18 Aprile 2020 / / Paz Garden

Scrivo al volo perchè non ho Tempo. Il mio posto non può essere in Studio a causa di questa quarantena forzata. Devo tornare a casa, dai miei bambini.
Ho perso il conto di che giorno sia oggi. Non mi importa più o forse semplicemente non mi serve saperlo?
Certo ricordarmelo mi farebbe solo più male e non mi cambierebbe i pensieri, la loro densità.
Avrò più parole certamente per un Tempo migliore.
Ma oggi era necessario tornare qui anche solo per un attimo. Perchè questo Blog/Giardino è stato piantato come reazione a un Tempo dove sembrava che tutto fosse fermo e senza possibilità. E invece.

L'ispirazione è nel "sentire" qualcosa di forte in una frazione di Tempo impercettibile.

E le foto di Samuel Zeller dovevate vederle anche voi.
Anche se tutto accade dietro porte e finestre. Anche se sono foto di foglie e fiori che si intravedono appena. Come la Primavera che ci sta abbracciando lo stesso.

ALL THE PHOTOS ARE PROPERTY OF SAMUEL ZELLER


22 Gennaio 2020 / / Interiors

Il 2019 è volato via senza che riuscissi a trovare il tempo per fare nuove amicizie online e prendere contatti diretti con le mie fonti di ispirazione preferite.
A me infatti non piace solo salvare su Pinterest immagini belle, ormai lo sapete. Mi piace studiarle e soprattutto cercare di capire perchè e cosa, di ogni foto da me scelta, è riuscito a farmi battere il cuore o a suscitarmi dentro un qualsiasi tipo di emozione.
Potrebbe sembrare un esercizio di introspezione e, lo ammetto, per me lo è a tutti gli effetti.

Per questo quando ho scoperto il lavoro di questa bravissima stylist svedese dallo Stile decisamente diverso dal mio, mi sono detta che potevo almeno provare a chiederle, se per caso le andava di essere ospite qui, su questo blog.
I suoi Styling mi hanno colpito per le atmosfere decisamente diverse dalle solite che catturano la mia attenzione. Non sono banali ma veri esercizi artistici di composizione e creatività davvero diversa dal solito. Mi ha colpito moltissimo la percezione di trovarmi quasi di fronte ad un dipinto meraviglioso.
Lei si chiama Sophia Bratt ed è stata subito entusiasta della mia proposta e io immensamente felice, come sempre, per la sua gentile disponibilità a condividere con noi alcuni dei suoi ultimi lavori.
Su Instagram la trovate come @sophiabratt e vi consiglio ovviamenete di inserirla tra i vostri profili preferiti.
Ma adesso che ne dite di conoscerla meglio?


Come sei diventata Interior Stylist?
Mi sono sempre vista come un artista in molti modi. Quindi, dopo aver sperimentato tra differenti campi creativi, ho scoperto che l'interior design era il posto perfetto per me.

Come descriveresti il tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Morbido, elegante con un tocco giocoso. Lunatico e artistico.

Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?

Tutto inizia sempre con una bacheca. Adoro Pinterest. Dopo di quello si passa alla composizione di un moodboard.

Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?

Per prima cosa, scegli una tavolozza di colori che ti piace. Conservalo semplice e monocromatico e poi attieniti ad esso.
Investi in mobili di alta qualità con cui puoi vivere per molti anni, lo stesso discorso vale per l'illuminazione. 
Gioca con i tessuti e l'arte.

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?

La nostra sala da pranzo è un luogo molto social dove ci riuniamo insieme con la famiglia e gli amici. Non è solo un posto dove mangiare, è anche un ottimo posto dove io e i miei bambini possiamo essere creativi. Realizziamo dipinti, giochiamo o semplicemente ci rilassiamo e ascoltiamo la musica.

Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?

Difficile fare un breve elenco. Ho così tante fonti di ispirazione che amo.
https://eye-swoon.com/
https://studio.olivergustav.com/
https://johannabradford.elledecoration.se/
http://www.dimorestudio.eu/

ENGLISH VERSION




How you came to be an stylist? I’ve always seen myself as an artist in many ways. So after trying out different creative ways I found interior design was the perfect spot for me.

How would you describe your style and what is really trend in your life? Softness, elegance with a playful twist. Moody and artistic.

What is the first thing you do when you start a new design project? Always start with a pinboard. I love Pinterest. After that a mood board.

What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple? First start with to choose a colour palette that you like. Keep  it simple and monochrome and then stick to it.
Invest in furniture that has high quality that you can live with for many years, the same regards lighting. Play with textile and art.

What is your favourite room at your house? Our dining room. It’s a social room where we gather together with family and friends. It’s not only a place to eat, it’s also a great place for me and the kids to be creative. Make paintings, play a game or just sit down and listen to music.

Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?
https://eye-swoon.com/
https://studio.olivergustav.com/
https://johannabradford.elledecoration.se/ 
http://www.dimorestudio.eu/
Hard to make a short list. I have so many favourites. 
17 Gennaio 2020 / / Interiors

Lo ammetto, in questo venerdì 17 piuttosto particolare per me e di cui vi risparmio i dettagli, avevo davvero bisogno di coccole e ispirazioni calde che mi rendessero più pacifica e rilassante la giornata qui in Studio.

E allora come non cogliere al volo la possibilità di mostrarvi il nuovo catalogo Primavera-Estate 2020 del meraviglioso marchio danese FERM LIVING?
La nuova collezione è un inno alla ricerca della calma interiore e all'umano bisogno di serenità, indispensabile sempre e certamente fondamentale da ritrovare al nostro ritorno, tra le mura di casa.
Per dirla con le parole che raccontano la Collezione:

“Your home is your sanctuary: a place where your everyday routine meets big, defining moments.”

Come non restare incantati poi da questa atmosfera tipica di quel "warm minimalism" che si respira in una tipica masseria qui da me, in Puglia?


I nuovi bellissimi arredi sono progettati per facilitare il rilassamento, invitando al riposo per riconnettersi con l'ambiente circostante a un livello nuovo e più profondo.
Le sfumature di colore sono terrose, le forme organiche incontrano linee di taglio scultoreo e forme solide e robuste si fondono invece con accessori morbidi e naturali.

FERM LIVING continua il suo viaggio progettuale basato sull'utilizzo di materiali sempre più naturali e sostenibili, riuscendo a colpirci dritti al cuore ancora una volta con un catalogo meraviglioso.
Le immagini soft e armoniose sono davvero per me oggi la coccola visiva più bella che avevo voglia di far arrivare anche a tutti voi!
Buon weekend Pazzerelli, che sia Slow e rilassato come piace a noi!

all the photos are property of FERM LIVING


7 Gennaio 2020 / / Design

Voglia di riprendere il tran tran quotidiano? Pochissima a dire il vero.
Voglia di ritrovarvi tutti qui sul Blog a raccontarvi di case belle, progetti e design? Dai che ormai mi conoscete. Quella non si esaurisce mai, anzi!
Ritornare a scrivere per la rubrica "Travel & Design" credo sia il modo migliore per cominciare questo 2020 alla grande, con il solito mix di Design e Creatività, che ci rende sempre felici, vero?
E a proposito di nuovi luoghi densi di Design da visitare o nuovi affascinanti esperienze di viaggio da segnare nella wishlist, come non parlarvi di THE AUDO, la travel experience di base a Copenhagen. Uno degli ultimi lavori dei bravissimi Norm Architects (di cui vi parlerò molto presto perchè sono davvero una delle mie fonti preferite di ispirazione), nonchè sede ufficiale del mitico brand danese MENU. 10 suites dai colori vibranti che scelgono i toni della Terra come palette principale, arredate con la linea di complementi, luci e accessori del brand danese, riferimento per il design scandinavo globale con uno scopo semplice ma significativo: "arricchire la vita moderna attraverso progetti che offrono comfort e alta funzionalità".
Dal 1978, l'azienda ha sfruttato le competenze dei migliori designer e artigiani di tutto il mondo per creare mobili contemporanei, illuminazione e accessori che sono lineari e naturali, che trasmettono un senso di calma grazie alle linee minimaliste e alle tonalità naturali.
Un luogo che celebra l'interazione umana e incoraggia la relazione tra l' espressione artistica e il bisogno umano alla base della condivisione.

Uno spazio ibrido, aperto alle contaminazioni e desideroso di presentare il portfolio di MENU con il meglio della sua gamma di prodotti, situato all'interno di un palazzo storico neo barocco del 1918, nel quartiere Nordhavn. Qual è il Concept meraviglioso che ha dato vita al progetto?

"Il desiderio di sfocare le linee che dividono casa e lavoro per unire il design, il business e le comunità in uno spazio fisico innovativo sotto rinnovamento costante. THE AUDO è una residenza esperienziale, sensoriale dove i prodotti dei marchi di design premium del mondo si impegneranno nel dialogo"  dice il CEO di MENU Danny Feltmann Espersen.
Io ho gli occhi a cuore, voi?
with kind permission of THE AUDO



20 Dicembre 2019 / / Paz Garden

Ma davvero è già arrivato "quel" momento magico dell'anno?
Ma davvero sono qui a scrivervi, immaginandoci tutti insieme, stretti nella lettura dell'ultimo Post di questo 2019?
La risposta affermativa me l'avete data voi, insieme ai messaggi e alle affettuose raccomandazioni che non potevo mica sparire fino all'anno nuovo senza salutarvi per bene come ho sempre fatto.
E allora perdonate questa Pazzerella, che è riuscita finalmente a finalizzare il progetto di interior per la sua Casa Paz, ma che per farlo si è allontanata da questi schermi ( e anche da quelli del cellulare), per far spazio alle idee, ai disegni esecutivi, alle visite in Showroom e tutte le altre cose che la Vita vera ti insegna a non posticipare. Ad abbracciare subito, appena puoi e non solo quando devi.


Volevo scrivere un Post lunghissimo, pieno di parole e auguri e chissà che altro... ma poi, come ogni volta che l'emozione vince, il desiderio di mandare vibrazioni positive può bastare a superare da solo le distanze.
E il silenzio di questi mesi verrà spazzato via comunque. E il mio abbraccio più sincero e speciale che ho, vi arriverà forte e luminoso lo stesso.
E siccome la Bellezza di questo periodo vive sempre e solo nelle piccole cose, ho scelto, per farvi i miei auguri, di utilizzare le foto speciali di WALTHER & CO, un brand danese che, ispirato dai viaggi in Oriente del suo antico fondatore, ha saputo unire in tutte le sue decorazioni e i suoi accessori natalizi, non solo le antiche tradizioni scandinave ma anche quel tocco di Mistero e Nostalgia che rende da sempre unico l'Oriente e il suo artigianato.
Perchè nulla potrebbe essere altrettanto allegro o luminoso, se non avessimo aperto anche quest'anno "la nostra scatola delle decorazioni", vero?  Se non avessimo dedicato Tempo e Spazio ai piccoli richiami scintillanti che rendono Magica e la nostra Casa.

E allora BUONI GIORNI, BUONE FESTE... anche quest'anno promettiamo di tornare bambini, apriamo porte, finestre, braccia e abbracciamo piccoli e grandi spiragli di Luce.
Per lasciare che sia di nuovo MAGIA.

ALL THE PHOTOS ARE PROPERTY OF WALTHER & CO





31 Ottobre 2019 / / Paz Garden

Domani sarà Novembre e io non avevo assolutamente voglia di lasciar passare un intero mese senza aver scritto neanche un Post!
Sono sparita? In effetti sembrerebbe proprio questa la risposta, se non fosse che il motivo del mio silenzio è presto detto... tanto lavoro dietro le quinte, che richiede testa bassa e concentrazione,  poco tempo da dedicare al virtuale, per recuperare quanto più possibile la vita vera. 
Potete però star tranquilli, perchè le immagini che arriveranno nei prossimi mesi saranno le foto degli spazi che finalmente ci stanno accogliendo (finalmente infatti abbiamo una sede bellissima per il nostro Studio Paz) e la nostra tanto sognata Casetta. 
Ormai non è più un sogno infatti, abbiamo firmato il nostro impegno (leggi anche mutuo ahi ahi!) e lei è ufficialmente pronta per ricevere qualche ritocco di stile insieme alle nostre visioni!!!

E sapete la verità? Il Post di oggi nasce proprio ispirato dal progetto di ristrutturazione della nostra Casetta. Vi ricordate il post sulla cucina dei miei sogni? O quello sul progetto del nostro "quasi" bagno?  
Sembra passata una vita ma i gusti non sono cambiati, anzi!
Dopo tante ricerche però, ora è scoppiata la fase critica, e cioè... adesso quali piastrelle scelgo?
Come non ritrovarsi quindi a fantasticare sulle Zellige marocchine. Ci ricordano i viaggi in Marocco, la bellezza dell'imperfezione, la voglia di ammirare la Luce e le sfumature che nascono ad ogni raggio di sole.

Opera artigianale per eccellenza, ogni pezzo è ovviamente unico e originale. La parole ZELLIGE è la traduzione che diamo alla parola araba zullayj, che significa "piccola pietra levigata" e fa riferimento al mondo delle piastrelle in generale. 
La tecnica a mosaico è tipica dell'architettura che ritroviamo in tutta la zona del Maghreb, ma se durante i nostri viaggi ci lasciamo sedurre dai suoi arcobaleni ricchi di colore e accostamenti insoliti, questa stessa tecnica sta seducendo da un pò di tempo anche gli interior designers e gli architetti di tutto il mondo, assecondando però la nostra predisposizione per le armonie monocromatiche.
L'utilizzo all'interno delle Zellige assicura bellezza e carattere agli ambienti, grazie alla ceramica che assume colorazioni sempre cangianti, o grazie ai bordi irregolari che garantiscono una posa mai perfetta o industriale.
Soprattutto, e questo è il motivo per cui le sceglieremo anche noi, sono capaci in un attimo di riportare calore e atmosfera a un interno contemporaneo e minimale.
Ma ora che ne dite di curiosare tra tutte le immagini che ho selezionato per voi?


PHOTO LINK 
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11

3 Settembre 2019 / / Interiors

Nella cartella delle bozze è rimasto, mai pubblicato, il post con il quale avrei voluto salutarvi e augurarvi buone vacanze.
Invece le giornate si sono dilatate, il mare ha riempito di azzurro ogni nostro spazio di tempo sospeso tra il lavoro e i desideri dei bambini e quindi all' improvviso, mi accorgo che Settembre è arrivato.
Già frizzante e ricco di possibilità, per molti denso di nuovi inizi, con tanta voglia di mettere a frutto il relax maturato e lasciato negli ultimi mesi, questa volta volutamente, vuoto e silenzioso anche dal rumore troppo forte degli spazi social.

Il rientro sul blog volevo fosse, proprio per questo, una coccola rilassante per me e anche per voi, e allora ho scelto un Home tour in un appartamento svedese, ricco di dettagli accoglienti e piante a ricreare la cornice perfetta dove assaporare momenti di puro Slow living.
Un post per sognare quanto basta a rendere più dolce il rientro di tutti.
Tra routine che ritornano o cambiano e la voglia di ricominciare ok ma che sia per favore lentamente... questo appartamento credo che abbia tutte le caratteristiche vincenti per farci venir voglia di "tornare a casa", voi che ne dite?
All the photos are shooted by ANDERS BERGSTEDT for ENTRANCE

26 Luglio 2019 / / diotti.com

Ogni anno che passa il bisogno di andare in vacanza si fa sempre più sentire... per me a dire il vero è strana questa nuova sensazione. Lavorando ai progetti che amo, da freelance, non ho qausi mai sentito in passato l'esigenza impellente di staccare, mollare tutto e mettere un pò di pensieri in stand by.
Ma la verità è che i miei piccoli mi stanno insegnando anche questo. A recepire le nuove esigenze e ad ascoltarle senza ignorarle. A fermarmi davvero per assaporare nuovi momenti o a collezionare ricordi semplici MA decisamente preziosi.
Quest'anno poi per me la novità assoluta è la riscoperta di quanto avessi bisogno di un tuffo emotivo nel Blu del mare che mi abita vicino. Per me è una presenza costante, non mi è mai mancato troppo e sono sempre stata una tipa decisamente montanara in tutto e per tutto ma... dopo aver sperimentato qualche giorno in più in campeggio in modalità wild and free... ho finalmente capito anche io quanto anche lui, il nostro amico Mare, sia fondamentale, insostituibile e unico nelle emozioni profonde che sa suscitare.
Tornata da un primo giro di ferie quindi la cosa più immediata che ho potuto fare è sentirne la mancanza. L'odore del Vento, della salsedine, la brezza fresca che profumava di macchia mediterranea. Il rumore delle onde e il profumo della pineta. Non ho mai sperimentato il perdermi nel profumo di una sfumatura olfattiva.
Perchè vi parlo di questo? Perchè lo sapete che i miei Post sono quasi tutti spontanei e liberi e nascono in risposta a quello che mi fa battere il cuore. E quest'anno, grazie a Ester, la mia amica che sa creare alchimie olfattive magiche e incredibilmente uniche (provare per credere!!!) fondatrice di CANDELILY non potevo non parlarvi del profumo di cui è fatta questa mia Estate.

Vi avevo già accennato di aver seguito e curato tutto il progetto di branding & packaging design di CANDELILY, e quindi meglio tardi che mai, non potevo proprio evitare di presentarvi la collezione ORIGAMI, in promo speciale proprio in questi giorni sullo shop di Ester.
Le fragranze sono tutti viaggi evocativi e sensoriali a dir poco stupendi. Sono sfumature di profumo che io non avevo mai sentito prima d'ora e delle quali sono già completamente dipendente!

La mia preferita in assoluto è NAMI, una candela dalle note acquatiche e fresche che ha la capacità immediata di farti volare in spiaggia, regalandoti un'ondata di freschezza e libertà davvero speciale.
Ecco come Ester ha saputo conquistarmi con il racconto di questa fragranza:

"Immagina le onde azzurre e spumeggianti perdersi nel blu sconfinato dell’orizzonte, portando i tuoi pensieri lontano e distendendo la mente e il corpo. Nami in giapponese vuol dire proprio onda e la sua fragranza al profumo di acqua di mare ti offre un’occasione di evasione e fuga dal quotidiano."

Ed eccoci al super regalo di oggi, per festeggiare l'estate e questo nuovo shooting super profumato, tutti noi Pazzerelli abbiamo un codice dedicato del 10% valido su tutto lo shop, candele in offerta comprese!
Il codice è ORIGAMIPAZ e sarà valido fino a venerdì 2 agosto compreso.
Io ringrazio ancora una volta Ester per la fiducia e la sua grandissima professionalità, che vi garantisco potrete respirare immediatamente non appena solleverete il coperchio di una delle sue candele.

Dolcissima e avvolgente invece la candela MOMO, perfetta per te se...
"...alla fine di una giornata intensa, l’unica cosa che desideri è un momento tutto tuo, per mettere da parte le preoccupazioni e dedicarti finalmente a te stessa. La candela profumata riposante Momo ai legni aromatici e alle spezie ti aiuta a trovare questo momento, creando intorno a te un’atmosfera ideale per il relax e benessere."
Tonificante e più pepata la candela TABI, da preferire se...
"... hai bisogno di concentrarti sul qui e ora, se devi essere lucido prima di prendere una decisione. Tabi vuol dire viaggio e la fragranza di questa candela in pura cera di soia ti predispone a incamminarti verso la tua destinazione, verso le tue scelte."
La più energizzante e positiva è YOKO, da accendere perchè...
"Yoko vuol dire “figlia del sole, figlia della luce” e il suo profumo illumina e rischiara le giornate in cui si fa fatica a partire, a trovare lo slancio per portare a termine i nostri compiti."
STYLING & PHOTO by me for CANDELILY.

8 Luglio 2019 / / diotti.com

Qui tira aria vacanziera a metà, si lavora infatti tantissimo, cercando di resistere alle temperature afro/pugliesi e riuscendo ad andare al mare comunque quasi ogni sera.
I nostri programmi per questa Estate sono abbastanza semplici e prevedono solo tanti nuovi cambiamenti logistici che spero di poter condividere presto anche qui, con voi.
Nel frattempo, oggi avevo davvero tanta voglia di mostrarvi gli interni di un nuovo locale super bello, scoperto sempre navigando a caccia di ispirazione, chiamato DI AN DI.

Il ristorante, il cui nome significa in lingua familiare significa andiamo a mangiare, serve cucina vietnamita, un mix di cibi tipici orientali mixati con fantasia alla cucina americana e una grande attenzione anche per i palati più indecisi. Si trova nel Greenpoint di Brooklin e ovviamente possiede tutte le carte in regola per meritarsi un Post a tema qui sul Blog, che ne dite?
Il Design è fresco, moderno, racconta bene le radici vietnamite dei soci fondatori e anche la loro ormai radicata presenza da generazioni negli Stati Uniti.

Non vi fa sentire subito felicemente rilassati e freschi questa atmosfera green, ispirata alla Giungla?
E la parete sfumata con quei colori pazzeschi???
Io avrei immediatamente voglia, vista l'ora, di sperimentare subito qualche piatto coloratissimo ;-)))
Intanto però buona Visione!!!





26 Giugno 2019 / / diotti.com

Non sapete che gioia per me ritrovarmi alla scrivania in questo periodo troppo ricco di consegne e progetti da ultimare, con un po' di Tempo lento da dedicare al Blog, alle scoperte che mi fanno battere il cuore, alle connessioni virtuali che però sono anche parte del mio mondo reale.
Con voi che mi leggete e le tante anime belle che, durante questi lunghi anni, hanno scelto di credere in me o semplicemente di passare da questo Giardino a scambiare 4 chiacchiere sincere sulle passioni che ci avvicinano rendendo vani i millemila chilometri.
Mi lega al web la mia professione, la mia inifinita curiosità e la voglia di conoscenza, ma ancora di più la gioia di ritrovare anime affini, con la stessa visione del Mondo, delle cose. Persone che senti subito sarebbero amiche perfette con cui ritrovarsi.

Vi avevo già parlato in questo Post ormai quasi 2 anni fa di INGREDIENTS LDN, uno shop incredibilmente bello e ricco di significato scovato in rete cercando oggetti con cui vestire di bellezza e armonia la mia cucina.

E oggi sono ancora più felice di potervi presentare più da vicino Nina, la sua fondatrice, una donna speciale, ricca di gentilezza e valori veri di quelli che mi fanno sciogliere subito. Una di quelle persone che lo capisci immediatamente sanno regalare una Luce unica a tutto quello che incontrano.
Di lei ho amato e colto subito un approccio alla decorazione e allo Styling decisamente poco usato qui da noi. Uno sguardo al Valore degli oggetti che non è mai puramente materiale o di tendenza, ma sincero, ricercato e profondo davvero a livello di emotività. Non mi ha stupito leggere nelle interviste in inglese, rilasciate a vari blog prima che le scrivessi, che il suo background formativo affonda le sue radici nello studio della Psicologia.
Siete pronti ad ascoltare il suo punto di vista sul vivere più lentamente, accogliendo la filosfia Slow Living anche dentro le nostre case? E ditemi, avete anche voi dei segreti per rallentare o rendere più consapevole la vostra quotidianeità?


Vorrei cominciare la nostra intervista chiedendoti qual è il tuo background formativo e quali lavori hai svolto prima di decidere di aprire il tuo bellissimo negozio.
Ho studiato psicologia all'università e ho lavorato in neuropsicologia clinica per circa 5 anni prima di cambiare direzione.

Come si può trasformare una casa in un luogo ricco di benessere prima di tutto psichico?
Credo che l’aspetto più importante sia progettare le nostre case basandoci su come vogliamo sentirci al loro interno e non solo sulla base di uno ‘stile’.
Progettare una casa dovrebbe iniziare dal porsi domande su come userò questo spazio, come voglio sentirmi al suo interno e quali esperienze e sentimenti voglio che questo spazio faciliti. Dobbiamo chiederci se vogliamo provare sensazioni, sentirci ispirati, stimolati, rilassati o confortati. Le risposte a queste domande dovrebbero servire da guida per tutte le nostre decisioni.
Ad esempio, la nostra casa - ahimè – è anche il mio studio e l’ambiente di sfondo per tutte le immagini del nostro negozio e del nostro marchio.
Volevamo progettare un luogo che fosse distensivo, confortante e rilassante. Questa è stata la base di tutto il processo decisionale; abbiamo infatti scelto di utilizzare solo materiali naturali come lino, lana e legno grezzo e per creare un'atmosfera rilassata e vissuta abbiamo utilizzato principalmente mobili vintage e antichi.
Tuttavia, gli spazi di casa e dello studio sono stati progettati anche per essere in grado di ospitare sia la nostra vita privata che le esigenze dell’azienda.
Abbiamo progettato le stanze affinché fossero molto flessibili e adattabili a molteplici scopi: per esempio, mobili facili da spostare, una cucina a isola mobile e una stanza da utilizzare sia come ufficio che come stanza degli ospiti. Sul nostro sito ci sono due post su questo argomento che potete leggere qui e qui.
Penso che quello che molti di noi desiderano come contrappeso agli stili di vita frenetici e impegnativi di oggi siano spazi rilassanti e confortevoli capaci di rasserenarci e offrirci un luogo caldo e accogliente dove riposare e ricaricarsi.
Un bel modo per creare uno spazio rilassante e confortevole è usare materiali naturali e ricchi di texture (come il lino, il legno e la lana) e oggetti artigianali, vintage e antichi. Gli oggetti fatti a mano sono pieni di storie, calore e qualità emotiva perché non sono mai esattamente uguali e spesso portano le tracce di chi li ha creati.
Gli oggetti d'epoca e quelli che conservano la patina del tempo che scorre sono un ottimo modo per creare un'atmosfera rilassata perché diventano più belli con il passare degli anni.
Cosa credi sia fondamentale nel processo di scelta di uno stile di vita più lento, in modo da  viverlo consapevolmente e non soltanto perché ora sembra essere diventato trendy?
Il pensiero, la cura, la premura: vivere con maggiore consapevolezza e riflettere a fondo sulle nostre decisioni e sul perché agiamo nel modo in cui ci comportiamo.
Riflettendo a fondo su come vogliamo vivere la nostra vita e sul perché e su quali siano le cose che più probabilmente contribuiscono a rendere possibile questo modo di vivere, iniziamo a progettare una vita che sia in sintonia con i nostri valori più profondi. Penso che finché non abbiamo un'idea chiara e precisa di ciò che vogliamo dalla vita sia difficile essere veramente soddisfatti.
Invece, è molto più probabile che investendo il tempo per vivere la nostra vita in modo più consapevole riflettendo sui nostri pensieri e le nostre azioni possiamo condurre una vita di cui saremo soddisfatti. Molto spesso, se lo facciamo bene, cominciamo a notare che molte tendenze attuali o addirittura convenzioni culturali non ci renderanno per nulla felici.

Credi che i tuoi studi abbiano giocato un ruolo nella scelta dei prodotti che hai deciso di inserire nel tuo shop?
Sì, assolutamente. Lo spirito del nostro negozio è profondamente radicato in tutto ciò che ho imparato attraverso la mia laurea in psicologia e il mio interesse per la psicologia e la filosofia sul modo in cui sia possibile creare una vita di cui essere pienamente soddisfatti.
Dedichiamo molto tempo alla ricerca delle storie alla base dei prodotti e dei produttori presenti in negozio. Tutti i nostri prodotti sono realizzati con materiali naturali: non solo i materiali naturali sono più indicati per il nostro pianeta rispetto a molti materiali sintetici, ma hanno un calore e una bellezza intrinseca. Tuttavia, al di là dei materiali naturali, consideriamo come i prodotti fanno sentire le persone che li utilizzano, quali attività facilitano e se sono realizzati con cura per le persone e per l'ambiente.  

A cosa dovremmo rivolgere la nostra attenzione prima di lanciarci nell’acquisto di un prodotto, secondo te?
Credo nel valore del consumo consapevole.
Questo significa acquisti meno frequenti, più ponderati rispetto agli acquisti impulsivi. È importante considerare un oggetto o addirittura un capo di abbigliamento in termini di come potrà essere utile al nostro stile di vita per cercare di massimizzare l'uso e il piacere che ne ricaviamo.
Se compriamo meno cose ma investiamo in articoli di qualità che ci piacciono veramente, possiamo fare di più con meno acquisti utilizzando meno cose più a lungo e in più modi. Un altro aspetto per me molto rilevante è considerare chi produce e vende i prodotti. Oggi più che mai, abbiamo così tanta scelta quando si tratta di ciò che compriamo. Dando il nostro sostegno agli oggetti e alle imprese in cui crediamo, possiamo assicurarci di vedere più oggetti o imprese di questo tipo in futuro.
All the photos are from INGRDIENTS LDN website

- ENGLISH VERSION -
I would like to start our interview by asking you about your educational background and what you have done before opening your beautiful shop.
My educational background is in psychology. I studied psychology at university and worked in Clinical Neuropsychology for about 5 years before changing direction.
How can you turn a house into a place rich in wellness, first of all psychic?
For me the most important factor is designing our homes based on how we want to feel within them and not just based on a ‘look’. The design of a home should start from the questions of how will I use this space, how do I want to feel in it and what experiences and feelings do I want this space to facilitate. We need to ask ourselves do I want to feel, inspired, stimulated, calmed or comforted? The answers to these questions should serve as the guide for all our decision making. For example, our home alos serves as my studio and the backdrop for all of the images for our shop and brand. We wanted to design a place that was calming, comforting and relaxing. This was the basis for all of our decision making, for example we decided to use only natural materials like linen, wool and bare wood and in order to create a relaxed ‘lived in’ feeling we used mostly vintage and antique furniture. But the spaces in our home and studio were also designed to be able to accommodate both our private life and the needs of our business. We designed the rooms to be very flexible and serve multiple purposes for eg. furniture that was easy to move, a movable kitchen island, and a room that could serve as both my office and a guest room.  We have two blog posts on this subject in our journal on our website here and here.
 I think what many of us crave as a counter to today’s busy and demanding lifestyles are calming and comforting spaces that will sooth us and provided a warm, welcoming place to rest and recharge. One lovely way to create calm and comforting space is through the use of natural materials rich in texture (like linen, wood and wool) and through the use of handmade and vintage and antique items. Handmade items are full of stories, warmth and a soulful quality because they are never exactly alike and often cary the traces of their makers. Vintage items and items that develop a patina over time are a great way to create a relaxed atmosphere because they only become nicer as they age. 
What do you think is fundamental in choosing a slower lifestyle, so that you can live it consciously and not just because it is now becoming trendy?
Thoughtfulness: living more mindfully and thinking deeply about our decisions and why we act the way we do. By giving deep consideration to how we want to live our life and why and what are the things most likely to contribute to making that way of living possible, we begin to design a life that is sync with our deepest values. My feeling is that as long as we don’t have a clear idea about what we want out of life it is difficult to be truly satisfied. Instead investing the time into living our life more mindfully by reflecting on our thoughts and actions is much more likely to lead us to a life we will be satisfied with. Very often, if we do this well, we begin to notice that many current trends or even cultural norms are really not going to make us very happy at all.
Do you think that your studies have played a role in the choice of products that you have selected for your shop?
Yes absolutely. The ethos of our shop is deeply rooted in everything I have learned through my psychology degree and my interest in the psychology and philosophy of how we can create a life we will feel contented with. We spend a lot of time researching the background stories of the products and makers we offer in our shop. All of our products are made from natural materials: not only are natural materials better for our planet than many synthetic materials but they have an inherent warmth and beauty to them. But beyond just natural materials  we consider how products will make people feel when in use, what activities they facilitate, and whether they are made with care for people and the environment.   
What do you think we should turn our attention to before buying a product?
I believe in the value of mindful consumption. This means less frequent, considered purchases over impulse buys. It is helpful to consider an object or even an item of clothing in terms of how it will serve our lifestyle so as to try to maximise how much use and enjoyment we get out of it. If we buy fewer things but invest in quality items that we truly enjoy using we can do more with less buy using fewer things for longer and in more ways. Something else that is important to me is is considering who makes and sell the products. Today, more than ever before, we have so much choice when it comes to what we buy. By giving our support to the objects and businesses we believe in we can ensure to see more of this type of object or business in future.