17 Dicembre 2019 / / Design

letto in tessuto modello Osaka di Noctis

Il paese del Sol Levante si è rivelato fonte d’ispirazione per la creazione del nuovo letto Osaka di Noctis per la sobrietà delle sue linee e per la capacità di miscelare tradizione e modernità, lavorazione artigianale e produzione industriale.

Le linee eleganti ed essenziali del letto Osaka esaltano le caratteristiche materiche dei vari rivestimenti disponibili, combinando l’alta qualità e lo spessore dei tessuti con la particolarità della lavorazione artigianale.

All’ampia gamma di rivestimenti disponibili che spaziano dalle tonalità più tenui e brillanti alle sfumature più intense e decise, si aggiungono tre nuove proposte: il tessuto a tela Penelope, a superficie piana, idrorepellente e resistente all’abrasione e all’usura, il morbido Bouclè che dona una piacevole sensazione al tatto e il Galles dall’aspetto più materico; quest’ultimo è frutto della ricerca Noctis per l’uso di tessuti green, privi di additivi e coloranti non naturali.

Osaka rappresenta la soluzione ideale per creare un ambiente notte confortevole e accogliente; la leggera piega del rivestimento, ai lati della testata imbottita dalla forma leggermente curva, ricorda l’angolo ripiegato della pagina di un libro o la conformazione di un origami.

 

Per chi ha necessità di ottimizzare lo spazio e di ordinare la camera in modo rapido ed efficace, il modello Osaka consente di sfruttare l’area sottostante la rete per riporre oggetti e biancheria.

In base all’altezza del giroletto che si preferisce, è possibile scegliere tra due innovativi sistemi contenitore, ideati e brevettati da Noctis: Secret Box® per i modelli con giroletto sottile (altezza 17 cm) oppure, per una maggiore capienza, Folding Box®, per i modelli con giroletto standard (altezza 27 cm).

Secret Box® è costituito da un originale cassetto su guide e un vano contenitore che scorre all’interno del telaio del letto; la movimentazione avanti/indietro che regola le funzioni, lo rende alternativamente visibile/invisibile.

Folding Box®consiste, invece, in un pannello di fondo, posto all’interno del box salvaspazio, ripiegabile senza alcun sforzo che rende estremamente facile l’accesso al pavimento sotto il letto, per pulirlo comodamente, senza dover spostare o sollevare la struttura. E’ prevista anche una versione Automatic, che consente di aprire/chiudere il box salvaspazio, azionando con il piede il sensore posto al centro della pediera.

Infine, per una maggiore originalità, Noctis offre il servizio Esclusiva Pantone® che permette di scegliere il colore dei piedi in tutte le varietà della gamma Pantone® in modo da poterli abbinare perfettamente al rivestimento del letto, semplicemente indicando il codice del tessuto di riferimento.

www.noctis.it

L’articolo Osaka: il nuovo letto di Noctis che si ispira al Giappone proviene da Dettagli Home Decor.

17 Dicembre 2019 / / Charme and More

C’era una volta un regno, nel quale nulla mancava a nessuno. I cittadini possedevano tutto quello che desideravano. Ma per questo non erano più contenti. Al contrario, quanto più possedevano, tanto più cresceva la loro brama di possesso. Era inquietante. “Di più”, tuonava una voce nei grandi magazzini, “avete bisogno di più cibo e abbigliamento.”

Manifesti e cartelli colorati promettevano il Più: più benessere, più felicità. “Di più” ribadiscono i ministri del Re, abbiamo bisogno di una maggiore crescita.

Gli insegnanti promettevano più conoscenza e più bagaglio culturale. Dovunque si volgeva lo sguardo, gli uomini erano invasi dal Più, e presto minacciavano di affogare nell’opulenza. Ciò che aveva incominciato come una grande promessa, divenne una minaccia. Poiché tutti aspiravano al Più, sfruttavano la loro vita per ricevere di più a ogni costo. E li costava molto. Tutto l’ Impero fu sottoposto allo stesso fine. Gli esseri umani non erano più apprezzati per quello che erano, con il loro sorriso, la loro amabilità, i loro sogni e le loro lacrime.

Furono degradati a valori numerici di bilanci. La natura venne sfruttata senz’ alcun riguardo. Le scuole servivano in primo luogo per insegnare il guadagno. Stranamente, quanto più gli uomini accumulavano, tanto meno gioivano del loro possesso. C’era sempre più denaro, ma le persone avevano sempre meno sensazioni felici.

Ph via
Ph via

Disponevano di una scienza quasi infinita, ma capivano sempre meno. La quantità di cibo aumentava, ma cresceva la loro nostalgia.
Avvenne dunque in uno di quei giorni che il re non ne poté più.

Rifletté: “Ci dev’essere nella vita qualcosa altro di quel più.” E si rifiutò di mangiare la sua minestra. I ministri e i cortigiani trattennero il fiato. Mai era accaduto una cosa simile. È facile immaginare l’agitazione. Il piccolo Re invece sedeva tranquillo, come se tutto questo non lo riguardasse, rifletté e gli venne in mente il respiro: Chi solamente respira senza espirare, soffoca.

Non è essenziale il più. Neanche a un Re manca di gloria se vive più modestamente. Anzi, la modestia è un arte reale. Così il piccolo Re prese il gusto di rinunciare. Quanto più semplici erano le sue giornate, tanto più piena era la sua vita.

la-favola-del-piu
Stampa di MyPrintsCollection

C’e Bellezza nelle Semplicità

Ph via
Ph via

Improvvisamente gli tornò la voglia di una calda tazza di te, alla quale dedicava tutta la sua attenzione. Godeva dell’attimo presente, faceva lunghe passeggiate e respirava profondamente aria fresca. Si prese il tempo di leggere un libro con tutta calma, di contemplare un quadro o di condurre un colloquio. Quanto più il Re viveva in questo modo, tanto più gradito diventava ai suoi sudditi.

Ph via
Ph via

Il suo esempio fece scuola. Presto divenne soddisfacente vivere in questo paese, nel quale vigeva gentilezza e contentezza. E se gli uomini di quel Regno vivono ancora, vivono per ricordarci che meno è meglio e la rinuncia ci fa diventare ricchi.

Tradotto da: Von Aschermittwoch bis Ostern. Ein praktischer Begleiter für jeden Tag. Hg. Ulrich Peters, Herder 1994

Via Avvento Alpino Sarentino

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo La favola del Più proviene da Charme and More.

17 Dicembre 2019 / / Architettura

Le porte a scomparsa rappresentano la soluzione perfetta per risparmiare spazio all’interno della propria abitazione con un risultato esteticamente gradevole.

Porte a scomparsa

La scelta di porte a scomparsa è molto ampia, si possono ordinare da casa, evitando lunghe ed estenuanti visite presso i punti vendita fisici.

L’acquisto di porte online è una valida alternativa a questi ultimi, in quanto è possibile sia risparmiare consistenti somme di denaro, sia ricevere degli articoli di qualità anche superiore rispetto alle grandi catene di distribuzione presenti in migliaia di città italiane.

Inoltre è presente un’eccellente guida alla rilevazione precisa delle misure ed alla configurazione perfetta dell’infisso.

Come scegliere la porta a scomparsa

Quando sorge la necessità di acquistare una porta a scomparsa, bisogna far sì che essa si adatti perfettamente allo stile dell’arredamento e all’ambiente.

Se questi sono minimali, si può optare per una colorazione ed un materiale in contrasto, in caso contrario meglio scegliere una porta ben abbinata, magari provvista di una maniglia impreziosita che la renda unica e originale.

Per avere un’ulteriore illuminazione in corridoi e disimpegni, si consiglia invece di optare per una variante dotata di vetro.

Le soluzioni con specchio si rivelano perfette per impreziosire una cabina armadio o una camera da letto, specialmente se di piccole dimensioni.

In quest’ultimo caso, grazie ad una porta a scomparsa, sarà infatti possibile avere uno specchio a figura intera senza rubare centimetri preziosi.

Tutti i vantaggi delle porte scorrevoli

Oltre al già menzionato risparmio di spazio, le porte scorrevoli hanno diversi vantaggi, in primis la capacità di unificare ambienti diversi e creare continuità fra di essi, ma quando occorre più privacy bastano pochi gesti per chiuderle.

Altri due benefici di questa tipologia di infissi sono l’aggiunta di un tocco moderno all’abitazione ed il risparmio energetico, poiché basterà farlo scorrere per evitare dispersione di calore.

Non bisogna poi trascurare la possibilità di usufruire dei benefici fiscali da parte dello Stato, il quale prevede un rimborso fino al 50% delle spese sostenute per le opere di ammodernamento edilizio.

Come contattare compraporte

Esistono diversi modi per contattare Compraporte, ossia inviare una mail all’indirizzo info@compraporte.it, chiamare il numero 0521-712637 o visitare personalmente lo show room di Parma in Via Emilia Ovest, 77/A.

Perché scegliere compraporte

Compraporte è un’azienda che rispetta sempre i tempi di consegna, cosa davvero molto importante quando si effettua una ristrutturazione, e propone un’ampia e diversificata offerta di articoli volti a soddisfare tutte le necessità, sia in termini estetici che economici.

Infine le porte, pur avendo dei prezzi molto vantaggiosi, sono di pregevole fattura.

Per saperne di più visitate il sito http://www.compraporte.it dove troverete un vasto assortimento di soluzioni per la vostra casa ed esaurienti informazioni riguardanti il rilievo delle misure, le tipologie ed i materiali .

L’articolo Porte a scomparsa salva spazio proviene da Architettura e design a Roma.

17 Dicembre 2019 / / Coffee Break


Materiali caldi come il legno sono stati utilizzati per arredare questo chalet a Mosca richiamando la suggestione degli interni alpini.


A chalet in Moscow


Warm materials like wood were used to furnish this chalet in Moscow, recalling the suggestion of the alpine interior.







Via