8 Gennaio 2020 / / Design

sedia vintage di Lalabonbon

Per la prossima edizione di Maison et Objet, in programma dal 17 al 21 gennaio a Parigi, Lalabonbon presenta in fiera la collezione di sedie Miss, Miss in versione contract e i nuovi tavoli Madame, Gastone e Monsieur. Uno stile vintage che si rifà agli anni ‘50/‘60, accuratamente rivisitato e reso contemporaneo grazie all’utilizzo del colore e del metallo. Collezioni giovani e fresche, moderne e originali.

Collezione Miss

Un’esplosione di velluti cangianti dai colori intensi e dalle dense sfumature, con classici del tessile come tartan, pied de poule, Prince of Wales e spigati e texture dalle geometrie black & white.

Questa la collezione Miss, composta da 5 modelli: Mina, Tina, Ava, Lola e Gina, con seduta e schienale imbottiti in prezioso velluto o tappezzeria vintage dalla struttura in metallo – bronzo, rame, ottone e con strutture verniciate opache – avio, neve, nero, tabacco, bosco. Il terminale della gamba è lo stivaletto realizzato in finitura a contrasto: laccato nero e ottone.

L’idea alla base di Lalabonbon è di Cristina Zanni, di professione Interior designer, mentre la produzione è affidata a Design Cifsa, storica azienda nei pressi di Forlì-Cesena, specializzata nella lavorazione del metallo e produttrice di sedie dal 1961.

La lavorazione artigianale, così accurata, attenta e professionale, garantisce unicità a ogni pezzo Lalabonbon: ogni piccola imperfezione di saldatura o di sfumatura di colore diventa traccia proprio di quella manualità che è valore aggiunto e prova di un metodo di realizzazione fatto proprio come una volta.

Miss per il Contract

La collezione Miss si arricchisce con una linea dedicata all’ospitalità, con tessuti tecnici adatti a essere utilizzati dalla ristorazione.

Una linea esclusivamente pensata per il contract e caratterizzata da sedute ignifughe certificate per ambienti pubblici, bar e ristoranti e a uso contract. Elevate prestazioni e qualità estetica dunque, garantite dalla scelta dei tessuti di Dedar: una tela di lino, cotone e viscosa spalmata in poliuretano, un’eccellente robustezza con oltre 100.000 giri di Martindale, stabilità del colore, idrorepellenza e antimacchia. I poliuretanici utilizzati sono materici: fiammati e morbidi, con una naturale goffratura, e dalle texture e mano contemporanee.

Le 5 Misses, Mina, Tina, Ava, Lola e Gina, mantengono le stesse strutture e le stesse forme della collezione principale presentando un totale di 5 modelli per 8 colori di telaio (bronzo, rame, ottone e strutture verniciate opache – avio, neve, nero, tabacco, bosco) e diversi rivestimenti.

Le sedute possono essere personalizzate, come in pieno stile del brand, mixando le tinte unite a tutte queste fantasie d’eccezione.

Tavoli

Concepiti per abbinarsi perfettamente per colore e stile alle collezioni di sedie, i tavoli Lalabonbon arredano con gusto e originalità salotti e cucine.

Iniziando con Madame, tavolo rotondo dal diametro di 140 cm e altezza di 76 cm, la struttura è in metallo verniciato con colori metallizzati – ottone, rame e bronzo – oppure con colori opachi – bosco, tabacco, nero, neve e avio – esattamente come quelle disponibili per le collezioni di sedie Miss, per un perfetto abbinamento.

tavolo da pranzo rotondo stile vintage

La base che sorregge il tavolo è composta da sei elementi in metallo che si aprono come la corolla di un fiore. Il piano invece, realizzato in vetro colorato, è disponibile in otto colori: curry, rosso beige, rosso corallo, verde bluastro, blu oceano, blu azzurro, verde pallido e turchese menta. Colori vivaci e brillanti che risaltano ulteriormente grazie alla superficie in vetro.

Segue Gastone, il tavolo dagli angoli smussati con altezza 76 cm e disponibile in due dimensioni 80×80 cm e 140×140 cm nella versione quadrata; la versione rettangolare, più grande, ha un piano da 90×220 cm. Le quattro gambe in metallo si dividono per ricongiungersi alla base formando una X, elemento che dona alla struttura un forte carattere geometrico e definito. Anche Gastone hai il piano in vetro ed è disponibile in otto colori, come Madame, e con le stesse strutture.

tavolo da pranzo vintage con angoli smussati

Infine Monsieur, un tavolo particolarissimo, ettagonale a sette lati irregolari. La dimensione massima che raggiunge sul lato più esteso è di 156×172 cm, sempre con altezza di 76 cm come i precedenti due modelli. Sempre otto i colori della struttura in metallo, geometrica ma più solida rispetto a Gastone, grazie alle quattro gambe piene che si intersecano a X sulla base. Il top innovativo è realizzato dalla giunzione di grosse lastre di gres, anche in abbinamento al vetro. Il primo modello ha il top suddiviso in tre parti: un binario centrale in vetro e ali in gres o viceversa, con bonario centrale in gres e lati in vetro.

tavolo ettagonale stile vintage

Il secondo modello invece è realizzato dall’unione di quattro lastre asimmetriche in gres.

I colori del top in gres dall’effetto marmo sono undici: onice ambra, onice giada, onice verde, eramosa, sahara noir, onice alabastrino, onice malaga, onice grigio, gem rose, amazonite e agata black.

Lalabonbon a Maison et Objet – padiglione 6, stand F47

L’articolo Lalabonbon a Maison et Objet con le sedute Miss e i nuovi tavoli proviene da Dettagli Home Decor.

8 Gennaio 2020 / / Charme and More

Etsy Finds of the Week: nursery rosa.

Ecco alcune idee e ispirazioni per arredare e decorare la nursery nei delicati toni del rosa e renderla accogliente con i complementi d’arredo fatti a mano da My Little Space Shop.

etsy-nursery-rosa-2

1.| Baldacchino rosa in cotone naturale. Perfetto per la culla, il lettino o per creare uno spazio per giocare, per leggere e decorare la cameretta in modo originale. (€ 99,45 € 117,00)

2.| Morbido cuscino in velluto a forma di stella. (€ 24,00)

3.| I bambini piccoli amano gli oggetti appesi sopra la culla; giostrine, carillon, pon pon.  Luna in velluto e stelle in cotone glitterato.  (€ 29,00)

4.| Morbido tappetino da gioco con volant. Può essere utilizzato come base per il baldacchino. (€ 69,00)

5.| Paracolpi rosa indispensabile per la sicurezza del bebè, realizzato in morbido e liscio sateen di cotone premium 100% (la qualità è confermata dai certificati riconosciuti a livello internazionale Oeko-Tex) (€ 19,00+)

6.| Ghirlanda decorativa con stelle in cotone da appendere alla parete o al baldacchino. Donerà alla nursery una nota di colore e di buonumore.

Cliccate qui se siete alla ricerca di giocattoli, accessori, vestiti e calzature per i vostri bambini.

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Etsy Finds of the Week: nursery rosa. proviene da Charme and More.

8 Gennaio 2020 / / Amerigo Milano

Il laboratorio orafo è davvero un luogo magico in cui l’orafo è il mago.

Tradizione ed innovazione sono le pozioni segrete attraverso le quali le sue idee creative prendono forma, trasformando i metalli e le gemme preziose in gioielli prodigiosi.

In uno di questi laboratori possiamo trovare Sara Gobbetti, che ha ereditato dal padre Giuseppe la passione per questo mondo e mette a disposizione dei suoi clienti gli anni di studio e di esperienza che l’hanno portata a creare questo nuovo e raffinatissimo brand chiamato Sarà Oro.

Per Sara un gioiello non deve semplicemente essere coordinato a un outfit o a uno stile, ma deve suscitare un’emozione: per questa ragione ogni articolo viene creato con una fattura artigianale unica e personalizzata.

gioielli Monza Reale

Peccato che quando si parla di Arte, l’oreficeria non viene quasi mai considerata forse perché l’arte orafa è destinata ad essere indossata e questo la rende meno interessante e la relega nell’ambito dell’ accessorio.

Eppure la maggior parte del lavoro dell’artigiano orafo si svolge al banco, dove il tutto inizia sempre con un disegno a matita, un progetto a volte preciso e dettagliato a volte solo abbozzato. L’artigiano siede chino sul lavoro e la mano detta il ritmo al seghetto del traforo che entra nel metallo seguendo la linea tracciata a matita.

E’ cosi che Sara crea gioielli unici, irripetibili, vere e proprie opere d’arte che nascono dalla sua abilità di artigiano e dalla sua continua ricerca del bello.

Nelle sue mani il metallo si fa vivo, la fredda lucentezza dell’oro si ammorbidisce e si illumina e riflette l’anima lucente di pietre rare, dal cromatismo deciso e suggestivo.

Anche Raffaella Martinetti fa disegnare per Monza Reale una piccola collezione di gioielli.

Gioielli Collezione MONZA REALE

Sono deliziosi charms “coronati” da agganciare ai bracciali unisex o catenine; per le “Regine di Monza” sono invece disponibili anche gli orecchini, i ciondoli e i “braccialetti da borsa”.

Tutti con pietre naturali, preziose o pietre dure.

Perché non sentirsi un po’ reali indossando gioielli di Monza Reale e facendo sentire delle principesse le fidanzate, moglie e amiche?

gioielli monza reale

Le collezioni Sara Oro si possono ammirare nello spazio di Amerigo Concept Store in via Carlo Alberto 35 a Monza

oppure possono essere acquistate direttamente Online scrivendo  a store@amerigomilano.com

Basterà indicare nella email il modello scelto e riceverete un link dove effettuare il pagamento.

Dopo pochi giorni riceverete il gioiello di Monza Reale.

braccialetto monza reale

BRACCIALETTI MONZA REALE 

Braccialetti in corda cerata intrecciata ( colore azzurro, nero, marrone, bordeaux)

Charms in argento 925 o in oro 9k

Incisione con corona Monza Reale,  I Love Monza Reale, Forti e Liberi - (Le incisioni possono essere personalizzate con le proprie iniziali)

Prezzo braccialetto completo di Charms euro 145,00 comprensivo di spese di spedizione ( Italia)

Spedizione in 48 ore

per Acquisto Online scrivi a store@amerigomilano.com

oppure in negozio Amerigo Concept Store via Carlo Alberto 35 MONZA

 

 

8 Gennaio 2020 / / Idee

Sto effettuando la scelta di alcuni arredi di design per personalizzare e dare carattere alla zona giorno di una cliente e, analizzando il suo caso, mi sono resa conto che ci sono degli elementi che non devono assolutamente mancare in un salotto, perché questo abbia il giusto fascino, trasmetta delle buone sensazioni a noi e ai nostri ospiti e ci rappresenti al meglio.

1 punti luce da appoggio o da terra

Oltre a
studiare un ottimo progetto di illuminazione, cosa che avrete fatto o farete,
la cosa che non deve mancare nella zona giorno, e che è comunque molto più
semplice da realizzare di uno studio di illuminotecnica, sono lampade da terra
e da appoggio.

Più punti
luce nel living permetteranno di creare diverse ambientazioni adatte a diverse
situazioni o attività che si svolgono in soggiorno, inoltre le lampade sono
altamente decorative, ne esistono di bellissime di ogni genere immaginabile,
artigianali, di design, fai da te, tecniche: avete l’imbarazzo della scelta.

Divertenti e comode quelle multiuso, come la lampada da tavolo con funzione svuotatsche Piani di Flos, o come la lampada da terra che si trasforma in porta riviste “Left or Right Big”, disegnata da Julian Appelius per Slawinski.

Perfetta in ogni ambiente è anche la meravigliosa lampada da terra “Arco” sempre di Flos, con base in marmo di Carrara, ormai diventata oggetto di culto.

Su uno
scrittoio, un tavolinetto vicino al divano, un ripiano della libreria, da terra
in un angolo da impreziosire, tra le poltrone, vicino al tavolo; sono davvero
tanti gli spunti che possiamo trovare per arricchire e arredare con le lampade
il soggiorno.

2 elemento a parete
INDIMENTICABILE!

Sulle pareti della vostra zona giorno non dovrà mancare un oggetto d’arte, meglio se contemporaneo, un elemento speciale, carico di significato, che abbia un’anima e riempia lo spazio in modo profondo e indimenticabile, come ad esempio sanno fare le creazioni in metallo fuso UFO – The Art Side of the Moon .

Un’opera contemporanea si abbina benissimo
sia con un arredamento moderno, che classico, a seconda che vogliamo creare un
senso di continuità o un vero e proprio elemento a contrasto.

Senza dubbio, meglio investire su un unico
oggetto che sarà davvero determinante per le sorti del nostro living, che
disperdere le energie in tanti piccoli inutili acquisti.

3 libri,
libri, libri

Lo so che
oggi esistono gli e-book e tante altre diavolerie, lo so che magari li tenete
in un’altra stanza, lo so che avrete altri hobbies altrettanto nobili, ma una
zona giorno senza libri è davvero triste, oltre che spoglia e senza anima.

In soggiorno
DEVE esserci una libreria, grande o piccola che sia, dello stile che preferite,
sempre un’ottima scelta risultano essere le Kartell Bookworm, a mio parere.

Saranno
sufficienti qualche libro e tanti oggetti d’arredo, se proprio non sopportate
la carta, per riempire la vostra libreria e dare calore e personalità alla casa.

Esistono
comunque molti libri bellissimi che sono veri e propri oggetti decorativi,
opere fotografiche che possono essere posizionate anche in modo creativo,
artistico e decorativo, non dovete per forza immaginare la libreria del topo di
biblioteca stracolma di volumi!

4 tappeto

Dopo un lungo
periodo in cui ho avuto l’avversione dei tappeti, per una questione igienica
più che altro, riguardante soprattutto i tappeti di un tempo e di un certo tipo
(difficili da lavare e mantenere), con il tempo e facendo questo lavoro ne ho
rivalutato assolutamente in positivo la valenza.

Oggigiorno
esistono materiali assolutamente lavabile e facilissimi da mantenere fino, ad
arrivare ai tappeti di nuova generazione in pvc, come quelli di Beija Flor di
cui mi sono innamorata concettualmente ma che, effettivamente, perdono tutto il
fascino del tappeto “peloso” su cui camminare a piedi scalzi…ma ci salvano in
caso di animali.

Il tappeto
non deve avere necessariamente dimensioni giganti (era anche questo che mi
spaventava un po’ ai miei primi approcci con questo elemento), ma può servire per
creare un piccolo angolo decòr, possiamo realizzare un allestimento, un set,
sovrapporne più di uno, insomma utilizzarli in modo creativo.

Il punto è
che ormai ho capito l’importanza del tappeto, che accoglie, decora e riscalda
l’ambiente e spesso ci salva anche da un pavimento non bellissimo!

5 Tavolini

Anche in
questo caso mi domando: come si fa ad avere un salotto completamente privo di
tavolini, che oltre ad essere decorativi sono essenziali per appoggiare alcune
cose: bicchiere? telecomando? Libro? Occhiali?

Capisco che
in alcuni casi si abbia poco spazio, ma esistono modelli davvero poco
ingombranti che faranno certamente al caso nostro, come Duetto di Planca in
metallo laccato.

Il tavolino,
come tutto il resto, può essere in accordo con l’arredamento, o un elemento di
rottura.

Perfetto
praticamente in ogni ambiente è il tavolino trasparente di vetro o cristallo,
che spesso però può risultare anche pericoloso se ha angoli vivi o ci sono
bambini in casa.

Il tavolino può essere basso davanti al divano, più alto a fianco della zona conversazione o addirittura un elemento completamente diverso che possiamo utilizzare a questo scopo: cassetta di legno o del vino, sgabello, scaletta e molto molto altro, tutto ciò che la vostra fantasia vi detta.

Ora che avete questa semplice guida da seguire, andate a verificare se nel vostro soggiorno sono presenti tutti gli elementi imprescindibili e, in caso contrario, correte ai ripari!

L’articolo 5 arredi di design che non devono mancare nel tuo salotto proviene da Architettura e design a Roma.

8 Gennaio 2020 / / La Gatta Sul Tetto

Iniziamo il 2020 con la visita di un hotel di charme. La villa che lo ospita è adagiata su una collina che domina la sponda veronese del lago di Garda. Arredato con gusto eclettico, offre molti spunti cui ispirarsi.

hotel di charme villa Collivo

Progettato dall’architetto Francesca Rapisarda, l’hotel offre una vista ineguagliabile sul lago e sulle colline circostanti. Gli interni sono decorati e arredati con gusto eclettico, soprattutto nelle parti comuni. L’intento era quello di creare un ambiente accogliente e famigliare, elegante senza essere pomposo, che rispecchiasse i gusti diversi degli ospiti. 

Le parti comuni

L’architetto ha privilegiato lo stile eclettico soprattutto nelle parti comuni. Abbiamo il salone, illuminato da ampie vetrate che danno sul verde e sulla piscina, arredato con comodi divani Chesterfield, e con pezzi di design come il tavolino Alanda ’18 disegnato da Paolo Piva per B&B, o il lampadario Vertigo di Petite Friture.

Oppure l’intimo salottino dalle pareti rosso mattone, con poltrone in pelle in stile retrò con decorazioni di gusto orientale. E poi la spaziosa sala da pranzo, dominata da un tavolo king size con piano in massello, circondato dalle sedute Comback di Kartell.

hotel di charme villa Collivo

I bellissimi bagni delle suites

Le suite sono piuttosto spartane, con arredi in acciaio nero e legno grezzo, qualche pezzo di antiquariato e pochi fronzoli.

hotel di charme villa Collivo
Foto credits: Enrico Dal Zotto – courtesy www.eclisse.it

Sicuramente questa scelta è stata dettata dalla volontà di dare risalto al magnifico paesaggio, che cattura la vista attraverso le generose aperture.

hotel di charme villa Collivo
Foto credits: Enrico Dal Zotto – courtesy www.eclisse.it
Foto credits: Enrico Dal Zotto – courtesy www.eclisse.it

I bagni fanno eccezione rispetto alla sobrietà delle camere da letto. Il gusto è classico, ispirato ai bagni inglesi, con la carta da parati e la boiserie e con accenti retrò nei complementi in ottone.

hotel di charme villa Collivo bagni
Foto credits: Enrico Dal Zotto – courtesy www.eclisse.it

Ma l’aspetto non deve trarre in inganno: i piatti doccia, della serie Campo di Planit, sono stati realizzati su misura in Corian® Glacier White, un Solid Surface di ultima generazione. Anche i lavabi da appoggio, sempre di Planit, sono stati realizzati nello stesso materiale, e la loro forma essenziale e minimalista dialoga alla perfezione con l’involucro decorativo.

Foto credits: Enrico Dal Zotto – courtesy www.eclisse.it

Per informazioni: hotel di charme Villa Collivo


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: