RIDIAMO COLORE ALLE NOSTRE CASE

È sempre la stagione giusta per rinnovare le pareti di casa.

Con l’estate che ormai è un ricordo e l’autunno con i suoi meravigliosi colori alle porte è il momento adatto per rinfrescare le pareti, dando un tocco nuovo al nostro appartamento.

Non è necessario aprire un mutuo o mettere tutta la casa sottosopra: basta semplicemente rinnovare una parete (anche una per singolo locale) dando un tocco nuovo a tutta la casa, e al tempo stesso evitando quelle situazioni di delirio e di caos legate all’arrivo dell’imbianchino che con le sue latte di vernice, la scala e i teli di plastica sul pavimento è l’incubo di moglie, madri e casalinghe.

Imbiancare sì, ma quale colore scegliere? Ogni tonalità ha un suo significato, ma se volete essere di tendenza per questa stagione è importante scegliere colori decisi. Tra i più gettonati certamente le palette del blu, nelle sue varianti cromaticità che, a seconda delle sfumature, siaù adattano alla camera da letto, ma anche al bagno, con quel potere che il blu e l’azzurro hanno di rilassare e agevolare la distensione.


amerigo milano

Ma il blu può essere anche una scelta per il soggiorno, non certo con un total blu, ma optando solo per una parete, sempre scegliendo quella gradazione più adatta all’arredamento ma anche al gusto di chi vive quello spazio. Stesso discorso per il color ruggine, declinato poi nelle tonalità rame o gold che richiama le cromaticità autunnali. Ma perché non dipingere una parete di verde? Dal blu verde tendente al petrolio a quello estivo che richiama i colori dei prati, o a quello più tenue che tende all’oliva? Per gli amanti dell’etnico la scelta giusta potrebbe essere quella dei richiami alla terra con il tanto fashion color mattone che può arrivare fino a quel profondo rosso che non farà passare inosservato quell’angolo di casa. Fino a quelle tonalità orientali che rimandano alle cromie delle spezie indiane come il color senape o il color curry.


pink amerigo milano

Infine per le romantiche il 2019 propone il lilla e il rosa sempre che, la dolce metà, approvi di addormentarsi in una stanza con una parete di quel colore. De gustibus non est disputandum, dicevano gli antichi. Scelto il colore, bisogna poi affidarsi all’imbianchino a chi riesce a ridare un’anima a una parete ormai agèe.

A questo punto arrivano i dubbi: chi ingaggiare,come fare a farsi fare un preventivo da un imbianchino, che cosa richiedere all’interno di un preventivo per evitare di trovarsi poi brutte sorprese?

Ci viene in aiuto Homedeal, fornendoci non solo tariffari ma indicazioni circa gli interventi eseguiti dall’imbianchino e che non riguardano semplicemente la tinteggiatura di una parete. Perché, nella fattura, oltre al materiale (e su questo tema si apre anche la scelta fra un’ampia gamma di vernici con caratteristiche diverse) compaiono anche le voci di eventuali lavori extra (come per esempio levigatura), la disponibilità del professionista ad iniziare subito i lavori, e poi il prezzo finale se compreso oppure no di Iva. Meglio scegliere un preventivo basato sul numero di ore di lavoro, o optare per un prezzo fisso comprensivo dell’intera opera?

Dubbi, leciti, che su Homelead trovano una risposta, oltre a trovare i migliori professionisti della tua zona e ricevere preventivi gratuiti degli imbianchini che daranno nuova vita e nuovo colore alla tua casa.

Barbara Apicella 

Written by: