feagins / The Design Files.

Per i palati più esigenti, c’è il design raffinato di Fornasetti, che in queste foto decorano un salotto dallo stile classico e una cucina industrial. 

Metti la tua collezione preferita sul muro

Ci sono persone che amano collezionare oggetti, dai più comuni ai più insoliti. Il problema con le collezioni è che, a meno che non possiate permettervi una “wunderkammer”, non si sa dove metterle, con il risultato che spesso gli amati gingilli finiscono chiusi in un cassetto o, peggio, relegati in soffitta.

Una soluzione potrebbe essere quella di creare una galleria di oggetti da collezione sulle vostre pareti. Se vi sembra un’idea bizzarra e improponibile, date un’occhiata alle immagini che ho scelto, compresa la foto di copertina.

Decorare le pareti di casa con la tua collezione del cuore non solo valorizza l’interno, ma mette in mostra in modo originale gli oggetti e ti permette di rimirarli ogni volta che lo desideri.

Prima di lasciarti, un ultimo consiglio: fai un giro su Pinterest e lancia una ricerca sulla decorazione delle pareti, troverai un mondo di ispirazioni. Se vuoi puoi cominciare dalla mia bacheca Interiors-Walls.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: