4 Luglio 2019 / / Architettura

Loft Go e Loft Jo a Milano – il progetto di Federico Delrosso per due fratelli

Non è la prima volta che Federico Delrosso si cimenta in un progetto di loft metropolitani, nati dal recupero di un unico complesso industriale, di pari superficie e personalizzati per ognuno dei due committenti che nel caso di Loft Go e Loft Jo a Milano, sono due giovani fratelli.

Loft Go e Loft Jo
Federico Delrosso – Loft GO
Loft Go e Loft Jo
Federico Delrosso – Loft JO

Il primo progetto di questo tipo è stato il noto Twin Loft; ovvero la sua abitazione e quella del suo amico Alessandro Sartori, direttore artistico di Zegna.

Il progetto di Loft Go e Loft Jo

Nel progetto di Loft Go e Loft Jo la richiesta specifica, da parte dei genitori, è stata di ricavare due unità possibilmente di uguale superficie e caratteristiche. Il progetto quindi si sviluppa lungo l’asse longitudinale del corpo di fabbrica, impostando una nuova struttura metallica assiale, che sostiene autonomamente il nuovo piano soppalco, staccata dalle murature perimetrali. Connessi alla struttura vengono realizzati ex novo i blocchi che contengono i servizi, in modo da lasciare sempre molto percepibili le diverse aree di intervento.

Il soppalco viene chiuso parzialmente dai puntelli verticali di irrigidimento del solaio, che idealmente sono la prosecuzione dell’orditura del solaio a vista, come se il soppalco fosse sospeso. Un gioco illusorio che diventa il fulcro del progetto, una sorta di spina dorsale che gestisce spazi e funzioni.

Sul pavimento del soppalco, in prossimità delle colonne in pietra e degli appoggi strutturali assiali, sono stati creati tagli in vetro, per dare verticalità alla zona sottostante e valorizzare la struttura esistente.

I muri perimetrali originari sono a vista, mentre la parte nuova è intonacata e tinteggiata, per evidenziare la coesione tra i due interventi, conservativo e contemporaneo.


Loft Go e Loft Jo
Loft Go e Loft Jo

Federico Delrosso – Loft JO






Loft Go e Loft Jo

Federico Delrosso – Loft GO


SE L’ARTICOLO TI È PIACIUTO, È STATO UTILE E HAI TROVATO LE INFORMAZIONI CHE STAVI CERCANDO, ALLORA CONDIVIDILO UTILIZZANDO UNO DEI TASTI QUI SOTTO. PUOI ANCHE ISCRIVERTI CON LA TUA E-MAIL AL BLOG PER NON PERDERTI I POST E SEGUIRMI SU INSTAGRAM E FACEBOOK PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO.

Guest post

L’articolo Loft Go e Loft Jo a Milano proviene da Design ur life blog.

4 Luglio 2019 / / Idee

Devi fare un trasloco a Firenze ma prima desideri avere un
preventivo che ti permetta di capire la spesa che devi affrontare? Niente di
più facile, basta chiedere un preventivo online e il gioco è fatto, saprai
subito quanto devi spendere. Scopriamo quindi come richiedere un preventivo traslochi Firenze online!

traslochi a firenze

Perché richiedere un preventivo traslochi online

L’esigenza di traslocare è ormai una cosa abbastanza
frequente e sono in tanti che, per motivi di lavoro, di studio o familiari hanno
bisogno di trasferirsi.

Sia che il trasloco avvenga nella stessa città o in un’altra, oppure fuori dal proprio paese, per fortuna ci sono le ditte di trasloco che effettuano servizi impeccabili in tempi rapidi.

Trovare una ditta di traslochi a Firenze che possa fornirti un preventivo personalizzato è facilmente reperibile e se lo richiedi online lo è ancora di più.

Questo servizio è un ottimo mezzo per confrontare, gratuitamente, diversi preventivi e
scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Inoltre, leggendo e confrontando le molte recensioni, disponibili online, è
possibile scegliere la ditta più esperta e competente, trovando un’ottima
combinazione qualità-prezzo.

traslochi a firenze

Preventivo trasloco Firenze: come richiederlo

Per poter organizzazione un trasloco la prima cosa che bisogna
fare è quella di cercare online l’impresa che risponda alle proprie esigenze.

Una volta trovata una ditta traslochi che operi nella propria
città sarà possibile effettuare un preventivo personalizzato cliccando
nell’apposita sezione.

Ovviamente, verrà richiesto l’inserimento di alcune
informazioni utili al calcolo del preventivo.

In questo modo, un esperto potrà elaborare tutti i dati
forniti e presentare il preventivo finale con l’importo di quanto verrebbe a
costare il trasloco da effettuare.

Le informazioni più frequenti da inserire, e generalmente
richieste, sono:

  • Località di
    partenza e di arrivo
  • Data del
    trasloco
  • Eventuali
    servizi extra
    (come, ad esempio, smontaggio e rimontaggio di mobili)
  • Numero di scatole
    e mobili da trasportare
  • Tempistiche
    previste

Queste informazioni, fornite all’esperto, consentono di avere
un’idea indicativa di come organizzare il trasloco.

L’impresa, in questo modo, potrà organizzare il trasloco nella
maniera migliore ottimizzando tempo, spazio e manodopera al fine di risparmiare sul trasloco stesso e
fornire un preventivo online molto preciso e ad un prezzo davvero competitivo.

traslochi a firenze

Quale ditta scegliere dopo aver richiesto il preventivo del trasloco

Una volta ricevuto il preventivo del trasloco da effettuare, non
bisogna accettarlo subito.

Per avere un quadro ancora più chiaro della spesa da
affrontare, infatti, sarà bene confrontarlo con quelli di altre ditte.

Inoltre, oltre a valutare il costo del trasloco, è bene controllare anche un altro aspetto, molto importante anch’esso: l’affidabilità dell’azienda.
E’ possibile trovare online molte recensioni lasciate dai clienti e, grazie ad esse, sarà possibile avere un’idea più chiara sulla professionalità e sul modo di operare di una determinata ditta traslochi.

Controllare anche il profilo
dell’azienda
riveste un ruolo fondamentale.
Serve ad avere la certezza di avere a che fare con ditte serie e competenti,
che operano nella più assoluta trasparenza e che garantiscono alla clientela
servizi sicuri, rapidi, veloci e impeccabili.

Tenendo conto di tutti questi fattori, sarà estremamente facile trovare un preventivo traslochi online conveniente ed affidabile e sarà possibile scegliere l’azienda più adatta alle proprie esigenze.

traslochi a firenze

L’articolo Traslochi a Firenze? Come richiedere un preventivo online proviene da Architettura e design a Roma.

4 Luglio 2019 / / Charme and More

Lo stile marinière è pronto a salpare per creare look estivi che profumano di mare e di French Riviera.

Un classico che non stanca mai e che ogni estate si reinventa declinato su abiti, accessori, scarpe, maglie tricot e l’immancabile t-shirt a righe.

Ecco la selezione di Charme and More in stile navy scelta scelta su Smallable.

stile-marinaro-smallable-2-001

costume-bibala-collezione-donna-stile

Costume intero Petit Bateau perfetto per le vostre vacanze in barca….e non solo.

Da abbinare ad una maxi gonna o copricostume bianco per essere chic in spiaggia e a bordo piscina.

espadrillas-cocteau-stile

Espadrillas Cocteau blu notte, con zeppa in pelle di capra di Petite Mendigote.

Da indossare da mattina a sera sotto abiti estivi o pantaloni cropped.

t-shirt-bon-appetit-stile-nautico

Di etre cecile t-shirt in  jersey di cotone da indossare per creare look casual dal sapore provenzale con pantaloni chino bianchi o blu.

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo Moodboard in stile navy. proviene da Charme and More.

4 Luglio 2019 / / Architettura

4 materiali tecnologici per la cucina che è bene conoscere, per avere il quadro completo delle opzioni disponibili. In questo post quello che devi sapere su questi rivestimenti altamente performanti.


Penso che sarai d’accordo con me se dico:

E’ DAVVERO difficile riuscire a distinguere i differenti materiali usati per la cucina e capire quale vada meglio per te.

Bè, è proprio per questo che ho deciso di scrivere questo post in due parti. Per poter essere quanto più esaustiva possibile sulle alternative che esistono al giorno d’oggi quando si parla di cucina.

Dopo aver parlato dei materiali più conosciuti, oggi è il turno di quelli di ultima generazione. Qui troverai una lista di 4 finiture che ti aiuteranno a fare la scelta migliore per te.

#1 tra i materiali tecnologici per la cucina c’è l’intramontabile acciaio

L’acciaio è un materiale utilizzato da sempre nell’ambito delle cucine, soprattutto quelle professionali. Questo perché è un materiale altamente resistente e grazie alla presenza di cromo all’interno della sua struttura molecolare, non arrugginisce.

Pro:

  • è 100% riciclabile
  • è biologicamente puro
  • è facilmente lavabile e quindi igienico per il trattamento dei cibi
  • ha una grande resistenza alle sollecitazioni e agli urti

Contro:

  • se pulito con detergenti aggressivi come la candeggina si danneggia in modo irreversibile
  • rischia di rendere l’ambiente asettico se non abbinato correttamente ad altre finiture
  • è un materiale freddo, che non trasmette naturalità
materiali tecnologici per la cucina come l'acciaio

#2 Il nanotecnologico Fenix

Che cos’è il FenixⓇ ? Il FenixⓇ è un materiale nanotech, che fa parte dei laminati ma non ha nulla a che spartire con quelli tradizionali. Dall’aspetto estetico gradevolissimo, si presenta setoso al tatto ed in finitura opaca.

Pro:

  • è antisettico perché trattato con speciali resine acrilico
  • è antimuffa, anti-impronta e morbido al tatto
  • non è fotosensibile
  • Se si graffia con una spugna magica Fenix torna nuovo. In caso di danni più ingenti basterà bagnare un panno con acqua calda e passarci sopra il ferro da stiro

Contro:

  • è un materiale sintetico, che non trasmette il calore dei materiali naturali
  • è disponibile in colori limitati
  • non riproduce l’effetto legno o pietra

#3 l’innovativo RespetⓇ

Il Respet: il primo pannello prodotto con resine PET riciclate al 100%.  Si parte dalle bottiglie di plastica, che vengono selezionate e purificate (tramite eliminazione dei metalli e pulizia delle stesse). Una volta tolte le etichette e i tappi, le bottiglie vengono ridotte in fiocchi che diventano dei fogli (attraverso l’estrusione dei fiocchi). 

Pro:

  • è un prodotto eco-friendly
  • è disponibile in un numero illimitato di colori e finiture
  • è resistente, trattata con verniciatura anti-ingiallente e resistente all’abrasione e agli agenti chimici
  • si adatta a superfici di varia natura e genere

Contro:

  • è ancora poco conosciuto, quindi difficile da trovare
  • è un materiale di origine plastica, che non ha la stessa sensorialità del legno o della pietra
materiali tecnologici per la cucina come la pietra sinterizzata

#4 la magia della pietra sinterizzata

Se ti stai chiedendo cosa voglia dire, te lo spiego subito. Il Lapitec® è una pietra sinterizzata: subisce un particolare trattamento termico che lo rende un materiale indivisibile (cioè che non fa polvere). E’ a tutta massa: la superficie è uguale al supporto, quindi se si sbecca non noterai differenze di colore.

Pro:

  • non ha al suo interno resine o derivati del petrolio, ed è naturale
  • è disponibile in formati enormi
  • è privo di porosità per cui non assorbe liquidi e non si macchia
  • è antibatterico, resistente all’abrasione e agli agenti chimici ed atmosferici

Contro:

  • è costoso
  • è disponibile in un numero limitato di finiture
  • non è offerto come alternativa da tutte le marche di cucine

E quindi…

Questi post avrebbero potuto essere lunghi il triplo data la quantità di materiali e finiture oggi disponibili in commercio. Io ho parlato di quei materiali che coniugano una grande estetica con notevoli prestazioni fisiche.

Quale tra questi materiali sceglieresti per la tua cucina? Fammelo sapere nei commenti!

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo 4 materiali tecnologici per la cucina: la guida completa (2° parte) sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

4 Luglio 2019 / / Architettura

In un piccolo villaggio spagnolo, una dimora splendida con un incantevole giardino…

Una casa eccezionale, nella scelta di arredi, colori e finiture nati dall’esperienza lavorativa come interior designer dei padroni di casa.

Photo: Felipe Scheffel

4 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

Notabag Marine Stripes

Ultima chiamata per l’estate! Arriva in tempo per le partenze la nuova Notabag Marine Stripes, perfetta per la spiaggia o per ravvivare la città con le sue classiche righe marinare. Con  eleganza, minimalismo e praticità, si trasforma  da busta in shopper fino ad un pratico zaino a seconda delle necessità!

borsa e zaino Notabag

busta e shopper Notabag

zaino Notabag

borsa zaino Notabag

La nuova Notabag Marine Stripes puoi acquistarla da Moronigomma al prezzo di €27,90.

www.moronigomma.it 

L’articolo Notabag Marine Stripes, la borsa zaino da portare in vacanza proviene da Dettagli Home Decor.