BLOG ARREDAMENTO Posts

27 Settembre 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Ben ritrovati al nostro consueto appuntamento dedicato all’arte del Feng Shui, dopo la lunga pausa estiva!

Oggi analizzerò un piccolo studio di pranoterapia.
In un’antica dimora settecentesca, posizionata nel bellissimo e panoramico sito del Sacro Monte di Varese, è arroccato lo studio di pranoterapia preso in esame.
Il Sig. Pietro è dedito a discipline pranoterapeutiche e dotato di capacità sensoriali.

Il silenzio e la pace, spezzati dal vocio di qualche curioso turista, avvolgono questo fascinoso piccolo angolo di mondo, suggestivo, ricco di storia, attorniato da montagne verdeggianti.
La costruzione ha un fronte (Fenice) dominante la città giardino e il suo lago; un retro (Tartaruga) rappresentato da imponenti forze montane, e i lati rispettivamente da alture di svariate dimensioni (Tigre Bianca a Ovest Drago Verde a Est) che vanno a rispettare perfettamente il metodo dei Quattro Animali.

E’ una zona con un discreto passaggio di Ch’i umano. E’ una costruzione molto datata, pertanto per il calcolo del Metodo delle Stelle volanti è necessario prendere in considerazione l’anno attuale, anziché l’anno d’origine o di rifacimento del tetto, in quanto se ci riferissimo a questi ultimi, le stelle volanti sarebbero troppo deboli e quindi quasi inattive e di poco valore.

Casa con entrata a Ovest, quindi casa Metallo. L’Elemento personale o Ming Gua del Sig. Pietro è il Metallo, considerando il suo anno di nascita.

La circolazione dell’energia sottile di una stanza è condizionata dall’asse porta-finestra. L’abitazione presa in esame presenta un’energia scarsa, come potete notare dalla figura 1, confrontata con la figura 2; in tal caso è prevista l’introduzione di un correttivo per ampliare la circolazione energetica (paraventi, campane eoliche, cristalli, piante, etc…)


Il parquet in legno rende accogliente l’ambiente, in sostituzione alle piastrelle in ceramica. L’orditura è stata posizionata in diagonale per dare maggior movimento.
La disposizione degli arredi, segue correttamente il metodo dei Quattro animali. In sala d’aspetto le sedie sono state disposte a raggiera, in modo da formare un’ampia apertura e quindi predisposizione all’ accoglimento della clientela.

Sala d’aspetto: prima dopo

Un profondo space clearing ha ripulito l’ambiente da oggetti non utilizzati da tempo, inutili e ingombranti.
Simbolicamente questo procedimento aiuta a fare pulizia in noi stessi, donandoci una maggiore chiarezza.

Particolare cura al baricentro
Attraverso la “mappa energetica” ottenuta con la bussola geomantica, Lo Pan, è stata rilevata energia Terra negativa, da neutralizzare con l’Elemento “Metallo” statico, in quanto di maggiore effetto nel tempo, rappresentato da oggettistica in rame, argento, oro, piatti, vasi di metallo, forme sferiche. I colori sono quelli del bianco-oro-argento).

Si possono utilizzare anche oggetti di Metallo “dinamico”, come l’orologio a pendolo o le campane eoliche. Pur avendo un effetto immediato, sono però meno forti nel tempo. In questa zona ho consigliato di affrescare la parete necessariamente di bianco, con stancil dorati dalle forme circolari.


La sala d’attesa

Una parte della sala d’attesa rientra nel baricentro, la fetta restante, è anch’essa da curare. Questo punto presenta energia Terra negativa, quindi come ormai potete sapere, va neutralizzata con l’Elemento Metallo statico.
Colori dorati impreziosiscono l’ambiente, illuminandolo e rendendolo positivo ed accogliente. (Vedi foto precedenti-sala d’aspetto)

L’entrata: punto di forza per il guadagno e l’amore
In questo angolo è stata posizionata oggettistica che richiama l’Elemento Acqua in movimento, rappresentato da una fontanella e l’Elemento Metallo in movimento, richiamato dalle campane eoliche. Queste cure, incrementano questa zona peraltro già positiva.

Un angolo di benessere e relax
In una piccola stanza chiusa, adiacente la sala d’aspetto, era stata posizionata una vecchia cucina inutilizzata. Che ne pensate di trasformarla in una zona di lettura e relax? I pazienti, in attesa di sottoporsi alla terapia, potrebbero abbandonarsi alla musica o alla lettura per ritemprare l’anima.
La disposizione di una libreria (Elemento Fuoco) sulle due pareti contigue opposte all’entrata, incrementa questo grazioso angolo, che necessita di tale Elemento.
Una bella pianta o del bambù arricchiranno ulteriormente l’Elemento Legno, anch’esso necessario.

La dispensa/ripostiglio
Quante cose inutili e ingombranti! E’ stato necessario un profondo space clearing, eliminando tutto ciò di inutilizzato. Una scaffalatura, pratica da gestire, per contenere e archiviare documenti e quant’altro, creando uno spazio aperto e luminoso.

Lo studio
E’ un punto delicato, in quanto il Sig. Pietro esegue proprio qui la sua terapia. Bisogna rafforzarlo e dargli maggior tono. E’ una zona legata alla fama e al successo, per incrementarlo è stato posizionato l’Elemento Legno in movimento. Le piante con foglie mobili sono la cura ideale. (tipo Benjaimin). Le due pareti contigue opposte all’entrata sono state dipinte di giallino con velature, per dare maggiore movimento e freschezza all’ambiente. I colori utilizzati sono il giallino, il bianco e l’oro.

Per oggi ho concluso il mio incontro, sperando di avervi dato qualche suggerimento o nozione in più, per poter meglio capire la complessità di quest’arte.

Vi aspetto sempre numerosi al prossimo appuntamento!
Per qualsiasi chiarimento o informazione, potete rivolgere le vostre domande al mio indirizzo di posta elettronica: blu.design@alice.it

Un caro saluto a tutti!
Cristina

27 Settembre 2010 / / Blog Arredamento

Originale ed estremamente raffinata la nuova Crystal Collection di Bisazza, una serie di mosaici da parete realizzati con pregiati cristalli Swarovski, adatti a tutte le donne che amano l’effetto scenico di una semplice ricercatezza.Sofisticati ma discreti, esuberanti ma delicati: i nuovi mosaici di Bisazza si presentano così grazie all’unione e al contrasto di due elementi […]

27 Settembre 2010 / / Blog Arredo

Joko
Joko di Kristalia è una sedia dall’aspetto semplice ed essenziale. In realtà la creazione dello studio Bartoli Design è tutt’altro che semplice: il particolare disegno fonde in un unico piano la seduta con le quattro gambe creando una superficie continua adatta a diversi rivestimenti.
Il rivestimento (tessuto o pelle) non lascia scoperto nessun dettaglio del suo cuore in poliuretano schiumato.

=> Continua!

23 Settembre 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

Il divano letto è una delle invenzioni più pratiche che l’uomo poteva ideare nell’ambito dell’arredamento. Ed esiste ormai da decenni, anche se nel tempo si è evoluto in forme nuove e sempre più facili, comode e funzionali.

Il divano letto ha rappresentato e ancora rappresenta una rivoluzione, sotto tanti punti di vista: quello spaziale, quello concettuale, quello funzionale. Il divano letto si trasforma e automaticamente trasforma l’ambiente che lo circonda: il salotto diventa occasionalmente camera da letto, il soggiorno diventa spazio per gli ospiti, il monolocale diventa rifugio notturno appena il sole tramonta.

Così ogni luogo della casa, a qualunque tipologia abitativa appartenga, si può trasformare in qualcos’altro, e allo stesso tempo qualunque soggiorno si può trasformare nel resto della casa: un gioco di compenetrazione e di rimandi dello spazio, che segue le forme sinuose dell’evoluzione nell’abitare moderno.

Il piccolo studio, il grande disimpegno, la zona relax, possono diventare scenografia ideale e istantanea per la notte di un ospite inatteso oppure a lungo desiderato, da poter invitare senza più remore. Insieme al divano letto infatti, spesso si accompagnano tutta una serie di accessori indispensabili, che contribuiscono a renderlo altamente confortevole: lenzuola, coperte, cuscini, lampade. E quindi spesso il divano letto possiede scomparti appositi dove poter riporre tutti questi oggetti.

L’evoluzione che il divano letto ha subito nel tempo, riguarda principalmente due fattori: i meccanismi di trasformazione, un tempo laboriosi, macchinosi, noiosi e fastidiosi, e la qualità di reti e materassi. Un tempo dormire su un divano letto poteva voler dire crearsi non indifferenti problemi di postura e di schiena: oggi reti e materassi contenuti nei divani sono sempre più di alta qualità, per permettere di utilizzare il divano letto anche come soluzione notturna definitiva (ad esempio in un monolocale, dove necessariamente non potrebbe essere altrimenti).

Dall’altra i meccanismi di trasformazione sono sempre più fluidi e semplici, tanto che con uno o due gesti ormai è possibile dare il via alla trasformazione dell’ambiente, quasi come se bastasse soltanto il tocco di una bacchetta magica.

Ma il divano letto non deve farci pensare che l’unica dimensione degna di interesse sia quella “notturna”: il divano letto è una rivoluzione anche visiva, perchè la trasformazione si mimetizza a tal punto che il divano, nella sua primaria funzione, rimane accogliente, comodo, assolutamente piacevole, sia alla vista che al tatto. Il divano letto dunque può assumere qualunque forma, può essere rivestito con qualunque materiale comune agli altri divani e può essere caratterizzato da qualunque colore.

Il divano letto Antares ad esempio è espressione di uno stile classico evergreen e porta la sua eleganza al top nelle versioni in pelle o in ecopelle, trasformandosi all’occorrenza in un letto singolo, senza fatica.

Il divano letto Pratiko, il cui nome già delinea il suo punto di forza, unisce la comodità di un rivestimento in tessuto sfoderabile, a un meccanismo di trasformazione semplicissimo, a un funzionale vano contenitore per i guanciali e a linee moderne adattabili a qualunque tipologia di ambiente. Il letto matrimoniale che se ne ricava è dotato di rete ortopedica, per una qualità del sonno altissima.

Il divano letto Oslo si distingue per il suo design contemporaneo e per la sua seduta alta e piuttosto rigida, adatto a salotti di carattere. Il fatto che possa nascondere un pratico letto, non fa che accrescerne il fascino.

23 Settembre 2010 / / Blog Arredamento

Il mondo della decorazione della casa è un pianeta a parte, fatto di piccole, grandi sorprese: come gli stickers in 3d per oggetti, in vendita su Dekoidea.com.Decorare gli ambienti di casa è un’attività quasi ludica, anzi lo è decisamente: giocare con la fantasia, la creatività, il gusto, sono imperativi imprescindibili quando si cerca l’ispirazione per […]

22 Settembre 2010 / / Blog Arredamento

Nusco Porte, azienda made in Italy di serramenti, ha avviato un’interessantissima collaborazione con la Sanrio, producendo le porte più fashion del pianeta, le Hello Kitty Doors.Per tutte le bambine, le ragazze e le donne che amano non solo il rosa ma anche la faccetta della gatta più dolce del mondo, è arrivata una fantastica collezione […]

22 Settembre 2010 / / Blog Arredamento

L’autunno è cominciato e tra qualche giorno (o settimana) il freddo farà capolino fuori e dentro le nostre case: per combatterlo ecco qualche consiglio da esperti del settore.Daikin, azienda leader nel settore della climatizzazione, ha elaborato alcuni consigli fondamentali circa l’uso delle pompe di calore in autunno e in inverno, per ottenere il massimo dell’efficienza […]

21 Settembre 2010 / / Blog Arredamento

Gessi, da sempre attenta al design e alla funzionalità dei suoi prodotti, presenta nuove collezioni destinate a reinventare il concetto di bagno, trasformandolo definitivamente in un luogo di relax, dove il tempo diventi vero e proprio lusso e dove sanitari e accessori possano migrare anche “in salotto”.Bello da vivere e bello da vedere: ecco gli […]

21 Settembre 2010 / / Blogger Ospiti


Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'ct_tracks_filter_read_more_link' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.blogarredamento.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Tela-canvas--a-pannelli-personalizzatiSi sta avvicinando l’autunno, il tempo rinfresca e le piogge autunnali stanno diventando man mano più fredde. E anche il sole non scalda più come sono qualche settimana fa. Sta per cominciare la stagione dei cappotti e delle giacche a vento. Di per sé, per alcuni, l’arrivo della brutta stagione è una bella notizia. Per molti, è una parte del ciclo delle stagioni che verrebbe saltata volentieri.

Io salverei solo qualche giorno di tutta la parte più fredda dell’anno: egoisticamente parlando, perché rinunciare ai regali di Natale e capodanno?

Comunque, per dirla alla maniera degli uomini di ventura: non esiste buono o cattivo tempo ma solo buono o cattivo equipaggiamento. Ma, l’equipaggiamento da qualche parte va riposto. Nel mio ufficio abbiamo risolto il problema in maniera elegante e semplice: appendiabiti personalizzati.

21 Settembre 2010 / / Arredamenti Diotti A&F

45 giorni a “Interessi Zero…davvero”: da sabato 25 settembre a mercoledì 4 novembre sull’acquisto di una cucina Snaidero i nostri clienti potranno attivare un finanziamento ad “interessi zero”.
Voi direte “dove sta la novità?”. In fondo sono anni che siamo inondati di pubblicità sul “tasso zero / interessi zero” su qualunque tipo di prodotto.
Al tempo stesso ogni consumatore attento sa bene che le società finanziarie non sono dei “buoni samaritani”…quando si parla di “interessi zero” è il rivenditore a sostenere il costo del finanziamento.
Il punto è che se il rivenditore sostiene un costo “extra”, anche se non lo dice o quantifica al consumatore, inevitabilmente sarà un po’ più legato dal punto di vista della scontistica applicata.
Siamo rivenditori Snaidero da 46 anni (!), clienti Agos da una decina: siamo riusciti ad attivare questa promozione con la quale per 45 giorni ogni cucina Snaidero può essere finanziata ad interessi zero, ed in questo caso il costo del finanziamento è offerto da Snaidero ed Agos.
Beati noi di Diotti A&F che “risparmiamo” gli interessi?
“Beati i nostri clienti” diciamo noi…per 45 giorni possono acquistare le loro cucine Snaidero con lo sconto massimo che possiamo applicare, ad interessi zero, e senza che l’attivazione del finanziamento incida in alcun modo sullo sconto e quindi sulla convenienza dell’acquisto.
45 giorni: da sabato 25 settembre a mercoledì 4 novembre.
Vi aspettiamo!