14 Febbraio 2010 / / Blog Arredo

Love Mirror
Per San Valentino ho pensato di mostrarvi un prodotto a tema. Ecco quindi Love Mirror di Deadgood: uno specchio a forma di cuore con cornice in legno di quercia. Semplice e minimale è il simbolo per eccellenza dell’amore.
Nel seguito prezzo e dimensioni.

=> Continua!

12 Febbraio 2010 / / Blog Arredamento

Dal 12 al 14 e dal 18 al 21 febbraio si tiene alla Fiera di Brescia, il Brescia Casa Design, un evento tutto dedicato all’arredo della casa e alle soluzioni abitative più innovative.

Più di 300 espositori per la 29esima edizione di Brescia Casa Design, una fiera che si presenta come un’ importante vetrina per presentare […]

10 Febbraio 2010 / / Blog Arredamento

Home Hachette di febbraio: ecco cosa potete trovare in edicola in questi giorni.

Il sommario di Home Hachette di febbraio:

bianco e blu ispirato alla manifattura olandese su piatti e stoviglie
elementi chic per uno studio-ufficio in rosa per lei
una guida a come mantenere l’orchidea in casa
intervista al designer Mathieu Lehanneur
definizione di vintage, come stile e come aggettivo
un […]

10 Febbraio 2010 / / diotti.com - ArredaClick

I materassi a micromolle indipendenti di Ennerev sono il frutto dell’esperienza, delle competenze innovative e scientifiche e delle tecnologie evolute di questa azienda leader nella produzione di materassi che opera da più di cinquant’anni.
La filosofia e l’obiettivo di Ennerev sono il “Buon Riposo“.
La nuova collezione di materassi di Ennerev combina la nuova tecnologia a micromolle indipendenti con il sistema a 7 zone differenziate al fine di ottenere un materasso ergonomico, in grado di sostenere il nostro corpo senza pressioni anomale, così da migliorare il nostro riposo, la nostra circolazione sanguigna, ed il rilassamento muscolare.
I materassi a micromolle indipendenti sono in grado di adattarsi capillarmente al peso del nostro corpo grazie alle loro piccole dimensioni, appena 2 cm di diametro per ciascuna molla, e alla loro elevata concentrazione, circa 3000 in un materasso matrimoniale.
Inoltre la portanza delle singole molle varia in base alla corrispondente zona di sostegno: testa, cervicale, spalle, vertebre lombari, bacino, cosce, piedi.
Ottimo rapporto qualità/prezzo lo si trova nel materasso a micromolle indipendenti Infinity 7.
Ennerev dedica grande attenzione anche alle altre componenti del materasso.
Il micromolleggio è protetto perimetralmente dal sistema Box-Spring ed è completato perimetralmente dalla Limpha. La limpha è disegnata come un reticolo di canali e ciò la rende resistente alla deformazione, traspirabile, ne facilita lo smaltimento dell’umidità e le conferisce un effetto massaggiante.
La Limpha è ottenuta con l’impiego di estratti vegetali ricavati da fonti rinnovabili. Priva di sostanze che danneggiano l’ozono, e di tutti i prodotti nocivi citati nel protocollo di Montreal e nei principali regolamenti Comunitari, Limpha soddisfa le esigenze di un pubblico attento nella scelta di prodotti a basso impatto ambientale.
Ennerev offre ampia gamma di scelta di rivestimenti e imbottiture, anche sfoderabili, con proprietà anallergiche, traspiranti, termoregolatrici, igroscopiche, antibatteriche, antimicrobiche, acarostatiche.
8 Febbraio 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Camerette in rosa, dove per rosa non si intende necessariamente il colore simbolo per eccellenza di femminilità, ma dove possono convivere tanti altri colori, espressione libera di pensieri, emozioni, tormenti e allegria, tutti al femminile. Una cameretta per ragazze, dove la personalità della donna imparerà a crescere, confrontarsi, rifugiarsi.

Scegliere il colore di una cameretta che sarà per gli anni più delicati di una vita, la compagna più presente per una ragazza in fase di continuo cambiamento, può sembrare una banalità. Ma solo perchè forse in pochi sanno qual è la portata dell’influenza che un colore può avere sui pensieri di una persona, soprattutto se è giovane, e soprattutto se è donna. Un’influenza che può essere positiva o negativa a prescindere completamente da cultura e stereotipi.

Quali sono allora questi colori? Quelli preferiti dalle ragazze? Quelli che possono influenzarle positivamente o negativamente? Torna il rosa, come prima risposta. Perchè è il colore che la tradizione assegna alla parte femminile del mondo e in molte, soprattutto se ragazze, lo accettano di buon grado, eleggendolo addirittura a portavoce di se stesse. Il rosa che può avere tantissime declinazioni, dallo shocking al pallido, fino a tendere al lilla e al viola.

Ultimamente c’è stato chi ha pensato di boicottare il rosa, soprattutto se destinato a bambine e ragazze: in realtà io penso che un colore sia bello in quanto espressione ottica e visiva, a volte indipendentemente dai significati che la società gli cuce addosso. Così, spogliando il rosa di stereotipi e pregiudizi, esso rimane un colore in grado di trasmettere allegria, spensieratezza, serenità, proiettando una ragazza in una dimensione talvolta onirica, perfetta per un rifugio come la cameretta. Come succede nelle camerette per ragazze di Sirius.


Poi c’è sicuramente il viola: re indiscusso delle ultime stagioni di moda, non solo nell’abbigliamento ma anche in casa, il viola, con tutte le sue sfumature (dal glicine al lilla), si impone con una forza attrattiva affascinante per una ragazza, che lo percepisce come un colore di carattere, deciso, vigoroso, capace di dare energia. Attenzione però a non abusarne troppo se la ragazza in questione tende alla malinconia, perchè si tratta di un colore che può avere una grossa componente di tonalità fredde, tendenti alla tristezza. Ma anche al relax, per ragazze iperattive che hanno bisogno di riposarsi più spesso.


La ragazza è una persona solare, che trae energia da ciò che la circonda? Allora rosso e arancione sono l’accoppiata vincente. Colori caldi, pieni di allegria, densi di vigore. Che una ragazza amante del sole non può che adorare. Come nel caso delle camerette Young, basta un colpo d’occhio per riceverne una sferzata di energia.


Anche colori più freddi e culturalmente associati alla sfera maschile, possono essere l’espressione di una personalità femminile più pacata, riflessiva, calma. Colori come l’azzurro, il blu, il verde conciliano oltretutto il riposo, la concentrazione e lo studio. Un esempio potrebbe essere questa cameretta Seipersei, assolutamente piacevole anche per uno spirito femminile.


Il bianco va usato nelle camerette dei ragazzi con parsimonia, lo dice una persona che è cresciuta immersa nel bianco e in esso non ha trovato nessun conforto: il bianco è un colore preziosissimo, la summa di tutti i colori, ma va utilizzato soltanto per controbilanciare la presenza di altre tonalità accese, per non farle diventare troppo invadenti, non come colore prevaricante. Il bianco è un colore elegante e bellissimo, ma quando si è giovani, la sua apparente neutralità potrebbe essere interpretata come senso di vuoto e mancanza di protezione.


Un letto a baldacchino è un arredo dalla fortissima carica attrattiva, capace di far dimenticare l’esistenza di qualunque altro elemento di una camera, in grado di riportarci nel passato, verso tempi quasi favolistici, ma sicuramente pieni di incanto.

Un incanto che evoca un lusso antico, una tradizione fatta di cerimoniali “di corte”, sfarzi forse quasi dimenticati.

Come il letto a baldacchino Fior di Pesco in ferro battuto, che con le sue volute e i suoi tendaggi è in grado di evocare altre storie, altri tempi.


O come il letto a baldacchino Cabernet, che però si fonde con qualche richiamo al presente, alla fantasia moderna.


Un letto a baldacchino è però anche la personificazione perfetta dell’ideale concetto di “alcova”, di rifugio intimo, di nido privato; coricarsi in un letto a baldacchino e chiudere tutto il mondo fuori può essere un’efficacissima terapia catartica, un ottimo modo per espiare le fatiche della giornata.

Non è detto poi che materiali e forme moderne non si adattino bene anche a un concetto così antico e altisonante come il letto a baldacchino, trasformandolo in una realtà nuova, tutta da scoprire, proiettandoci in un terzo tempo che non è il passato, che non è il presente, che forse è futuro, o forse è fiaba, chi lo sa.

Ci può dare un’idea di questo tempo “altro” il letto imbottito con baldacchino Kira, un letto dalle forme e dai materiali prettamente contemporanei, ma con un baldacchino in perfetto stile tradizionale, a cui poter sovrapporre tessuti anche esotici.


In ogni caso, che sia per tradizione o per la voglia di sperimentare spazi e concetti nuovi, un letto a baldacchino diventa obbligatoriamente il protagonista della camera; una camera che per necessità deve essere ampia, soprattutto alta, proprio come le stanze di una volta, perchè lo sguardo possa avere ancora lo spazio che gli serve per sentirsi libero.

C’è poi un elemento che rende il letto a baldacchino adattabile a qualunque stile, a qualunque esigenza di gusto, a qualunque contesto: la versatilità dei suoi tessuti. Il letto a baldacchino, per definizione, è un tripudio di stoffa, di fruscii, che possono riflettere colori, effetti visivi diversi, sensazioni tattili particolari, molto più di un letto normale. E l’idea di poter cambiare questi tessuti ogni volta che si vuole dare un volto diverso alla camera, di metterli in mostra o di nasconderli a seconda dell’emozione che se ne vuole ricavare, di decidere per un vedo-non vedo a metà tra il tutto e il niente, rende il letto a baldacchino un arredo polivalente, affascinante, pieno di migliaia di possibilità e di combinazioni.

8 Febbraio 2010 / / Blog Arredamento

Arredare una casa significa volerle imprimere quanto più di noi stessi possiamo. Ma scegliere i pezzi giusti per noi, spesso non è così semplice. E’ per questo che nascono realtà come BlogArredamento.com, un portale tutto dedicato al design e ai consigli sull’arredamento di interni.

Non si tratta di un semplice aggregatore, nè di un semplice “blog”: […]


Le dimensioni delle case sono sempre più ristrette e gli ambienti sempre più sacrificati in termini di spazio. Si cerca quindi di avere tutto l’occorrente per vivere bene sfruttando al meglio gli spazi o utilizzando arredi su misura.

Esistono poi soluzioni salvaspazio estensibili o richiudibili, come le cucine monoblocco completamente attrezzate, che racchiudono in un solo mobile tutto il necessario per cucinare e che si adattano perfettamente a monolocali, appartamenti in residence, uffici, strutture ricettive e pubbliche.

ArredaClick propone la Cucina Monoblocco: si tratta di una cucina a scomparsa che si chiude come un armadio, fornita di tutti gli elettrodomestici di base: frigorifero, piano cottura e lavello, cappa estraibile, scolapiatti, pensili e perfino una pattumiera.

Grazie al sistema a scomparsa con ante a libro, la cucina è visibile solo quando lo si necessita e al contrario, rimane completamente nascosta durante gli altri momenti della giornata.

E’ quindi ideale per arredare spazi ridotti come monolocali e residence senza farsi mancare le funzioni e i servizi essenziali offerti da una cucina tradizionale.

La Cucina Monoblocco è realizzata in più misure con materiali di qualità e grazie all’ampio campionario di finiture, si adatta a tutti i tipi di ambienti e, una volta chiusa, “scompare” neutralizzandosi nello spazio in cui è inserita.
Alla prossima!
8 Febbraio 2010 / / Blog Arredo

Klima
Dalla Faber ecco la cappa Klima. Un design moderno ma non troppo rivoluzionario nasconde un cuore tecnologico di primo livello. Tra le sue funzioni, infatti, non solo le più all’avanguardia di casa Faber (spegnimento ritardato, telecomando, tasto 24H, aspirazione perimetrale) ma anche quella nascosta nel nome: un climatizzatore. La Klima infatti è capace di raffreddare o riscaldare l’aria della cucina grazie al condizionatore sviluppato da Olimpia Splendid incluso al suo interno.

=> Continua!

5 Febbraio 2010 / / Blog Arredamento

In un film che parla d’amore come “Baciami ancora” non possono mancare dei figli, con tutte le loro problematiche; e insieme a loro, anche le camerette che li accompagnano nei giorni difficili ma anche in quelli più solari. Firmate da Doimo Cityline.

Quante volte ci capita di vedere film al cinema o fiction e programmi televisivi […]