28 Gennaio 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Sul blog Diotti A&F abbiamo già parlato in modo estensivo della cucina Orange di Snaidero, ora presentiamo l’ampliamento della collezione con la nuova Orange in vetro.
Non abbiamo molto da mostrare purtroppo: la comunicazione Snaidero non è stata all’altezza del design e della qualità offerti dall’azienda quando ha pensato bene di lanciare una campagna pubblicitaria al pubblico prima di informare adeguatamente la propria rete di vendita…un peccato, quasi un dispiacere per chi come me ha creduto da subito in Orange e nel suo essere cucina rivoluzionaria; in ogni caso non mancheremo di mostrarvi le immagini relative non appena possibile.
In assenza di documentazione sulla Orange in vetro vi mostriamo alcuni modelli di cucina in vetro sul mercato da tempo e che riscuotono un tangibile apprezzamento da parte del nostro pubblico: prendiamo ad esempio la cucina Horizon in vetro, come Orange senza maniglie e con unghiature sia orizzontali che verticali, e la cucina System in vetro, con maniglie integrate nei profili in alluminio.
Orange si è da subito contraddistinta per l’innovazione e la ricerca tecnologica. Le cucine in vetro sono tutte luminose e resistenti, ma con Orange in vetro viene introdotta la cucina in vetro su misura, disponibile in tempi rapidi e con costi contenuti.
L’anta in vetro di Orange ha uno spessore di 2,2 cm. e presenta il vetro applicato su un pannello di supporto che può essere tagliato al centimetro: qualunque dimensione è disponibile in sole 5 settimane dalla messa in produzione.
Ovviamente è stato studiato anche un piano di lavoro coordinato, un top in vetro temprato laccato ed acidato nella parte superficiale: ha 1,2 cm. di spessore e viene applicato sull’usuale supporto di 3 cm. che funge da gola/unghiatura.
Precisiamo infine che il vetro è un materiale che si sposa al meglio con lo spirito ecologico di Orange: il vetro è infatti un materiale assolutamente eco-compatibile. E’ atossico, riciclabile e non contamina l’ambiente. Può essere riciclato con un processo ecologico e ha quindi un impatto ambientale bassissimo.
Vi teniamo aggiornati…a presto!
27 Gennaio 2010 / / Blog Arredamento

Con l’arrivo imminente di San Valentino, la collezione di Bassetti dedicata all’amore, non a caso denominata Love, si rinnova, proponendo nuovi disegni e nuovi effetti speciali. Tutti per un romantico mondo a due, in camera da letto.

San Valentino si avvicina, il freddo non se n’è ancora andato, allora quale regalo migliore per una coppia se […]

27 Gennaio 2010 / / Blog Arredo

Ironwood
Ispirato al legno anticato, Ironwood di Ceramica Fondovalle, è un riuscito mix di classico e moderno grazie ai riflessi metallici che ne esaltano la superficie.
Disponibile nei formati 15×90 e 20×90 e in quattro colori, ha anche la variante ricamata per decori e cornici.

=> Continua!

25 Gennaio 2010 / / Blog Arredamento

Come scegliere il pavimento giusto per la propria casa, ricordandoci che un pavimento è per sempre!

Nella ristrutturazione, o costruzione ex-novo di un appartamento, la scelta del tipo di pavimentazione ricopre un ruolo fondamentale. Il pavimento, che andrà a coprire l’intera superficie della propria abitazione, rappresenta una scelta fondamentale e delicata poichè se un muro è […]


Vi presentiamo il nuovo sito blogarredamento.com. Si tratta di un’iniziativa portata avanti in questi ultimi mesi qui in Area D dal nostro staff con lo scopo di dar vita ad una pagina che raccogliesse gli articoli pubblicati sui migliori blog italiani dedicati all’arredamento.
Raggruppando al suo interno i post di importanti blog di arredamento, il nuovo sito ha secondo noi il potenziale per diventare un punto di riferimento per gli specialisti del settore o più semplicemente per tutti gli appassionati che vogliono tenersi informati sulle tendenze e sulle novità, sul design e sullo stile.
Ringraziamo tutte le aziende che collaborano a questo progetto e si impegnano con costanza nella realizzazione di articoli sempre vari e curiosi. Buon lavoro a tutti!
24 Gennaio 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Il bagno è forse l’ambiente che ha subito le trasformazioni più radicali in casa, nell’ambito dell’arredo, tanto che ha imposto delle contaminazioni prima assolutamente impensabili. L’arredobagno infatti ha assunto forme così particolari, da assomigliare in tutto e per tutto, in molti casi, a una parete attrezzata, tipica invece dei soggiorni di ultima generazione.

Così i confini fra due ambienti prima completamente scollegati, sia fisicamente che concettualmente, ora diventano labili, fragili, quasi confusi. La compenetrazione tra gli stili di due ambienti apparentemente così diversi, per estetica e soprattutto per funzionalità, è quasi totale, tanto che l’uno potrebbe facilmente diventare la continuazione dell’altro.

E’ forse la tendenza a rendere omogeneo tutto l’ambiente casa, diventato così “open”, così aperto e con spazi sempre più tendenti alla compresenza di più aree funzionali. Il bagno però rimane l’unico ambiente non apribile sul resto, l’unico a dover rimanere assolutamente e privatamente chiuso nel suo bozzolo di pareti. E il motivo non ha bisogno di spiegazioni.

Ma la contaminazione visiva e reale tra un luogo come il soggiorno e il bagno, apre idealmente quelle pareti e quella porta, come se nell’open space entrasse anche il privatissimo bagno, pur rimanendo assolutamente chiuso nella sua intimità.

Il fatto è che in realtà il bagno ormai non è più così idealmente, concettualmente e funzionalmente lontano dalla zona giorno, dal soggiorno in particolare. Perchè la destinazione d’uso dell’uno e dell’altro ormai in alcuni casi, si toccano inevitabilmente: il bagno è ormai uno degli ambienti della casa eletto a luogo per il relax, per il benessere, per le pause da vivere lentamente.

Dotato spesso infatti di tecnologie (radio e sistemi audio-video) e sistemi per il rilassamento del corpo e della mente (vasche a idromassaggio, saune, sedute comodissime), il bagno non ha più nulla da invidiare al soggiorno, poichè è diventato lo specchio funzionale di quest’ultimo, ma eliminandone la componente conviviale; il bagno è ormai l’alterego del soggiorno, stesso luogo di relax ma in una dimensione privata, intimistica, per una o al massimo due persone contemporaneamente.

Detto questo, viene da sè che anche l’ideale continuità visiva ed estetica tra questi due ambienti della casa non è solo astratto nè tantomeno fuoriluogo: ecco così che il bagno diventa modulare, componibile, assume le forme, i colori e i materiali delle pareti attrezzate, del tutto simili a quelle del soggiorno.

Prendiamo l’arredobagno Condor ad esempio: il lavandino è incassato in un modulo sospeso che non differisce per nulla da quelli solitamente preposti al sostegno della tv in soggiorno, mentre la funzione contenitiva è delegata a pensili modulari e componibili, che ricordano chiaramente quelli ad esempio di una parete attrezzata Lounge.



L’arredobagno Free legno invece è composto da ripiani orizzontali che arrivano fino a terra, che danno forma a linee non perfettamente simmetriche e che possono ospitare (come da immagine) anche elementi normalmente estranei al bagno, come libri e riviste, proprio come se si trattasse (e infatti lo è) di un luogo da vivere pienamente. La funzione contenitiva è delegata a moduli quadrati da poter comporre a piacimento. Questa composizione non ne ricorda forse una del soggiorno Time?


22 Gennaio 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Raramente sul nostro blog inseriamo link ad altri siti, del resto il nostro è un blog istituzionale: è in questo caso un piacere in questo caso parlare di una bella iniziativa dei nostri amici di Area D.
E’ nato il sito blogarredamento.com, che unisce in un’unica pagina i migliori blog italiani dedicati all’arredamento d’interni.
Si tratta di un aggregatore che raccoglie i post di alcuni dei blog di riferimento per l’arredamento in Italia.
Penso personalmente che sia una bella iniziativa per gli appassionati di arredamento che magari non si identificano al 100% nei blog istituzionali di un’azienda specifica o di una certa redazione, ma possono con blogarredamento.com tenersi informati sul settore, sulle tendenze e sulle novità, il tutto con un unico bookmark.
Un augurio di buon lavoro a tutti gli autori e le aziende che contribuiscono a questo progetto e a presto!
20 Gennaio 2010 / / Blog Arredamento

Apriamo con questo articolo, una nuova sezione dedicata al design in senso lato e agli eventi ad esso dedicato, con la collaborazione di un esperto del settore: Paolo Baldascini. Oggi in scena il convegno “Le luci e la pietra. San Leucio design LAB 2009”, un evento che ha legato temi come la luce e il […]

20 Gennaio 2010 / / Blog Arredamento

Continua la rassegna di case vip, per sognare e prendere spunto da interni lussuosi, scelti per eleganza e funzionalità; ecco le immagini della casa dell’attrice Meg Rayan.

Ciò che balza subito all’occhio guardando queste immagini è il senso di equilibrio e omogeneità, che sia gli interni che gli esterni di questa casa di lusso trasmettono.
Equilibrio dato […]


Le librerie double face hanno una qualità straordinaria, che le trasforma in qualcosa di più, che le rende diverse da semplici contenitori di preziose pagine, talvolta indimenticabili; una qualità che permette di organizzare layout d’arredo ideati secondo una distribuzione di spazi e funzioni di volta in volta rimodellabile. Le librerie double face, oltre che dare un carattere decisamente moderno a una parete, possono in realtà vivere di vita propria, se poste al centro di un ambiente, definendone i confini e permettendo di separare aree funzionali differenti senza bisogno di erigere muri e barriere limitanti, e rendendo tutto lo spazio domestico un luogo mai definitivo, sempre riconfigurabile secondo gusti, esigenze, passioni, desideri.

La libreria double face infatti, come dice il francesismo con cui è identificata, è pensata per essere utilizzata da entrambe le sue parti, cioè per poter essere funzionale alla sistemazione di libri ed oggetti sia da un lato che dall’altro. Ma da un lato e dall’altro di che cosa? Di ambienti diversi, che in realtà appartengono a uno solo. Ambienti che, semplicemente spostando la libreria che li divide, possono ridiventare magicamente unici, riconvertendo un’altra volta significati e aspetti.

La libreria double face divide dunque. Ma senza separare. O viceversa, se preferite. Il fatto è che concettualmente, visivamente e spazialmente, la libreria double face se posta al centro di un ambiente, crea due diverse zone, da adibire a funzionalità differenti; e lo fa senza costruire ostacoli al passaggio della luce, dell’aria e anche dello sguardo.

Con una libreria double face si può così dividere la zona pranzo dal soggiorno, la cucina dal living, l’angolo studio dal salotto, creando spazi pensati appositamente per rispondere a esigenze organizzative, oltre che estetiche. Il tutto senza spezzare in ogni caso la continuità di un ambiente nato per essere più ampio, più “open”, più libero.

Adattissima a tipologie abitative come il loft, l’open space, l’ampio monolocale, oppure a una grande zona giorno, la libreria double face può assumere forme e aspetti che di per sè la rendono protagonista, ancor più perchè posizionata “al centro”.

La libreria Boxter in acciaio ad esempio, crea spazi visivamente inediti, sia per le linee inconsuete che traccia, sia per il materiale in cui è realizzata, profondamente contemporaneo e di forte impatto visivo, l’acciaio appunto, soprattutto perchè impiegato in tre finiture diverse, cromata, bianca e nera.


Anche la libreria Loft in MDF laccato crea effetti visivi particolari, risultato dell’utilizzo di geometrie differenti accostate come se fossero omogenee.


La libreria Espace laccata trasmette già dal nome la voglia di mantenere intatto quello spazio libero da costrizioni, muri e barriere, creato da un ambiente grande, pur avendo l’esigenza di dividerlo. Le linee quasi minimali di questa libreria infatti, resa ancora più leggera dai ripiani in vetro, la rendono quasi evanescente.