15 Ottobre 2019 / / Charme and More

Dal web alcuni spunti da cui trarre ispirazione per essere sempre al passo con le nuove tendenze.

Consigli e suggerimenti per chi ama distinguersi con uno stile ricercato ed esclusivo.

Idee creative per arredare casa.

Ph via
Ph via

 Gli specchi appoggiati a terra, posizionati strategicamente accanto alla finestra, riflettono la luce, facendo sembrare lo spazio più ampio.

La cornice barocca dorata aggiunge un tocco di femminilità e abbellisce la parete.

Ph via
Ph via

L’Erba delle Pampa o Cortadeira con i suoi pennacchi vaporosi è diventata un trend per decorare gli angoli di casa.

Le soffici spighe di questa pianta originaria dell’Argentina sono elementi decorativi perfetti  per riempire i vasi e ben si adattano a tutti gli stili di arredo.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

 Il tessuto Principe di Galles, pattern dagli antichi natali è sempre super trendy e per la stagione autunno inverno 2019-20 lo troviamo declinato su cappotti, blazer e pantaloni dal taglio sartoriale.

Il maculato è ormai un trend consolidato e torna ad essere protagonista della nuova stagione.

Un dettaglio di stile graffiante e selvaggio da indossare in total look o come dettaglio dell’outfit.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

Vi è piaciuto questo post?

Condivididetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Ispirazioni dal web: Trend, Stile, Home Décor. proviene da Charme and More.

15 Ottobre 2019 / / Idee

Arredare una mansarda è una sfida non semplice, per le tante complicanze a cui si può andare incontro. Ti faccio vedere qualche idea.


Hai visto la mansarda e ti sei innamorato.

Non hai resistito al fascino della casa col tetto spiovente e l’hai comprata (o quanto meno stai pagando il mutuo).

Solo che poi arredarla è tutta un’altra storia.

Come arredare una mansarda senza spendere una fortuna?

Voglio farti vedere delle idee davvero super.

Pronto?

arredare una mansarda con Ikea
Ikea

Arredare una mansarda: si comincia con la cucina

Arredare una cucina in mansarda non capita spesso, ma se capita non è semplice.

La prima cosa di cui tenere conto è l’altezza minima della mansarda, che non dovrebbe andare sotto i 150 cm. Questa misura è necessaria per definire il tipo di attività che ci potrai svolgere.

Se hai meno di questa misura potrai solo chiudere lo spazio con cassetti e armadiature su misura, ma poco altro. E’ davvero impensabile svolgere una qualsiasi attività avendo sempre la schiena piegata.

Per cui se hai più di questa altezza, allora puoi pensare di attrezzare la parte più bassa della mansarda con una cucina.

Ovviamente potrai attrezzarla solo con le basi, perché difficilmente potrai inserire dei pensili. I pensili in commercio hanno altezze standard che mal si adattano alle quote digrandanti di un tetto mansardato.

Nulla ti vieta però di inserire mensole di differenti lunghezze o piccoli cubi contenitore da appendere come più preferisci.

arredare una cucina in mansarda solo con le basi in laccato nero
shokodesign
arredare una mansarda open space con parquet di pino e arredi bianchi e neri
essahouz.com

Sfrutta la parte più alta per inserire mezze colonne nelle quali mettere forno e lavastoviglie (si, si può avere anche più alta). Ma anche per avere degli spazi contenitivi in più che in cucina non guastano mai.

Imbianca la parete dietro la cucina con un colore a contrasto rispetto al resto, che si accordi però al colore degli arredi. Creerai un punto focus che attirerà l’attenzione, facendo gravitare il resto attorno alla cucina.

E’ un’idea di cui tenere conto soprattutto quando devi arredare una mansarda open space.

Arredare una mansarda open space

arredare una mansarda open space
studio di design d’interni OOOOX

Se ti trovi ad avere cucina e soggiorno nello stesso ambiente, sarà difficile riuscire a separare i due ambienti. Ci sono tanti piccoli trucchi che ti possono aiutare.

Il primo è sfruttare gli arredi per creare delle divisioni funzionali. Puoi ad esempio porre il divano con lo schienale verso la cucina, che guarda verso la TV o il camino. Si creerà una divisione ed un passaggio che contribuirà a separare le zone.

Anche i tappeti sono degli ottimi alleati nel creare perimetri virtuali. Sceglili delle giuste dimensioni, di modo che riescano a contenere tutti gli arredi di una certa zona, o quanto meno le loro parti anteriori.

Le librerie a vista senza schienale sono un’ottima soluzione. Puoi farle fare su misura in base alle altezze digradanti che hai, oppure scegliere le soluzioni con montanti pavimento-soffitto.

Delle librerie ad altezza un metro invece sono ottime soprattutto per delimitare l’ingresso ed avere un punto su cui appoggiare borse, chiavi e scarpe.

L’illuminazione artificiale nelle mansarde è quanto mai importante. Anche se hai delle velux che garantiscono una corretta illuminazione, il pericolo buio è dietro l’angolo. Se hai una mansarda con le travi e non sono imbiancate in bianco, i punti luce devono essere strategici.

Scegli luci neutre e aggiungi luci a parete e a terra dove puoi. Sfrutta le travi o il soffitto digradante facendo arrivare le luci a soffitto dove ne hai bisogno. Dovrai fissare il cavo della luce a soffitto, creando il percorso desiderato, ma ti assicuro che ne vale la pensa ed è comodo.

Arredare la camera da letto in mansarda

La stanza della casa che è più facile trovare in mansarda è proprio la camera da letto.

Come li progetto gli armadi?

Questo è il più grande cruccio legato a questo tipo di ambiente. Le altezze digradanti, la paura di dover spendere tanto e avere comunque poco spazio.

Ti capisco.

Noi abbiamo la camera in mansarda e davvero ci siamo scervellati per creare una stanza bella ma funzionale. Noi abbiamo optato per una cabina armadio a vista, con tubi appendiabiti in acciaio e mensole in vetro (trovi il link al progetto sopra).

Nella parte spiovente ci sono dei cassettoni a tutta parete in cui riponiamo maglioni, biancheria e piccoli oggetti di uso quotidiano.

camera da letto in mansarda con tetto e pareti bianche e letto in legno chiaro
eengoedverhaal.nu

Il trucco sta proprio qui: plasmarti in base alla conformazione della tua stanza. Se la parte spiovente è abbastanza alta puoi anche porre il letto lì e lasciare il resto per armadi e cassettiere. Se invece non hai abbastanza altezza per evitare di dare testate, allora attrezza la parte più bassa con cassettiere e librerie.

Per gli armadi non c’è bisogno di ricorrere a quelli su misura. Ikea l’anno scorso ha lanciato la serie Platsa che ti permette di arrivare oltre i 3 mt. Si tratta di moduli componibili liberamente aggregabili in altezza.

In questo modo potrai comporre la tua armadiatura proprio in base allo spazio che hai.

Noi lo abbiamo usato per la cameretta e ci ha permesso di sfruttare al massimo ogni centimetro.

camera da letto con tetto spiovente e librerie sotto finestra
cocolapindesign.com
appendiabiti per tetto mansardato
Zebedee.co

L’azienda Zebedee ha inventato un appendiabiti davvero speciale, adatto a chi vive in case con tetti mansardati. Si adatta a qualsiasi pendenza e ti permette di sfruttare anche gli angoli più angusti.

Geniale.

Ma le idee sono molte di più

Ovviamente gli spunti per poter arredare una mansarda sono infiniti.

Ci sono tantissime idee da fare nostre ed adattare a quella che è la nostra situazione.

Hai trovato utili questi spunti? Tu come hai arredato la tua mansarda? Fammelo sapere nei commenti!

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Arredare una mansarda non è mai stato così facile con queste idee sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

15 Ottobre 2019 / / Design

lavabo integrato nel piano

La scelta del lavabo è una decisione importante quando si arreda la stanza da bagno: deve essere funzionale e creare allo stesso tempo armonia con i mobili scelti. I lavabi integrati nel top si contraddistinguono per la particolare funzionalità e resa estetica: facilitano le operazioni di pulizia e contribuiscono a donare all’arredo uno stile fluido e uniforme.

Per un bagno grande o di piccole dimensioni, le proposte in tema di arredo bagno sono davvero molte. Ecco una selezione di 10 mobili con lavabi integrati scelti per rispondere alle diverse esigenze di stile e spazio.

Arbi Arredobagno

Nelle collezioni di Arbi Arredobagno, espressione di una produzione totalmente Made in Italy, le proposte sono tantissime per soddisfare qualsiasi mood: minimal e ultra-moderno o più classico e raffinato. Qui di seguito alcuni progetti con piani in Tekno Resina, Tekno, Laminam e Fenix che sottolineano la bellezza e la versatilità dei lavabi integrati e che possono essere di ispirazione a chi sta valutando un nuovo arredo dell’ambiente bagno.

Piano top in Tekno con lavabo integrato Stopper per la composizione Code 09 (misura L200,3 x  P50,5 cm), abbinato alle basi in Rovere Inchiostro e alla specchiera Hide con profilo in alluminio Nero.

Composizione Code 03, in finitura eucalipto opaco comprende: base portalavabo L70 x H71 x P50 cm con zoccolo H5 cm in alluminio Nero, lavabo Mantra L70,5 x H12,2 x P50,5 cm in Laminam Statuarietto opaco, abbinati a mensola Slide DX in alluminio nero, specchiera Light tonda con luce led perimentrale  e 2 colonne con luce led.

Piano top in Fenix Grigio Bromo con lavabo integrato Kuki per la composizione Materia Vip 07 (misura L120,6 x P50,5 cm), in cui il tono scuro della struttura laccato Grigio Bromo viene smorzato dal calore della vena del Rovere Antico Essenza.  La base con cassettone e vano a giorno valorizza il profilo a 45° della struttura. La specchiera Bishop con profilo in Rovere Essenza riprende la finitura del cassettone dando ulteriore funzionalità all’insieme grazie al led perimetrale integrato.

Composizione Materia

Piano top in Fenix Bianco Kos con lavabo integrato Plaza per la composizione Materia Vip 01 (misura L120,6 x P50,5 cm), contraddistinta da linee semplici, razionali e pulite. Il cassettone con frontale in Rovere Antico Crema fa risaltare tutta la matericità e il calore del legno, enfatizzato anche dalla struttura del mobile laccata Bianco velvet: un incontro tra natura e tecnologia che esalta entrambi i materiali. La specchiera Pulsar completa l’arredo.

Scavolini Bagno

Nell’immagine, ambiente bagno arredato con il programma Juno di Scavolini, disegnato da Vuesse. Leitmotiv della collezione è l’anta con presa maniglia a “J” (sp. 22 mm) che assicura ergonomia e semplicità agli arredi. Base sospesa con ante laccato opaco Verde Minerale e piano in Corian Glacier White (sp. 1,2 cm) con lavabo integrato Spring. Completa l’ambiente sulla destra, il Sistema Parete “Fluida” in Decorativo Noce Garden.

Essenzialità e purezza per la collezione Rivo di Scavolini Bagno. Mobile collezione Rivo di Scavolini Bagno, design Studio Castiglia Associati .  La collezione di mobili, caratterizzata dall’anta con gola a 45° che funge da presa e apertura, è presentata nelle finiture: laccato lucido e opaco, decorativo, decorativo laccato, impiallacciato, tutte disponibili in numerose varianti cromatiche. Le basi sono proposte nelle due profondità di 38 e 52 cm.

Ideagroup

Per la prima volta Ideagroup inserisce l’alluminio in una collezione di mobili bagno, utilizzandolo come struttura di appoggio per le basi del mobile impreziosito da un piano in legno massello di abete “vintage”. Il lusso incontra lo stile industriale con Dogma by Aqua, la collezione di mobili bagno moderni dal carattere minimale, resa unica dai nuovi materiali e dall’uso non convenzionale delle geometrie.

Fiora

SYNERGY di Fiora riacquista l’essenza del legno solido con una collezione con due superfici di tendenza: una scanalata e una arrotondata.‎ La collezione si differenzia per la sua linea contemporanea, minimalista, ma con carattere.‎ La diversità di moduli, finiture e colori, possono essere combinati con diverse opzioni di lavabi e specchi retroilluminati, adattandosi così agli spazi residenziali così come al contract.‎ Oltre alla gamma di colori Fiora sono possibili 3 colori esclusivi per la collezione: Ultramare, Kermes e Tuile.‎  SYNERGY è disponibile in 2 texture (Listello e Surato) e in 9 colori standard e possibilità di RAL.

BLOC di Fiora  è un mobile lavabo in poliuretano.‎ ‎Come un grande blocco di materiale puro, Bloc è un mobile dalle forme semplici, ma con una presenza importante.‎ I lati, il fronte e la parte superiore condividono tutti la stessa texture che sorregge un lavabo extra large.‎ Bloc ha due finiture: Betao, sviluppato esclusivamente per la collezione e che si distingue per un intenso aspetto rustico; e Pazarra, che riproduce la trama caratteristica del materiale dell’ardesia.‎ Bloc è disponibile in 2 texture (Pizarra e Betao) e in 9 colori standard e possibilità di RAL.‎

 

L’articolo Arredo bagno: 10 mobili con lavabi integrati nel piano proviene da Dettagli Home Decor.

15 Ottobre 2019 / / Design Ur Life

Quali sono gli interventi imprescindibili per aumentare valore dell’immobile? In questo post vediamo insieme come fare.

Per aumentare valore dell’immobile è necessario partire dalle caratteristiche del nostro immobile stesso prima di voler iniziare qualsiasi lavoro di ristrutturazione e rinnovamento. Infatti, ci sono vari componenti che partecipano per la determinazione del valore di una casa. Tra le quali la sua posizione, le pertinenze, le condizioni strutturali, impiantistiche, illuminotecnica e di sicurezza.

Aumentare valore dell'immobile

Partire dalla pianificazione e il progetto

Bisogna partire dalla pianificazione degli interventi e tutti i possibili lavori che possono aumentare il valore dell’immobile e poi agire per gradi. Chi ristruttura una casa vuole  sempre il maggiore risultato rispettando il proprio budget e senza sprechi inutili. Dopodiché progettare lo spazio funzionale e gli spazi su misura. Una buona divisione razionale in zone e progettare lo spazio in previsione degli arredi che dovrà ospitare, sono fattori fondamentali per crescere il valore dell’immobile.

Aumentare valore dell'immobile

Introdurre la tecnologia per aumentare il valore dell’immobile

Una casa moderna è una casa che produce e controlla ciò che consuma. Infatti, è importante fare le migliorie con l’aiuto di specifici incentivi, per poi allinearsi ad una fascia medio – alta del mercato immobiliare. Un impianto fotovoltaico e solare termico comporta tanti vantaggi economici e aumenta il valore dell’immobile. Naturalmente, per poter integrare questi dispositivi con lo spazio, è sempre bene prevedere il loro inserimento in fase preliminare.

riscaldare una casa

Materiali autentici

l’autenticità della materia rappresenta un valore, anche se vissuto, distingue uno stile e la sensazione che si vuole creare. Se nella ristrutturazione di una casa si attiene a uno stile e l’utilizzo di materiali autentici, è difficile perdere il valore negli anni.

arrangement-color-colors-159045

Illuminazione giusta

La luce giusta modella, valorizza e anima uno spazio. La qualità dell’illuminazione di un’immobile aumenta il suo valore. Lo studio delle fonti luminose e il rapporto con il contesto è un lavoro che può dare plusvalore ad una casa. Valorizzare uno spazio significa scegliere la luce giusta e sapere quali superfici risaltare e migliorare il suo valore con una attenta ristrutturazione.

nikbaspar-office-awe-studio-tehran-iran_dezeen_2364_5

Quanto aumenta il valore dell’immobile

Per capire quali sono i costi per la ristrutturazione della casa confronta sempre più preventivi e considera che una buona ristrutturazione aumenta il valore dell’immobile pari o addirittura maggiore all’intero costo di ristrutturazione.

Aumentare valore dell'immobile


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


 

L’articolo Aumentare valore dell’immobile proviene da Design ur life blog.

15 Ottobre 2019 / / Architettura

Una casa tradizionale come se ne vedono tante nel New Jersey: prato all’inglese, porticato e struttura in legno. Ma all’interno è tutta un’altra musica.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

A prima vista, questa bellissima casa nel New Jersey sembra la tipica costruzione tradizionale in legno, con portico e praticello all’inglese. 

Nulla lascia intravvedere il cuore moderno che pulsa al suo interno, e non solo dal punto di vista del design. Questa casa è stata progettata rispettando i criteri della casa passiva.

Come vi ho spiegato in un post dedicato all’argomento, gli elementi chiave di una casa passiva (oltre all’ubicazione) includono l’isolamento continuo senza ponti termici, finestre e porte ad alte prestazioni, un involucro ben sigillato e un’efficiente ventilazione. 

“Il grande equivoco è che una casa deve essere in un certo modo per raggiungere questi obiettivi. Non è vero”, notano gli architetti. “La maggior parte delle case che progettiamo utilizzano gli standard della Casa Passiva, e possono spaziare dalla case a schiera alla vittoriana dal fienile alla casa tradizionale”, spiegano i progettisti.

Ecco perché gli architetti hanno potuto creare una casa passiva, pur rispettando i desideri dei clienti, che volevano una casa luminosa e ariosa ma non troppo moderna.

“Fortunatamente, l’orientamento della casa ci ha permesso di montare finestre con proporzioni tradizionali nella parte anteriore sul lato nord, con unità metalliche più grandi e snelle che aprono la vista sul cortile sul retro”, spiegano gli architetti.

Una zona living elegante, accogliente e luminosa

Una volta varcata la soglia, una scala a giorno in acciaio e legno conduce al primo piano, senza tuttavia ostruire la vista verso il giardino sul retro.

Lo spazio si apre sulla zona living, elegante, accogliente e luminosa, grazie all’esposizione a sud e alle vetrate a tutta altezza.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

Gli spazi sono distribuiti in un ambiente a L, con la cucina e il soggiorno agli estremi, e la zona pranzo a fare da cerniera.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

In cucina, pavimenti in Rovere Bianco, mobili in noce e piastrelle in stile subway regalano vibrazioni classiche, mentre gli arredi – come il Reno Table di Structube, le Channel Chairs di Industry West e gli ADAM Stools di Frama Denmark – forniscono contrappunti moderni. 

Una casa tradizionale dal cuore moderno

Una scrivania moderna, con la sua  Hans J. Wegner Wishbone Chair, si integra nel mobile in noce che separa la cucina dalla sala da pranzo. Le colonne del frigorifero e del congelatore sono Thermador e le applique sono di Cedar & Moss.

Nella sala da pranzo, un tavolo fatto su misura in Danimarca da KBH è circondato da altre sedie Wishbone. I ciondoli oversize sono di Luminaire Authentik.

In soggiorno, la parete di fondo ruba la scena, con la partizione grafica in bianco e nero. Il tocco classico lo danno il camino e le scaffalature in noce.

”Ci è piaciuta l’idea che il camino sia centrato in modo tradizionale, ma con gli altri elementi che spingono e tirano in modo che non sembri una disposizione statica”, spiegano gli architetti.

Zona notte tra classico e vintage

Nella zona notte prevale l’equilibrio tra classico e vintage, e una palette fatta di sfumature di grigio e di bianco, delicata ma dal forte carattere.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

Nel bagno principale, il pavimento di Clé Tile richiama le cementine dall’allure vintage, mentre il mobile da bagno  in noce con il piano in marmo danno un tocco di lussuoso e contemporaneo. L’illuminazione proviene da un mix di produttori, tra cui One Forty Three, Rejuvenation, Cedar & Moss e Atelier de Troupe. Il rubinetto è di Watermark.

Il bagno, integrato alla cabina armadio, si apre  sulla camera da letto.

La testiera del letto è dipinta con il colore Flint di Benjamin Moore e presenta una nicchia per il comodino, ornata da un ripiano in noce e applique di Rejuvenation. Il delizioso panneggio alle finestre proviene da The Shade Store.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

Il secondo bagno è deliziosamente vintage, con le piastrelle bianche in stile subway sul bordo vasca e i tondi sul pavimento (entrambi di Nemo Tile) che creano un contrasto materico nella stessa tavolozza di colori. Lo sgabello è di Serena & Lily.

Una casa tradizionale dal cuore moderno

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile e la guida Kitchen Trends 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: