15 Novembre 2019 / / Design tra le Righe

Art for Excellence a Torino fino al 24 novembre 2019 al Mastio della Cittadella. Una mostra d’arte contemporanea che promuove l’incontro fra cultura e realtà imprenditoriali del territorio piemontese: 15 artisti interpretano 15 imprese attraverso varie forme artistiche (sculture, fotografie, installazioni e quadri).

Tra le eccellenze selezionate c’è TOSCANINI che partecipa all’evento con l’opera “Mondi Ammaccati” dello scultore Christian Costa.

“Mondi Ammaccati” propone un giro intorno al mondo, come possibile soluzione ai problemi della terra. A comporre l’opera è, infatti, un globo in legno, carbone, mordente, foglia oro e inchiostro, avvolto da un mare di parole che riporta porzioni di “Tobermory”, il racconto dello scrittore inglese Saki (pseudonimo di Hector Hugh Munro).
L’artista suggerisce di superare i limiti del nostro mondo attraverso la cultura. Una cultura intesa, però, non in senso nozionistico, ma come qualcosa che ci porti ad aprire la mente e a spingere lo sguardo oltre i pregiudizi. L’opera “Mondi Ammaccati” racconta, dunque, contenuti importanti, condivisi pienamente dall’azienda che l’ha scelta per essere rappresentata in mostra.

La presenza ad Art for Excellence è un elemento di continuità nella storia TOSCANINI che da sempre trae ispirazione per le sue creazioni dall’arte in tutte le sue forme. A testimoniare il legame dell’azienda con questo mondo è la partecipazione negli ultimi anni a diverse iniziative d’arte come sponsor tecnico.

La manifestazione Art for Excellence è aperta al pubblico con ingresso libero fino al 24 novembre 2019, dalle ore 11.00 alle ore 19.00. Durante l’esposizione sono in programma eventi collaterali, visite guidate e momenti di approfondimento dedicati al mondo dell’arte e della cultura.

15 Novembre 2019 / / Decor

Mancano una quarantina di giorni a Natale e ormai un po’ ovunque si comincia a respirare questa dolce atmosfera. Fuori dalla finestra vedo una soffice neve imbiancare tutto.

Quale giorno migliore per presentarvi la nuova collezione natalizia di Ikea?

Ho scovato tante bellissime immagini che oltre a presentare i prodotti possono essere un ottimo spunto di ispirazione per decorare casa.

Il natale Ikea sarà blu e rosso, con tanti oggetti di legno chiaro e luci soffuse ovunque.Anche quest’anno immancabili le mitiche stelle decorative di cartone.

Paralume, a righe rosso, 
Set di 2 utensili da cucina

Come dice , anche questo immancabile, anno dopo anno,lo spot :

Fatti conquistare dal Natale con Ikea.

15 Novembre 2019 / / Idee

Trapunta o piumone, quale scegliere per l’inverno? Entrambi hanno dei punti in comune, ma per scegliere ciò che fa per noi bisogna conoscere le differenze.

Trapunta o piumone

L’autunno è arrivato, e di conseguenza le temperature si stanno abbassando, soprattutto nelle ore notturne. Le leggere copertine estive di cotone sono ormai un lontano ricordo: ora bisogna pensare alla biancheria da letto giusta per questo periodo. Meglio la trapunta o il piumone? Per chiarire ogni dubbio, vediamo quali sono le differenze e i punti in comune tra la trapunta e il piumone.

Trapunta e piumone: i punti in comune

Trapunta e piumone sono entrambe delle coperture realizzate con una imbottitura, che può essere sintetica o naturale. Tra le imbottiture naturali, troviamo quelle vegetali come il cotone, oppure quelle di provenienza animale, come la lana o la piuma d’oca. Come vi ho già raccontato in questo post, la piuma d’oca è l’imbottitura che, più delle altre, garantisce una giusta termoregolazione, è traspirante, leggera, anallergica.

Trapunta o piumone

Nella scelta dell’imbottitura incide sicuramente anche la questione etica, che giustamente pone dei problemi alle persone sensibili al benessere degli animali. Va detto che in Europa è vietato utilizzare piume ottenute da animali vivi, e che esistono enti che certificano la provenienza delle piume e tutelano gli interessi degli animali, come per esempio l’EDFA (European Down and Feather Association). Se decidete quindi di acquistare un prodotto imbottito con piuma d’oca, assicuratevi che il produttore sia certificato da uno di questi enti di tutela. 

La trapunta, per chi ama la tradizione

Per chi ama la tradizione, la trapunta è la copertura invernale che accompagna il classico corredo letto. La trapunta ha una dimensione tale da coprire tutti i bordi del letto, e va abbinata ad un lenzuolo, preferibilmente in un colore coordinato.

La trapunta è generalmente composta, oltre che dalla imbottitura, da altri tre strati di tessuto, due interni e uno esterno, il più pregiato. Rispetto al piumone, la trapunta risulta più pesante e spessa, e per ridurre i costi, i produttori utilizzano imbottiture e tessuti interni sintetici. Dunque una trapunta potrà avere un costo più ridotto rispetto al piumone, ma non avrà le stesse caratteristiche e non regalerà lo stesso comfort. 

Il piumone, praticità e versatilità 

Il piumone è indubbiamente la soluzione più pratica e versatile per vestire il letto. Rispetto alla trapunta il piumone ha diversi vantaggi, con buona pace di chi preferisce una camera da letto dal look classico.

Il piumone ha una dimensione più ridotta rispetto alla trapunta, è più leggero perché , oltre all’imbottitura, ha solo due strati di tessuto, e le cuciture sono meno fitte. Bastano infatti ampie trapuntature a strisce o a riquadro per trattenere correttamente l’imbottitura, la fodera e il tessuto esterno. Questo fa si che l’imbottitura resti soffice e mantenga inalterata la sua capacità isolante e traspirante.

Trapunta o piumone

Il piumone viene inoltre inserito in un lenzuolo a sacco, che fa la differenza in termini di praticità e versatilità. Con questo sistema, rifare il letto è molto più veloce, il piumone resta al riparo dalla polvere e con un paio di set copripiumone possiamo cambiare look alla stanza ogni settimana.

Piumone in piuma d’oca, quale scegliere 

La prima cosa da valutare quando si sceglie un piumone in piuma d’oca è il cosiddetto Fill Power, un indice ricavato dal rapporto tra volume e peso dell’imbottitura. Più alto è il valore del Fill Power, maggiore è la qualità dell’imbottitura, in termini di leggerezza, isolamento, traspirabilità. Un buon indice Fill Power è compreso tra 650 e 850.

Il secondo parametro da valutare è il Punto di Calore, che misura la capacità di mantenere il calore. In base a questo si può scegliere tra piumoni invernali e piumoni per mezze stagioni. 

Infine, verificate che il produttore sia in possesso di certificazioni etiche e di qualità, e confrontate i prezzi. A questo proposito, vi ho già parlato dei piumoni di Dreamin’101, un’azienda italiana che propone piumoni con un ottimo rapporto qualità-prezzo. I piumoni di Dreamin’101 sono realizzati interamente in azienda, dall’imbottitura al confezionamento, senza passaggi intermedi, e si possono acquistare direttamente on line sul sito.

Questo permette di abbattere notevolmente i costi pur garantendo una qualità elevata. Dreamin’101 mette a disposizione diverse possibilità di scelta, così da soddisfare ogni esigenza.

Si parte dal piumone più economico, l’Essential, imbottito di piumino d’oca e rifinito con tessuti di puro cotone, che vanta un fill power di 650. Si passa poi ad un livello superiore, con il piumone Classic, rifinito in cotone satin e con un Fill Power di 750. Infine, il piumone Luxury, imbottito con la migliore selezione di piumino d’oca, avvolta in finissimo cotone batista, con l’indice Fill Power più elevato della gamma.

Tutti i piumoni Dreamin’101 sono disponibili nelle versioni invernale e mezza stagione, nelle misure baby 880×120), matrimoniale (250×220), piazza e mezzo (200×220), singolo (155 x 220) e tedesca (140×200).

Sul sito e shop di Dreamin’101 trovate anche bellissimi set copripiumino nei colori di tendenza, per dare alla vostra camera da letto un look diverso e raffinato a ogni cambio di biancheria.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

15 Novembre 2019 / / Design

Per una casa che punta alla sostenibilità senza rinunciare al design ecco quattro proposte d’arredo eco-friendly che privilegiano i materiali naturali: legno, sughero, paglia e corda.

DAM è design, artigianato e amore per il pianeta. Tra tradizione e modernità, il brand portoghese unisce materiali naturali e tecniche tradizionali con il disegno creativo e innovativo. Si fa ricorso alle emozioni, alla semplicità e alla qualità della vita, in armonia con la natura e la società. La cultura portoghese e le cose comuni sono la fonte di ispirazione per la creazione di complementi e accessori adatti a tutti: bambini, ragazzi e adulti.

Ogni elemento d’arredo DAM è prodotto nel nord del Portogallo, zona con il maggior potenziale nel settore del mobile. Qui, il monitoraggio della produzione prevede cura e precisione, e questo è chiaramente visibile in ogni elemento d’arredo realizzato. La selezione dei materiali avviene con la massima cura, privilegiando quelle che rappresentano al meglio la cultura locale, come il sughero, la paglia e la corda. Il legno utilizzato proviene da foreste sostenibili e tutti gli altri materiali sono soggetti a ridurre i processi di impatto ambientale durante il loro ciclo di vita.

Tavolini FLORA

FLORA è un set di tavolini che si riferisce alle piante che offriamo a quelli che amiamo, quindi c’è una somiglianza tra prendersi cura delle piante e prendersi cura degli oggetti.‎ Questi tavoli versatili combinano materiali naturali, con quattro dimensioni e otto diverse finiture colorate e lavorano separatamente o insieme.‎


Materiali utilizzati per i tavolini FLORA
Impiallacciatura di rovere (tavolo), 100% naturale; sughero scuro agglomerato (base).‎ Anche disponibile in impiallacciatura di noce (tavolo).‎

Poltroncina a dondolo GAGO

La poltroncina a dondolo GAGO con braccioli, onora la prima traversata aerea del Sud Atlantico realizzata da Sacadura Cabral e Gago Coutinho nel 1922.‎ Ispirata all’elmetto da aviatore, con braccioli curvi come le ali di un idrovolante, il rivestimento GAGO poggia su una scocca di legno tornito.‎ La base della seduta ricorda i galleggianti di un idrovolante.‎ Sullo schienale c’è l’iscrizione “1922, 8383 km”, in ricordo di una pietra miliare dell’aeronautica.‎

Materiali utilizzati per la poltroncina a dondolo GAGO: frassino, rovere o noce e tessuto di Gabriel.‎ dk (‘Step’ o ‘Luna 2’ e ‘Obika Leather +’).‎ Finitura: legno con vernice opaca incolore.‎

Pouf PIPO

PIPO si ispira alla tradizionale botte di legno utilizzata per il trasporto e lo stoccaggio del vino.‎ Questo sgabello è prodotto in sughero scuro agglomerato, quasi a richiamare la tonalità delle botti invecchiate; materiale che lo rende anche leggero e antiscivolo.‎ La corda enfatizza il look antico e può anche essere prodotta in altri colori, rendendola più divertente e adattabile all’ambiente e al gusto delle persone.‎


Il pouf PIPO è realizzato in sughero agglomerato al 100% naturale  e corda in cotone colorato

Orologio da parete MR SILVA

MR‎ SILVA è un orologio da parete dall’aspetto amichevole; è sospeso tramite una cinghia di paglia appesa a un piolo fissato al muro.‎ I baffi del personaggio corrispondono agli indicatori delle ore, conferendo una personalità decorativa e narrativa a un oggetto che di solito è semplicemente funzionale.‎


Mr Silva è realizzato in Frassino massello e paglia cucita a mano intrecciata. Disponibile anche in massello di noce.‎

Per maggiori informazioni e scoprire tutti i prodotti firmati DAM visita www.dam.pt

L’articolo Il design green diventa creativo con DAM proviene da Dettagli Home Decor.

15 Novembre 2019 / / Idee

Progettazione e realizzazione

Sapete quanto io ami realizzare ogni volta con la stessa passione ogni cameretta per bambini, poter creare un luogo speciale per loro, ma che aiuti anche i genitori nella gestione dello spazio e del sonno dei piccoli.

Indubbiamente una cameretta bella e un po’ magica invoglierà i nostri figli a trascorrerci del tempo e soprattutto a dormirci!

Del resto chi di noi non ha mai sognato nella propria vita una cameretta particolare e un po’ fatata in cui giocare?
Progettare queste strutture mi fa realizzare ogni volta questo sogno e tornare un po’ bambina.

L’ultima bellissima impresa, realizzata in collaborazione con un bravissimo falegname di nome Carolina, una collaborazione meravigliosa che ha portato ottimi frutti e che continuerà a portarne (quando incontri certe persone speciali devi tenertele belle strette) è stata la realizzazione di una struttura per la cameretta di due sorelline.

Stile nordico

La mamma voleva per la loro nuova meravigliosa villa ai castelli romani, una villa storica che già di per sé era un luogo da favola, una cameretta altrettanto magica per le due sorelline, in cui dormire e giocare.

Ci ha richiesto due strutture a forma di casetta con finestrelle apribili, accessibili da una scaletta, con cui giocare e divertirsi insieme, ognuna con la sua, ma anche condividendo.

I colori scelti per rendere la camera luminosa e non eccessivamente leziosa, sono stati il bianco per la struttura, il grigio chiaro per il tetto spiovente e il giallo e il rosa pastello per le persiane delle due finestrelle.

Colori che riprendono anche le nuances delle due sedioline Kartell delle bimbe, in questo modo si è creata un’armonia luminosa e un po’ nordica, in perfetto accordo anche con il parquet.

Una struttura allegra, dallo stile minimale e nordico, adorata dai bambini ma anche dalle mamme con gusti un po’ più contemporanei e non troppo fanciulleschi.
Trattandosi inoltre di una struttura dai tratti non esageratamente infantili, potrà andare senza dubbio benissimo anche quando le bambine cresceranno un po’.

Bellissima la versione baby delle Lou Ghost di Kartell versione rosa e gialla che trovate QUI

Letti e comodini

I due elementi verticali fanno praticamente da testata ai letti, abbiamo scelto il modello Brimnes di Ikea con 2 ampi cassetti con apertura laterale, dalle linee minimali ma non eccessivamente lineare.
Questo modello ha una graziosa pediera ed è privo di testata e risultava perfetto per la nostra struttura, poiché dietro alla testiera del letto abbiamo inserito un ripiano/comodino apribile, sul quale appoggiare un eventuale luce, libro, acqua, ma anche in cui riporre e contenere giochi, coperte e cuscini per mantenere l’ordine!
Lo spazio per contenere si sa non basta mai e cerchiamo sempre di studiare soluzione belle, divertenti, comode da utilizzare e funzionali.

Decorazione della parete

La committente voleva inserire nella cameretta anche due librerie già in loro possesso, le ho consigliato di decorarle realizzando sulla parete, in corrispondenza con la cima delle librerie, dei triangoli di carta adesiva rosa e gialli a simulare dei tetti, per integrare le libreria nel tema della cameretta.

Per la carta da parati ho proposto un pattern di nuvole su fondo grigio, molto nordico e in linea con il tema interno/esterno delle casette.

On line si trovano comunque moltissime proposte per tutti i gusti di carte da parati con nuvole, c’è l’imbarazzo della scelta!

Nuwolpaper disponibile QUI

Carta adesiva rosa e gialla per realizzare i tetti alle due librerie

La carta da parati che trovate QUI ci permette di immergerci in un cielo di nuvole rosa

Molto bella anche la carta da parati fotografica che trovate disponibile QUI

L’articolo Un nuova bellissima cameretta per bambini in stile nordico proviene da Architettura e design a Roma.