19 Agosto 2019 / / ChiccaCasa

Ecco una mini-guida svuotatasche, dedicata agli scandi-lovers! 
Ho raccolto le sedie più famose di Pinterest, protagoniste dei migliori allestimenti di zone pranzo in stile scandinavo.
Le più celebri, le più stilose, le più ricercate, quelle che ti fanno dire: “che bella, la voglio!”
Qui trovi:
  • – come si chiamano
  • – dove trovare le originali

Una sedia di design è sempre una buona idea. Questo per due motivi fondamentali:

  • – L’estetica. Il buon design nasce per far venire le stelline agli occhi. Quindi i suoi prodotti sono belli, particolari e pieni zeppi di personalità. Questo non può che influire sul mood dell’ambiente circostante. In parole povere, se scegli di inserire in un ambiente un pezzo di design, questo non passerà inosservato, anzi, innalzerà il livello complessivo del tuo arredamento (nel prossimo punto ti spiego il perché).
  • – L’attribuzione stilistica. Molti brand seguono una corrente stilistica ben precisa, per rispondere ai desideri di un pubblico innamorato di uno stile in particolare. Normann Copenhagen, ad esempio, ha fondato la sua identità sul minimalismo dello stile nordico. Se il tuo obiettivo è definire lo stile della tua casa, la strada più sempilce (ma non di certo la più budget friendly, ahi noi!) è arredare utilizzando le icone di design tipiche di quello stile!
ISPIRAZIONI PER ARREDARE CON LE SEDIE DI DESIGN

ZONA PRANZO
Non so tu, ma io mi incanto a guardare le immagini di una serie di sedie belle attorno ad un tavolo. Io le preferisco spaiate, o uguali a due a due. E tu, quale soluzione sceglieresti?

Mix and match

Uguali a due a due


Tutte uguali


HOTSPOTS
Puoi usare una sedia di design, anche per vestire un’angolo della tua casa. Ad esempio, puoi allestire una mini zona lettura semplicemente con una bella seduta, delle mensole e un punto luce. Puoi aggiungere un tappeto per definire lo spazio, un portariviste e qualche cuscino. 
Prendi ispirazione da questi styling!
Ecco alcune delle sedie di design più popolari perfette per un ambiente arredato in stile scandinavo, ma non solo!

VISU di MUUTO

Disegnata da Mika Tolvanen, questa sedia è perfetta per creare ambientazioni sofisticate ed eleganti. Il suo design è semplice e raffinato e lo schienale segue le curve del corpo umano rivelandosi, pertanto, comodo. È disponibile sia in frassino che in rovere verniciato in tante nuance delicate e di tendenza.

Puoi trovarla qui -> LOVETheSIGN


J77 di HAY

J77 è un’icona del design nordico, ma piace tanto anche ai vintage lovers. La sua particolarità è la posizione dei listelli dello schienale: quelli esterni sono inclinati, mentre quelli interni sono verticali. J77 non è mai fuoriluogo: fa scena attorno al tavolo della cucina e conferisce un mood young ed easy in sala da pranzo. Ah, è perfetta anche da sola, in camera o come seduta complementare in salotto!

La trovi qui -> LOVETheSIGN

J104 di HAY

J104 fu prodotta per la prima volta negli anni ’40, ma ancora oggi, ha mantenuto il suo intramontabile design retrò. Continua ad essere una delle sedie di design più apprezzate, anche grazie all’autenticità del materiale di cui è composta. Si tratta di legno di faggio, uno dei più durevoli e robusti. 

La trovi qui -> LOVETheSIGN


N°18 – TON

La n°18 è una delle prime sedie ad essere stata realizzata in legno curvato! Lo schienale sinuoso la caratterizza. È sulla cresta dell’onda da oltre 40 anni, grazie al suo design unico ed inconfondibile. È una seduta elegante, che si sposa bene con un arredamento classico, vintage o nordico.

La trovi qui -> LOVETheSIGN


DSW di VITRA

I designer Charels e Ray Eames furono (oltre ad essere coniugi innamorati) pionieri dell’uso della plastica per costruire arredi. Le loro sedie oltre ad essere innovative dal punto di vista del materiale, furono anche le prime monoscocca (schienale e seduta sono un pezzo unico). La Dsw è una delle sedie più pinnate (e copiate) della storia! Una vera icona di design, non solo scandinavo, distribuita da Vitra.

La trovi qui -> Vitra su Amazon

ABOUT A CHAIR (AAC22) di HAY

Una sedia versatile, super comoda e piena di personalità. About a Chair di Hay ha tutto ciò che di buono si può pretendere da una seduta. AAC22 è distribuita in tantissimi colori, e con diverse tipologie di gambe: a slitta, in legno di quercia e oppure in acciaio.

La trovi qui -> Smallable

Ora dimmi, qual è quella che ti ha fatto innamorare?

Credits immagini: VISU,J77, J104,N°18, DSW, AAC22
LEGGI ANCHE…

THONET N°14, LA SEMPLICITÀ È SEMPRE DI MODA

INGRESSI DAL SAPORE NORDICO – NORDIC ENTRYWAYS


19 Agosto 2019 / / Interiors

Le pareti ricoprono un ruolo di grande importanza dentro casa, eppure raramente diamo loro lo stesso peso degli elementi d’arredo. Eppure hanno un grande potere decorativo, così ho pensato di raccogliere suggerimento che riguarda proprio l’uso delle pareti e che può essere utile nel caso in cui desiderassi dare una nuova immagine al tuo ambiente domestico.

Tinteggiatura 

Tinteggiare le pareti è una delle soluzioni più gettonate per rivoluzionare la casa, sia perché non particolarmente impegnativo da un punto di vista economico sia perché potresti farlo da solo e non richiede troppo tempo.

Prima però di buttarti a capofitto nella scelta dei colori più adatti, sarebbe opportuno valutare sempre le condizioni dell’intonaco sottostante; se noti sfaldamenti, crepe o delle piccole macchie di muffa sarà meglio affrontare il problema prima di procedere,eseguendo alcuni lavori di intonacatura, per esempio, con servizi come Yougenio.

L’importanza del colore

Passando alla scelta dei colori è bene sottolineare che, per quanto ognuno di noi possa avere le proprie preferenze, ogni tonalità ha delle caratteristiche che la rendono più o meno adatta ai vari ambienti e stili della casa. Prendiamo il bianco, ad esempio, sicuramente indicato per lo stile moderno e industriale e per le abitazioni di dimensioni ridotte {in quanto allarga gli spazi}. Le tinte più accese e vivaci sono invece perfette per le case molto spaziose, ma richiedono sempre un attento abbinamento con i complementi d’arredo; a questo proposito consiglio di non esagerare troppo con i contrasti per non creare un ambiente cromaticamente “chiassoso”, limitandoti magari a colorare solo la parete principale.

Nella scelta del colore dovrai tenere conto anche degli ambienti: per le stanze dedicate al relax, ad esempio, è meglio optare per colori tenui o neutri, mentre per ambienti come la cucina potresti sbizzarrirti scegliendo tinte calde e accoglienti. L’ingresso rappresenta invece lo spazio della casa nel quale è possibile osare: non avere paura di fare qualche scelta azzardata, la parola d’ordine è personalizzare.

Il colore diventa fondamentale anche per dare enfasi a certi elementi architettonici della nostra casa: penso, per esempio, a un bel camino oppure a un muro dalla forma particolare a cui vogliamo conferire ulteriore stile.

Decorazioni: poster e stickers 

Per dare nuova vita alle pareti di casa è possibile sfruttare opzioni economiche e versatilissime come i poster {ma anche stampe di fotografie fatte da te} e gli stickers da muro: questi ultimi sono perfetti in particolare per le camere dei bambini, ma anche per la zona del soggiorno, purché si scelgano disegni che risultino in armonia con lo stile della casa.


Un piccolo suggerimento: per evitare disastri, prendi le misure prima di acquistarli e fai delle prove anche prima di attaccarli al muro in modo da essere sicuro che il risultato sia quello desiderato.

La galleria d’arte

Se ami l’arte come me, ti piacerà sicuramente l’idea di raccogliere in una sola parete tanti quadri, di forme e colori differenti.

Luci per valorizzare le pareti

Anche le luci possono giocare a nostro favore se l’obiettivo è dare una nuova immagine alle pareti di casa: in questo senso possono essere ottime soluzioni sia i faretti, che aiutano a giocare con le profondità e a mettere in risalto un determinato punto concentrando quindi l’attenzione su un particolare specifico della stanza, sia le applique, perfette per personalizzare quelle pareti che risultano un po’ anonime. Da non sottovalutare nemmeno l’abat jour che crea sempre angolini dall’atmosfera intima.

Hai altre idee? se ti va puoi scriverle nei commenti.

Tutte le immagini sono di Alex Stedman di The Fruality

The post Consigli e trucchi per rivoluzionare le pareti di casa appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.