25 Marzo 2019 / / +deco

Questo è senza dubbio uno dei più affascinanti ed interessanti progetti che ho visto di recente.

Mi piace tutto di questo appartamento: i colori, i materiali, il livello di personalizzazione, lo spazio.

The Beldi, originariamente una fabbrica di scarpe, è un loft situato a Shoreditch , un vivace quartiere nell’est di Londra.

L’appartamento è stato progettato da una coppia di architetti, marito e moglie, Chan e Eayrs , titolari dello studio omonimo.

Il duo si concentra su un progetto per volta e ristruttura solo case proprie, non hanno clienti esterni e viveno nel cantiere durante tutta la fase. In questo modo riescono a realizzare esattamente quello che hanno in mente, senza compromessi. Dal 2004 hanno ristrutturato 4 proprietà che affettuosamente chiamano homes.

Lavorare come interior designer o architetto a volte non è così eccitante come ci si immagina. La parte creativa va di pari passi con un’enorme dose di contrattazione: con il cliente, i fornitori, gli artigiani, a volte addirittura anche con i vicini. Si contratta per fare quello che si ha in mente, si contratta per rimanere in budget, per avere più budget, si discute quando le cose non vengono ben o si discute perchè le cose non arrivano in tempo.

L’altra settimana sono andata alla presentazione di un progetto dello studio cinese Neri e Hu patrocinato da Elle Decor Italia. L’architetto italiano venuto come portavoce dello studio sottolineava che il loro lavoro è un continuo tira e molla con il committente per convincerlo della necessità di una spesa o l’essenzialità di un’idea.

E Neri e Hu è uno studio di fama internazionale che si può permettere di dire “o così o nulla”.

Per la maggiorparte di noi, fare le proprie case è l’opportunità migliore per realizzare la propria idea senza interferenze, budget permettendo; non è un caso che tre quarti degli spazi che vedete pubblicati sulle riviste sono case proprie.

The Beldi è disponibile come location o come casa vacanze su Airbnb.

Guarda un post precedente di +deco per altre immagini di interni verdi.

+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london

(Fotografie dal sito di Chan and Eayrs Studio)

The post The Beldi, imperdibile appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

3 Marzo 2019 / / +deco

Ormai è diventata una barzelletta, ho cercato di mettere la carta da parati Nuvolette di Fornasetti per anni ma ogni volta che la propongo ai miei clienti scelgono altro. Tutti ne riconoscono la bellezza ma la trovano troppo Sturm und Drang, troppo nostalgica o semplicemente troppo emotivamente tempestosa.

Lo capisco, anche io la userei su un muro o in un ingresso, certo non in tutta casa ma del resto lo stesso vale per tutte le carte da parati che mi piacciono.

A parte questo, Nuvolette è un scelta sicura in realtà, un classico che prescinde dalle mode e probabimente non ti stancherà mai. Ha un disegno ripetitivo anche se forte ed il fatto che è bianca e grigia la rende molto elegante.

Nuvolette è stata disegnata da Fornasetti, viene prodotta da Cole&Son e distribuita da varie parti, online e non. E’ disponibile in qualche altra variante di colore o di intensità di colore (ad esempio, più scura o sull’azzurro) ma la mia preferita rimane quella grigia qui sotto.

Ricordate di usarla in piccole dosi ma in spazi larghi abbastanza per apprezzarla, che sia una parete o muri contigui.

Altre carte da parati che ho proposto in passato ma hanno attratto e spaventato i clienti allo stesso tempo sono le Calico disegnate da Rachel e Nick Cope.

E voi che ne pensate? Tappezzereste un muro con Nuvolette di Fornasetti?

The post Fatemi usare Nuvolette di Fornasetti appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

19 Febbraio 2019 / / +deco

Molte cose son state dette e molte altre parole saranno spese per Karl Lagerfield adesso che è morto, non credo che sia necessario che mi metta anch’io qui ad affermare l’ovvio.

Vorrei semplicemente rendere omaggio ad una persona incredibilmente creativa e ribadire che la creatività è alimentata dalla curiosità.

The post La creatività è alimentata dalla curiosità appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

17 Febbraio 2019 / / +deco

Buonasera miei amati lettori,

Spero che stiate bene. Io non mi lamento, ho molte cose che bollono in pentola. Ho appena cominciato un nuovo progetto, la ristrutturazione di un appartamento di 140 metri quadri, fortunatamente vicino a casa.

Ho così tante idee, spero solo di poterle realizzare!

Il mio sito è quasi pronto e ve lo farò vedere presto insieme al video di presentazione della mia attività di interior design personal shopping.

Come vi dicevo, sono in periodo molto prolifico creativamente, a volte penso che dovrei aprire uno studio, dove portare avanti vari progetti in vari in collaborazione con persone che stimo, anch’esse con teste fumanti come la mia!

Nel mio studio, metterei sicuramente una Bambi Chair e una Marshmallow Chair di Kinder Modern (un negozio online che vende incredibili arredi di design per i bambini) per un pò di leggerezza anche se probabilmente sono troppo larga e lunga per usarle.

Qui di seguito vi presento una selezione di cose carine che puoi trovare su Kinder Modern e che portano varie firme. I tappeti sono perfetti anche per gli adulti.

I prezzi sono lontani da marchi come Ikea ma dovete considerare che stiamo parlando di pezzi di design che vorrai tenere anche quando i tuoi figli cresceranno e se ne andranno di casa.

Per ulteriori idee, guarda le belle stampe di Castle or i furbi arredi di Rafa Kids.

+deco blog, plusdeco blog, plus deco, kids furniture, duck light, kids chair, kids present ideas, wooden kids furniture, kids design furniture, kinder modern, interiors blog, interior design blog
+deco blog, plusdeco blog, plus deco, kids furniture, kids tables, kids rugs, design rugs, marshmallow stool, kids lights, kids chair, kids present ideas, wooden kids furniture, kids design furniture, kinder modern, interiors blog, interior design blog
+deco blog, plusdeco blog, plus deco, kids furniture, kids tables, kids rugs, design rugs, kids lights, kids chair, kids present ideas, wooden kids furniture, kids design furniture, kinder modern, interiors blog, interior design blog
+deco blog, plusdeco blog, plus deco, kids furniture, kids tables, kids lights, kids chair, kids present ideas, wooden kids furniture, kids design furniture, kinder modern, interiors blog, interior design blog

The post I mobili per bambini che gli adulti invidiano appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

5 Febbraio 2019 / / +deco

L’hotel Fife Arms ha mille sorprese.

La prima cosa che ho notato e mi ha colpito è stato la tappezzeria murale di Aramita Campbell (Aramita, che nome meraviglioso!) nei salotti e corridoi.

Come probabilmente avete capito, sono un amante del tartan, sia nella moda che nella decorazione d’interni.

La seconda cosa che mi è saltata agli occhi sono le opere d’arte che arredano questo bellissimo hotel: che siano del Settecento o che siano pezzi d’arte contemporanea, completano ed evidenziano lo spirito di questo magico posto.

Il Fife Arms è senza dubbio uno dei più interessanti hotel nelle Highlands, Scozia. In epoca vittoriana, la proprietà era una stazione di posta; adesso conta 46 camere e suite, un bar, un ristorante ed un parco progettato da Jinny Blom, vincitrice del Chelsea Flower Show nel 2007.

Il progetto è stato firmato da Russel Stage e Moxon Architects ma chiara è la visione di Manuela e Iwan Wirth, collezionisti d’arte svizzeri al loro secondo hotel e proprietari di molte gallerie d’arte.

Manuela and Iwan Wirth, fife arms hotel scotland, fife arms, best hotels in scotlands, plusdeco blog, art hotels scotland, best hotels scoltland, interior design, plusdeco blog, tartan upholstery, tartan wallpaper. cool hotels scoltland
Manuela and Iwan Wirth, fife arms hotel scotland, fife arms, best hotels in scotlands, plusdeco blog, art hotels scotland, best hotels scoltland, interior design, plusdeco blog, tartan upholstery, tartan wallpaper, cool hotels scotland

Fotografie di Sim Cannetty-Clarke

The post Uno dei più entusiasmanti hotel in Scozia appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

2 Febbraio 2019 / / +deco

Il mese di Febbraio verrà colorato dalla collezione estiva di Ikea per il 2019 e ci farà venir voglia del caldo e del bel tempo!

La collezione è stata disegnata da Lotta Kühlhorn e Malin Unnborn e dal gruppo di design Papperian, uno studio aperto nel 2001 come parte di un iniziativa per persone con disabilità e una forte passione per l’arte.

I colori e alcuni dei disegni mi ricordano i primi tessuti iconici di Marimekko ma con un approccio più pop.

La collezione è energizzante ed è perfetta per una casa di vacanza al mare.

The post La collezione estiva di Ikea per il 2019 appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

24 Gennaio 2019 / / +deco

Mi hanno recentemente chiesto di che religione fossi. Istintivamente ho risposto ‘Yoga’.

Era una risposta provocatoria ma sicuramente praticare yoga ha sicuramente guidato la mia mente negli ultimi anni. Mi ha dato calma, sicurezza e insegnato l’accettazione.

Io ho praticato Ashtanga per anni e poi, visto che i miei incastri di orari non mi permettevano di andare più alla Scuola di Ashstanga, ho cominciato a frequentare un altro centro e ad esplorare stili e metodologie d’insegnamento differenti. Nei miei anni di yoga, ho imparato a concentrarmi meglio, a lasciare andare i pensieri negativi, a pensare a me (che suona male ma in realtà significa semplicemente non giudicare te stesso in confronto agli altri) ed il mio corpo è diventato forte e flessibile.

Ho incontrato molte persone dedite che mi hanno ispirato con passione e conoscenza. Se state leggendo questo post -maestri- sappiate che ve ne sono grata.

Questa consapevolezza sta influenzando ogni aspetto della mia vita e mi sta rendendo una persona migliore.

Non è un caso che anche nel mio lavoro, tenda a scegliere materiali naturali e oggetti che hanno una storia.

Per esempio amo la collezione di Julia Pilipchatina Terra.

I suoi piatti meravigliosi sembrano fatti di legno e ceramica ma sono in realtà fatti di argilla pitturata come il legno e laccata come la ceramica; oltre ad essere belli, non sono difficili da gestire come quelli in legno (un materiale che assorbe gli odori e non vuole troppa acqua).

Mi piacciono le forme irregolari di questi piatti e la combinazione fra un colore, l’oro e l’effetto legno.

Belli dentri e fuori come spererei di essere io.

piatti, plates, argilla, ulia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates, piatti blu, piatti legno,
piatti, plates, argilla, ulia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates, piatti blu, piatti legno,
piatti, plates, argilla, ulia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates, piatti blu, piatti legno,
plates, julia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates
plates, julia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates
plates, julia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates
plates, julia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates
plates, julia pilipchatina, tableware, clay dishes, interiors blog, black plates, wooden plates, bechance plates, blu plates

The post I piatti ‘Terra’ e il mio amore per lo yoga. appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

14 Gennaio 2019 / / +deco

I started +deco a few years ago, during a transitional period of my life when many things were changing . I started to write the blog just after I had given birth to my son and after I had left my full time job to start my free lance career. Whilst writing and designing +deco, I have learnt a lot about technology, graphic design, people and myself. Somehow, +deco and myself have grown together and I have gained much more confidence as a woman, a professional and a blogger in the last few years.

I have always been the kind of person who can manage to get by without much effort. I finished university with full marks , I managed to build a nice life in London even if I couldn’t speak English much when I moved there and I had never studied it, I have always done ok at sports because I am tall and lean, I have always been able to do ok without committing too much to anything.

But at some point in my life I discovered that if you want to have control over your life, you need more, you need to know what you want and be persistent in achieving it. What you want can be whatever you like, what you enjoy or simply something that attracts you. Now, I still have a bit of road to do professionally but I have definitely become the person I wanted to be and I hope this reflects on my blog.

The full list of the Best Trending Interior Design Blogs, here.

The post +deco, this year it is the 9th best trending interior design blog! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

8 Gennaio 2019 / / +deco

Buon anno! E’ ora di cominciare a vedere cosa ci appassionerà nel 2019 e cosa c’è di nuovo sotto il sole (si fa per dire, qua piove).

Uno dei trend più interessanti dell’anno a venire arriva ancora dal passato, le frange! Molti di voi si mangeranno le mani per aver dato via il salatto della nonna che sicuramente le frange le aveva!

Sia che uno opti per un colore acceso o che scelga un nuance più conservatrice, questa stagione le frange trasformeranno i divani e le poltrone e daranno alla tua casa un aspetto più affascinante!

Velluto e damasco complementano particolarmente bene il look con le frange ma ho visto anche frange fatte della stessa pelle marrone di divani stile ranch.

Mi piace moltissimo la collezione  Fringes di Munna (alcune esempi a seguire); i divani e le poltrone son  bellissimi da ogni prospettiva e sono disponibili in una serie di colori così  belli e brillanti che è stato difficile decidere quale mostrarvi.

Se poi vuoi rinnovare una vecchia poltrona, puoi copiare l’idea di Gucci e far attaccare con delle borchie una frangia del colore giusto alla base della sedia, un trucchetto facile e veloce. Nota bene il colore giusto non è necessariamente lo stesso della seduta o quello dominante, anzi spesso un contrasto può risultare interessante.

Cosa aspetti allora? Basta mangiare e bere, è ora di pensare alla casa!

“Fringes” di Munna.

Poltrona GG Jaguar di Gucci.

Poltrona Octopus Jaguar di Gucci.

Chair Didi di Abhika.

“Fringes” di Munna.

Poltrona Napoleone III di 145 Antiques.

Couture Light Blue Pouf di Lorenza Bossoli per Artemest.

Crapaud Armchair di La Redoute.

Il divano Baxter T-Arm di Jonathan Adler.

Mocha Brown Velvet Chesterfield Sofa di The Savoy Flea.

The post Uno dei trend più fighi del 2019, frange! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.