27 Novembre 2019 / / Colori

Cromology Italia, azienda leader nel settore della produzione e vendita di pitture e vernici per edilizia, presenta l’emozione cromatica per l’anno 2020.

Il viaggio all’interno delle emozioni cromatiche di Cromology Italia – iniziato nel 2019 con Luce-19 – continua nel 2020 con Essenza-20, il risultato della continua ricerca cromatica e tecnica del Color Design Center di Cromology, – coordinato da Leonardo Pelagatti – che per l’emozione cromatica dell’anno, come nel 2019, ha collaborato con Francesco Zavattari, noto artista italiano contemporaneo.

Il 2020 apre una nuova decade del secondo millennio, che si prospetta al contempo complessa, tecnologica, dinamica e caratterizzata dalla ricerca sempre più forte di tranquillità, vicinanza alla natura, rispetto per l’ambiente e emozioni che ci riportano a contatto con l’essenza delle cose.

Essenza-20: un percorso cromatico che invita, mediante le emozioni, a ritrovare la propria dimensione del colore, anche nell’interior design

L’emozione cromatica di Cromology per il 2020, Essenza-20, coglie in pieno la voglia di ritorno alle cose semplici ed esprime già nel suo nome la volontà di concedere alle persone la possibilità di concentrarsi sull’essenza delle cose, vivendo ed interpretando il colore in una maniera molto personale e intima. Caratterizzata da un tono protagonista – il verde – con un forte richiamo alla natura, l’emozione cromatica declina questa tinta in differenti tonalità, arricchendola con i toni del sabbia e del marrone, che richiamano altri elementi naturali combinandosi tra loro in un equilibrio perfetto. Essenza-20 è molto più di una semplice palette colori: è un percorso che ci accompagna per gradi fuori dalla nostra zona di comfort, mescolando calma e dinamicità, spingendoci a dare di più. Essenza-20 è quindi un trampolino di lancio, una pace interiore che spinge a guardare avanti. Le tonalità di verde, sabbia e marrone aiutano, nell’interior design, a delimitare spazi che permettono di rientrare in contatto con la propria essenza e trovare luoghi e attimi di pace.

Essenza-20: una proposta cromatica che si innesta nel programma di continua ricerca sul colore e sostegno all’arte che contraddistingue l’approccio di Cromology

Il colore è emozione e in quanto tale non è un fattore oggettivo ma qualcosa di intimo e personale. La sua visione è basata sulle caratteristiche percettive di ognuno di noi. Con Essenza-20 invitiamo ogni persona a vivere il colore secondo i propri gusti, la propria sensibilità ed esperienza, facendolo diventare uno strumento per esprimere la propria personalità: creare uno stile e determinare atmosfere che influiscono sul comfort, sul benessere psico-fisico nel quotidiano, sull’accoglienza e sulla vivibilità degli spazi.” afferma Leonardo Pelagatti, Responsabile del Color Design Center di Cromology.  “L’emozione è composta da un impulso e da un ricevente, con Essenza-20 Cromology crea un impulso modulabile che permette a ciascun ricevente di svolgere una operazione “tailor made” sulla propria persona e sulla propria percezione del colore. Per Cromology il colore non deve porre limiti, ma, al contrario, offrire la possibilità di ispirarsi per esprimere sé stessi e il periodo che si sta vivendo”. Conclude Leonardo Pelagatti.

L’emozione cromatica 2020 è nata dalla pluriennale collaborazione con l’artista Francesco Zavattari, nell’ambito di un progetto di ampio respiro – Cromology per l’Arte – che vede la nostra azienda impegnata a sostenere tutte le forme di espressione artistica, in particolare quelle che si sviluppano prevalentemente mediante l’utilizzo del colore. Questa collaborazione tra Cromology e l’arte ci ha permesso di andare oltre l’aspetto tecnico, legato al colore, arrivando a concettualizzarlo anche da un punto di vista emozionale.” Spiega Maria Grazia Russo, Responsabile Comunicazione di Cromology. “L’arte figurativa riguarda la rappresentazione di immagini riconoscibili, una forma d’arte volta al reale e alla mimesi, che lascia poco spazio alla libera interpretazione. L’arte astratta, al contrario, esula da una rappresentazione oggettiva per esaltare i sentimenti attraverso forme, linee e colori e lavora sulle emozioni, esattamente come la nostra emozione cromatica 2020.”

www.cromology.it

 

L’articolo Essenza-20: l’emozione cromatica 2020 di Cromology Italia proviene da Dettagli Home Decor.

27 Novembre 2019 / / Architettura

Come promesso, ecco il secondo focus sui pavimenti autentici. Dopo la graniglia, questa è la volta del cotto.


Se sei il fortunato abitante di una casa con un pavimento in cotto, probabilmente ti sarai chiesto come abbinarlo a mobili e complementi per valorizzarlo e per renderlo attuale. 
Ah, se te lo stai chiedendo, sostituirlo con uno più moderno non è la scelta giusta da fare! La pavimentazione originaria, in una casa antica va mantenuta, quando possibile. Quale pavimento nuovo ti trasmetterebbe quel sussulto che provi ogni volta che pensi a quante storie e quante vite hanno incrociato quelle piastrelle negli anni?  Una ristrutturazione conservativa esalterà le doti della casa e ti renderà un proprietario molto orgoglioso! 


IL COTTO

Moltissime case italiane antiche fanno sfoggio di una pavimentazione in cotto. Questo materiale argilloso si diffuse inizialmente per i bassi costi di lavorazione e per la sua resistenza. Veniva usato perlopiù nelle abitazioni rurali, di cui è ancora oggi un simbolo.
La sua caratteristica principale è il colore rossastro, dalla texture grezza e dalla finitura satinata oppure opaca.
Il calore avvolgente che questa tinta trasmette, sin dal primo impatto visivo, è già di per sé sufficiente per rendere accogliente lo spazio che riveste!

Ecco i must per abbinare al meglio il tuo pavimento in cotto.

Country, ma non troppo. Il cotto è il pavimento della casa di campagna per eccellenza, ma proprio per questo essere lo status symbol di uno stile, è bene non eccedere con le enfatizzazioni country. Abbondare con legno, ceste di vimini e materiali grezzi appesantirebbe l’ambiente. Meglio scegliere perlopiù mobili visivamente leggeri (magari in stile scandinavo), con solo uno o due arredi importanti (dal mood rustico o country) per ogni stanza .


Colori freddi? Sì grazie! Non vogliamo di certo spegnere il “fuego” del color terracotta, ma dobbiamo pur tenere a bada il suo animo ardente! Per fare ciò, possiamo fare appello alle tinte fredde. Scure o chiare che siano, non importa, purché siano ben dosate. Per equilibrare i colori, aiutati anche con il classicissimo ed intramontabile bianco!

Per un look al top, i miei match preferiti sono quelli a seguire.


Effetto loft. Per dare un look meno rustico e più cittadino al pavimento in cotto, opta per il mood da loft. Scegli mobili bassi come divani senza piedini, pouf tondi e librerie lineari a tutta altezza. Inserendo qualche dettaglio country o rustico otterrai un mix easy e moderno.


White and gray. La combinazione neutra di grigio e bianco, si armonizza con la tinta calda delle piastrelle in cotto, e fa da soft base ad ulteriori accostamenti di colore. Se scegli uno sfondo neutro e freddo come questo potrai richiamare il color terracotta nel decor e nei dettagli, per enfatizzare  il tuo prezioso pavimento originale.
Inoltre, questa combo è perfetta se nella tua casa ci sono anche pareti o soffitti in pietra, in mattoni o in legno.

Soft pink + terracotta + plywood. Vuoi stupire con un match inaspettato? Declina il terracotta nelle sue sfumature più delicate e femminili: il rosa antico, il salmone ed il nude. E per finire, puoi inserire elementi il legno sbiancato o in legno multistrato non trattato con vernici e mordenti. L’effetto wow è garantito (se stai attento ad equilibrare bene le tinte).

Il riepilogo, anche stavolta, lo trovi nella foto qui sotto. Puoi salvarla sul tuo smartphone per tenerla sotto mano sempre, mentre affronti le scelte più importanti per la tua casa con pavimento in cotto.


RIEPILOGO – pics sources, in ordine: Cotto – Country ma non troppo – Colori freddi – Arredi bassi – White and gray – Nude pink


In cerca di altre ispirazioni? Lo immaginavo, così ho raccolto le mie immagini preferite in questa bacheca Pinterest. Vai a dare un’occhiata!


Non perdere il terzo ed ultimo appuntamento sui pavimenti originali che sarà tutto incentrato sulle cementine!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss