10 Gennaio 2020 / / +deco

Quest’anno sembra essere cominciato bene. Nessuno dei miei conoscenti ha ancora pronunciato la parola “SALDI”, il che mi fa sperare che la gente stia diventando un pò più attenta a quello che compra; Emanuele Farneti, il direttore di Vogue Italia, ha deciso di non pubblicare nessuna foto sul numero di Gennaio ma di usare solo illustrazioni “come richiamo al bisogno di agire per salvare l’ambiente”; e ai Golden Globes è stato servito un menu’ vegano, un segno che finalmente il mainstream sta cominciando a realizzare che alcune scelte possono avere un effetto a catena e per questo generare un’influenza positiva. Le cose si stanno muovendo nella giusta direzione finalmente.

Sono nello stesso mood: salva il pianeta, salva te stesso da un frustrante consumismo, salva il tuo cervello da troppa connessione internet.

Una delle migliori scoperte di quest’anno è che posso impostare dei limiti di tempo per app e siti sul mio iPhone. Per esempio se imposti 15 minuti come tempo limite per Instagram, dopo che finisce il periodo in questione il tuo telefono ti chiede se vuoi smettere o se vuoi ignorare il limite predisposto. Quest’opzione ti fa capire quanto tempo realmente spendi a navigare in un mare di immagini non sempre interessanti e di informazioni superficiali. Ti suggerisce inoltre che potresti occupare il tuo tempo a fare altro. Sto in questi giorni facendo uno sforzo cosciente a guardare di più il cielo. Cammino sempre con lo sguardo in basso o a livello occhi; guardo persone, case, negozi ma poco in su. Eppure quando lo faccio, lo trovo rilassante, è quasi un massaggio agli occhi.

Gli interni di Joanna Lavén sono in linea con il mio mood per il 2020: eleganti e in qualche modo sostenibili perché senza tempo. Adoro la luce di questo appartamento e l’uso un pò austero ma molto elegante del colore.

The post Save yourself appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

10 Gennaio 2020 / / Dettagli Home Decor

posate Sambonet

Nello spazio dedicato alla manifattura di qualità un ampio ventaglio di proposte innovative e originali che uniscono il meglio del design made in italy e del design internazionale

I modi e le tendenze dell’abitare si ritrovano a HOMI, Il Salone degli Stili di Vita, in programma dal 24 al 27 gennaio prossimo a Fiera Milano (Rho) in un appuntamento in continua evoluzione che vedrà tra i protagonisti della prossima edizione l’area HOME Boutique&Design con la sua proposta orientata all’originalità e all’innovazione. Una selezione che presenta due anime: quella dedicata all’artigianato locale e al design Made in Italy, denominato Creazioni Italiane, e quello a vocazione interazionale, World Designers, che riunirà il meglio delle proposte oltre confine all’insegna di ricerca, qualità e unicità.

caffettiera Moka di Alessi

In anteprima, ecco alcuni dei protagonisti dell’area con le loro proposte. Per rendere il caffè molto più che un rito ma un vero e proprio momento di stile c’è un solo modo, usare una caffettiera d’autore come quella proposta da Alessi e firmata dall’architetto inglese David Chippirfield, “Moka”. Un oggetto iconico, presentato in occasione della scorsa Design Week milanese, che rilegge la sua essenza centenaria con l’ausilio di una matericità morbida e carezzevole e con l’essenza elegante e familiare dell’alluminio. Una versione speciale dedicata agli amanti del caffè per servire fino a 9 tazze, realizzata con fondo a induzione e doppio filtro, sia per la bevanda espressa che per quella filtrata all’americana. Da avere assolutamente.

tessile letto nelle sfumature di blue e azzurro

Una passione per i tessuti che, da oltre 70 anni, disegna un nuovo modo di approcciarsi ai manufatti tessili con uno spirito innovativo e, al contempo, cresciuto nel solco di quella tradizione che è sinonimo di eccellenza: è Martinelli Ginetto, maison storica che ha fatto della sostenibilità il valore aggiunto della sua produzione totalmente tricolore. Una proposta che si dispiega in una varietà di tessuti prodotti solo con cotone organico, cresciuto senza l’impiego di pesticidi o fertilizzanti sintetici, e filato senza l’uso di sostanze chimiche. Il risultato sono filati che rispondono alle principali certificazioni in termini di sostenibilità e tessuti realizzati con fili riciclati e naturali, come quelli prodotti dalla fibra di faggio e i tessuti COEX®, nati da fibre e materiali di origine vegetale. Una varietà di stili che conserva la passione di scelte che nascono dalla tecnologia e si fanno portavoce di una creatività capace di vestire un abitare accogliente ed ecofriendly.

diffusore di fragranze dal design elegante

Il profumo per ambiente diventa la chiave di lettura di una sensibilità olfattiva in continua evoluzione che unisce l’esperienza alla ricerca, in un percorso sensoriale che ha il suo cuore nelle fragranze firmate Luxury Purho Milano. Una magia avvolgente che fa sue note intense e delicate sprigionate da bastoncini in fibra di cotone capaci di amplificare l’intensità della profumazione grazie al loro straordinario potere assorbente, che si uniscono all’eleganza di flaconi progettati come complementi d’arredo sofisticati e, al contempo, funzionali. Una proposta che esalta il design e la firma raffinata del made in Italy più autentico in oggetti dal tratto unico e dal sentore speciale.

centrotavola Giò Ponti

La vitalità artistica di Sambonet che, da oltre 100 anni, veste le tavole di tutto il mondo incontra il padre del design made in Italy, Gio Ponti, per presentare uno dei suoi oggetti più iconici, il centro-tavola dalla forma perfetta che sintetizza l’essenza dell’arte del maestro milanese. La sua intrinseca simmetria e il suo carattere polifunzionale, che lo rendono versatile a ogni uso, richiamano velatamente il dna di Milano, città a cui si accomuna per la capacità di trasformarsi restando sempre elegantissimo. Un elemento immancabile per una mise en place scenografica e sempre, assolutamente seasonless.

Tutto questo e di più a HOMI, il Salone degli stili di vita, dal 24 al 27 gennaio a Fiera Milano (Rho).

L’articolo A HOMI, Il Salone degli Stili di Vita nasce l’area HOME Boutique&Design proviene da Dettagli Home Decor.

10 Gennaio 2020 / / Architettura

Stai cercando un modo per avere i software Adobe del 2020 gratis? Adobe è una delle società di software più famose, ma ha prezzi abbastanza alti. Tuttavia, non molti sanno che non è necessario pagare per l’utilizzo dei suoi software. In questo articolo, ti parlerò di 10 programmi Adobe che puoi utilizzare completamente gratis!

1. Photoshop CS2

Piattaforme: Mac, Windows

Potresti non esserne a conoscenza, ma si può evitare di pagare per l’utilizzo di Photoshop. Attualmente Adobe ti permette di scaricare il vecchio CS2 o Photoshop di quella stessa serie senza pagare un centesimo. Tuttavia, per averlo, devi comunque registrarti e creare un account Adobe.

Inoltre, Adobe ti fornisce una chiave di
attivazione, il che significa che non sarai costretto ad usare la versione di
prova. Sì, questa versione ha diversi anni e non ha diverse funzioni
dell’ultima versione ma è ancora un buon software. 

Se hai voglia invece di provare le versioni più recenti di Photoshop gratis, scopri  come avere Photoshop CS6 gratis qui http://fixthephoto.com/it/photoshop-cs6-gratis.html.

2. Photoshop Express Editor

Piattaforme: iOS, Android

Un altro modo per avere  un prodotto
Adobe gratis è Photoshop Express. È
veloce e facile da usare. Molti fotografi ed editor di foto lo usano ogni
giorno. Con questa app, puoi modificare la tua foto ad un livello professionale
sul tuo cellulare grazie al suo facile modo di funzionamento digitale con
diverse funzioni di editing
delle immagini.

Anche se Photoshop Express non ha più alcune funzioni, ti
mette comunque a disposizione molti effetti gratis e tante funzioni di modifica
delle immagini. Puoi regolare i bordi, il testo, giocare con i colori
dell’immagine, disegnare collage, eseguire correzioni rapide e migliorare
l’aspetto delle tue foto.

Scopri di più sulle alternative a Photoshop gratis.
http://fixthephoto.com/it/alternative-a-photoshop-gratis.html

3. Photoshop Fix

Piattaforme: iOS, Android

Photoshop Fix é un altro modo per avere un software Adobe gratis ed è il più grande
segreto di Adobe. Fornisce tutte le principali funzioni di editing delle
immagini di cui hai bisogno senza dover pagare e senza acquisti in-app.

L’app ti mette a disposizione tutti gli
strumenti che Photoshop ha nella sua barra: impostazioni ritaglio, vignette,
esposizione e contrasto. Photoshop Fix offre persino un noto pennello di
correzione che puoi
utilizzare per eseguire il ritocco fotografico ed eliminare gli oggetti indesiderati.

Inoltre, funziona con uno sfondo traslucido e modifica le immagini ad alta risoluzione, eliminando il limite di 2000 × 2000 pixel che trovi nella maggior parte degli altri software di editing delle immagini.

4. Adobe Color

Piattaforme: Web

La
teoria dei colori non è una cosa facile. Anche se conosci i colori
complementari standard, potrebbe essere difficile trattare triadi di colore,
sfumature e colori analoghi. Puoi invece semplicemente delegare tutto ad Adobe
Color.

Per usarlo,
devi caricare una foto per vedere i suoi colori principali oppure per
selezionarli da solo. Successivamente, il software fornirà schemi di colori
complementari, composti, analoghi, monocromatici o triadi in base a quelli
selezionati.

Con Adobe Color, puoi creare e salvare palette di colori con la possibilità di averne circa 5 in ciascuna. Inoltre, hai l’opportunità di salvare i tuoi temi nelle librerie Adobe Creative Cloud e di usarli nelle tue applicazioni desktop o mobili, come in Adobe Photoshop, Illustrator e Photoshop Sketch.

5. Adobe Acrobat Reader

Piattaforme:  Windows, Mac, Linux, Android, e iOS

Un altro modo per avere un
software Adobe gratis é Adobe Acrobat Reader. Questo software ti permette di
visualizzare, stampare ed inserire commenti in modo efficace su file PDF.

Questa è l’unico tipo tra i visualizzatori PDF che supporta tutti i tipi di file PDF, anche quelli multimediali. Non ha importanza il computer o il programma che hai inizialmente utilizzato per creare questo file, ora il file è collegato ai servizi Adobe Document Cloud. Significa che hai la possibilità di lavorare con il tuo file PDF usando uno qualsiasi dei tuoi dispositivi.

6. Photoshop Mix

Piattaforme: iOS, Android

Un’altra
alternativa di un programma Adobe gratis é Photoshop Mix. È sviluppato
principalmente per lavorare con i livelli, il che è molto importante per il
fotoritocco. Usando questa app, puoi combinare 5 livelli e creare immagini
complesse, regolare l’opacità con le Blend Modes, applicare filtri a numerosi
livelli.

Tali strumenti di fotoritocco sono generalmente disponibili su piattaforma desktop. Tuttavia, poiché gli ultimi smartphone sono molto potenti, Photoshop Mix 2 sarà molto utile per coloro che amano scattare foto. Inoltre, potrai trasferire facilmente le tue foto tra Photoshop Mix e Photoshop Fix per avere una foto completa.

7. Lightroom CC Mobile

Piattaforma: iOS, Android, tablet

Coloro a cui piace usare Lightroom saranno
felici di scoprire che possono utilizzare la maggior parte delle sue funzioni
gratuitamente, nella sua versione mobile gratis. L’app mobile Lightroom è molto
potente e ti consente di acquisire, modificare e condividere le tue immagini.

Con questa app, puoi creare foto
professionali utilizzando strumenti di editing delle immagini semplici ma
efficaci basati su Photoshop. Puoi migliorare le tue foto utilizzando uno degli
oltre 30 preset diversi, giocando con i colori, regolando la nitidezza,
aggiungendo vignette, ecc. Inoltre, puoi avere funzioni premium da gestire ed
avere un accesso più facile ai file modificati su desktop, dispositivi mobili e
web .

Scopri di più su  come avere Lightroom gratis. http://fixthephoto.com/it/lightroom-gratis.html

8. Adobe Illustrator Draw

Piattaforme: iOS, Android

Se
lavori con il disegno vettoriale, il modo migliore per avere un software Adobe gratis è Adobe Draw. Con questa app puoi disegnare,
progettare e modellare i tuoi disegni usando pennelli personalizzabili.
Inoltre, puoi utilizzare gli stancil di forme base per velocizzare il tuo
lavoro.

Questi stencil includono cerchi, quadrati, curve francesi, poligoni e  nuvolette per il testo dei fumetti. È possibile disegnare su una tela ridimensionabile stampabile fino alla risoluzione di 8k. Basta un tocco e puoi trasferire i tuoi filtri su layer direttamente ad Adobe Illustrator CC o ad Adobe Photoshop CC sotto forma di una foto piatta. Questo software offre anche una funzione video time-lapse che consente di mostrare l’intero processo di disegno.

9. Adobe Spark

Piattaforme: iOS, Android, Web

Non tutte le persone hanno un senso estetico.
Ecco perché anche se sei bravo a creare contenuti, é possibile che tu non abbia
abbastanza bravura per trasferirli con una grafica interessante su una foto o
un video. Adobe Spark elimina il divario tra contenuto e stile e lo rende
ottimo per te. Include 3 app: Spark Post, Spark Page e Spark Video.

Il primo è perfetto per lavorare con le foto, aggiungere filtri e testo. La seconda app è uno dei migliori strumenti privi di codice per la progettazione del tuo sito web assolutamente gratis. L’ultima app aggiunge effetti piacevoli al tuo video e lo vivacizza.

10. Adobe Premiere Rush

Piattaforme: iOS, Android, tablet

La
successiva opzione nella mia lista dei prodotti Adobe gratis é Adobe
Premiere Rush. È un’applicazione che ti aiuta a creare e condividere video in
modo rapido e semplice. I suoi efficaci strumenti ti permettono di realizzare
video professionali molto velocemente, in base ai tuoi gusti e preferenze.

Con
questa app, puoi organizzare i tuoi video, audio, grafica e foto utilizzando lo
strumento trascina e lascia. I suoi strumenti intuitivi ti consentono di
personalizzare l’audio, migliorare i colori, aggiungere testi, transizioni,
voci fuori campo, ecc.

Grazie
a 4 video e 3 tracce audio, avrai piena libertà di creare. Puoi pubblicare i
tuoi video e le tue foto direttamente sui social network. Inoltre, puoi usare
gratuitamente questa applicazione su tutti i tuoi dispositivi finché vuoi con
un limite di 3 esportazioni oppure fai l’upgrade per una condivisione
illimitata.

L’articolo I 10 MIGLIORI SOFTWARE ADOBE DEL 2020 proviene da Architettura e design a Roma.

10 Gennaio 2020 / / Idee

Le caratteristiche principali di questo matrimonio sono certamente la vicinanza del Mare del Nord e il fienile che fa da cornice alla funzione.

Alina e Niko sono i protagonisti, gli sposi, che hanno deciso di ambientare il loro matrimonio in un ambiente rustico e natutale.

Nasce così l’idea di cercare una fattoria adatta per l’evento: durante la ricerca Alina scopre questo meraviglioso fienile , creato apposta come location per i matrimoni.

Lei,anche’essa fotografa di matrimoni, ne coglie subito la magia.

Diventa il luogo perfetto, dove ambientare la cerimonia , ispirata dalla natura con una palette di colori che varia dal color terra, al bianco e a qualche scintilla di oro.

Molti elementi vintage vengono inseriti nel contesto, insieme a materiali come juta e legno.

Protagonista dell’evento è anche la luce , naturale del giorno affiancata a quella calda delle candele.

L’abito della sposa, semplice e e bellissimo come lei, si affianca a una delicata ghirlanda floreale, un cardigan casual, stivali di pelle marrone e un sorriso sempre felice sulle labbra.

Vin brulè e sidro caldo viene offerto agli ospiti che seguono il matrimonio avvolti in calde coperte, seduti su balle di fieno.

I tavoli sono decorati con erica ,vasi smaltati e pigne. Ci sono anche vecchi libri di fiabe sul tavolo nuziale, che Alina ricevette da suo padre e che oggi non c’è più

Un matrimonio molto delicato e semplice.

Credits: hochzeitsguide

10 Gennaio 2020 / / Architettura

La scala a chiocciola presenta numerosi vantaggi, soprattutto per chi ha problemi di spazio. La scelta del tipo di scala a chiocciola può essere difficile per via delle numerose variabili. Ecco alcuni consigli per scegliere quella giusta.

scala a chiocciola

Tra le varie tipologie di scale, la scala a chiocciola è quella più adatta per piccoli spazi, in quanto si sviluppa in verticale. Può essere utile per collegare diversi piani, dal seminterrato fino alla mansarda, con un ingombro minimo rispetto ad una scala a rampa.

Questa tipologia di scala, inoltre, può diventare l’elemento chiave attorno al quale si sviluppa il progetto; in questo caso, da semplice scala di servizio, può trasformarsi in un oggetto d’arredo capace di caratterizzare l’intero spazio.

Photo by Frédéric-Léon Ducout, Maison Créative, via elv’s.

Vediamo quali sono i criteri da considerare in vista della scelta della scala a chiocciola giusta per ogni esigenza.

Valutazione dello spazio e dell’altezza

I primi criteri da verificare sono lo spazio in cui verrà collocata la scala e l’altezza tra i piani da collegare. Progettare una scala è uno dei compiti più impegnativi e delicati nella progettazione architettonica. Per questo, il primo consiglio che posso darvi è quello di rivolgersi ad un progettista qualificato per evitare qualsiasi sorpresa.
In base alla configurazione dello spazio, il progettista stabilirà il diametro, che può arrivare fino a due metri, o 3 metri per le scale elicoidali, e il numero di gradini che comporranno la scala.
Secondo le norme UNI la scala a chiocciola rotonda non può avere un diametro inferiore a 110/120 cm e per essere comoda deve avere un’alzata pari a 17-18 cm. Un buon progettista saprà rispettare le norme ergonomiche e di sicurezza, realizzando allo stesso tempo una scala armoniosa e proporzionata all’ambiente.

Tipologie

Le scale a chiocciola possono essere di diverse tipologie e avere una forma tonda, ovale o quadrata.
La tipologia classica, che comparve già nelle torri dell’antichità, è la scala a sbalzo, con i gradini inseriti nel muro esterno, che lascia uno spazio vuoto al centro. Questa tipologia di scale era realizzata per lo più in pietra o in legno. Con l’utilizzo del ferro battuto e dell’acciaio, si diffusero le versioni moderne di scala a chiocciola. La più comune è quella che si sviluppa attorno ad un piantone centrale, cui sono fissati i gradini.

Esiste poi una particolare tipologia, risultato dell’evoluzione della scala a chiocciola: è la scala elicoidale, nella quale la struttura è sorretta da due strutture elicoidali a sviluppo verticale, una esterna e una interna. Grazie a questa caratteristica la scala elicoidale, con la sua forma sinuosa, è molto scenografica, e può arrivare fino a tre metri di diametro. Esempi celebri di scale elicoidali sono quella a doppia elica del castello di Chambord, attribuita a Leonardo da Vinci, e la scala del Borromini di Palazzo Barberini a Roma.

I materiali

Per quanto riguarda i materiali, il mio consiglio è quello di sceglierli in accordo con lo stile dell’ambiente e con l’arredo.
Conviene affidarsi a produttori d’esperienza, specializzati nella progettazione, che offrano diverse possibilità di scelta tra tipologie e materiali. A titolo di esempio, potete dare un’occhiata alle scale elicoidali o a chiocciola Rizzi, che realizza scale su misura in cemento, legno e acciaio dal design contemporaneo e accattivante.

scala a chiocciola
Scala in cemento, crediti Rizzi scale

Una scala a chiocciola per ogni stile

Come ultimo criterio da valutare nella scelta della scala a chiocciola ho lasciato lo stile. Non perché sia meno importante, ma perché riassume un po’ tutti i criteri precedenti.
Per esempio, in una casa dallo stile rustico non consiglierei mai una scala elicoidale in acciaio, ma una struttura a chiocciola in legno. In un ambiente retrò o industrial sono perfette le scale in ferro battuto o in ghisa, mentre l’acciaio, cromato o verniciato, che consente di realizzare strutture leggere, è il materiale da privilegiare in case minimaliste.

scala a chiocciola
Scala in legno e parapetto in acciaio, crediti Rizzi scale

Per ambienti moderni o classici, se le scenografiche scale elicoidali incontrano i vostri gusti, potete sbizzarrirvi con combinazioni di materiali diversi, dall’acciaio al legno, dal vetro al cemento.
In tutti i casi, è possibile giocare sui contrasti materici tra i vari elementi della scala, abbinando materiali diversi per la struttura portante, i gradini, il corrimano e il parapetto.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: