2 Agosto 2019 / / Interiors

La mia casa perfetta? Non troppo grande ma nemmeno troppo piccola, arredata con un perfetto mix di stili , per non stancarmi e non passare mai di moda.

Chi mi segue da un bel po’ sa benissimo quale è lo stile mio e del blog : un mix equilibrato e variegato che prende spunto da vari trend come lo shabby chic ,il country style, l’industriale, il brocante e lo scandinavo.

Oggi vi presento un home tour speciale perché in questo appartamento, in vendita in Svezia, ho scovato tutto questo.

Un’appartamento con giardino, piccolo ma molto curato.

Ogni dettaglio non è messo a caso, tutto deve esaltare l’atmosfera della casa: un ambiente caldo, armonioso e luminoso.


Cosa colpisce di questa casa?

Le pareti innanzitutto , dipinte alcune con colori polverosi pastello, altre tappezzate con carta da parati di design.

 

Poi le librerie presenti un po’ in tutta la casa,semplici ed essenziali.

 

Gli specchi, bellissimi, degli anni 40-50 posizionati in modo strategico per esaltare meglio la luminosità della casa stessa.

 


Partiamo dalla cucina, in perfetto stile nordico ma con qualche tocco di brocante: mi sono innamorata di questo specchio appeso sopra il lavabo.

Uno specchio vintage molto semplice ma allo stesso tempo sofisticato, a 3 cerniere.

Inusuale trovare uno specchio in cucina, per questo  riesce a dare un tocco eccentrico alla stanza, oltre ad illuminare ulteriormente l’ambiente.

Altri dettagli della cucina degni di nota sono le piastrelle color menta,che seguono i mobili, semplici, lineari, bianchi con un top nero delizioso e le maniglie color oro.

Molto carino anche il lavello.

L’illuminazione è essenziale, con dei semplici fili e lampadine a vista.

Altro particolare interessante sono le coppie di sedie spaiate al tavolo da pranzo,la meravigliosa vetrata a tutta altezza e  il parquet del pavimento chiaro che contrasta con le piastrelle bianche e nere che si affacciano all’uscita del giardino .

I mattoni rossi lasciati a vista nella zona pranzo sono un tocco in più, in questo ambiente così curato.

Lo specchio è anche un filo conduttore che lega l’ambiente cucina con il soggiorno: qui è presente un altro specchio vintage che ricorda molto il precedente.

Il salotto racchiude sicuramente una anima più Industrial chic, con i soliti mattoni a parete, questa volta verniciati di bianco,il divano di pelle accompagnato da un tavolino in linea con lo stile della stanza .

Molto bello il calorifero,posizionato a mezza altezza e sottolineato da un colore scuro.

 

Le altre pareti sono dipinte di un azzurro polvere per alleggerire il tutto o da carta da parati floreale , seguendo sempre un mood vintage anni 60-70.

La libreria che ricopre interamente una parete e che ritroviamo anche in altre stanze è la famosa String.

Bello l’effetto di contrasto che nasce dalla scala bianca, che porta ai piani superiori con la parete sottostante.

Al piano terra troviamo anche un piccolo studio, sempre dipinto di azzurro polvere e l’ingresso , tappezzato da una carta da parati importante, con tema floreale, sullo stile anni 70.

Lo studio ha una bellissima scrivania nera vintage ed è accompagnato da una sedia anch’essa nera con dettagli di legno noce.

Legno che viene sapientemente richiamato dalla scala appoggiata a parete e dalle mensole al muro.

Molto carina anche la cassettiera azzurra che rimanda al colore delle pareti.

Salita la scala  troviamo due ampie camere da letto.

Entrambe accomunate da un color rosa polvere.

Quella padronale, rivestita da una carta da parati romantica floreale con i toni di un rosa delicato .

Molto interessanti le tubature di rame a vista, che ben si sposano con il letto in ferro battuto.

 

L’arredo è un bel mix di oggetti di modernariato anni 60 ( la luce a faretto o il gancio porta grucce) con altri dalla linea più shabby chic.

 

La stanza della bambina, sempre verniciata di un rosa antico  che non stanca mai, è arricchita di piccoli dettagli fru fru, come la ghirlanda di luci  e mobili vintage.

Il piccolo bagno retrò è un gioiellino con la sua vasca a vista e le piastrelle bianche a tutta parete che contrastano con quelle bianche e nere del pavimento.

Molto carina anche la tenda doccia, con queste balze romantiche, agganciata a un vecchio anello metallico : le mensole alle pareti , in stile brocante , sono perfette per dare un tocco in più a questo ambiente vintage.

Un home tour perfetto per prendere ispirazione e per sottolineare, ancora un volta, che mixare i vari stili non è impossibile ma è, certamente, impegnativo ed occorre farlo con molta lungimiranza.

 

2 Agosto 2019 / / Design

Design ecosostenibile: casa vuol dire?

ecosostenìbile agg. [comp. di eco- e sostenibile]. – Di manufatto (costruzione, edificio, installazione, ecc.), o di forma di sviluppo, compatibile con le esigenze dell’ecologia

Vocabolario Treccani

Uno degli argomenti di cui si sente parlare sempre più spesso è proprio l’ecosostenibilità legata al mondo dell”architettura, dell’ edilizia, della moda e del design

Navigando su internet ho letto di un progetto bellissimo nato dalla collaborazione tra uno studio olandese ed il colosso Coca Cola

Si tratta della realizzazione di un laboratorio in Grecia che trasforma i rifiuti di plastica in complementi d’arredo stampato in 3D

Print your City è il nome di questa splendida iniziativa di cui vi lascio link

Paint your City

Reciclo e sostenibilità sono alla base di molte iniziative aziendali e di desgin

Un esempio è Pentatonic  giovanissima startup britannica fondata nel 2017 con l’obiettivo di “trasformare radicalmente la cultura del consumo”,

uno dei progetti che lega questa realtà con il design è quello della collaborazione con Starbucks

l’iniziativa è di riprogettare l’iconica sedia ‘Bean’ di Starbucks, e realizzarla con rifiuti di tazze e coperchi di caffè.

Foto di Lauren Hudgins da Pixabay

Design ecosostenibile

Per realizzare grandi cose non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo progettare ma anche credere
(Anatole France)

Un ottimo esempio di design ecosostenibile è Nardi, l’azienda realizza mobili fatti di cartone

un design che si amalgama con le tecniche ad incastro rendendo i prodotti anche montabili e smontabili senza uso di attrezzi.

Sedie, librerie, tavoli, insomma la mission di questa azienda è la realizzazione di mobili il cui design innovativo si coniuga con la riduzione dell’impatto ambientale dato dall’utilizzo del cartone riciclabile.

arredi per la casa, spazi commerciali in grado di rispettare l’ambiente e la salute delle persone che usufruiscono di tali spazi.

Insomma tante iniziative che uniscono riciclo e cura dell’ambiente all’insegna del design ecososteniblie

L’articolo Design ecosostenibile proviene da Laura Home Planner.

2 Agosto 2019 / / Architettura

In queste calde giornate di Agosto la nostra meta preferita sono le isole greche, lontane da casa eppure vicine nello spirito.
Questa elegante casa vacanze a Mykonos sue due piani unisce il minimalismo contemporaneo con gli elementi tipici della tradizione mediterranea: Il rivestimento in pietra contrasta armoniosamente con i legni chiari, i muri bianchi e la tipica tonalità di blu.

La villa sfutta la pendenza del terreno per mimetizzarsi come un elemento quasi naturale, senza disturbare il paesaggio con inutili o goffi tentativi di protagonismo

Mediterranean architecture

In these hot days of August our favorite destination is the Greek islands, far from home yet close in spirit.
This elegant two-storey holiday house in Mykonos combines contemporary minimalism with the typical elements of the Mediterranean tradition: The stone cladding contrasts harmoniously with the light woods, the white walls and the typical shade of blue.

The villa exploits the slope of the ground to blend in as an almost natural element, without disturbing the landscape with useless or clumsy attempts of protagonism.

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

2 Agosto 2019 / / Architettura

esposizione di piante verdi dentro un caffè di Hnoi

Nella città di Hanoi, in Vietnam, nota per essere una delle città più inquinate del mondo, Tayone Design Studio ha progettato una caffetteria piena di piante con lo scopo di creare una vera foresta tropicale nel cuore della città per ripulire l’aria dalle polveri sottili causate dallo smog.

La caffetteria, con i suoi 170 mq, è racchiusa da un sottile reticolato formato da assi di legno chiaro che permettono alla luce di filtrare all’interno. Il pavimento è in cemento grezzo mentre le pareti sono bianche. Tutti gli arredi sono rigorosamente in legno naturale e sostenibile. Un tetto di vetro a due falde spioventi, ispirato ai tetti delle classiche serre, porta abbondate luce naturale in tutto lo spazio.

piante verdi sospese e in vaso

esposizione di piante tropicali

tetto spiovente in vetro e legno

Oltre cento specie di piante da interno e da esterno popolano le pareti e i tavoli della caffetteria, come se fosse un giardino d’inverno. Ogni spazio libero è occupato da piante tropicali in terrari o in vaso, creando un’atmosfera fresca e rilassata. Alcune scaffalature modulari in legno collocate in diversi punti della caffetteria fungono da cornici per le piante rampicanti e offrono maggior spazio contenitivo per esporre le piante in vaso.

I clienti possono rilassarsi su divani o accomodarsi nei grandi tavoli comuni realizzati con legni di recupero.

grande tavolo in legno sostenibile

arredamento in legno sostenibile

parete in listelli di legno ecologico

interno caffetteria Tropical Forest di Hanoi

caffetteria Tropica Forest di Hanoi in Vietnam

 

L’articolo Una foresta tropicale all’interno di una caffetteria contro l’inquinamento proviene da Dettagli Home Decor.