Sui collage di Anastasia Savinova e il consumo di carne

Sono tornata all’anormale normalità di Roma dopo 2 settimane in Inghilterra. Sono tornata ispirata e con un mente energica (ne parliamo nel prossimo post) ma con un corpo che necessità almeno una settimana di dieta. Sebbene in Gran Bretagna sia aumentata la coscienza e l’abilità culinaria, la carne è sempre un ingrediente largamente consumato e la maggior parte delle persone la consuma almeno -dico almeno– una volta al giorno. Sento il bisogno di tornare alla mia dieta quasi-vegetariana, ad una dieta più gentile con il mio corpo e l’ambiente.

Ridurre drasticamente il consumo di carne dovrebbe essere la risposta ovvia per chi, come me, si sente indignato per quello che sta succedendo in Amazzonia adesso.

Non è questo il luogo per ulteriori spiegazioni, ci sono abbondanti documenti -trattati scientifici, documentari, articoli- che provano perchè l’agricoltura animale è uno, se non il primo, fattore inquinante oggigiorno.

Per tornare ad un argomento più consono con la linea editoriale di +deco, vorrei finire il mese con i collage di Anastasia Savinova.

I collage qui di seguito sono parte della serie intitolata Genius Loci. Come spiegato sul sito di Anastasia Savinova, “ogni lavoro è composto da numerose fotografie di costruzioni e forme del paesaggio che sono originali e autentiche dell’area presa in considerazione. Queste opere sono in equilibrio fra documentario e finzione, fra spazi effettivi ed immaginari, e diventano custodi della memoria e spiriti del posto”.

The post Sui collage di Anastasia Savinova e il consumo di carne appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Written by: