2 Luglio 2019 / / Architettura

Il gioiello nascosto delle Baleari, l’isola di Minorca, conserva un lato molto naturale e meravigliosamente selvaggio, con un’atmosfera intima e un fascino discreto. La storia della tenuta Bec d’Aguila  inizia nel XIX secolo, quando una famiglia di commercianti di Minorca costruì la loro residenza secondaria in cima ad una collina circondata dalla splendida campagna dell’isola. Oggi si è cercato di restituire alla tenuta al suo antico splendore accostando elementi di architettura classica di Minorca come il suo splendido giardino romantico, i suoi autentici soffitti a volta, e le piastrelle decorate con un tocco moderno negli arredi. Oggi è possibile soggiornare presso la struttura, tutte le info QUI.

A hidden estate in Menorca

The hidden jewel of the Balearics, the island of Menorca, preserves a very natural and wonderfully wild side, with an intimate atmosphere and a discreet charm. The history of the Bec d’Aguila estate began in the nineteenth century, when a family of merchants from Menorca built their secondary residence on top of a hill surrounded by the beautiful countryside of the island. Today we have tried to restore the estate to its former glory by combining elements of classic Menorcan architecture such as its splendid romantic garden, its authentic vaulted ceilings, and the tiles decorated with a modern touch in the furnishings. Actually it is possible to stay at the hotel, all the info HERE.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

2 Luglio 2019 / / Idee

I condizionatori di ultima generazione, portatili o fissi, coniugano efficienza e design. Ecco i modelli che ho selezionato per voi.

Condizionatori di design portatili o fissi quale scegliere

Finalmente è arrivata l’estate e, come ogni anno, ci si ritrova a fare i conti con l’immancabile ondata di calore. Il cambiamento climatico è una realtà ormai assodata, e se vogliamo vivere in un ambiente confortevole anche durante i roventi mesi estivi, la climatizzazione è l’unica soluzione.

Fin qui siamo tutti d’accordo, ma quale condizionatore scegliere? La decisione non è facile, visto che si tratta di una spesa non indifferente e che vanno valutati alcuni aspetti tecnici. Se poi siamo attenti anche al design, le cose si complicano: i condizionatori tradizionali, diciamo la verità, non sono poi così belli da vedere.

Condizionatori di design portatili o fissi quale scegliere

Fortunatamente oggi esistono sul mercato condizionatori di design che si inseriscono perfettamente nell’ambiente e che possono risolvere il dilemma dell’estetica ad ogni costo. Inoltre, per i patiti della Smart Home, molti modelli si possono comandare anche da remoto tramite le apposite App. Ecco i condizionatori di design che ho selezionato per voi, tra luci LED, rivestimenti in alcantara e split da appendere come quadri.

Condizionatori di design portatili

Il condizionatore portatile è la soluzione meno impegnativa e costosa, visto che non comporta spese di installazione. Dovete però prevedere la predisposizione di un foro per installare il tubo che convoglia l’aria calda all’esterno, generalmente praticato nel vetro o nel telaio della finestra. Prima di scegliere il modello, oltre al prezzo, valutate i consumi, le prestazioni e la rumorosità, che è più elevata rispetto ai modelli con motore esterno.

Per darvi un’idea, la rumorosità ideale, misurata in decibel, dovrebbe essere intorno ai 40/45, mentre con valori superiori ai 65 db il rumore può essere fastidioso, soprattutto di  notte. 

Dal lato estetico, alcuni modelli di condizionatori si distinguono per il design accattivante, per la compattezza e le dimensioni ridotte.

Condizionatori di design portatili o fissi quale scegliere
1. Dados -Argo // 2. Extreme – Argo // 3. Pinguino PAC WE128 Eco Silent – De Longhi // 4. Dolceclima Cube – Olimpia Splendid // 5. Dolceclima silent, design di S. Ercoli e A. Garlandini – Olimpia Splendid

Fate attenzione a non confondere i condizionatori portatili con i cosiddetti condizionatori portatili senza tubo: tutti i condizionatori prevedono l’espulsione dell’aria calda all’esterno della stanza, quindi sono necessariamente dotati di un condotto collegato con l’esterno. Per i condizionatori senza tubo sarebbe corretto parlare di “raffrescatori” d’aria, o ventilatori un po’ più evoluti, che utilizzano l’acqua o il gas refrigerante.

Dovete tenere presente il fatto che i condizionatori portatili assolvono unicamente la funzione di raffreddamento degli ambienti. Se desiderate climatizzare la vostra casa, ovvero gestire la temperatura e il tasso di umidità, anche in inverno, dovete pensare ad un condizionatore fisso di ultima generazione.

Condizionatori fissi

I condizionatori fissi offrono, rispetto ai cugini portatili, un’ampia varietà di prestazioni, maggiore efficienza e un consumo energetico più contenuto. Tutte queste caratteristiche giustificano il maggiore investimento che questa scelta comporta. Il mio suggerimento è quello di farsi fare diversi preventivi per condizionatori da installatori qualificati ed esperti, prima di prendere qualsiasi decisione.

In questa categoria rientrano i condizionatori con unità esterna nei modelli split e multisplit, e i condizionatori senza unità esterna, o monoblocco da incasso.

Condizionatori di design portatili o fissi quale scegliere
Il condizionatore senza unità esterna Unico di Olimpia Splendid

Visto che lo split viene fissato al muro in modo permanente, negli ultimi anni le case produttrici più hanno fatto a gara per presentare modelli di split dal design accurato, consapevoli del fatto che il pubblico si dimostra sempre più sensibile all’estetica. Dimenticatevi i vecchi parallelepipedi anonimi e ingombranti: i condizionatori fissi di nuova generazione, oltre ad essere molto efficienti, si comandano con dispositivi smart e sono dei veri e propri complementi d’arredo.

Condizionatori di design portatili o fissi quale scegliere

Come potete vedere nell’infografica, c’è l’imbarazzo della scelta:

1.Artcool Gallery – LG // 2. Artcool Stylist – LG // 3. AF9000 – Samsung // 4. Emura Alcantara – Daikin // 5. Kirigamine Zen – Mitsubishi // 6. Emura – Daikin // 7.Artcool Slim – LG
//8. Wind Free – Samsung // 9. Deluxe – Mitsubishi

Con questo post spero di avervi dato qualche suggerimento utile per scegliere il condizionatore di design che fa al caso vostro. 


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

1 Luglio 2019 / / +deco

Abbiamo parlato più volte del fatto che amo le cose vecchie per la loro qualità e per la storia che si portano dietro.

Gli appartamenti molto moderni e spogli non fanno per me.

C’è però un’eleganza contemporanea che sfrutta il fascino di materiali naturali, ispirazioni dal passato, la sartorialità immobiliare e che non stanca mai. E’ il ben fatto con gusto.

Questo appartamento a Varsavia, arredato da Marta Chapkra di Studio Colombe, ne è perfetto esempio. A dire il vero, tutto il lavoro di Studio Colombe ne è esempio.

Il pavimento in legno a spina di pesce e una sofisticata scelta di colori fa da sfondo a pezzi ricercati. La scelta dei colori murali, tutti chiari, non è banale. Il bianco è declinato in molte sfumature, non è mai semplicemente bianco. I tessuti inseriscono colore e struttura.

La cucina, su misura come molti degli arredi, è particolare ma sobria. L’inserzione di tondi in legno, la divisione in riquadri, i due colori, il backsplash in marmo sono tutti elementi vincenti.

Le cornici a muro, piccole e discrete, aggiungono interesse senza predominare la scena.

In questo appartamento mi ci trasferirari domani senza cambiare nulla. Raramente mi capita di dire una cosa del genere ma in questo caso c’è quell’equilibrio fra qualità e gusto che mi conquista ed il fatto, non scontato, che sembra una casa comoda, piena di armadi e spazi da vivere facilmente.

Se vuoi vedere altri spazi belli e ben fatti, guarda la casa ricavata in una vecchia chiesa in Australia e la ristrutturazione di una vecchia stalla a Londra.

studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design
studio colombe, Marta Chrapka, interior design, plusdeco blog, +deco, +deco blog, elena giavarini blog, wooden floors, elegant apartments, warsaw interiors, warsaw apartment, polish interior design

The post Verso la perfezione, a Varsavia appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

1 Luglio 2019 / / Coffee Break

In questo piccolo studio d’artista di soli 54m², Space Factory, un collettivo di professionisti ha creato un piccolo appartamento composto da un soggiorno, una camera da letto e due uffici. Lo spazio è stato strutturato per accogliere l’estetica del disordine del proprietario e mescolare con successo materiali, purezza e disordine, rendendo questo appartamento un riflesso dell’anima del suo occupante.

In this small artist studio of just 54m², Space Factory, a collective of professionals, has created a small apartment consisting of a living room, a bedroom and two offices. The space has been structured to accommodate the aesthetics of the owner’s disorder and successfully mix materials, purity and disorder, making this apartment a reflection of the soul of its occupant.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura