15 Ottobre 2021 / / Charme and More

Hygge è una parola difficile da tradurre e da definire esattamente in termini linguistici.  Indica un tipo di accoglienza e convivialità domestica che genera una sensazione di appagamento e benessere”, ma anche “l’attitudine a ricercare la felicità nelle piccole cose”.

Hygge è una sensazione di benessere e buon umore, un sentimento di serenità e comfort, un’atmosfera avvolgente e intima come quella di casa.

Un sostantivo che in tedesco potrebbe essere tradotto con “Gemütlichkeitche descrive uno stato d’animo serenouna sensazione di benessere dovuta a un ambiente caloroso e confortevole fatto di semplicità, pochi pensieri e atmosfera famigliare. Quindi qualcosa di molto simile allo stile di vita altoatesino.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Clemens Zahn
Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Alex Moling

Basti pensare alla Stube, che è sempre stata il cuore di ogni maso di montagna dell’Alto Adige. Una stanza calda, rivestita di legno di abete rosso o cirmolo e riscaldata con una stufa in maiolica, dove avvenivano gran parte delle attività delle famiglie, proprio perché l’unica riscaldata.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

In questo locale accogliente, gli altoatesini da sempre si ritrovano per svolgere le attività domestiche, per giocare a carte, per mangiare, per bere un bicchiere di vin brulé o per chiacchierare fra amici mangiando castagne arrostite, Schüttelbrot, pancetta, e vino nuovo nel periodo del Törggelen.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

Oggi, come una volta la Stube emana calore, senso di sicurezza e armonia, un’atmosfera famigliare e intima molto simile alla spirito Hygge che celebra la felicità domestica e quelle piccole cose che riescono a rendere speciali i momenti più semplici.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

Immagine in evidenza IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

 

L’articolo Hygge altoatesino; i piccoli momenti di felicità nella vita di ogni giorno. proviene da Charme and More.

10 Ottobre 2021 / / Charme and More

Lo stile parigino nella selezione moda per l’autunno 2021 da & Other Stories

Uno stile di vestire, elegante, chic e pratico che segue le regole del “less is more” che vuole che si possiedano pochi e selezionati must-have da abbinare ai capi classici del guardaroba ( blazer, cappotto sartoriale, camicia bianca o azzurra, t-shirt bianca o alla marinara, scarpe basse, sneakers bianche e stivaletti, pantaloni ampi, jeans classici a gamba dritta) declinati negli intramontabili colori neutri.

Un look francese minimal chic che punta su accessori dalle linee pulite e dal design intramontabile.

Cappotto Oversize Alpaca | Maglia marinière | Jeans Flared a vita alta in cotone organico

 

Maglione a righe marinare lavorato a maglia

 

T-shirt bretona manica lunga

Cardigan in lana con bottoni dorati

Blazer classico in lana oversized

Basco in maglia alla parigina

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Flair parigino per la moda autunno 2021 proviene da Charme and More.

1 Ottobre 2021 / / Charme and More

Friday Finds; 5 fiori autunnali per ravvivare l’atmosfera di casa e colorare i balconi o i giardini.

Durante l’autunno fioriscono bellissime piante dai colori caldi, allegri e sgargianti perfette per creare bellissime composizioni floreali o per riempire giardini e balconi.

Aster

Gli aster, chiamati anche settembrini sono fiori perenni simili alle margherite con tanti petali e hanno colori che vanno dal bianco al viola , al rosa fino all’arancione. Sono piante da giardino che creano splendidi cespugli colorati.

Photo by rosario janza on Unsplash

Dahlia

La dahlia fiorisce fra settembre e novembre è un fiore elegante dai colori accesi e vivaci esistente in tantissime varietà con corolla bianca, arancione, rosa, viola o screziata con sfumature policrome.

Photo by Lynnelle Cleveland on Unsplash

 

Anemone autunnale

L’anemone autunnale bello è facile da coltivare.  Si tratta di  una pianta perenne che non dovrebbe mancare nelle aiuole dei giardini o in terrazzo per portare un accento colorato e allegro.

Photo by Sergey Semin on Unsplash

Ortensia

Una pianta con grandi fiori scenografici di lunghissima durata, meravigliosa in giardino o sul balcone. I fiori generalmente sono bianchi e la colorazione (blu, azzurro, rosa, violetto o viola scuro) dipende dal ph del suolo. Perfetta per realizzare composizioni autunnali sia con i fiori freschi che con quelli essicati. 

Photo by Laura Velasco on Unsplash

Erica

Una pianta che ama le temperature fresche e con i suoi colori che possono variare dal viola intenso, al rosa pallido e al bianco riempie e giardini e i balconi di colore. E’ perfetta per abbellire gli esterni in autunno e in inverno.

Ph via

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

 

L’articolo Friday Finds; i fiori autunnali. proviene da Charme and More.

27 Settembre 2021 / / Charme and More

In vista della stagione autunnale, Arket, il marchio svedese lifestyle per chi ama lo stile nordico presenta la nuova collezione di prodotti e accessori  per arredare la casa in autunno.

Lasciati ispirare dagli accessori per la cucina e le stoviglie per la tavola, dai vasi e dai morbidi plaid per accogliere la nuova stagione con colori caldi e gli ultimi trend per la decorazione.

La tavola d’autunno Fatti ispirare dalla selezione di piatti, posate e bicchieri e dai vita alla mise en place perfetta per i caldi pranzi o le cene autunnali.

 

Porta in tavola i colori e le suggestioni dell’autunno con la linea di accessori per tavola e cucina di Arket

Autunno super cozy

Rendi il tuo living autunnale con tessuti morbidi, candele profumate, cuscini, plaid dai colori caldi e soffici tappeti.

Morbidi plaid di lana dai colori caldi per godersi il calduccio sul divano e a letto. In collaborazione con Linnea Andersson

Basta veramente poco, qualche piccolo dettaglio,  per regalare un’atmosfera calda e avvolgente agli ambienti domestici.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Benvenuto Autunno; Arket home décor. proviene da Charme and More.

22 Settembre 2021 / / Charme and More

Per dare il benvenuto all’arrivo dell’autunno ecco una selezione di poesie per celebrare una stagione ricca di fascino, di colori caldi e suggestivi.

Cosa ci insegna l’autunno?

Che dobbiamo lasciar andare le cose che non ci nutrono più.
Che nella malinconia c’è una bellezza struggente.
Che per poter voltare la pagina bisogna trovare il coraggio di far cadere le foglie secche, a costo di lasciar spoglio e freddo il nostro ramo.
Solo così un giorno potranno nascerci nuovi germogli.
~ Catherine Black

Mattino d’autunno

Che dolcezza infantile
nella mattinata tranquilla!
C’è il sole tra le foglie gialle
e i ragni tendono fra i rami
le loro strade di seta.

~ Federico García Lorca

Ph Diana Akhmetianova via Unsplash

Colori d’autunno

Tempo d’uva, miracolo di Dio!
La terra si spoglia tutta,
la casa odora di frutta,
il cielo piange d’addio!
Alla prima pioggia si è più soli,
il muro si insanguina di rampicanti,
sui giorni dorati come santi
la rondine scrive gli ultimi voli.

~ Renzo Pezzani

L’estate è finita

Sono più miti le mattine
e più scure diventano le noci
e le bacche hanno un viso più rotondo.
La rosa non è più nella città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia.
La campagna una gonna scarlatta,
Ed anch’io, per non essere antiquata,
mi metterò un gioiello.

~ Emily Dickinson

Ph Davide Ragusa via Unsplash

Voglio un autunno rosso come l’amore,
giallo come il sole ancora caldo nel cielo,
arancione come i tramonti accesi al finire del giorno,
porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare.
Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.
~ Stephen Littleword

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

 

L’articolo Autunno in poesia. proviene da Charme and More.

20 Settembre 2021 / / Charme and More

18 Settembre 2021 / / Charme and More

Ma che ricette del Cavolo!!!

Si, si avete letto bene…oggi Babette nelle sua rubrica di cucina ci parlerà del cavolo cappuccio, delle sue proprietà e benefici e di come utilizzarlo in cucina.

Ph via

Anche voi siete nati sotto un cavolo? Io penso di si!

Avete mai mangiato i cavoli a merenda? Potrebbe essere un’idea!

Avete mai salvato capra e cavoli? A volte ci si riesce, altre volte si perdono entrambi e a volte solo uno dei due….

Avete mai detto cavolate? Io si e forse le sto dicendo ora…. Avete mai fatto i cavoli degli altri? Io si, qualche volta…ma sempre con ironia…..

Tantissimi sono i modi di dire, i proverbi e le leggende legati a questo maestoso ortaggio ricco di qualità nutritive e curative che è presente nelle tradizioni culinarie da tempi immemorabili e a tutte le latitudini. Mi son spesso chiesta il motivo per il quale si usasse la parola “ cavolo/i” nei modi più disparati, ma nonostante le tante ricerche non ho capito il motivo, certo è che tutti noi l’usiamo in un modo o nell’altro quasi quotidianamente.

Gli antichi Greci consideravano i cavoli un dono degli Dei e si narra che le donne Ateniesi incinte usassero mangiare molti cavoli, perché fosse più vigoroso il nascituro….da qui la leggenda dei bambini nati sotto cavoli.

I Romani ne hanno celebrato le proprietà salutari oltre al piacere di gustarli sia cotti che crudi :

“Brassica est quae omnibus oleribus antistat; eam esto vel coctam vel crudam.”

(È il cavolo quello che supera ogni altro vegetale; si può mangiare sia cotto, sia crudo).  Marco Porcio Catone, De agri cultura, II sec. a.e.c.

La loro provenienza pare risalga all’Europa dell’Est e Asia minore ,che si siano diffusi poi in tutto il continente europeo e che siano stati esportati dagli Spagnoli nel continente americano dove, essendo di facile coltivazione, si siano diffusi velocemente.

Tutti i tipi di cavoli, che son veramente tanti, appartengono alla famiglia delle Brassicacee dal greco prasiké, verdura.

In latino erano chiamati cauli ed erano considerati l’ortaggio per eccellenza. Cavolo cappuccio, cavoli bianchi e rosso, cavolfiore, broccolo romano, verze, broccoli siciliani, cavolo rapa e cavoli cinesi …insomma chi più ne ha più ne metta…

Ph via

Ovunque vengono coltivati nelle forme e qualità più svariate e tante sono anche le specialità tipiche di ogni Paese come per esempio la Germania con i suoi famosi crauti, diffusi anche nel nostro nord, l’Italia con il broccolo romano e quelli siciliani con le loro numerose varianti.

Nel Regno Unito troviamo i cavolini di Bruxelles. In Francia il cavolfiore bianco anch’esso però proveniente dall’Italia (dal latino cauli flores) ma originario della Siria che oggi è la varietà più coltivata in Francia, Spagna e Danimarca.

Le sue caratteristiche benefiche sono molte ma in particolare ricordo le proprietà antinfiammatorie. È ricco di ferro e di calcio.

Contiene molte fibre gli acidi grassi omega 3 vitamina A e vitamina C, ma anche carotenoidi e flavonoidi dalle importanti proprietà antiossidanti.

Vista la vastità dell’argomento oggi ho pensato di prendere in considerazione “un cavolo alla volta” ed inizierò con il cavolo cappuccio presente nelle cucine e sulle tavole di tutta Europa, sia nella versione bianca che rossa. Si presta ad essere consumato sia crudo in insalata che cotto (stufato), fermentato (come crauti o kimchi) oppure in agrodolce e tante sono le ricette per cucinarlo e realizzare piatti cavolosi, ops scusate favolosi!

Se ne consiglia il consumo, ovviamente se piace, perché svolge un’azione protettiva di cuore e arterie proteggendoci quindi dalle relative patologie e pare abbia anche proprietà antitumorali e siano di aiuto in caso di infiammazioni delle vie respiratorie, artrosi, gastriti, ulcere, coliti e affaticamento.

Scegliete questo meraviglioso ortaggio preferendoli di un bel verde brillante o rosso scuro, sodi al tatto croccanti e con le foglie ben chiuse. Lavatelo e togliete le foglie esterne più dure o rovinate e tagliatelo a metà o a spicchi avendo cura di eliminare il torsolo con il quale potete insaporire il brodo vegetale che vi servirà per realizzare le diverse ricette a seguire. Non cucinatelo eccessivamente in modo da assaporare la sua inconfondibile e piacevole croccantezza.

Centrifugato è un ottima bevanda disintossicante. Potete anche fare degli impacchi agli occhi per alleviare la stanchezza da computer. Si conserva facilmente per qualche giorno in frigorifero.

Ph via

Ed ora facciamo qualche cavolata in cucina!

Crema di cavolo cappuccio

Ingredienti per 4 persone

250 gr di cavolo cappuccio, 250 gr di patate, un cipollotto fresco, sale pepe, brodo vegetale , olio evo, burro, 150 ml di panna fresca, crème fraîche o altro tipo di panna acida, erba cipollina, kümmel.

Preparate del brodo vegetale (un litro circa) con carota, sedano e cipolla e un pezzetto di cavolo cappuccio. Se preferite potete usare del brodo granulare biologico. Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti. Tagliate a listerelle il cavolo cappuccio. Tritare il cipollotto. In un tegame da zuppa scaldate un paio di cucchiai di olio evo e uno di burro. Rosolatevi il cipollotto , aggiungete le patate , il cavolo e fate insaporire ben bene. Aggiungete brodo vegetale caldo quanto basta a coprire le verdure e ad ottenere la consistenza di una zuppa. Aggiustate di sale e pepe e cuocete per una ventina di minuti.

Passato questo tempo frullate a crema la zuppa ed aggiungete la panna fresca. Se la crema non dovesse essere abbastanza densa mescolate un po’ di farina nella panna prima di aggiungerla. Fate addensare e servite fumante in scodelle individuali appoggiando al centro un cucchiaio di crème fraîche o altro tipo di panna acida cospargete di abbondante erba cipollina ed un buon pizzico di kümmel macinato.

Ph credit Gabriella Pecchia – Babette
 
Ph via
Cavolo cappuccio gratin

Ingredienti

Un cavolo cappuccio, pane cassetta frullato, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, kümmel macinato, sale e pepe, erba cipollina, prezzemolo tritato, olio evo, ( le dosi ovviamente variano a seconda della grandezza del cavolo).

Togliete al cavolo le foglie esterne e tagliatelo a metà se usate quello a forma di cuore (non tanto grande) o a fette rotonde di circa 3 centimetri di spessore avendo cura di togliere il torsolo. In una scodella mescolate del pane cassetta frullato, il parmigiano, l’erba cipollina il kümmel e aggiustate di sale e pepe. Aggiungete poi olio evo fino ad ottenere un composto granuloso e saporito. Foderate con carta forno una pirofila , ungete con un po’ d’olio evo appoggiatevi le fette di cavolo cappuccio. Cospargete con il pane preparato precedentemente abbondando e facendo in modo che tutto si ben coperto. Irrorate con un filo d’olio evo ed infornate a 180° fino a doratura. circa 20/30 minuti. Il cavolo dovrà rimanere croccante. Servite caldo.

Insalata di cavolo cappuccio con speck

Ingredienti per 4 persone 

Cavolo cappuccio, speck tagliato a julienne, aceto di mele, olio evo, sale e pepe, kümmel.

Tagliate a striscioline fini il cavolo cappuccio. In un largo tegame scaldate dell’olio evo e rosolatevi velocemente lo speck. Aggiungete l’aceto nella dose preferita facendo attenzione agli schizzi…. Aggiungete il cavolo cappuccio. Rigirate con cura per un minuto in modo che si insaporisca a dovere aggiustate di sale e pepe e aromatizzate con il kümmel. Spegnete il fuoco e trasferite tutto in un piatto da portata o pirofila, coprite e lasciate riposare almeno un’ora. Vi raccomando il cavolo non deve cuocere solo insaporirsi.

Ph via

Risotto con cavolo cappuccio

Ingredienti

250 gr di riso carnali, 200 gr di cavolo cappuccio, un cipollotto fresco, brodo vegetale, olio evo, burro, sale e pepe, panna fresca, salsa di rafano alla panna, paprika dolce, kümmel macinato, speck.

Preparate del brodo vegetale saporito aggiungendo anche un pezzo di cavolo cappuccio.

Tritate finemente al mixer il cavolo cappuccio dopo averlo lavato e privato della parte dura centrale, il torsolo.

Scaldate un po’ d’olio in un largo tegame e rosolatevi velocemente il cipollotto fresco affettato finemente. Aggiungete il cavolo e fate insaporire per bene aggiustando di sale e pepe e fate cucinare qualche minuto. Unite il riso fatelo tostare, aggiungete il brodo un po’ alla volta e procedete come al solito. Nel frattempo tagliate a julienne lo speck e rosolatelo velocemente in un padellino per renderlo croccante mettetelo da parte. Terminata la cottura del risotto mantecatelo con abbondante burro e un po’ di panna fresca. (se preferite potete usare anche la panna acida). Servite con un bel pizzico di paprika dolce, uno di kümmel macinato, erba cipollina. Al centro posizionate un cucchiaino colmo di salsa al cren alla panna e lo speck a julienne. Suggerisco di portare in tavola altra salsa di rafano per insaporire ulteriormente il risotto… i vostri commensali lo gradiranno.

Ph credit Gabriella Pecchia – Babette
Strudel salato con cavolo cappuccio

Ingredienti

Una confezione di pasta sfoglia rettangolare, 300 gr di cavolo cappuccio un cipollotto fresco, 100 gr di speck, sale e pepe, olio evo, kümmel, erba cipollina, un tuorlo d’uovo.

In un largo tegame scaldate l’olio e rosolatevi velocemente il cipollotto tritato. Aggiungete il cavolo cappuccio insaporite con sale, pepe e kümmel. Portate a cottura a fuoco lento bagnando, se necessario, con un pochino di brodo vegetale. Il cavolo deve risultare croccante (15 minuti). A fine cottura fate asciugare bene dall’eventuale liquido in eccesso. Raffreddate ed aggiungete abbondante erba cipollina.

 Stendete la pasta sfoglia ed al centro, longitudinalmente posizionate le fette di speck e sopra il cavolo cappuccio preparato precedentemente. Chiudete lo strudel come da foto. pennellate con tuorlo d’uovo diluito con un po’ d’acqua e cucinate per circa 30 minuti a 190°, ventilato fino a doratura. Servire tiepido con insalatine e salsine.

Promettendovi nuove scorribande culinarie utilizzando altri tipi di questo fantastico ortaggio per realizzare appetitose “cavolate” di ogni genere, vi saluto e vi consiglio di non incavolarvi troppo e di prendere la vita con leggerezza altrimenti potreste perdere capre e cavoli … ecchecavolooooo!!!!!!

Con affett, la vostra Babette.

Pubblicazioni

Ti è piaciuto questo post?

 Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

 

L’articolo Cavolo che buone; le migliori ricette di Babette con il cavolo cappuccio. proviene da Charme and More.

8 Settembre 2021 / / Charme and More

Fashion, stile e tendenza.

+

Living, home décor.

Ad ognuno il suo stile; cosa indossiamo e dove viviamo.

Tonalità neutre e naturali

 
Le tinte naturali e i colori neutri chic e versatili restano sempre un grande classico del guardaroba autunnale.
 
Caldo dolcevita in cashmere di SOFT GOAT
Ph via

Fiori secchi per decorare la casa

Durante l’autunno i fiori secchi con le loro tonalità calde creano un’atmosfera rilassante e tranquilla nelle nostre case.

Eleganza naturale e semplicità di rami e petali che mantengono intatta la loro bellezza senza sfiorire.

Bouquet The Classic di The Colvin. I suoi toni autunnali mescolati ai verdi e al bordeaux e al color senape sono spettacolari. Il cardo crea volume e il foliage di eucalipto e ruscus durerà davvero a lungo.

Cozy Home

Soffici tappeti, coperte di lana di colori caldi e morbidi cuscini aiutano a rendere accogliente la casa durante la stagione autunnale.

Coperta e complementi d’arredo di ARKET

Beauty routine post vacanze

Nella beauty routine post vacanze non devono  mancare scrub e peeling per rimuovere da viso e corpo le cellule morte e le impurità accumulate durante le vacanze.

L’abbronzatura non si rovinerà e l’epidermide tornerà nuovamente a splendere.

AESOP Pasta esfoliante e purifcante per il viso. Una crema detergente arricchita da quarzo fine e acido lattico per rimuovere le cellule morte e ammorbidire la pelle.

 

AESOP
Scrub Corpo Alle Foglie Di Geranio
Scrub Purificante
Una miscela tonificante di pietra pomice, stelo di bambù e oli botanici purificanti, che rimuove le cellule stanche e lascia la pelle detersa e rigenerata, pronta all’idratazione.

 

Scarpe per stare al passo con i trend

Stile chunky; moderni e grintosi, lisci o stringati, come lo scorso inverno, gli stivali hanno la para alta tipo combat boot o il carrarmato.

Super confortevoli, oltre ad essere le scarpe di tendenza del momento sono i must-have della stagione fredda da indossare per sdrammatizzare un outfit serio o un look formale.

Stivaletti Lug in pelle di Bottega Veneta con suola a carrarmato

Scopri di più qui se sei interessato all’interior décor o qui gli aggiornamenti  sulle tendenze e sui must-have del momento.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Fashion| Living| Lifestyle: le ispirazioni della settimana. proviene da Charme and More.

1 Settembre 2021 / / Charme and More

Fashion, stile e tendenza.

L’estate  sta per volgere al termine e con l’autunno alle porte è arrivato il momento perfetto per rinnovare e rinfrescare il nostro guardaroba in vista della stagione fredda.

Il cambio di stagione segna l’inizio di nuove tendenze, nuovi colori.

 Ecco alcuni dei trend di cui non potremo fare a meno al prossimo cambio di stagione.

La moda autunno-inverno 2021/22  sarà caratterizzata dalla presenza di colori forti, luminosi e vitaminici, la nuance che dominerà sarà il verde.

Il cappotto verde “Parakeet” di Bottega Veneta è realizzato in morbida pelle lucida ed è leggermente imbottito per aggiungere volume.  Chelsea boots in pelle  con suola in gomma in un vibrante verde “Grass”.

Leopard print

Cappotto oversize con cintura, in leopardo stampato in flanella di cotone
R13

Sarà un autunno “animalier“; la stampa leopardata farà capolino su pantaloni, capispalla, borse e scarpe.

Logomania

Loghi e monogrammi la faranno da padrone su abiti e borsette, scarpe e accessori.

Mini borsa a mano Gucci Horsebit 1955

Maglieria 

Abiti in lana e maglioni oversize morbidi, caldi, comodi e avvolgenti accompagneranno i nostri look invernali.

Total White

Abito in lana e cashmere di Soft Goat

Bianco, monocolore dalla testa ai piedi; una scelta chic per la stagione fredda.

Non farti trovare impreparata e inizia già da ora a rinnovare il guardaroba con stile per essere in linea con le tendenze moda 2021.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere gli aggiornamenti.

 

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo Fashion| Stile| Tendenza: autunno inverno 2021. proviene da Charme and More.

25 Agosto 2021 / / Charme and More

L’estate sta per finire, le giornate iniziano ad accorciarsi e le temperature diventano più fresche rendendo più vivibili gli spazi outdoor della casa.

Le tiepide sere di fine estate sono il momento perfetto per rilassarsi dopo il lavoro o per una cena con gli amici ricreando l’atmosfera conviviale e spensierata delle vacanze.

Bastano pochi accorgimenti per ricreare il clima vacanziero e apparecchiare la tavola con un mood estivo che richiami i colori dell’estate.

Una tovaglia di lino o delle tovagliette, un’esplosione di toni accesi su piatti e bicchieri , fiori, erbe aromatiche e candele renderanno la mise en place unica e curata per portare in tavola un menù leggero composto da piatti semplici, ma di effetto.

Fatevi ispirare dalle collezioni di Cabana.

Capsule Collection Lisa Corti per Cabana. Tovaglia in cotone Hima Peacock disegnata in Italia e realizzata in India; casual, ma elegante abbinata ai piatti Casa Lopez Artichoke creerà l’atmosfera perfetta per il tuo intrattenimento estivo.

Una capsule casa e abbigliamento nel disegno Hima Big Flower Peacock Gold. Una stampa di archivio storico reinterpretata con Martina Mondadori, fondatrice di Cabana Magazine.

Acquista tovaglie, tovagliette e tuniche abbinate ‘mamma ed figlia/o per te e i tuoi bambini.


I bicchieri Balloton in vetro veneziano della migliore qualità, porteranno  sicuramente un’ondata di freschezza ed allegria a qualsiasi tavola, sia per un rilassante pasto in famiglia che per una festosa riunione di amici.

La tovaglia in lino a fiori Rinascimento è un’idea perfetta per vestire di allegria la tavola per una cena in giardino o in balcone. 

L’ iconico motivo floreale ispirato agli storici disegni toscani mixato ai tovaglioli a righe incarna un matrimonio tra bellezza tradizionale e chic contemporaneo.

Collezione Artigiana
La collezione primavera-estate 2021 di Casa Cabana è un’ode all’estate e all’artigianato italiano. Un omaggio agli abili artigiani e ai metodi tradizionali dietro ogni prodotto.

Ph via

Sulla tavola per una cena di fine estate in giardino non possono mancare vasi di fiori freschi, coloratissime ciotole di frutta e complementi in vetro di Murano decorato (bicchieri e caraffa per l’acqua Laguna B)

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Cena di fine estate all’aperto. proviene da Charme and More.