Women in Lighting power! Il primo meeting Italiano.

L’articolo Women in Lighting power! Il primo meeting Italiano. proviene da Luxemozione.

La primavera scorsa è stato lanciato il progetto internazionale Women in Lighting, una piattaforma digitale ideata dallo studio di lighting design londinese Light Collective, che celebra la figura professionale della donna in tutti i settori dell’illuminazione: design, arte, insegnamento, produzione, ecc.

Immagine in header cortesia Simona Monfrinotti

Il progetto è creato per condividere le passioni, promuovere risultati e obiettivi lavorativi con la finalità di far emergere i profili professionali all’interno della community dei professionisti della luce.

Un’iniziativa di estremo interesse, che sin dal primo giorno in cui l’amica Giorgia Brusemini, ambasciatrice italiana del progetto, me ne ha parlato, ho cercato di supportare, divulgandone le iniziative.

In quel periodo, era poco prima del Salone del Mobile 2019, si è svolto a Milano, così come in altre capitali mondiali, un primo incontro di confronto sul tema. Ricordo molto positivamente quella serata, assieme a colleghe e colleghi italiani e internazionali, a parlare di luce e dei progetti in divenire di Women in Lighting.

Da allora molto è stato fatto, il progetto sta riscontrando notevole successo, tanto che sarà protagonista anche del prossimo Professional Lighting Desing Convention PLDC 2019 di Rotterdam.

Primo meeting di
WIL Italia

Il 24 settembre scorso si è svolta la prima tavola rotonda italiana del progetto internazionale Women in Lighting , organizzata dall’ambasciatrice italiana Giorgia Brusemini, designer e fondatrice del blog “Ogni casa è illuminata”.

Ospitate nella sede italiana dell’azienda formalighting, sostenitrice del progetto dalla sua nascita, si sono sedute attorno allo stesso tavolo dodici professioniste che lavorano all’interno del settore dell’illuminazione: progettazione, insegnamento, giornalismo, produzione, arte e ricerca. Erano presenti al primo meeting italiano di Women in Lighting:

  • Giordana Arcesilai , lighting designer, Bologna
  • Camila Blanco, lighting designer, Milano
  • Giorgia Brusemini, designer e light designer blogger
  • Daria Casciani, dottore di ricerca e lighting specialist, Milano
  • Simona Cosentino, lighting designer, Torino
  • Claudia Giacomobello, lighting designer, Milano
  • Giusy Gallina, lighting designer,Torino
  • Liliana Iadeluca, lighting designer, docente, artista, Genova
  • Marta Naddeo, designer di prodotto per illuminazione decorativa, Mogliano Veneto
  • Tania Rossini, progettista illuminotecnico, Torino
  • Stefania Toro, lighting designer, Genova
  • Sarah Elise Sartore, lighting designer, Milano

Qua di seguito una carrellata di immagini della giornata d’incontro. Foto cortesia Simona Monfrinotti

  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy
  • Evento-WIL-Italy

Giorgia Brusemini ha dichiarato: “ E’ stato un incontro di confronto con una prima parte delle professioniste che in questi mesi, dopo il lancio dell’8 Marzo, si sono avvicinate con interesse al progetto. Dopo mesi di contatti tramite la piattaforma social, mail e telefonate era giunto il momento di incontrarsi ed iniziare a lavorare sui possibili futuri passi concreti volti alla valorizzazione delle professioniste italiane in questo settore. A luglio, per esempio, siamo state invitate dall’Ordine degli Architetti di Massa Carrara per un intervento all’interno della rassegna ”Donne e Architettura“. In quel contesto abbiamo presentato il progetto internazionale e la lighting designer di Torino, Simona Cosentino, ha raccontato agli architetti presenti, come viene sviluppato un progetto di lighting design. ” L’ambasciatrice continua: “Siamo ormai oltre 64 ambasciatrici nel mondo e grazie all’aiuto di Light Collective riusciamo ad aggiornarci e confrontarci sugli sviluppo del progetto nei singoli paesi.

Durante questo primo incontro italiano si sono chiariti gli obiettivi primari che sono:

  1. Dare visibilità alle professioniste italiane del settore, contribuendo e sostenendo la creazione del database internazionale. Poiché circa il 50% dei progettisti di illuminazione sono Lighting Designer donna, l’obbiettivo principale è che ottengano una visibilità del 50% e che ci sia un equilibrio di presenza come speaker a conferenze, comitati e giurie . L’intento è quello di creare modelli da seguire, bilanciare gli equilibri e incoraggiare le donne a scegliere di lavorare nell’illuminazione.
  2. Valorizzare e far conoscere la figura del Lighting Designer, figura professionale riconosciuta in un contesto internazionale ma ancora poco conosciuta in Italia.”

Durante l’incontro, a supporto dell’iniziativa, si sono collegate in diretta Skype la Presidente APIL Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione, Susanna Antico e, direttamente dalla Svezia, la Lighting Designer Chiara Carucci.

Le interviste alle protagoniste Italiane

Tra le attività di divulgazione di questa iniziativa vi è il racconto delle protagoniste della luce attraverso delle interviste. Vi rimando alla pagina di women in lighting international, dove sono state pubblicate.

Tra queste le protagoniste italiane, le cui interviste che sono state pubblicate fin ora inserisco qua di seguito (rigorosamente in ordine alfabetico). Tutte davvero molto appassionate,
prendetevi il tempo per guardarvele tutte.

Chiara Carucci

Cinzia Ferrara

Giorgia Brusemini

Lisa Marchesi

Susanna Antico

Come essere coinvolti
in Women in Lighting

Per maggiori informazioni ed essere coinvolti in questo progetto contatta il team all’indirizzo hello@womeninlighting.com oppure la nostra “ambasciatrice” italiana Giorgia Brusemini giorgia@womeninlighting.com. Altre info sul sito ufficiale dell’evento di Women in Lighitng

L’articolo Women in Lighting power! Il primo meeting Italiano. proviene da Luxemozione.

Written by: