30 Novembre 2019 / / GiCiArch

Anche quest’anno si avvicina il momento di portare giù gli scatolini impolverati, tirare fuori luci e festoni sbrillucicanti e preparare tutto ciò che occorre per decorare la nostra casa per Natale.

Ma quali sono le tendenze del 2019 per decorare le nostre case e prepararle al meglio? Come ogni anno vi darò qualche consiglio.

Possiamo dire che per quanto riguarda le decorazioni del Natale possiamo seguire tre linee di stile. La prima, quella che sicuramente mi rappresenta, è la linea dello stile natural, in cui i materiali della natura e i suoi colori sono i protagonisti. La seconda è quella tradizionale, dove rosso verde e oro si alternano in grandi giochi di luce donando calore all’ambiente; la terza è quella del fashion, legata alla moda e ai colori del momento, una linea che rompe gli schemi della tradizione natalizia.

Decorazioni in stile natural

Sapete quanto io sia attenta all’ambiente quindi la prima scelta a mio parere dovrà ricadere su materiali ecologici e riciclati come legno, carta, feltro e vetro che sostituiscono la plastica, tutti materiali adatti per decorare la casa a Natale.

Lo stile natural prevede decori natalizi in legno riciclato, fiocchi in tessuti naturali dai colori caldi come quelli delle terre, il riciclo di carta di vario genere per creare addobbi, festoni e centri-tavola in perfetto stile eco.

Inoltre quest’anno, sarà l’anno dove finalmente potremo dare voce al nostro lato artistico, proprio perché torneranno di moda oggetti creati a mano e persino decorazioni commestibili come cioccolati e biscotti.

Lo stile semplice e sobrio delle decorazioni Natural sono perfettamente in linea con le tendenze del Natale 2019, che vede i colori chiari e i colori pastello come protagonisti. Ma quali colori scegliere?

I colori di tendenza per questo Natale 2019 saranno sicuramente il bianco ed il verde con le sue varie sfumature. Il colore verde, principale colore della natura, ha un potere tranquillizzante e rilassante, e trovo che nelle sue varianti di verde acqua marina e verde muschio siano bellissime.
Non dimentichiamoci del verde pastello facile da abbinare con i colori classici del Natale.

Il bianco invece ci permetterà di decorare i nostri ambienti infondendo nell’ambiente quell’atmosfera tipica che solo la neve sa dare.
Chiaramente vi sconsiglio l’uso di spray e neve artificiale a base plastica perché poco ecologici e dannosi per la salute. Piuttosto vi consiglio l’uso di cotone, panni vecchi e avanzi di carta per creare i vostri addobbi natalizi personalizzati. Qui alcuni esempi:

Decorazioni Tradizionali

Sono le classiche decorazioni da sempre presenti nelle nostre case e nell’immaginario collettivo quando si parla di Natale. Adatte per chi ama lo stile classico. Se scegliete di addobbare la casa a Natale in questo stile vi consiglio di accostare l’intramontabile rosso, concepito in stile norvegese, con il colore bianco e con il colore verde. Anche se scegliete questo stile potete cimentarvi nella creazione di addobbi che possono essere realizzati utilizzando stoffe e tessuti quadrettati, oltre che da cartoncini e carta di giornale.

Tra i grandi classici, l’altro colore che personalmente adoro è l’argento, che con la sua eleganza crea immediatamente un’atmosfera magica.

Decorazioni Fashion

Uno dei colori della trazione, l’argento, è fantastico anche se accostato ai colori di tendenza per il Natale 2019 quali viola perlato, rosa, rosso amaranto e rosa ciliegia.

Lo stile fashion è adatto a chi segue la moda e desidera che l’atmosfera sia unica e particolare anche a natale, utilizzando addobbi e decori con colori differenti, generalmente non appartenenti al classico stile natalizio.

Un bellissimo accostamento dello stile fashion vede come protagonisti l’arancio e il marrone in diverse tonalità che rendono gli ambienti caldi e infondono positività.

Per chi invece vuole allontanarsi dai colori ricondubili a quelli della tradizione del Natale e vuole rinnovarsi, ecco due colori di tendenza: il rosa, che pantone ci propone in una nuance decisa Prism Pink, e il blu Tiffany, il famoso celeste della celebre maison di gioielli di lusso.

Un consiglio che voglio darvi, a prescindere dallo stile che sceglierete per questo Natale 2019, è quello di definire la vostra palette cromatica, in cui ci sarà un colore predominante e in base a quello accostare uno o due colori che verranno ripetuti per tutte le decorazioni, dall’albero alla tavola.

Spero che i miei consigli vi siano di aiuto nella scelta delle decorazioni di Natale e sopratutto su come decorare la casa a Natale.

Ho creato una bacheca su Pinterest, in cui ho raccolto le immagini più interessanti riguardanti gli addobbi natalizi.

Io ho scelto il mio stile per decorare la casa a Natale, voi quale preferite?

Fonti: Pinterest

26 Novembre 2019 / / GiCiArch

Il Venerdì nero si avvicina! Ma di cosa si tratta? Da dove nasce?

ll Black Friday nasce negli Stati Uniti e coincide con il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento, che viene celebrato il quarto giovedì di novembre. In vista del Natale il giorno successivo al Ringraziamento viene considerato l’inizio della stagione dello shopping. Da qualche anno si è diffuso anche in Italia, il Black Friday è la giornata ideale per trovare le migliori offerte online e non.

Molti si preparano per tempo per il Black Friday, con addirittura qualche settimana di anticipo, monitorando i prezzi nell’intento di scovare le migliori occasioni. Per tutti gli appassionati dello shopping online, ma non solo, è l’occasione giusta per dar libero sfogo ai piccoli (e grandi) desideri e, perché no, pensare già a qualche regalo di natale.

Una pratica sempre valida che io vi consiglio, è sicuramente quella di iscriversi alle newsletter dei brand che più vi piacciono, in modo da ricevere in tempo reale le offerte lampo e riuscire a godere degli sconti.

Ma se ancora non avete idea su dove buttare l’occhio, posso proporvi una lista di siti che trovo molto interessanti e dove mi capita spesso di acquistare.

1.Il primo è Maisons du Monde che per propone una ricca scelta di articoli per la casa scontati fino al 50%. Oltre agli articoli continuativi, troverete il 50% pure su una selezione di Natale e la consegna gratuita con una spesa minima di 30 euro.

Raffreddabottiglie

2. Il secondo che vi consiglio è La Redoute dove potrete trovare mobili, arredi, illuminazioni, tessili e un’area dedicata al Natale. Anche La Redoute aderisce al Black Friday con una selezione di prodotti a prezzi scontatissimi.

Portariviste Hiba
Base lampada Brisaca

3. Il terzo sito credo lo conosciate tutti: Ikea, che con i suoi Black Days propone una scelta di articoli, dal 29 novembre all’1 dicembre 2019, potrete acquistare tanti prodotti, tra mobili e accessori, con uno sconto fino al 30% sia online che in negozio.

Lampada HÅRTE
Poltrona VEDBO

4. Il quarto sito di cui voglio parlarvi è Mulai Design, un sito che ha in vendita complementi d’arredo e accessori con stili provenienti da tutto il mondo. È proprio questo infatti il loro mood, ovvero la volontà di scoprire e conoscere nuovi luoghi attraverso gli oggetti che si usano nella quotidianità. Penso che una casa sappia essere tale solo quando ha la capacità di raccontare di noi stessi, coloro che la abitano, e Mulai Design ci aiuta in questo!
Naturalmente anche Mulai Design aderisce al Black Friday e pure in questo caso viene proposta una newsletter per tenere aggiornati gli appassionati del buon design in cerca di affari.

Ho selezionato alcuni articoli interessanti, spero facciano parte della selezione de Black Friday:

LOMBOK-lampada sospensione Rattan intrecciato
Set di quattro ciotole in ceramica colorate – azzurre e giallo senape

5. Infine c’è la mia cara Carta da Parati Artistica, che propone uno sconto del 20% su una selezione di carte da parati di design. Potrete ususfruire dello sonto acquistando dal 29 Novembre al 1 Dicembre

Ecco alcune delle carte da parati proposte per il Black Friday ad un prezzo scontato:

Spero che questo articolo sia utile per i vostri acquisti pre-natalizi e non solo!

Quali sono i negozi che preferite? Dove acquisterete per il Black Friday?

26 Novembre 2019 / / GiCiArch

Il Venerdì nero si avvicina! Ma di cosa si tratta? Da dove nasce?

ll Black Friday nasce negli Stati Uniti e coincide con il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento, che viene celebrato il quarto giovedì di novembre. In vista del Natale il giorno successivo al Ringraziamento viene considerato l’inizio della stagione dello shopping. Da qualche anno si è diffuso anche in Italia, il Black Friday è la giornata ideale per trovare le migliori offerte online e non.

Molti si preparano per tempo per il Black Friday, con addirittura qualche settimana di anticipo, monitorando i prezzi nell’intento di scovare le migliori occasioni. Per tutti gli appassionati dello shopping online, ma non solo, è l’occasione giusta per dar libero sfogo ai piccoli (e grandi) desideri e, perché no, pensare già a qualche regalo di natale.

Una pratica sempre valida che io vi consiglio, è sicuramente quella di iscriversi alle newsletter dei brand che più vi piacciono, in modo da ricevere in tempo reale le offerte lampo e riuscire a godere degli sconti.

Ma se ancora non avete idea su dove buttare l’occhio, posso proporvi una lista di siti che trovo molto interessanti e dove mi capita spesso di acquistare.

1.Il primo è Maisons du Monde che per propone una ricca scelta di articoli per la casa scontati fino al 50%. Oltre agli articoli continuativi, troverete il 50% pure su una selezione di Natale e la consegna gratuita con una spesa minima di 30 euro.

Raffreddabottiglie

2. Il secondo che vi consiglio è La Redoute dove potrete trovare mobili, arredi, illuminazioni, tessili e un’area dedicata al Natale. Anche La Redoute aderisce al Black Friday con una selezione di prodotti a prezzi scontatissimi.

Portariviste Hiba
Base lampada Brisaca

3. Il terzo sito credo lo conosciate tutti: Ikea, che con i suoi Black Days propone una scelta di articoli, dal 29 novembre all’1 dicembre 2019, potrete acquistare tanti prodotti, tra mobili e accessori, con uno sconto fino al 30% sia online che in negozio.

Lampada HÅRTE
Poltrona VEDBO

4. Il quarto sito di cui voglio parlarvi è Mulai Design, un sito che ha in vendita complementi d’arredo e accessori con stili provenienti da tutto il mondo. È proprio questo infatti il loro mood, ovvero la volontà di scoprire e conoscere nuovi luoghi attraverso gli oggetti che si usano nella quotidianità. Penso che una casa sappia essere tale solo quando ha la capacità di raccontare di noi stessi, coloro che la abitano, e Mulai Design ci aiuta in questo!
Naturalmente anche Mulai Design aderisce al Black Friday e pure in questo caso viene proposta una newsletter per tenere aggiornati gli appassionati del buon design in cerca di affari.

Ho selezionato alcuni articoli interessanti, spero facciano parte della selezione de Black Friday:

LOMBOK-lampada sospensione Rattan intrecciato
Set di quattro ciotole in ceramica colorate – azzurre e giallo senape

5. Infine c’è la mia cara Carta da Parati Artistica, che propone uno sconto del 20% su una selezione di carte da parati di design. Potrete ususfruire dello sonto acquistando dal 29 Novembre al 1 Dicembre

Ecco alcune delle carte da parati proposte per il Black Friday ad un prezzo scontato:

Spero che questo articolo sia utile per i vostri acquisti pre-natalizi e non solo!

Quali sono i negozi che preferite? Dove acquisterete per il Black Friday?

21 Novembre 2019 / / Colori

Il momento più atteso per tutti gli amanti del fashion e dell’interior è quasi arrivato. Ogni anno Pantone ci rivela quale sarà il colore scelto per l’anno sucessivo, colore che determinerà le scelte in campo di arredamento e design.

Il 2019 è stato un anno molto importante per quanto riguarda la sensibilizzazione collettiva in ambito ambientale. Seguendo questa linea credo che il colore del 2020 debba esprimere tutto questo: la crisi ambientale, il collasso dei ghiacciai e l’innalzamento della temperatura globale che provocano catastrofi naturali come siccità, alluvioni e niente di meno che la morte delle nostre barriere coralline, sensibili alle variazioni di temperatura dei mari.

Lo scorso anno infatti, abbiamo visto come i colori caldi e avvolgenti dei coralli siano stati al centro della scena per tutto il 2019, come ad esempio la nuance Living Coral che io amo tantissimo.

Ma forse quest’anno dobbiamo fare di più e, coscienti di quanto Pantone riesca ad influenzare tutti noi, la scelta non potrà che essere quella di una palette che richiami la natura in tutte le sue espressioni paesaggistiche: il mare, la terra ed il cielo.

Ma quindi, quali saranno le tonalità di moda per il 2020?

MARE, CIELO e TERRA. Le tonalità proposte da Pantone per il 2020 ci riportano a riappropriarci di noi stessi, della nostra vita e dei nostri spazi; noi che nella frenesia quotidiana tendiamo a sradicarci sempre di più dalle piccole cose vere.

Qual è il vostro preferito?

Poco tempo fa il Global Aestethic Center di Akzonobel ha decretato il nuovo colore per il 2020, si tratta del Tranquil Down. Perchè vi dico questo anche se stiamo parlando di colore Pantone? Perchè, proprio analizzando la palette Pantone legata ai colori della natura e scegliendo una serie di colori che possono adattarsi a da quella palette troviamo proprio questo, il Tranquil Down.

Non so anche Pantone cofermerà questo colore, penso che punterà a colori più luminosi, però io devo dire che lo adoro!

Il Tranquil Dawn è un meraviglioso mix tra toni di verde, blu e punte di grigio. Una nuance che trasmette tranquillità e armonia.

Lo consiglio perché questa tonalità si sposa bene con i toni caldi dell’autunno, ma è anche capace di rendere gli ambienti luminosi e positivi. Ad esempio vi propongo questa palette che contiene alcune nuance che si possono controbilanciare con il Tranquil Dawn.

Le tendenze per l’arredamento delle nostre case per il 2020 ci arrivano da una suggestione che Pantone ci proporne. Il Print Charming, proveniente dalla bellezza dei tatuaggi come forma d’arte, dove innovazione e nostalgia si uniscono.

Già in passato mi è capitato di utilizzare stampe floreali e trame di vario genere per caratterizzare gli spazi, attraverso tappeti, tappezzerie, e tendaggi. Parallelamente, grazie alla mia produzione Carta da Parati Artistica, mi capita spesso di rivestire intere pareti con le mie stampe, che permettono ai miei clienti di personalizzare qualunque tipo di ambiente.

Quello che quindi vedremo nel 2020 sarà la possibilità di arredare e arricchire i nostri spazi cercando di creare ambienti che infondano tranquillità, che ci permettano di radicarci nuovamente in quella rifugio che noi chiamiamo casa, e che possiamo caratterizzare con trame e texture dal sapore innovativo e nostalgico.

I miei clienti hanno già scelto le tonalità per la loro casa. Voi quale scegliete? E cosa ne pensate dell’idea di Pantone per il Print Charming?

Fonti:

Pinterest

Pantone

16 Novembre 2019 / / Architettura

Mi capita spesso di affrontare il discorso dei rivestimenti con i miei clienti, che si perdono nelle infinite scelte proposte dal mondo dell’edilizia. Proprio negli ultimi anni, infatti, si è diffuso sempre più l’utilizzo di resine e micro-cementi, utilizzati sia per i rivestimenti interni che per quelli esterni.

Quali differenze ci sono col pavimento o i rivestimenti tradizionali?
E poi, quali sono le differenze tra la resina e il micro-cemento?

In una ristrutturazione il discorso legato allo smaltimento e alle demolizioni è importante, sia dal punto di vista delle lavorazioni, che diventano più lunghe, sia dal punto di vista economico. Questi materiali permettono di agire sulla superficie, senza demolire l’esistente. Chiaramente non sempre è possibile tenere ciò che è presente ma può essere una soluzione per tutte le lavorazioni in cui si agisce su un ambiente per modificarne semplicemente l’estetica.

Gli aspetti da analizzare sono molteplici ma andiamo per ordine.

Resina- Gobbetto

I pavimenti tradizionali sono a base ceramica, sono resistenti agli urti ed abrasioni e possono essere impiegati sia all’esterno che all’interno. Vengono proposte in diverse varianti: dalle texture più classiche a quelle effetto legno, marmo, pietra o cemento, presentandosi così come una soluzione veramente versatile.

I rivestimenti in resina e quelli in micro-cemento si presentano invece come dei fluidi che permettono di ottenere superfici prive di fughe. Ciò è un grande vantaggio sopratutto per quanto riguarda la pulizia e il deposito dei batteri e muffe che si sa, si annidano spesso tra le fughe delle piastrelle. Le resine sono a base polimera mentre i micro-cementi a base cementizia. Sono entrambi resistenti gli urti e all’usura, con una resistenza sotto stress maggiore per il micro-cemento.

Cemento flex- Kerakoll

I pavimenti e i rivestimenti tradizionali hanno bisogno di alcuni accorgimenti: l’integrità della superficie esistente che deve essere priva di imperfezioni e la durata della messa in opera che necessità l’utilizzo di collanti.

I pavimenti in resina o micro-cemento invece hanno uno spessore di pochi millimetri e hanno una esecuzione rapida e immediatamente agibile, poiché permettono la loro messa in opera in qualunque superficie, anche in presenza di un pavimento esistente qualora si parli di una
ristrutturazione.

Quali sono le differenze tra le resina e i micro-cemento?

Per gli occhi meno esperti possono sembrare pressoché uguali, ma non lo sono. Una delle differenze che si ouò notare ad occhio nudo è legato alla superficie finale. Infatti la resina, avendo una base polimera, avrà un effetto lucido o semilucido tendente al plastico. Il rivestimento in micro-cemento, invece, dona ai pavimenti un effetto più naturale e materico. Entrambi possono essere personalizzati sia sui colori che sugli effetti.

Oltre alla resa finale, alcune resine, non tutte, col tempo tendono ad ingiallire, soprattutto se esposte alla luce del sole e hanno una durata di 20 anni. Data da finitura superificiale sono perfette in ambienti in cui è necessario amplificare e illuminare maggiormente lo spazio. I micro-cementi non subiscono variazioni cromatiche nel tempo ma tendono a rendere le superfici monolitiche.

In fine vi voglio consigliare due aziende leader nella produzione di questi materiali.

La prima è Gobbetto, leader nei pavimenti in resina, azienda attiva nello sviluppo di tecniche, sistemi per realizzare superfici e sfondi ad alto contenuto tecnologico e dal grande valore plastico e decorativo.

Resina – Gobbetto
Resina- Gobbetto

La seconda è la Kerakoll, produttore di materiali cementizi tra i quali i micro-cementi. È infatti loro la tecnologia sviluppata dalla quale si ottiene una superficie a tre strati con soli 3,5 millimetri.

Cemento crudo – Kerakoll
Cemento – Kerakoll

Il mio consiglio è quello di scegliere, affiancati da un professionista, il rivestimento adatto valutando tutti gli aspetti, da quello estetico a quello puramente funzionale in modo da capire quale tra queste soluzioni risponda maggiormente alle vostre esigenze.

12 Novembre 2019 / / Decor

State cercando dei complementi d’arredo per la vostra casa? Oppure state pensando ad un bel regalo da fare?
Questo sito è tutto ciò di cui avete bisogno!

Oggi vi parlerò di Hiro, un sito che permette di acquistare comodamente da casa oggetti di design e complementi d’arredo, progettati e realizzati made in Italy. Nasce nel 2018 e si sviluppa come ramo dell’azienda Penta System, che da quarant’anni realizza arredi in metallo.

Ho apprezzato subito Hiro, per la sua politica innovativa, fondata sulla promozione di giovani talenti che, grazie ad esso, hanno l’opportunità di progettare e realizzare le loro opere, messe poi in vendita sul sito.
Hiro infatti oltre alla promozione e alla vendita, si occupa della produzione, stoccaggio e imballaggio; aspetti che il piccolo produttore difficilmente riesce a gestire.

Manuele Perlati (fondatore e CEO); Damiano Menegolo (Co-fondatore e marketing manager) e Moreno Fabris (design-care manager), sono i tre professionisti che gestiscono Hiro e che hanno trasformato la loro passione in occasione di crescita per altri giovani designer.

Cliccando su “compra” si accede ad un elenco di categorie dentro le quali si trovano gli oggetti in vendita: dalle lampade ai tavoli; dalle mensole ai porta candele. Tutto ciò che vi serve per arredare una casa con stile!

Se su Hiro trovi l’oggetto dei tuoi sogni ma ha un colore che stona con la tua zona living? Oppure preferiresti un altro colore per il porta candele? Nessun problema! Qui puoi richiedere e personalizzare gli oggetti proprio come vuoi tu.

Ottimo rapporto qualità prezzo per questi oggetti di design, che racchiudono ricerca del progetto e qualità dei materiali in un unico shop online.

Ecco una piccola selezione di articoli che adoro e che potete trovare all’interno dello shop di Hiro:

  1. MOON

Il primo oggetto di cui vi voglio parlare è Moon, un elegante porta-incensi dalla linea nordica, disegnato dalla designer e blogger creatrice di “la tazzina blu“, Camilla Corradi, disponibile in grigio opaco.
È formato da un piattino metallico che raccoglie la cenere e una sfera in legno che ha la funzione di supporto per l’incenso.

  1. PAPER BOAT

Il secondo oggetto che ha mi ha colpita è Papwer Boat, una barchetta in metallo che ricorda il famoso origami di carta, ideata dal gruppo BASE/34. La sua forza sta nella versatilità della funzione che può assumere: svuotatasche/ portapenne/ soprammobile. A te la scelta!

  1. ORBITALE

Il terzo oggetto che trovo davvero interessante si chiama Orbitale, uno specchio da muro rotondo sorretto da una struttura leggera in ferro verniciata. L’ideatore, Yiannis Ghikas, ha voluto mettere in contrasto la forma classica del cerchio con l stile più industriale del metallo.
Lo troviamo in sei varianti di colore: Rosso, Bianco, Blu, Verde, Giallo e Nero.

Per concludere voglio sottolinearvi l’importanza di iscriversi alla Hiro Community, che conta già più di 1400 persone tra professionisti e amanti del design. Potrai far parte così del gruppo che valuterà caratteristiche, nomi, colori e materiali degli oggetti proposti e che poi verranno scelti da Hiro per la produzione e la vendita.

27 Settembre 2019 / / Decor

Utilizzare gli specchi, posizionandoli nel giusto modo, può aiutare ad ingannare l’occhio e a dilatare lo spazio all’interno di un piccolo appartamento. Le dimensioni degli appartamenti moderni sono sempre più ridotte, utilizzare al meglio gli specchi ci permette di far diventare “grandi” dei piccoli ambienti, gli specchi sono dei complementi utili che arredano e che creano inaspettati effetti ottici.

Se utilzzati in modo sapiente raddoppiano i metri quadrati. Ovviamente si tratta di un effetto ottico, una finzione. Si tratta di una soluzione low-cost, infatti si amplia lo spazio senza ricorrere a lavori di ristrutturazione.

Foto: Pinterest

Gli specchi sono dei complementi importanti all’interno di una casa, in vendita troviamo tantissime soluzioni sia per tipologia che per forma, rettangolari, quadrati, tondi, ovali, con led incorporati, retro-illuminati, a libera installazione o da incasso a parete, insomma ce n’è per tutti i gusti, dai modelli classici a quelli con texture 3d, originali.

Come posizionare gli specchi per ottenere i giusti effetti ottici e prospettici?

Foto: Pinterest

E’ indispensabile posare lo specchio a filo pavimento, questo permette di non intravedere la fine di esso ma il riflesso genererà uno spazio continuo e uniforme, senza punti di discontinuità.
In questo modo un piccolo ingresso o un corridoio sembreranno molto più ampi. Se abbiamo ambienti molto stretti, consiglio di posare due specchi, uno di fronte all’altro, in questo modo i riflessi generati da entrambi faranno perdere la percezione del reale spazio e convinceranno gli occhi che si tratti di uno molto più largo.
Lo specchio può essere posato anche come rivestimento parete tra la base ed i pensili in cucina, in questo modo la zona cottura sarà luminosa e più ampia.

Foto: Pinterest

Consiglio di utilizzare lo specchio sulle pareti di un bagno piccolo, si può scegliere sia come rivestimento da pavimento, oppure partendo da una base di 1 m , seguento la linea del lavabo. Anche in questo caso, rivestire almeno una delle pareti, aiuta a modificare la spazialità dell’ambiente.

Foto: Pinterest

Se avete un piccolo appartamento vi consiglio questo escamotage poichè modifica la percezione visiva, distorcendola, ed è così che abbiamo la sensazione che lo spazio raddoppi. Si tratta di una scelta elegante e minimalista, che aiuta a caraterizzare gli ambienti.

Foto: Pinterest

Su pinterest trovate una cartella con una selezione di pareti specchiate davvero interessanti.

In commercio e sul web trovate tante proposte, adattabili ad ogni misura e appartamento, lo specchio, sopratutto se posato su tutta la parete, è decorativo ed allo stesso tempo dilata lo spazio creando nuove prospettive all’interno della casa.

26 Aprile 2019 / / Design

Chi di voi non ha mai sognato di poter avere la cabina armadio di Carrie Bradshaw? In questo articolo troverete tante idee per poter realizzare la cabina armadio che avete sempre desiderato.

Nell’articolo troverete diverse indicazioni che vi aiuteranno a sfruttare al meglio lo spazio della vostra casa e poter realizzare la cabina armadio dei vostri sogni!

Uno degli aspetti più importanti da considerare riguarda lo spazio a disposizione. Non è necessario avere stanze enormi, basta saper distribuire gli arredi nel modo giusto e riuscire a sfruttare al meglio ciò che abbiamo a disposizione. Non serve una camera dedicata, può esser necessaria anche solo una porzione della camera da letto per poter realizzare la perfetta cabina armadio. Quindi è esseziale studiare lo spazio disponibile, spesso bastano pochi metri quadrati per organizzare la giusta cabina armadio.

Se avete una camera da letto di forma rettangolare potete struttare la lunghezza della stanza e disporre la cabina armadio sul lato corto, posizionandola dietro al letto. Può esser schermata da una parete con porte di accesso scorrevoli a scomparsa, con una parete vetrata, oppure può esser lasciata a vista. La larghezza dovrà avere almeno un metro e mezzo, si tratta dello spazio minimo per poter attrezzare la cabina armadio e poter accedere senza problemi di spazio.

Se la stanza è di forma rettangolare ma la misura più ampia è la larghezza, di almeno 4 m, si può posizionare la cabina armadio accanto al letto. In questo modo si può attrezzare la cabina su tre lati. Anche in questo caso si può schermare con parete tradizionale o con pareti vetrate. Può esser lasciata a vista o chiusa completamente, dipende dallo stile di arredo e dalla luminosità della stanza.

Se la camera da letto è di forma quadrata , di almeno 4m per 4 m la cabina armadio può esser posizionata su uno degli angoli, creando una cabina di forma triangolare con i due lati di almeno 2,5 m per 2,5 m. La porta di accesso può esser scorrevole a scomparsa oppure a libro. Consiglio di chiudere la cabina armadio con una parete tradizionale, in modo che venga per delimitato lo spazio all’interno e possa esser attrezzata nel migliore dei modi.

Naturalmente se non è possibile inserirla all’interno della camera da letto, la cabina armadio può esser realizzata in altre zone della casa. Se si possiede una stanza in più si potrebbe dedicare proprio alla creazione della perfetta cabina armadio. Non serve una stanza enorme, bastano anche 4 mq. Ciò che conta è il modo in cui viene arredata, come viene sfruttato lo spazio a disposizione. Questa è la soluzione che ci avvicina proprio alla famosa cabina armadio di Carrie Bradshaw.

Per poter attrezzare la perfetta cabina armadio bisogna fare i conti con lo spazio a disposizione. Uno dei fattori più importanti è l’illuminazione, consiglio di inserire dei faretti a soffitto. Sarà molto utile una specchiera, nel caso in cui non ci fossero pareti libere potrà esser posizionata sulla porta. Per quanto riguarda l’organizzazione dello spazio andranno inserite delle cassettiere in basso, massimo 4 cassetti, sempre in basso andranno i moduli per le scarpe ed eventuali ripiani. Ogni cabina dovrà contenere anche almeno 2 bastoni appendiabiti posti ad altezza di circa 90 cm da terra. La parte in alto andrà sfruttata posizionando ripiani per borse o abiti fuori stagione.

Ho preparato per voi una piccola raccolta di immagini per attrezzare la perfetta cabina armadio. Per vederla cliccate qui.

Foto: Pinterest.it

9 Aprile 2019 / / GiCiArch

Ci siamo! Da oggi 9 Aprile fino a Domenica 14 potremo visitare il Salone del Mobile di Milano presso il polo fieristico Rho. L’evento è articolato in più saloni sviluppati attorno a temi ben precisi che prevedono la partecipazione di moltissime aziende.

Per avere infomazioni dettagliate sul salone del Mobile 2019 vi invito a visitare il sito ufficiale. La Milano Design Week prevede tantissimi eventi organizzati per il Fuorisalone e distribuiti in varie aree della città.

Ci sarò anche io e, come ogni anno, andrò alla ricerca di nuovi spunti e idee, raccoglierò informazioni sulle nuove tendenze riguardanti il mondo della casa e dell’arredamento. Infatti la Milano Design Week è una grande occasione per osservare tutti i cambiamenti e le innovazioni che riguardano il mondo dell’interior design, settore in continua evoluzione che cerca di rinnovarsi continuamente seguendo le innovazioni tecnologiche e modificando il modo di vivere la casa sfruttando in maniera sempre più razionale gli spazi.

Ecco come si sviluppa il Salone del Mobile 2019:

Salone Internazionale del Mobile
La più grande ed importante esposizione che raccoglie le novità del settore arredo-casa. Il punto di riferimento per gli addetti del settore di tutto il mondo, lo scorso anno sono stati registrati 300.000 visitatori.

Salone Internazionale del Complemento d’Arredo
Trova spazio all’interno del Salone Internazione del Mobile, nella Fiera Milano a Rho, si tratta di una particolare esposizione, nata nel 1989. Sono previsti 250 espositori suddivisi in circa 10 mila metri quadri dedicati a varie tipologie di prodotti tra i quali oggettistica, decoro e tessili.

EuroLuce
Si tratta della più importante esposizione dedicata al settoe Luce, è possibile trovare tantissime idee e novità riguardo agli apparecchi luminosi in ambito residenziale, negozi, uffici, hotel oltre che software per lo studio della luce.

SaloneUfficio
Si tratta di un evento collaterale del Salone del Mobile, dedicato al tema dell’ambiente di lavoro, in particolare proporrà un nuovo modo di progettare lo spazio.

SaloneSatellite
E’ una grande lente di ingrandimento che mette in risalto i giovani designer, dà loro la possibilità di espimere le loro capacità ed il talento, esponendo il loro lavoro e dandogli la possibilità di creare nuove sinergie lavorative e nuovi contatti con imprenditori e talent scout presenti a Milano in occasione dei Saloni.

Mappa del Salone del Mobile 2019

Come sono suddivisi:

  • Salone Internazionale del Mobile e Salone del Complemento d’Arredo
    1-2-3-4-5-6-7-8-10-12-14-16-18-20
  • EuroLuce
    9-11-13-15
  • Workplace3.0/SaloneUfficio
    22-24
  • SaloneSatellite
    Adiacenze ai padiglioni 22-24

Oltre al Salone sono veramente tanti gli eventi distribuiti in varie aree della città, da Via Tortona al nuovo distretto di ventura centrale. Sono oltre 1270 gli eventi presenti nel calendario del Fuorisalone, ho selezionato per voi i più interessanti!

Lego e architettura

L’appuntamento per chi come me ama i fantastici mattoncini Lego è per il 12 Aprile, davanti alla vetrina del Lego Certified Store di Piazza San Babila. Sarà presente l’artista italiano Riccardo Zangelmi, Lego Certified Professional, che realizzerà un modello in scala 1:20 della Unicredit Tower di Piazza Gae Aulenti! Dalle 17:00 alle 22:00 Venerdì 12

Design, software e sostenibilità

Si chiama Design in the Age of Experience ed è l’idea di Dassault Systèmes per il Fuorisalone. L’intallazione mostra come le scoperte e le innovazioni tecnologiche possano migliorare la nostra vita nelle attività quotidiane nel modo di utilizzare l’energia. E’ visitabile presso il SuperStudio Più di via Tortona 27. Il progetto nasce dalla collaborazione con lo studio di architettura Morphosis e gli architetti Kerenza Harris ed Eric Meyer. Viene immaginato un mondo più forte, econosotenibile e capace di rigenerarsi autonomamente, si vuol dimostrare che il design thinking può effettivamente modificare e migliorare, rivoluzionandolo, l’ambiene urbano odierno.

Il Coffee Club di Lavazza e Gufram

Dal 9 al 14 Aprile consiglio di visitare lo spazio allestito negli ex-magazzini di Ventura Centrale. Si tratta di un club metropolitano caratterizzato da arte e votato al caffè in occasione della presentazione la nuova macchina in edizione limitata Deséa Golden Touch by Gufram. Lo spazio è stato pensato proprio riprendendo le forme sinuose della nuova icona Lavazza. Nato dalla collaborazione con il celebre marchio di design, il nuovo coffe club temporaneo, è uno spazio suggestivo ed elegante. La sera sarà possibile gustare un buon caffè con accompagnamento musicale curato da Apollo Milano.

Ca’Ventiquattro, gli arredi ospitali

Tra le tappe che ho evidenziato per il Fuorisalone c’è Ca’ Ventiquattro, un progetto innovativo, fresco e giovane. Si tratta di un appartamento di circa 70mq, in via De Castillia, prorio al numero 24, composto da una zona centrale studiata per il dialogo e la convivialità, due camere da letto e due bagni. Nato dalla collaborazione tra la committenza, l’architetto Roberta Borrelli di MAKEYOURHOME STUDIO e le aziende che hanno contribuito con i loro arredi, il progetto è una sintesi tra una vera abitazione milanese anni ’30 ed un Boutique Hotel, nel cuore della città. All’interno è presente anche Hiro, un’azienda italiana che offre ai giovani designer la possibilità di produrre e vendere le loro creazioni che proprio grazie a Ca’ Ventiquattro potranno esporre durante la Milano design week 2019

https://www.salonemilano.it/

3 Aprile 2019 / / GiCiArch

E’ da diverso tempo che pensavo di scrivere un articolo dedicato all’home office e ultimamente ho ricevuto alcune richieste di progettazione per questo ambiente quindi credo sia proprio arrivato il momento di parlarne! Sono tanti i freelance che svolgono il proprio lavoro da casa, blogger, web editor, architetti, interior. Questo articolo è dedicato a voi, indicherò alcune idee di arredo e i punti essenziali per arredare l’home office nel modo corretto.

La stanza dedicata allo studio è generalmente disposta vicino alla zona living, anche se non tutti gli appartamenti dispongono di un ambiente dedicato. Lavorare nel modo migliore e trovare la giusta concentrazione non è semplice, per questo motivo è importante arredare e decorare questa zona della casa nella maniera corretta. Sappiamo bene che arredare non è sempre una cosa semplice, sopratutto quando abbiamo a che fare con spazi ridotti e in questo caso specifico bisogna fare attenzione a diversi aspetti, uno per esempio è la luce, sia naturale che artificiale. Il colore delle pareti è altrettanto importante, non tutti i colori sono adatti ad un ambiente lavorativo.

Ikea.com

Per arredare il perfetto home office basta seguire dei semplici passi:

  1. scegliere lo stile di arredo
  2. lista degli arredi indispensabili
  3. scegliere la palette colori da seguire
  4. lista di decorazioni

Lo stile è importante, sia che si tratti di una stanza separata dal resto della casa ma sopratutto se si tratta di una zona dedicata allo studio all’interno di altre aree funzionali (come ad esempio il salotto) è fondamentale che ci sia un legame con lo stile di arredo della casa . Questo aiuterà nella scelta dei vari arredi che saranno indispensabili per la definizione dell’home office.

Pinterest.com

Ho già definito quanto la luce sia indispensabile per la defnizione del perfetto home office, infatti la zona dovrà avere un’adeguata illuminazione naturale, dei tendaggi adeguati per evitare che la luce del sole possa risultare fastidiosa durante il giorno ed avere le luci corrette per la sera, sia in quanto a posizionamento sia per quanto riguarda la tipologia ed il colore.

Maisondumonde.com

In base alla tipologia di attività il tipo di pc, sappiamo qual è lo spazio che ci occorre e che tipo di scrivania acquistare. Serve una cassettiera? Bastano alcune mensole? Per aquistare arredi e complementi consiglio di visitare alcuni siti web che io amo particolarmente, per esempio ikea, maison du monde, Westwing sono tra i miei preferiti.

Scrivania Maison du Monde
Schedario Ikea.com
Cassettiera Ikea.com

Scegliere una palette di colori vi aiuterà a non sbagliare e a scegliere nel modo corretto gli arredi e le decorazioni. Se l’arredo è bianco sarà utile utilizzare i colori per rendere più caldo e personale l’ambiente. Sono perfette le palette con azzurri, verdi, rosa, grigi. Meno adatte le colorazioni forti come rosso e arancio.

Per rendere l’home office accogliente, dopo aver arredato con gli elementi base sarà utile scegliere le giuste decorazioni. Quindi sono perfette le cornici, lampade, pouf, carta da parati, cuscini, specchi, oroogi, e tutti i vari dettagli che saranno utili per lo svolgimento del proprio lavoro e per attrezzare al meglio lo spazio sulla scrivania.

Organizer- Weswing.it
Orologio parete Lovethesign.com
Bacheca Westwing.it

Ho creato per voi una bacheca su Pinterest dove ho raccolto una serie di immagini di home office da cui predere spunto. Uso spesso Pinterest, trovo tantissime idee e spunti per acquisti online davvero interessanti.