7 Gennaio 2020 / / Charme and More

Miu Miu is off to the races with models Abby Champion, Adut Akech, Aliet Searah, Lila Moss, Sarah Snyder and Tang He headlining the brand’s Resort 2020 Campaign. Katie Grand styles the ensemble lensed by Juergen Teller. / Hair by Guido Palau; makeup by Pat McGrath

Photography © Juergen Teller for Miu Miu

Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu
Photography © Juergen Teller for Miu Miu

Ph via

 

L’articolo Fashion Editorial|Miu Miu Is Off to the Races for Resort 2020 Lensed by Juergen Teller proviene da Charme and More.

7 Gennaio 2020 / / Interiors

Voglia di riprendere il tran tran quotidiano? Pochissima a dire il vero.
Voglia di ritrovarvi tutti qui sul Blog a raccontarvi di case belle, progetti e design? Dai che ormai mi conoscete. Quella non si esaurisce mai, anzi!

Ritornare a scrivere per la rubrica “Travel & Design” credo sia il modo migliore per cominciare questo 2020 alla grande, con il solito mix di Design e Creatività, che ci rende sempre felici, vero?
E a proposito di nuovi luoghi densi di Design da visitare o nuovi affascinanti esperienze di viaggio da segnare nella wishlist, come non parlarvi di THE AUDO, la travel experience di base a Copenhagen. Uno degli ultimi lavori dei bravissimi Norm Architects (di cui vi parlerò molto presto perchè sono davvero una delle mie fonti preferite di ispirazione), nonchè sede ufficiale del mitico brand danese MENU. 10 suites dai colori vibranti che scelgono i toni della Terra come palette principale, arredate con la linea di complementi, luci e accessori del brand danese, riferimento per il design scandinavo globale con uno scopo semplice ma significativo: “arricchire la vita moderna attraverso progetti che offrono comfort e alta funzionalità”.
Dal 1978, l’azienda ha sfruttato le competenze dei migliori designer e artigiani di tutto il mondo per creare mobili contemporanei, illuminazione e accessori che sono lineari e naturali, che trasmettono un senso di calma grazie alle linee minimaliste e alle tonalità naturali.
Un luogo che celebra l’interazione umana e incoraggia la relazione tra l’ espressione artistica e il bisogno umano alla base della condivisione.

Uno spazio ibrido, aperto alle contaminazioni e desideroso di presentare il portfolio di MENU con il meglio della sua gamma di prodotti, situato all’interno di un palazzo storico neo barocco del 1918, nel quartiere Nordhavn. Qual è il Concept meraviglioso che ha dato vita al progetto?

“Il desiderio di sfocare le linee che dividono casa e lavoro per unire il design, il business e le comunità in uno spazio fisico innovativo sotto rinnovamento costante. THE AUDO è una residenza esperienziale, sensoriale dove i prodotti dei marchi di design premium del mondo si impegneranno nel dialogo”  dice il CEO di MENU Danny Feltmann Espersen.
Io ho gli occhi a cuore, voi?

with kind permission of THE AUDO
7 Gennaio 2020 / / Colori

madia classic blue di Fantin
MADIA – Fantin modello Frame Sideboard

Abbiamo varcato la soglia di un nuovo decennio e sembra proprio che in questi momenti ci sia il bisogno di aggrapparsi a degli scogli primordiali che infondano la calma e la sicurezza necessaria per andare avanti.

Sembra proprio che questo sia indirettamente uno dei motivi che ha spinto il Pantone Color Institute a scegliere il Classic Blue come colore dell’anno 2020.

separè nel soggiorno
SEPARE’ – Mentemano modello Zefiro

Giusto, indirettamente, perché il Pantone Color of the Year che si celebra ormai da un ventennio influenza la moda, lo stile e il design. A sua volta viene influenzato dagli stessi canali, senza escludere i mezzi di comunicazione di massa, social media al primo posto, che la fanno da padrone, oppure economia e turismo, analizzando le tendenze in ogni angolo del mondo.

A livello commerciale il Pantone Color Institute collabora con marchi di livello mondiale mediante previsioni sulle tendenze del momento e svolge un ruolo determinante su cìò che detterà la moda da lì a poco.

piastrelle in classic blue
PIASTRELLE – Terratinta Sartoria Artigiana

Classic Blue

Il colore ha un gran potere psicologico ed emotivo, basti pensare alla scelta di un abito da indossare. Lo stessi risultato si riflette sulla persona che si circonda con una determinata sfumatura.

Il Classic Blue ( si può trovare come PANTONE codice 19-4052 ) risulta una tonalità molto semplice ma di grande eleganza. Infonde tranquillità e fiducia, sembra addirittura che aiuti la concentrazione. Le sue qualità rassicuranti conciliano il rilassamento e il senso di pace.

Il PANTONE Color Institute lo ha definito un «blu senza tempo, elegante nella sua semplicità». Leatrice Eiseman, direttrice esecutiva del PANTONE Color Institute conferma: «offre la promessa di proteggervi, facendo risaltare il nostro desiderio di avere fondamenta solide su cui appoggiarci e costruire».

tappeto rotondo in camera da letto
TAPPETO – GT Design modello In Touch Nuance

Classic Blue nella moda e nel design 2020

Il Classic Blue è stato scelto come colore dell’anno e molte sono le aziende che sulla scia delle tendenze hanno anticipato questa scelta.

Nel mondo della moda troviamo il Classic Blue  nelle collezioni di Alberta Ferretti, Balenciaga e l’immancabile Giorgio Armani durante le sfilate per la Primavera/Estate 2020.

Per la casa la scelta è meno influenzabile da una sfilata ma si lega molto di più alla personalità e alla sensazione di ognuno di noi. Inoltre la casa non è versatile con un semplice cambio d’abito.

divano outdoor in classic blue
DIVANO – Talenti modello Cliff collection

Il Classic Blue si adatta perfettamente alle pareti di una camera da letto, proprio per la tranquillità che infonde può conciliare il sonno. Potrebbe essere una parete caratterizzante del soggiorno e un effetto scatola per i corridoi. Anche le piastrelle sono perfette di questo colore, le propone Ceramiche Refin con Cres BluebayTerratinta con Sartoria Artigiana.

E poi si può lavorare sui dettagli: un set di sedie, una poltrona e dei cuscini ad esempio, con tessuti di tramature diverse, tono su tono o a contrasto. Il Classic Blue si presta agli effetti di morbidezza e avvolge delicatamente. Anche le sfumature donano un senso di leggerezza come sui tappeti, un esempio è quello firmato da  GT Design.

Il Classic Blue si adatta ad ogni materiale però, anche al legno, infatti persino Thonet propone la sua sedia più famosa ridipinta di questo colore e persino ai metalli. Gli accessori del bagno, rubinetti inclusi, rappresentano quel dettaglio accattivante fatto solo per chi vuole osare. In fondo l’acqua è blu, il collegamento è immediato.

rubinetto bagno acciaio e classic blue
RUBINETTO – Fri Italia modello BlueMoon

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Pantone 2020 Classic Blue proviene da Dettagli Home Decor.

7 Gennaio 2020 / / Interiors

In questi lunghi giorni d’inverno, dove il tempo si dilata e le cose da fare diminuiscono( almeno in apparenza! ) è sempre bello dedicare del tempo a lasciarsi ispirare.

Farsi ispirare per una nuova ricetta o per un nuovo progetto nel giardino o per una rinfrescata nell’arredo di casa.

Ed è stato così che nella ricerca di ispirazione mi sono imbattuta in questa splendida casa svedese.

Ho colto ,ammirando le foto , la sua semplicità tipica nordica ma anche la sua ricchezza e raffinatezza , nelle sfumature vintage dell’arredo.

Si trova nella costa meridionale della Svezia, attaccata al mare del nord.

Dal sapore bohemien è una casa veramente speciale, con tanto di atelier al suo interno, in quanto apparteneva ad un pittore.

La casa risale al 1800 ed è caratterizzata da un caminetto d’epoca bellissimo.

Tutto l’arredo al suo interno è ben bilanciato, per non appesantire la tipica sobrietà nordica dell’home decor.

Ci sono molti spunti da copiare, come i lampadari della sala da pranzo o i vasi di coccio antico in bagno.

Lasciamoci ispirare in questo lungo inverno 2020.

Credits : https://www.rc.se/

7 Gennaio 2020 / / Decor

Cuscino in stile country blu doppia balza a righe e quadretti fa parte della collezione neo country chic. Una collezione che rivoluziona lo stile country rendendolo attuale e moderno.

Trovi tutti i cuscini country nel nostro esclusivo shop online, tuttavia se desideri un coordinato devi richiedere un preventivo personalizzato in base alle tue esigenze. Devi quindi inviarci una richiesta contenete le misure della seduta e le foto della tua sedia. Se desideri ulteriori articoli coordinati allega foto ed eventuali misure.

oppure
cuscino country blu righe e quadretti
Cuscino country in blu, variante con doppia balza a righe e quadretti.

Composizione del cuscino in stile neo country blu

Questa linea come tutta la collezione in stile country è realizzata con tessuti rustici tinti in filo con colorante organico indantrene. La caratteristica di questi tessuti di altissima qualità è che resistono a molti agenti atmosferici e chimici-fisici come il cloro, la luce solare e lavaggi frequenti ad altissime temperature. Questa peculiarità fa si che siano particolarmente adatti alla cucina.

Questa linea di prodotti oltre che in colore blu è disponibile in più colori come:

  1. Marrone
  2. Rosso
  3. Arancio
  4. Rosa
  5. Verde
  6. Grigio

 

Per qualsiasi altro colore invia una mail!

cuscino in stile country blu righe e quadretti
cuscino in stile country blu righe e quadretti

Tutti i nostri tessuti sono prodotti da aziende tessitrici in Italia.

Non utilizziamo materia prima fatta in paesi Extra Europei. La nostra caratteristica differenziante è l’utilizzo di materia prima Italiana.

Made in Italy fatto in Cina

Abbiamo visto fin troppe aziende abbassare la qualità dei propri prodotti utilizzando materia prima Estera e scadente. Soprattutto abbiamo assistito a numerose aziende intente a spostare la produzione all’estero per abbassare i costi di produzione.

Abbiamo visto fin troppi distributori piazzare sul mercato prodotti esteri a discapito di prodotti Italiani solo per trarne vantaggio economico.

NOI SIAMO DIVERSE

Questa azienda è diversa dalla massa, noi miriamo ad un prodotto di eccellenza scelto da clienti consapevoli e non da clienti che desiderano solo il prezzo più basso.

 

Questo articolo Cuscino in stile country blu doppia balza proviene da NellEssenziale.

7 Gennaio 2020 / / Decor

READ IN ENGLISH

Il tappeto è il complemento d’arredo che o si ama o si odia.
Se scegli di arredare la tua casa e la vuoi rendere più confortevole, sicuramente non ti limiterai a collocare un unico tappeto in una sola stanza ma gli ambienti e l’arredamento della tua abitazione saranno maggiormente valorizzati con tappeti speciali e particolari che esprimeranno il tuo carattere.

La scelta del tappeto giusto

Il tappeto perfetto per ogni ambiente è proporzionato alla stanza dove è collocato: un piccolo tappeto in una sala grande, appare come uno zerbino messo lì per caso; un tappeto molto grande rispetto alla superficie della stanza, invece, offre l’idea di un ambiente ridotto.

Il tappeto deve essere più corto almeno sessanta centimetri della parete più lunga: la sua collocazione deve essere prevista in ogni particolare e non deve ostacolare l’apertura di porte o finestroni a terra.

@EasyRelooking

La forma

La forma del tappeto può essere quadrata, rettangolare o tonda: la scelta del suo perimetro geometrico deve garantire sempre un buon effetto visivo, da dare la sensazione di omogeneità e armonia con il resto dell’arredamento.

soggiorno con archi

@EasyRelooking

La scelta del tappeto nel soggiorno

Il tappeto per il soggiorno dipende molto dalle dimensioni della sala.
È sempre elegante vedere un grande tappeto sotto il divano e le poltrone che rende la zona conversazione e relax molto accogliente.

Il tappeto dovrà sporgere almeno venti o venticinque centimetri dai mobili del salotto.

La forma può essere indifferentemente rotonda, quadrata, o rettangolare: deve essere, comunque, adeguata all’ambiente per renderlo armonioso.

color ruggine soggiorno

@EasyRelooking

In un salone molto ampio possono essere posti anche due tappeti, meglio uguali nel disegno e nel materiale, anche se di dimensioni diverse: su uno possono poggiare i mobili, sull’altro il divano.

Il tappeto giusto per la zona pranzo e cucina

Il tappeto nella zona pranzo deve essere equilibrato alle dimensioni del tavolo sotto cui è posto. Nella scelta del tappeto è bene tenere conto che tutte le sedie previste per il tavolo da pranzo devono essere posizionate sopra il tappeto, garantendo comodità nei movimenti e negli spostamenti per sedersi.

Per i tavoli con otto sedie, le dimensioni del tappeto devono essere intorno ai  240cm, possibilmente di forma quadrata.

Se il tavolo è più piccolo, per meno di sei persone, il tappeto può essere anche rettangolare, con misure tra i 160x230cm e i 200x290cm.
Una forma del tappeto identica al tavolo rotondo o quadrato è una scelta parecchio azzeccata.
Sotto il tavolo da pranzo è indicato un tappeto a pelo corto, comodo per spostare le sedie mentre ci si siede.

Il tappeto giusto per le camera da letto

Il tappeto in camera da letto è un tocco di classe, eleganza ma soprattutto di comodità. Alzarsi dal letto e trovare sotto i piedi il calore del tappeto, a ogni stagione, è sempre una peculiarità che denota attenzione verso ogni particolare.

Per la tua camera puoi scegliere tra vari modelli: se posizioni il tappeto sotto il letto, poni attenzione che sporga dai due lati allo stesso modo e con le medesime misure; altrimenti puoi sistemare due tappeti identici in entrambi i lati

Via Arthacollections.com

Ricercati e originali per la camera da letto sono, sicuramente, i tappeti in seta o misto lana.

L’articolo Scegliere il tappeto giusto: si parte dalle dimensioni! proviene da easyrelooking.

6 Gennaio 2020 / / Idee

Come organizzare una casa piccola riuscendo ad avere ancora dello spazio in avanzo? Si può fare, ma bisogna essere bravi a Tetris. Leggi le mie scoperte.

Cosa intendo per casa piccola? Una casa che sia al di sotto dei 60 metri quadrati.

Quindi davvero molto piccola. Uno spazio minimo per due persone, in cui bisogna stare davvero molto attenti ad accumulare oggetti ed accessori per non finirne seppelliti.

In questo post voglio darti 5 consigli pratici per organizzare una casa piccola giorno per giorno e non soccombere al caos.

Sei con me?

Organizzare una casa piccola avendo ben chiare le aree

Può sembrare un controsenso parlando di spazi piccoli, ma è quanto mai essenziale. Più la casa è piccola, maggiore è la necessità di avere ben chiaro come è suddiviso lo spazio.

Vivi in un monolocale? E’ fondamentale che a colpo d’occhio si riesca a capire dove sia la zona pranzo, dove sia la zona living e dove eventualmente la zona letto (se è a parte). Ed è possibile riuscire a centrare l’obiettivo in diversi modi.

Il più semplice ed immediato è disponendo gli arredi di modo che si “diano le spalle”. Il divano con lo schienale rivolto verso il tavolo da pranzo definisce una precisa linea di confine tra zona conversazione e zona per mangiare. Una libreria che divide la zona living dal letto è un chiaro elemento divisorio tra le parti.

monolocale in tortora e verde con divano bianco e tavolo da pranzo
Oz Interiors

Aiutati con gli elementi tessili per dividere le zone

Le tende ed i tappeti sono elementi d’arredo che vedo troppo spesso sottovalutati.

In tantissime case mancano del tutto, perché vengono visti come pezzi superflui che si aggiungono alle cose da pulire. Invece si tratta di oggetti d’arredo molti importanti perché possono diventare funzionali a tutti gli effetti. Specialmente in spazi piccoli in cui non si può contare su molto altro per definire aree funzionali.

Un tappeto sotto un divano posto con lo schienale verso un tavolo da pranzo sottolineerà ancora di più la divisione funzionale. Oltre che completare lo stile e dare quel senso di accoglienza e calore in più.

Le tende non servono solo per le finestre, no. Se ad esempio in camera non hai abbastanza spazio per aprire le ante dell’armadio, non metterle. E se quelle scorrevoli costano troppo, ci sono le tende. Scegli un bel telo decorativo, che dia stile alla stanza.

Puoi anche usarle per chiudere la camera da letto in un monolocale, se non ti piace l’idea di averla a vista di giorno, quando hai ospiti. Oppure per schermare la cucina, se non ti piace tenerla a vista.

Visto quante possibilità?

micro-casa velluto e marmo sono i protagonisti
Image credits: Hilight Architects

Organizzare una casa piccola con gli specchi

Gli specchi non servono solo per guardarsi prima di uscire di casa. Hanno tante altre funzioni tecniche a cui magari non avevi pensato. Come ad esempio creare illusioni ottiche di ampliamento dello spazio.

Se ne metti uno proprio di fronte ad una porta di ingresso, in fondo ad un corridoio lungo e stretto questo per magia sembrerà luminoso e grande. Così come porre uno specchio di fronte ad una finestra ne raddoppierà luce e la sensazione di ariosità.

Puoi sceglierne uno grande o tanti piccoli, per creare un effetto galleria, dipende molto dal punto in cui dovrai posizionarlo a dal difetto che vuoi correggere.

Una cosa è certa: nelle case piccole gli specchi non possono mancare, in nessuna stanza. Sceglili bene in base allo stile di casa tua, di modo da avere unione e coerenza.

credenza bianca con specchio appoggiato sopra per organizzare una casa piccola
Image credit: nooks

Ordine e selezione prima di tutto

Meno spazio per vivere si ha, più selezione bisogna fare. Che non necessariamente vuole dire buttare via qualsiasi cosa non utilizzata ogni sei mesi.

Vuol dire semplicemente attrezzarsi di contenitori e scatole di ogni forma (ma non di ogni colore) all’interno delle quali riporre quegli oggetti che non sono belli da lasciare esposti. Tieni a portata di mano (nelle scatole) quelli che usi più spesso, metti sulle mensole (nelle scatole) più alte quelli che usi una tantum.

Lascia esposti solo vestiti, oggetti e complementi belli da vedere; cioè quelli che ti permetteranno di decorare con un certo stile mensole e armadi. Già lo spazio è risicato. Non vogliamo che sembri anche pieno di accessori scelti e disposti a caso. Vero?

Ricorda sempre: ordine e stile nell’esposizione sono fondamentali in una casa piccola, in ogni momento.

monolocale con soggiorno, cucina e camera in un unico spazio
HB6B – one home Karin Matz

Dieci minuti di pulizie al giorno per non soccombere al caos

Lo so che alla fine della giornata siamo tutti stanchi, ma cosa sono dieci minuti di orologio? Ponitelo come abitudine. Come regola fissa.

Ogni volta che prendi qualcosa o usi qualcosa, la pulisci e la rimetti a posto. I vestiti della giornata se sono puliti, una volta che hanno preso aria si rimetto nell’armadio. I libri e i giornali, i giochi e quant’altro si riordinano. Ogni cosa deve trovare il suo posto alla fine della giornata.

Prenditi quei dieci minuti per fare il punto della situazione e mettere ordine al caos. Per capire cosa va sistemato, cosa va fatto il giorno dopo, cosa ti sei dimenticata di fare. Ti assicuro che questi dieci minuti quotidiani ti aiuteranno a tenere sotto controllo la situazione a casa.

Altrimenti tutto si trasformerebbe presto in un ammasso intricato di vestiti sparsi ovunque, volantini ammucchiati, giornali non buttati e cosa da fare continuamente rimandate.

I piccoli spazi non ammettono rimandi.

organizzare una casa piccola
HB6B – one home Karin Matz

Per finire…

Vivere in case così piccole spesso non è una scelta voluta. Spesso è l’unica scelta possibile e quindi bisogna fare buon viso a cattivo gioco.

Non è divertente in certi casi dover capire dove mettere tutta la roba che si è accumulata in anni e dover strizzare due o tre persone in pochi metri quadri. Spero con questi pochi consigli di averti aperto qualche spiraglio in più per vivere al meglio la tua piccola ma bellissima casa.

Fammi sapere come hai moltiplicato lo spazio a casa tua!!

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Come organizzare una casa piccola. 5 idee che ho scoperto strada facendo. sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.