15 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

Cosa succede a casa vostra se si rompe qualcosa a cui tenete? Magari finisce dritto nella spazzatura, accompagnato dai vostri occhi lucidi e colmi di rimpianto. Forse era il ricordo della vacanza perfetta, oppure un oggetto regalatoci tanti anni fa da una persona tanto amata che ora non è più nella nostra vita. Sia quel che sia, quell’oggetto ora è da buttare. O forse no. Forse potremmo diventare esperti (o anche solo amanti e cultori, perché no!) del fai da te: immaginate un angolo a casa vostra o, a seconda dello spazio, magari una vera e propria stanza, o ancora, e più classicamente, una parte di garage adibita a angolo per il bricolage. Non sarebbe bellissimo avere a disposizione un set intero di adesivi e colle per il DIY, degli attrezzi tutti vostri, ordinati e ben riposti, un ampio piano di appoggio per intraprendere moltissimi progetti? Da dove partire? Ma dall’allestimento di questo angolo, ovviamente.

Foto di cottonbro da Pexels

Quali passi per ottenere un angolo per il fai da te perfetto

Punto numero uno: l’illuminazione.

Una fonte di luce, naturale o artificiale che sia, è ovviamente fondamentale per qualunque attività, ma per quanto riguarda il fai da te diventa ancora più importante: prima di tutto perché è assai probabile che ci si trovi a maneggiare attrezzi pericolosi, come trapani o frese, oppure colle che rischierebbero di attaccarci le dita, necessitando di solventi per essere rimosse. In secondo luogo, la luce è fondamentale perché è possibile che ci si trovi a che fare con pezzi piccoli, lavori di fino, quindi la luminosità dell’ambiente diventa fondamentale. Luce, quindi, e bella forte, sui nostri progetti.

Punto numero due: non un piano di appoggio grande, ma un grande piano di appoggio

Probabilmente non abbiamo chissà quanto spazio a disposizione per il nostro angolo del fai da te: ovviamente tutti sappiamo che, più è ampio il piano d’appoggio, più possibilità abbiamo di lavorare con la massima comodità possibile, il massimo ordine, la massima pulizia. Qualora però non disponessimo di un grande spazio, ecco che la qualità fondamentale del nostro tavolo da lavoro dovrà essere la robustezza. Non dovremo mai aver paura di rovinarlo, mai dovrebbe farci pensare che quel dato attrezzo potrebbe graffiarlo. Robustezza, prima di ogni altra qualità: perché robustezza significa affidabilità.

Punto numero tre: ogni cosa al suo posto

Il segreto per avere tutto in ordine è quello di dotarsi di scaffalature metalliche e rastrelliere per attrezzi. Non importa davvero quanto spazio abbiate a disposizione, questi oggetti sono disponibili in svariate misure, dalla più piccola alla più gigantesca che possa venirvi in mente. Ora, perché le scaffalature sarebbe meglio che fossero metalliche? Prima di tutto, la resistenza: umidità e infiltrazioni d’acqua le farebbero un baffo, a differenza di quanto accadrebbe con il legno. Secondo, la resistenza: pensate che, in commercio, esistono scaffalature metalliche in grado di reggere fino a 1.000 chili per scaffale. Mica male, giusto? Unica accortezza: ricordate di disporre gli oggetti e gli attrezzi che usate più frequentemente sui ripiani più accessibili, così da non dover impazzire ogni volta che un nuovo lavoro avrà inizio.

8 Gennaio 2020 / / Amerigo Milano

Il laboratorio orafo è davvero un luogo magico in cui l’orafo è il mago.

Tradizione ed innovazione sono le pozioni segrete attraverso le quali le sue idee creative prendono forma, trasformando i metalli e le gemme preziose in gioielli prodigiosi.

In uno di questi laboratori possiamo trovare Sara Gobbetti, che ha ereditato dal padre Giuseppe la passione per questo mondo e mette a disposizione dei suoi clienti gli anni di studio e di esperienza che l’hanno portata a creare questo nuovo e raffinatissimo brand chiamato Sarà Oro.

Per Sara un gioiello non deve semplicemente essere coordinato a un outfit o a uno stile, ma deve suscitare un’emozione: per questa ragione ogni articolo viene creato con una fattura artigianale unica e personalizzata.

gioielli Monza Reale

Peccato che quando si parla di Arte, l’oreficeria non viene quasi mai considerata forse perché l’arte orafa è destinata ad essere indossata e questo la rende meno interessante e la relega nell’ambito dell’ accessorio.

Eppure la maggior parte del lavoro dell’artigiano orafo si svolge al banco, dove il tutto inizia sempre con un disegno a matita, un progetto a volte preciso e dettagliato a volte solo abbozzato. L’artigiano siede chino sul lavoro e la mano detta il ritmo al seghetto del traforo che entra nel metallo seguendo la linea tracciata a matita.

E’ cosi che Sara crea gioielli unici, irripetibili, vere e proprie opere d’arte che nascono dalla sua abilità di artigiano e dalla sua continua ricerca del bello.

Nelle sue mani il metallo si fa vivo, la fredda lucentezza dell’oro si ammorbidisce e si illumina e riflette l’anima lucente di pietre rare, dal cromatismo deciso e suggestivo.

Anche Raffaella Martinetti fa disegnare per Monza Reale una piccola collezione di gioielli.

Gioielli Collezione MONZA REALE

Sono deliziosi charms “coronati” da agganciare ai bracciali unisex o catenine; per le “Regine di Monza” sono invece disponibili anche gli orecchini, i ciondoli e i “braccialetti da borsa”.

Tutti con pietre naturali, preziose o pietre dure.

Perché non sentirsi un po’ reali indossando gioielli di Monza Reale e facendo sentire delle principesse le fidanzate, moglie e amiche?

gioielli monza reale

Le collezioni Sara Oro si possono ammirare nello spazio di Amerigo Concept Store in via Carlo Alberto 35 a Monza

oppure possono essere acquistate direttamente Online scrivendo  a store@amerigomilano.com

Basterà indicare nella email il modello scelto e riceverete un link dove effettuare il pagamento.

Dopo pochi giorni riceverete il gioiello di Monza Reale.

braccialetto monza reale

BRACCIALETTI MONZA REALE 

Braccialetti in corda cerata intrecciata ( colore azzurro, nero, marrone, bordeaux)

Charms in argento 925 o in oro 9k

Incisione con corona Monza Reale,  I Love Monza Reale, Forti e Liberi – (Le incisioni possono essere personalizzate con le proprie iniziali)

Prezzo braccialetto completo di Charms euro 145,00 comprensivo di spese di spedizione ( Italia)

Spedizione in 48 ore

per Acquisto Online scrivi a store@amerigomilano.com

oppure in negozio Amerigo Concept Store via Carlo Alberto 35 MONZA

 

 

4 Gennaio 2020 / / Decor

Per il primo post dell’anno {mi impressiona come il tempo scivola tra le dita} ho scelto un appartamento parigino, dove mi ha colpita il colore. Azzurro polvere che trionfa nella camera matrimoniale dei proprietari Clémence Dru e Antoine de Tavernost. Ogni stanza è bellissima, una miscela di essenzialità ed eleganza tipica dello stile parigino.

Come è nelle corde di Clémence, esperta di moda e co-fondatrice assieme al fratello di Côme Éditions, marchio di moda alternativa, che non lavora come di consueto sulle collezioni perché il marchio è indipendente e crea al di fuori del calendario della moda e delle stagioni. Offre serie limitate durante tutto l’anno. Mi piace molto l’idea di questo tempo dilatato, che abbandona la frenesia delle passerelle. Mi piace la moda che propone “abiti sono progettati per le ragazze che amano distinguersi ed esprimere la propria personalità con i pezzi unico e identitario. Uno dei nostri bestseller è la nostra giacca di raso rosso, su cui i nostri clienti possono avere tutto ciò che vogliono ricamare. Questi sono spesso messaggi unici che li definiscono e raccontano la loro storia.” come dice Clémence nell’intervista di The Socialite Familiy.

Per la casa si respira la medesima atmosfera conferita dagli oggetti di viaggi, ricordi di famiglia, tavoli, console e scrivanie trovati nei mercati delle pulci. A far la sua parte anche il colore morbidi, dal blu navy  all’azzurro polvere, dal bordeaux al rosa cipria.

L’azzurro polvere in camera

La stanza più bella {per me} è la camera padronale con la sua libreria su misura in azzurro polvere, che sa enfatizzare ogni interno con grande stile e freschezza andando incontro alle esigenze più disparate, di stile, spazio, forma e gusti.

Bella anche la testa del letto in blu petrolio che si abbina perfettamente alla libreria.

Versatilità e freschezza dell’azzurro polvere credo siano i suoi punti di forza perché lo rendono ideale per connotare ogni tipo di ambiente. In ogni caso, la palette ammette tonalità differenti tra cui vagliare la propria preferita e quella più adatta all’impiego che si intende farne: per la cameretta di mio figlio ho scelto lo stesso azzurro polvere che però vira leggermente al grigio.

Oltre a piacermi, questa colorazione ha un’innata luminosità, che giova a metrature anguste o non valorizzate garantendo loro maggiore ariosità e ampiezza visiva; non è da sottovalutare nemmeno il suo potere cromatico, vivido e rilassante, che lo pone sul podio dei colori preferibili per implementare la serenità tra le mura domestiche e la distensione.

Il resto della casa {che non posso omettere} è un insieme di luce e pennellate di rosa, polveroso come l’azzurro. Perché gli abbinamenti funzionino è sempre bene scegliere cromie della stessa intensità.

E poi oggetti ricercati, lussuosi o meno non ha importanza. Quello che conta è creare un ambiente personale, che rispecchi la nostra vita e le nostre passioni.

Le immagini sono The Socialite Family

The post Il color azzurro polvere in casa appeared first on Artigianamente Blog - artigianato, stile & design.

3 Gennaio 2020 / / Amerigo Milano

Amerigo Milano è un Concept Store ubicato nel centro storico di Monza dove vengono esposti è una selezione di oggetti esclusivi e personalizzabili.

Un ambiente accogliente dove andare non solo a fare shopping, ma anche a scoprire le nuove tendenze.

La boutique Amerigo Concept Store è collocata in uno spazio molto raffinato dove fare shopping diventa un’esperienza.

Il negozio comunica attraverso storytelling e spazi esperenziali.

Amerigo concept store monza

Amerigo Milano Concept Store presenta una collezione di accessori iconici per la casa ed il lifestyle, ispirati al patrimonio culturale dello stile milanese ed interpretati in chiave contemporanea.

Le creazioni Amerigo Milano sono pezzi unici, realizzati a mano e customizzati per esprimere così la personalità dei proprietari, persone in grado di apprezzare il contenuto artistico degli oggetti e la ricerca dell’eccellenza in ogni dettaglio.

Amerigo milano concept store

Il concept store di Monza punta sul genius loci, sulla cultura e sulla specificità locali per trasformare lo shopping in qualcosa di memorabile.

Appena entrati nel negozio il visitatore viene trasportato in un’altra realtà grazie anche all’uso sapiente di profumi e musica.

L’idea è un luogo che permetta al cliente di vivere un’esperienza intima in uno spazio dall’eleganza senza tempo.

amerigo concept store

Amerigo Milano concept store trasmette il piacere di sentirsi a casa più che in un punto vendita …

Amerigo Milano Concept Store

Via Carlo Alberto 35 MONZA

www.amerigomilano.com

2 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

L’arredamento è un’arte che può rivelare personalità e passioni: è importante ritagliare del tempo per fare una casa bella e accogliente, dal sicuro impatto di design. Tra gli ambienti più congeniali all’ispirazione, con quell’aura innata di relax che porta con sé, c’è la veranda. Quando si ha la fortuna di possederla la sensazione sarà di potersi sempre rifugiare in un luogo isolato dal mondo esterno, con un occhio attento all’illuminazione degli spazi, magari ricreando le atmosfere tipiche dello stile provenzale. Nel nome di una regione della Francia affascinante e celebre per i colori e gli sconfinati campi di lavanda. Curiosi di scoprire quanto costa una veranda in stile provenzale? Vi rimandiamo all’articolo di riferimento di Infissi Lombardia per approfondire l’argomento relativo al costo di una veranda al metro quadro.

Uno spazio che rappresenta un viaggio

Scegliere di arredare la propria veranda in stile provenzale denota eleganza e romanticismo. Per allestire e decorare in modo funzionale e all’ultimo grido questo ambiente, l’ideale sarà avere a disposizione uno spazio chiuso in modo da poterlo sfruttare anche durante la stagione fredda. E, in tal caso, si avranno anche maggiori possibilità di scelta e personalizzazione. Cannes, Nizza, Antibes sono solo alcune delle tappe che è possibile percorrere in quello che è a tutti gli effetti un viaggio ideale da compiere restando nella propria veranda in stile provenzale.
Photo by Jozef Mundir on Unsplash

Semplicità delle forme e dei materiali sono l’Abc di questo stile che si caratterizza per il suo essere floreale e fresco, ricercato e allo stesso tempo classico. Lo stile provenzale è infatti sostanzialmente una rivisitazione di quello classico: trovare e ringiovanire qualche vecchio mobile dimenticato in cantina sarà il primo passo per rendere una zona della casa solare e piacevolmente personalizzata. Nessuna spesa eccessiva, massimo risultato: la creazione di un piccolo ritaglio di Francia. Che potrà rispecchiarsi anche nell’arredo dell’intera casa, tra stampe floreali e tinte pastello.

I mobili e i colori dominanti

L’outdoor potrà essere impreziosito da alcuni dettagli colorati, come cascate di gelsomini o un pergolato ricoperto di glicine: è la ricetta dell’atmosfera tipica dei giardini francesi. Appesi qua e là potranno fare bella mostra di sé tanti oggetti di design facili da realizzare, che daranno un tocco ancor più intimo e personale. Un bollitore potrà così diventare uno scacciapensieri e andare a decorare un lato dell’ambiente. Così come sarà possibile trasformare una ‘ex’ forma per torte in una simpatica lavagna. Oppure una vecchia padella si potrà convertire in un delizioso orologio a muro dal sapore rustico: un crossover shabby chic in piena regola. La pittura ha reso spesso omaggio alle atmosfere della Provenza, attraverso gli occhi dei grandi pittori impressionisti. Che hanno legato per sempre certi colori a un concetto di stile ricercato: ok dunque al lilla della lavanda, al bianco e all’ocra. Con richiami al verde che si rispecchia nella vegetazione, all’azzurro invecchiato e ai toni del viola. Con una regola aurea: armonia e sobrietà in ogni spazio. Come sfruttarlo? Si potrebbe adibire l’intera area a ‘zona pranzo’, con un bel tavolo di legno e quattro-sei sedute di ferro battuto. Ma la veranda in stile provenzale saprà interpretare anche i bisogni dei più intellettuali, regalando un raffinato angolo da lettura dove posizionare libreria e sedie a dondolo.

L’intreccio con la natura

Abbiamo parlato della presenza di un intreccio forte con la natura, ecco perché la scelta di inserire piante e fiori nella veranda è senza dubbio di cruciale importanza. Il rosmarino, re delle piante aromatiche, ma anche il timo e la salvia potranno fare bella mostra di sé negli ormai sempre più apprezzati secchielli di latta. Da tenere in sospensione oppure come punti di colore nell’intero ambiente. Anche un annaffiatoio – meglio sempre se in latta – potrà diventare un ottimo portafiori, da riempire di colorati gelsomini per decorare il davanzale o magari il centrotavola. Una cascata di bouganville potrà poi incorniciare al meglio l’esterno e richiamarsi anche nei colori dei tessuti utilizzati nell’ambiente: i motivi floreali freschi, solari e dal tratto familiare si intrecceranno alla perfezione con l’anima più profonda di questo stile di respiro rustico. Che è anche un modo di vivere, ispirato alla bellezza di una vita in mezzo alla natura. Il tutto in un perfetto dialogo con ceramiche ornamentali provenienti da questa splendida terra, le quali vanno ad attingere ad alcuni temi-icona raccontando la bellezza delle distese di lavanda ma anche gli ulivi e le cicale.