29 Agosto 2019 / / Architettura

Denominata Peconic House, la villa disegnata da Mapos per committenti francesi, si trova nella baia di Peconic, nei prestigiosi Hamptons, luogo di rifugio della elite di Manhattan, a due ore di macchina da New York, dove si trovano ville sontuose, imponenti,con un tripudio di marmo e fregi.
Peconic House risponde all’ostentazione con uno stile riservato, mimetico, dove è il paesaggio, sabbia candida e foreste rigogliose, ad essere protagonista.

La villa è un volume minimale dove la casa, la terrazza e la piscina formano volumi elementari, positivi e negativi incastrati in un morbido pendio che termina in una spiaggia privata.
La residenza è stata progettata per mimetizzarsi con la natura circostante, e preservare l’albero di sicomoro e gli originali affacci sulla Baia di Peconic; il tetto è piantumato a verde con essenze autoctone, i materiali quali cedro, legno di ipe recuperato e corten ammorbidiscono la linearità complessiva ed evocano i colori e le textures della vegetazione e della costa locale; i materiali stanno lentamente sviluppando una patina naturale e il loro colore alla fine si fonderà e diventerà parte del paesaggio.

Gli ospiti che si avvicinano seguono un tortuoso muro di pietra attraverso i boschi e il prato, venendo dalla terraferma la struttura appare piatta come se fosse composta da un unico livello, solo quando si arriva nelle vicinanze si può apprezzare l’articolazione dei volumi, una grande vetrata che affaccia sulla baia occupa l’intera facciata, annullando il confine tra interno ed esterno

Lo stesso approccio si ritrova anche all’interno, caratterizzato da arredi minimali, quasi spartani, dai materiali naturali e sfumature tenui.

Minimal villa in the Hamptons

Named Peconic House, the villa designed by Mapos for French clients, is located in the bay of Peconic, in the prestigious Hamptons, a place of refuge for the elite of Manhattan, a two-hour drive from New York, where sumptuous, imposing villas are to be found, with a riot of marble and friezes.
Peconic House responds to ostentation with a reserved, mimetic style where the landscape is the protagonist with its white sand and lush forests.

The villa is a minimal volume where the house, the terrace and the pool form elementary, positive and negative volumes embedded in a soft slope that ends at a private beach.
The residence was designed to blend in with the surrounding nature, and preserve the sycamore tree and the original views of Peconic Bay; the roof is planted with greenery with native essences, materials such as cedar, reclaimed ipe wood and corten soften the overall linearity and evoke the colors and textures of the vegetation and the local coast.
These materials are slowly developing a natural patina and their color will eventually merge and become part of the landscape.

Approaching guests follow a winding stone wall through the woods and the lawn;
coming from the mainland, the structure appears flat as if it were composed of a single level, only when you arrive nearby can you appreciate the articulation of the volumes, a large window overlooking the bay occupies the entire facade,
blurring the boundary between inside and outside

The same approach is also found inside, characterized by minimal, almost spartan furnishings from natural materials and subtle nuances.

Immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura